Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2013-4-5

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Ho continuato la mia strada

...ghepardo sbulinato e' il mio totem.....
5/4/2013 - 23:27
Downloadable! Video!

Now

(2013)

bellissima canzone

Nel video i tre membri dei Paramore combattono in una pianura sovrastata da una grande quercia con soldati armati di manganello e fumogeni. Mentre Jeremy Davis e Taylor York tentano di difendere Hayley Williams dai frequenti attacchi dei nemici, quest'ultima avanza lentamente verso il capo dei soldati, che l'aspetta dall'altra parte del campo di battaglia. Quando però Davis e York sono stati messi fuori gioco, anche Williams viene colpita alle spalle proprio davanti al capo, che le si avvicina per darle il colpo di grazia. La cantante però si alza e, inaspettatamente, lo abbraccia. Questi, stupito, lascia cadere il manganello che aveva in mano e poi ricambia l'abbraccio, mentre i soldati e Davis e York esultano.
Don’t try to take this from me
(continua)
inviata da esempio 5/4/2013 - 23:01
Downloadable! Video!

L'Internationale

ITALIANO [9] / ITALIAN [9]

La versione italiana letterale di Rino Cortiana; da Rino Cortiana (a cura), I poeti della Comune, in "Volontà", Padova, Marsilio, 1971. Informano Santo Catanuto e Franco Schirone ne "Il Canto Anarchico in Italia nell'Ottocento e nel Novecento" (edizioni Zero in Condotta, 2a ed. Milano 2009, p. 25): "Una traduzione, fedele e letterale, dell'opera di Pottier è stata curata da Rino Cortiana a cento anni dalla Comune di Parigi [1971 ndr]. Qui di seguito la riproponiamo per confrontarla on la versione italiana firmata da 'Bergeret' che ancor oggi è diffusa e cantata. Pur non sfuggendo alla critica da parte di intellettuali non appiattiti sul comunismo di stato o sui partiti affogati nella terza internazionale e di gruppi eretici del marxismo-leninismo. Nel corso degli anni 60/70, per esempio, Franco Fortini ha ripreso più volte il canto reinterpretandolo poeticamente."
L'INTERNAZIONALE
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 5/4/2013 - 18:01
Downloadable! Video!

Mil veces mil

[2008]

Album:Mil veces mil
Mil veces mil veces mil son mil millones
(continua)
inviata da adriana 5/4/2013 - 13:17
Downloadable! Video!

Buscarte

[2006]

Album: Matar o no matar
Buscarte sobre el campo enamorado.
(continua)
inviata da adriana 5/4/2013 - 12:41
Downloadable! Video!

Nos tienen miedo

[2008]

Album:Mil veces mil

Jesusa Rodríguez y Liliana Felipe
Nos tienen miedo porque no tenemos miedo.
(continua)
inviata da adriana 5/4/2013 - 12:07
Video!

Guitarra roja

‎[1928]‎
Dal disco “Los Anarquistas - Marchas y canciónes de lucha de los obreros anarquistas argentinos ‎‎(1904 - 1936)”, a cura di Osvaldo Bayer, con la collaborazione di Héctor Alterio (1929-‎‎), grande attore argentino (un titolo per tutti: “La historia oficial”, di Luis Puenzo, 1985, forse il ‎primo film argentino sugli orrori della dittatura. Nella colonna sonora, En el país de Nomeacuerdo di María Elena ‎Walsh.)‎

Ven guitarra libertaria
(continua)
inviata da Bernart 5/4/2013 - 11:58
Video!

Guajiras rojas

anonimo
‎[1918]‎

Dal disco “Los Anarquistas - Marchas y canciónes de lucha de los obreros anarquistas argentinos ‎‎(1904 - 1936)”, a cura di Osvaldo Bayer, con la collaborazione di Héctor Alterio (1929-‎‎), grande attore argentino (un titolo per tutti: “La historia oficial”, di Luis Puenzo, 1985, forse il ‎primo film argentino sugli orrori della dittatura. Nella colonna sonora, En el país de Nomeacuerdo di María Elena ‎Walsh.)‎

Deseo mi redención
(continua)
inviata da Bernart 5/4/2013 - 11:52
Video!

Himno anarquista

anonimo
‎‎[1904]‎
Parodia dell’Inno nazionale argentino, del quale condivide l’apertura (“Oíd mortales el grito ‎sagrado…”)‎
Dal disco “Los Anarquistas - Marchas y canciónes de lucha de los obreros anarquistas argentinos ‎‎(1904 - 1936)”, a cura di Osvaldo Bayer, con la collaborazione di Héctor Alterio (1929-‎‎), grande attore argentino (un titolo per tutti: “La historia oficial”, di Luis Puenzo, 1985, forse il ‎primo film argentino sugli orrori della dittatura. Nella colonna sonora, En el país de Nomeacuerdo di María Elena ‎Walsh.)‎

‎Los Anarquistas‎

‎“Marchan de Plaza Congreso a Plaza Mazzini, pero la policía les saldrá al paso. Se luchará a brazo ‎partido, la represión es tremenda, a tiro limpio. Un centenar de obreros heridos quedan en el suelo. ‎El cadáver del marinero Juan Ocampo es llevado en hombros por los anarquistas hasta el local de la ‎protesta.
Así serán todos los primeros de... (continua)
Oíd mortales el grito sagrado
(continua)
inviata da Bernart 5/4/2013 - 11:36
Downloadable! Video!

Hijos del pueblo

‎[1885 / 1889?]‎
Letra y música de R.C.R. (Rafael Carratalá Ramos)
Testo e musica di R.C.R. (Rafael Carratalá Ramos)



"Hijos del pueblo" es una canción popular relacionada con el movimiento obrero, especialmente el de inspiración anarcosindicalista. Parece ser que este himno es obra de un director de banda militar establecido en Barcelona. Se presentó en 1885 a la Sección de Música revolucionaria del primer certamen socialista organizado por el Centro de Amigos de Reus, perteneciente a la Primera Internacional." - es.wikipedia


"Hijos del pueblo": Historia de su composición y grabación
CNT-AIT Confederación Nacional del Trabajo

Si hablamos de la historia del anarcosindicalismo ibérico no podemos dejar de poner en valor los símbolos que lo han representado durante estos cien años que ahora cumple la CNT. La bandera rojinegra, Heracles con el león de Nemea, las propias siglas CNT, son... (continua)
Hijo del pueblo, te oprimen cadenas
(continua)
inviata da Bernart + CCG/AWS Staff 5/4/2013 - 11:21

Riposare tutti

[2013]
Sull'aria di "Liberare tutti"
Ci son troppi compagni
(continua)
5/4/2013 - 10:40

A Fausto e Iaio

Scritta e musicata da Santo Catanuto
Written and composed by Santo Catanuto

"Nel marzo 1978 in via Mancinelli, una via laterale al centro sociale Leoncavallo di Milano, vengono assassinati Fausto Tinelli e Lorenzo Jannucci, detto Iaio, a seguito della pubblicazione di un libro bianco sullo spaccio d'eroina nel quartiere. Per come sono state condotte le indagini e considerati gli esiti, anche questo duplice omicidio può essere ascritto, come molti altri, o nella strategia dell'indifferenza o, e non sarebbe certo inquietante, nell'azione criminale di poteri collusi, ufficiai o non, legali o non, istituzionali o non, come dimostra la storia recente da Piazza Fontana in poi. La morte per mano assassina di due giovani impegnati a sostenere il senso della vita è qualcosa di indigeribile per tutti, meno ancora per chi coltiva la memoria e anziché dimenticare, aggiunge i loro nomi alla lista tremendamente... (continua)
È sempre un po'...
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 5/4/2013 - 10:10
Video!

El deportado

anonimo
‎[1920]‎
Testo di autore anonimo sulla melodia della “Canción del vagabundo”, tema dalla commedia ‎musicale spagnola “Alma de Dios”, 1907.‎
Dal disco “Los Anarquistas - Marchas y canciónes de lucha de los obreros anarquistas argentinos ‎‎(1904 - 1936)”, a cura di Osvaldo Bayer, con la collaborazione di Héctor Alterio (1929-‎‎), grande attore argentino (un titolo per tutti: “La historia oficial”, di Luis Puenzo, 1985, forse il ‎primo film argentino sugli orrori della dittatura. Nella colonna sonora, En el país de Nomeacuerdo di María Elena ‎Walsh.)‎

‎“Pero no sólo el peligro de la cárcel tienen que enfrentar los anarquistas. Sobre ellos, en su mayoría ‎extranjeros, se cierra la 4144, la Ley de Residencia. Expulsión del país.
Así cantaban a sus compañeros deportados.” (Osvaldo Bayer)‎

La Legge 4144 (Ley de Residencia, o Ley Cané, dal nome del suo promotore, il senatore Miguel ‎Cané),... (continua)
Es trabajar sin descanso
(continua)
inviata da Bernart 5/4/2013 - 09:48
Downloadable! Video!

Milonga anarquista

anonimo
‎[1906]
da “Los Anarquistas - Marchas y canciónes de lucha de los obreros anarquistas argentinos (1904 - ‎‎1936)”, a cura di Osvaldo Bayer, con la collaborazione di Héctor Alterio (1929-), grande ‎attore argentino (un titolo per tutti: “La historia oficial”, di Luis Puenzo, 1985, forse il primo film ‎argentino sugli orrori della dittatura. Nella colonna sonora, En el país de Nomeacuerdo di María Elena Walsh.)‎

‎“Sí, ya a principios de siglo las ideas anarquistas han hecho pie bien tierra adentro y las cantan ‎payadores criollos.” (Osvaldo Bayer)‎
Soy un nuevo payador
(continua)
inviata da Bernart 5/4/2013 - 09:24
Downloadable! Video!

Guerra a la burguesía

anonimo
‎[1901]
da “Los Anarquistas - Marchas y canciónes de lucha de los obreros anarquistas argentinos (1904 - ‎‎1936)”, a cura di Osvaldo Bayer, con l’interpretazione di Héctor Alterio.‎



‎“El tango también tuvo letra anarquista y se cantaba en los típicos picnic que los anarquista hacían ‎en la isla Maciel”, un barrio nel Dock Sud (El Docke) di Avellaneda, zona sud della Gran Buenos ‎Aires (Osvaldo Bayer)

Querrá la gente burguesa
(continua)
inviata da Bernart 5/4/2013 - 09:13
Downloadable! Video!

Law and Order

[2008]
Album: Erase The Default (EP)

Written about the ongoing conflict in Darfur (Sudan) and western indifference to the situation.
While the United States labelled the conflict "genocide" (and promptly did nothing much to stop it),
while the UN (and Britain) failed to acknowledge it as such and waited until 2006 to act.

"Never Again" is a phrase used in relation to the Holocaust, and the idea that mankind should not allow such brutal murderous acts to occur again, it has also been used in relation to the Rwandan Genocide and the conflict in Darfur.

'Human Rights Watch' described the conflict as follows:
"Since early 2003, Sudanese government forces and militia called “Janjaweed” have been engaged in an armed conflict with rebel groups called the Sudanese Liberation Army/Movement (SLA/SLM) and the Justice and Equality Movement (JEM).
As part of its operations against the rebels,... (continua)
Total collapse of law and order
(continua)
inviata da giorgio 5/4/2013 - 08:55
Downloadable!

ReggaePîCumpàgni

[2006]
Album: La Storia Si Ripete
Ardi lu focu nna 'sta beđđa Sicilia,
(continua)
inviata da giorgio 5/4/2013 - 08:25

Il siluramento dello Sgarallino

Corre l'obbligo e il piacere di segnalare questa pagina del blog "Du' tuffi nelle stelle, interamente in vernacolo livornese, nella quale si parla dello Sgarallino, del suo siluramento e anche di questa pagina con la ballata su quel tragico fatto. Chiunque ne siano gli autori, li ringraziamo.
CCG/AWS Staff 5/4/2013 - 07:54
Downloadable! Video!

Nuovo Umanesimo

NUOVO UMANESIMO (IL SEME)

Versione acustica della stessa canzone, con testo diverso
NUOVO UMANESIMO (IL SEME)
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 4/4/2013 - 23:51
Downloadable! Video!

L'Internationale

ITALIANO [8] / ITALIAN [8]

La versione poetica, ma aderente strettamente all'originale francese, inserita da Santo Catanuto e Franco Schirone ne "Il canto Anarchico in Italia nell'Ottocento e nel Novecento", edizioni Zero in Condotta, 2a ed. Milano 2009, p. 23. E' probabilmente opera di Santo Catanuto stesso.

The rhyming Italian version, consistent with the original French lyrics, included by Santo Catanuto and Franco Schirone in: "Il canto Anarchico in Italia nell'Ottocento e nel Novecento", edizioni Zero in Condotta, 2a ed. Milano 2009, p. 23. Probably translated by Santo Catanuto himself. [CCG/AWS Staff]
L'INTERNAZIONALE
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 4/4/2013 - 23:29
Video!

Già allo sguardo (Il ritorno di un esiliato)

Da ricordare che, per il suo autore, il canto è detto anche tout court "Canto del Vita".
Riccardo Venturi 4/4/2013 - 22:55
Downloadable! Video!

Peace In The Valley

PACE NELLA VALLE
(continua)
4/4/2013 - 22:54
Downloadable! Video!

Mulheres de Atenas

3/4 aprile 2013
Είς τὴν Ἑλλήνων φωνὴν μετἐφρασε ὁ Ρικχάρδος Οὐεντούριος

Scusassero il ritardo, ma prima di mettermi all'opera ho dovuto fare una cosa che non facevo da parecchio: ricalarmi dentro il pozzo del greco classico. Mi ci vuole qualche ora, diciamo. Sono anni che, oramai, ho consuetudine con la lingua moderna, che è fatta in un certo modo; ma la lingua antica è fatta molto, molto diversamente. E, più che altro, è fatta in un modo non semplice da descrivere perché c'è da mettersi non soltanto in strutture differenti, ma in uno spirito che non esiste e non può esistere più da millenni. Porsi di fronte alle parole moderne e dirsi: Ok, bene Riccardo, come le diresti a un Ateniese dell'età di Pericle (ammesso e non concesso che, se tu gliele dicessi, non ti facesse pigliare subito dagli opliti e rinchiudere per manifesta pazzia)? E se mi chiedesse che mai le abbia scritte, che gli direi?... (continua)
ΓΥΝΑΙΚΕΣ ΑΘΗΝΑΙΑΙ
(continua)
4/4/2013 - 20:17
Downloadable! Video!

À Mourir Pour Mourir

À Mourir Pour Mourir

Chanson française – À Mourir Pour Mourir – Barbara – 1964

Te souviens-tu, Lucien l'âne mon ami, dis, te souviens-tu, te souvient-il que j'avais promis à Soledad de mettre cette chanson de Barbara parmi les Chansons contre la Guerre... Et comme tu vois, je le fais aujourd'hui. Il y a bien des raisons à cela... D'abord, cette colère qui me prend chaque fois que je repense à ce qu'ils ont fait à Soledad... Une colère rampante, sourde qui prend là-bas par dessous le cœur et qui s'infiltre, s'instille dans tous les moments du jour. Elle n'engendre pas de haine ; j'aime autant qu'il en soit ainsi car la haine est toxique. Elle pourrit la vie, de l'intérieur. Ceci n'empêche pas de ruminer la fin de ce monde assassin. Les assassins eux-mêmes sont anonymes, souvent même totalement inconscients... Ils font leur « métier ».

On dit et je l'entends souvent, Marco Valdo M.I.... (continua)
À mourir pour mourir
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 4/4/2013 - 19:35
Downloadable! Video!

Samarcanda

Morale della favola: è il Re che manda il soldato alla morte (a Samarcanda) pure in tempo di pace, come dicevo. Anche se vuol sembrare quello che lo scampa al destino, fornendogli il cavallo.
Stefano 4/4/2013 - 14:52
Downloadable! Video!

Aliento

‎[2010]‎
Parole di Cecilia Gauna
Musica di Cecilia Gauna, Mariano Agustín Fernández e Juan Pablo Ferreyra
Dall’abum “Aliento”‎

‎‎

Un disco questo interamente dedicato ai popoli nativi argentini, in gran parte sterminati tra la fine ‎dell’800 e l’inizio del secolo successivo.‎

I due dischi di canti selk’nam editi dalla Folkways, “Selk'nam (Ona) Chants of Tierra del Fuego, ‎Argentina” (1972) e “Selk'nam Chants of Tierra del Fuego, Argentina, Vol. 2” (1977)‎

‎‎

‎I Selk’nam (chiamati anche Onas, nella lingua yagán dei nativi tehuelches) erano un popolo nomade ‎di cacciatori-raccoglitori che abitava la Isla Grande della Terra del Fuoco, a sud dello Stretto di ‎Magellano.‎

I primi contatti con gli occidentali risalgono proprio alla spedizione di Magellano del 1520, ma in ‎seguito furono molto sporadici. Però a partire dagli ultimi decenni dell’800 anche quelle terre ‎inospitali cominciarono... (continua)
Busca en el agua turbia el pez su alimento.
(continua)
inviata da Bernart 4/4/2013 - 14:23
Downloadable! Video!

Todos juntos

‎[1972]‎
Testo di Eduardo Parra, membro del gruppo.‎
Musica de Los Jaivas, un sapiente mix di huaiño, ritmo popolare andino, e rock progressive.‎
Lato B del 45 giri “Ayer Caché”, poi nell’album “Los Jaivas”‎



Hace mucho tiempo que yo vivo preguntándome
(continua)
inviata da Bernart 4/4/2013 - 12:00
Downloadable! Video!

Mi tierra

Parole e musica di Lucas Segovia
Dall’album “Melitona, crímenes en sangre”, basato sul libro omonimo di ‎‎Pedro Solans.‎
Testo trovato qui.‎


Un disco tratto interamente da un libro dedicato alla ‎‎Masacre de Napalpí del 19 luglio ‎‎1924, ultimo atto dello sterminio dei nativi del Chaco argentino ad opera dei discendenti dei ‎conquistadores spagnoli.‎



Il titolo è anche un omaggio a Melitona Enrique (1901-2008), ultima sopravvissuta dei ‎sopravvissuti all’eccidio di Napalpí, una nativa Qom (Toba) morta alla veneranda età di 107 anni. ‎poco prima della sua scomparsa fu a lei che il governo del Chaco chiese ufficialmente scusa per lo ‎sterminio del suo popolo… Ci sono voluti più di 80 anni.‎
En el principio fue el verde: nuestros ojos recorrían la inmensidad vegetal. Todo era nuestro: los ‎árboles, sus frutos, el ágil guasuncho, el vuelo de las aves, el rugir del puma…estaba todo dentro de ‎nuestra piel. ‎
(continua)
inviata da Bernart 4/4/2013 - 11:18
Downloadable! Video!

Sem Terra

[1998]

Album: Eu sou todos nós
A bandeira vermelha se moveu
(continua)
inviata da adriana 4/4/2013 - 11:02
Downloadable! Video!

THC - Aprite gli occhi

[2010]
Testo e musica di THC & Neurone
Album: Neuroni Dispersi

E finalmente una band sicula che proprio scalpita, la NDC (Neuroni Dispersi Crew),
hip hop da Favara ! feat. THC
[Intro:]
(continua)
inviata da giorgio 4/4/2013 - 09:39

Soy

Parole e musica di Lucas Segovia
Testo trovato su Corrientes Chamamé‎

Un “chamamé” – tipico genere musicale “litoraleño” argentino – del Corrientes offerto da un ‎giovane artista di Buenos Aires che ha consacrato la sua opera alla complessa e sanguinosa storia ‎del Gran Chaco, la vasta regione storica che si estende tra il Norte Grande argentino, Bolivia, ‎Brasile e Paraguay, compresa tra i fiumi Paraguay e Paraná e l’Altiplano andino. ‎


In questa canzone c’è un riferimento allo sterminio dei nativi Qom o Toba, un’etnia di cacciatori-‎raccoglitori seminomadi che, dopo l’arrivo degli spagnoli, imparato come pochi altri l’uso del ‎cavallo, opposero una fiera resistenza ai colonizzatori fino alle campagne anti-indigene della ‎seconda metà del’800 (si veda La Conquista del Desierto) e al massacro di Napalpí del 1924, quando più di 200 ‎nativi Qom e Mocoví furono uccisi dalla polizia del... (continua)
Soy el guitarrero,‎
(continua)
inviata da Bernart 4/4/2013 - 09:05




hosted by inventati.org