Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2012-5-11

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

L'etica del sedentario

Chanson italienne - L'etica del sedentario - Apuamater Indiesfolk – 2005


"Contre le culte de l'image et les bombardements médiatiques.. la conscience individuelle d'un homme victime de la nature...mais conquérant de l'impuissance de l'univers." (Davide Giromini)

Les brèves, concises présentations que Davide Giromini fait des chansons qu'il écrit, ont une particularité très rare: elles sont précises et brillantes comme un éclat de cristal de Bohême, et en même temps ils sont délicieusement trompeurs. Comme trompeuse est l'insertion de cette chanson que je fais maintenant , dans cette recueil démesuré, sans plus recourir à l'artifice des "Extra." Destinée naturelle pour cette chanson ironique et renversante, chanson qui s'en va ronger à la base – quelqu'un peut-être s'en rendra compte – la mobilité, l'agitation, le déplacement inutile, l'idiotie fébrile.

Maintenant je ne sais plus depuis... (continua)
L'ÉTHIQUE DU SÉDENTAIRE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 11/5/2012 - 22:18
Video!

La mia mama veul chi fila

anonimo
Tradizionale piemontese
A Folksong from Piedmont (Italy)

Ο Ιωάννης Πέτρος Κεφαλάκης μας, più noto come Gian Piero Testa, ha smesso per un attimo i panni del grecista e si è ricordato, pur abitando dalle parti di Como, di essere piemontese di nascita. E così, pur essendo incerto se "nelle CCG ci fosse o meno", ci ha suggerito un caposaldo della canzone popolare piemontese, una tipica canzone a aumentare basata sui giorni della settimana. Ed ecco quindi La mia mama veul chi fila, la cui traduzione integrale lascio allo stesso [gpt] o a uno degli altri valenti piemontardi (Adriana o Bartleby) del sito. No, non c'era nel sito; e ci sta proprio bene, giuda faus. Come nella Leggera, ogni scusa è buona per non lavorare (qui: filare); e il ripetersi di questi motivi nelle tradizioni popolari la dice parecchio lunga. Sono state etichettate spesso, queste, come canzoncine comiche o divertenti; e... (continua)
La mia mama veeul chi filaa al luunees
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 11/5/2012 - 13:16
Downloadable! Video!

Cryin' In The Streets

‎[1970]‎
Scritta da Ted Harris, Sam Matter e Kerry Porter

‎4 aprile 1968. Assassinio di Martin Luther King a Memphis.‎

I see somebody marchin'‎
(continua)
inviata da Bartleby 11/5/2012 - 12:05
Downloadable! Video!

La pelle nera

Ricordo che facevo le elementari quando questa canzone uscì. E' stata per anni la mia preferita e mi è rimasta sempre nel cuore. Grande Nino Ferrer! Indimenticabile.
Enrico 11/5/2012 - 11:53
Video!

Postmodernismo

[2011]
Testo e musica: Davide Giromini
Arrangiamenti: Redelnoir
Voce di Tiziano Ferri
Voce recitante di Matteo Procuranti
Basso di Leonardo Palmierini
Album: Ballate postmoderne



"L'ispirazione di questo lavoro arriva dalla lettura del testo di Jean-François Lyotard del 1979 La condizione postmoderna. Caratteristica della società postmoderna è il venir meno delle grandi narrazioni metafisiche (illuminismo, idealismo, marxismo) che hanno giustificato ideologicamente la coesione sociale e ispirato le utopie rivoluzionarie. Negli anni '80, in Italia, queste cosiddette grandi narrazioni cominciano a diventare un fenomeno di mercato, gettando le basi della società attuale. Gli anni '80 sono il decennio cruciale in cui la mia generazione ha vissuto la sua formazione culturale, ed è proprio su questo che le Ballate postmoderne vogliono riflettere. " - Davide Giromini.


Non ... (continua)
Quante canzoni e pubblicità e discorsi e volti nuovi già vecchi
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 11/5/2012 - 11:47
Video!

In the Mississippi River

‎[1964]‎
Scritta da Marshall Jones, fratello di Matthew Jones, fondatore dello Student Non-Violent ‎Coordinating Committee e dei Freedom Singers.‎
In "Voices of the Civil Rights Movement: Black American Freedom Songs 1960-1966”, Folkways ‎Records 1997.‎

‎Poi anche nell’album “We'll Never Turn Back” (2007) di Mavis Staples‎

‎Come Goodman and Schwerner and Chaney di Tom Paxton, una canzone dedicata a tre attivisti del ‎movimento per i diritti civili assassinati dal KKK nel 1964.‎

James Chaney aveva 21 anni, era un afroamericano e veniva da Meridian, Mississippi.
Andrew Goodman, aveva 20 anni, era un bianco, ebreo, studiava antropologia a New York.
Anche Michael Schwerner veniva da New York. Pure lui era bianco ed ebreo. Aveva 24 anni.
I tre giovani facevano parte del Movimento per i diritti civili ed in particolare dell'organizzazione ‎CORE (Congress of Racial Equality).
Nel giugno... (continua)
In the Mississippi River ‎
(continua)
inviata da Bartleby 11/5/2012 - 11:20
Downloadable! Video!

The Magnificent Afghanistan

[2010]
Lyrics by Bruce Arnold and Johnny Punish based on the song “Vietnam Rag” by Country Joe MacDonald

Album: A Daring Escape from the Empire
Die ! Da Da Da Da
(continua)
inviata da giorgio 11/5/2012 - 08:15
Downloadable! Video!

Mind Gardens

Mi sono accorto di aver dimenticato un verso sia nella versione in inglese, sia in quella in italiano.
Si tratta di
"The killing cold could not get in"
che viene appena dopo "Kept it from the slings and arrows of outrageous fortune".
Significa "il freddo assassino non poteva entrare".

Con l'occasione, a proposito dell'argomento della sezione ("Woodstock 1969") segnalo un bellissimo documentario della BBC di qualche anno fa, che ho visto su internet (diviso in 7 parti) dal titolo "From the Byrds to the Eagles". E' un vero peccato che in Italia non ne sia stata distribuita una copia non dico doppiata, ma almeno sottotitolata, per consentirne la diffusione. Consiglio vivamente a chi capisce l'inglese di guardarlo, secondo me aiuta a capire meglio cosa accadde veramente.
Enrico 10/5/2012 - 23:55
Downloadable! Video!

L'estaca

ESPERANTO [Marĉela Fasani]

Versione in esperanto cantabile di Marĉela Fasani

La versione è cantabile ed è stata interpretata dalla stessa Marĉela Fasani nel 1979 (l'incisione è ascoltabile al link sopra riportato)

Kataluna kanto (originale "L’Estaca"), simbolo de la rezisto kontraŭ la diktaturo(j), estis komponita de Ljŭis’ Ljak’ (Lluis Llach) en 1968, dum la diktaturo de Franko (Franco).

La esperantlingva versio (traduko de Marĉela Fasani) famiĝis en Esperantio pere de la sonkasedo de Marĉela : Venos liber’ eldonita de Edistudio, en 1979. Ĝi aŭskulteblas en ipernito.
LA PALISO
(continua)
inviata da Xavi Alcalde 10/5/2012 - 17:07

Hiroshima, My Love

[2011]
Lyrics & Music by Martha Maria
6th of August, 1945
(continua)
inviata da giorgio 10/5/2012 - 14:50
Downloadable! Video!

9/11 Truth Rock

[2011]
Lyrics & Music by Johnny Punish, Matthew Naus, Dan & David Cordero
Album: PunishMania [2012]

The song was inspired by a poem written by Matthew Naus found on the net by Johnny Punish. Thereafter Johnny Punish and David Cordero sat in the back of a manger behind a 500 year old catholic church deep in the heart of freedom and wrote the first drafts of the song late July 2011. Dan Cordero showed up later that evening and finished it off and 9/11 Truth Rock was born as another voice in the chorus of voices looking for answers.

The song will be featured on the upcoming record by Johnny Punish called "PunishMania", expected out by the end of 2011 and will be available on ITunes and all major online retailers

Website Info:
http://www.JohnnyPunish.com
http://www.Psychostasia.com
http://www.911Truth.org
On that September day
(continua)
inviata da giorgio 10/5/2012 - 13:23
Downloadable! Video!

L'arche de Noé

‎[1986]‎
Album “13e album”‎

“Gli uomini ci hanno rotto con le guerre, la miseria e le loro stronzate, così si è deciso per il ‎Diluvio. Ma noi, gli animali, mica ci stiamo ad annegare con gli uomini ed è per questo che ci ‎siamo fatti l’Arca di Noé…”
D'abord avancez les girafes
(continua)
inviata da Bartleby 10/5/2012 - 13:09
Video!

L'année de la comète‎

‎[1986]‎
Album “13e album”‎
Parole di Nino Ferrer
Musica di Nino Ferrer e Diane Véret
L'année de la comète a commencé par un feu
(continua)
inviata da Bartleby 10/5/2012 - 12:06
Downloadable! Video!

Cannabis

‎[1971]‎
Album “Métronomie”‎

Durante tutta la sua vita, e soprattutto nei difficili anni trascorsi nel Quercy Blanc, Ferrer fu uno ‎smodato consumatore di cannabis. ‎
Lo aiutava a sopportare una realtà altrimenti intollerabile.‎



Questa canzone lo spiega bene: “il mondo di plastica, il mare pieno di merda, la guerra agli ‎stranieri, negri, ebrei o cani che siano, fà lo stesso…”
Non è un caso che all’ingresso della sua tenuta avesse affisso un cartello con su scritto: “Qui sono a casa mia e ospito neri, puttane, ‎ebrei, drogati e caco in faccia a tutti gli altri”
La crasse et le vide
(continua)
inviata da Bartleby 10/5/2012 - 11:44
Downloadable! Video!

Pilipino rock

da "Cicciput" (2003)
Io pulito bagno poi stilato camicia,
(continua)
inviata da DoNQUijote82 10/5/2012 - 10:22
Downloadable!

Ten Long Years in Afghanistan

[2011]
Lyrics & Music by Martha Maria

October 7, 2011
Today is the 10th anniversary of the U.S. invasion of Afghanistan. I wrote and recorded this song yesterday. We all do what we can to make a difference in the world. I write songs. Please share with like minded people. Thank you.
~Martha Maria
Ten long years in Afghanistan
(continua)
inviata da giorgio 10/5/2012 - 08:20
Video!

Giulio

Chanson italienne – Giulio – Pierangelo Bertoli – 1992

L'état de Giulio Andreotti, 93 ans, est grave, il est hospitalisé avec un pronostic réservé au Policlinico Gemelli (Rome), mais il semble que sa vie ne soit pas en danger. Wikipedia l'avait déjà donné pour mort et la lui a ainsi allongée d'un peu..
Mais si la vieille Vedette devait malencontreusement lâcher les amarres, des vieux "camarades de goûters", il semble seulement maintenant rester Ciriaco De Mita (84 ans)...

Je dédie à l'Oncle Jules (Zio Giulio) cette chanson de Bertoli avec mes vœux de prompte guérison.

********

Giulio Andreotti fut souvent et longtemps ministre et premier ministre italien..., dit Lucien l'âne en riant. Je m'en souviens très bien, c'était au temps où sous le masque de la Démocratie Chrétienne, le parti catholique (autrement dit, la main du Vatican dans la culotte de l'Italie) tenait ferme les clés de la... (continua)
GIULIO
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 9/5/2012 - 20:57
Downloadable! Video!

Μπήκαν στην πόλη οι οχτροί

I nemici sono entrati in città: esattamente 21 per ora.
Gian Piero Testa 9/5/2012 - 18:48
Downloadable! Video!

Nettoyage au Kärcher

L'espressione "Nettoyer au Kärcher" è stata coniata dall'ex (per fortuna) presidente francese Sarkozy nel 2005 (all'epoca era primo ministro) dopo essersi recato a visitare i quartieri periferici di Parigi.
La France change, on s'est dit avec mes compères,
(continua)
9/5/2012 - 16:58
Downloadable! Video!

La Rage

[2006]

Album:Entre ciment et belle étoile
La rage du peuple,
(continua)
9/5/2012 - 16:27
Downloadable! Video!

V pour vérités

[2011]
Album:L'Esquisse 2
Mesdames et messieurs, excusez pour la gêne
(continua)
9/5/2012 - 15:45
Video!

Petit Soldat

[2011]
Album:L'Esquisse 2
Petit soldat joue les durs, pas plus haut que 3 pommes
(continua)
9/5/2012 - 15:14
Downloadable! Video!

Fais pas ci, fais pas ça

‎‎[1968]‎
Parole di Anne Segalen e Jacques Lanzmann
Musica di Jacques Dutronc

Album “Il est cinq heures”‎

O “Della violenza istituzionale”, e la famiglia è l’Istituzione per antonomasia…‎
Fais pas ci, fais pas ça
(continua)
inviata da Bartleby 9/5/2012 - 14:51
Downloadable! Video!

Hildebrandslied

anonimo
"Ci rimane, invece, l'austera e cupa melodia su cui venivano intonate le venti strofe dello Hildebrandslied, una fra le più antiche saghe dell'epica popolare germanica." (Massimo Mila, Breve storia della musica, Einaudi 1963, p. 36).

Sfogliando l'opera del grande storico della musica, mi sono accorto di questa breve frase che non solo conferma la mia intuizione, ma addirittura informa che di questo componimento sarebbe esistita una musica originale e conservata.
Riccardo Venturi 9/5/2012 - 11:29
Downloadable!

There Is No Peace Without Justice

[2010, Dec. 29th]
Lyrics & Music by Adrian J. Pratt

"Every step that we take away from hate is a step in the direction of peace".

"Attended a course in November 2010 at Stoney Point Conference Center, NY, on 'Songwriting for Peace and Justice'. Was arrested by the phrase "No peace without justice" and have been playing it in my mind for a while. Recalled an old 'E jam' that I used to play with folk when warming up for gigs. The phrase just fell in there..."
1 - 2 - 3 - 4
There is no peace without justice,
(continua)
inviata da giorgio 9/5/2012 - 08:40
Downloadable!

Iraqi Civil War

[2010]
Lyrics & Arrangement by Johnny Punish
Music: sung to the tune of "Johnny Comes Marching Home" (American Civil War Anthem).
See also English Civil War by The Clash.
Album: A Daring Escape from the Empire
When Fauzi comes marching home again yell-la, yell-la
(continua)
inviata da giorgio 9/5/2012 - 08:31
Downloadable! Video!

Λίγο ἀκόμα

E visto che era politonico nell'originale, perché non ripolitonizzarlo anche in questa pagina?... Cosa che è stata fatta con molto piacere. Confesso di essere un "politonista" inveterato. Capisco la comodità, ma il greco per me avrebbe da essere scritto con spiriti e accenti. Temo, in questo, di essere un perfetto reazionario; ebbene, sì.
Riccardo Venturi 8/5/2012 - 22:54
Downloadable! Video!

Sabotaggio

[2009]

Album :Suono diverso
Alza la voce, i toni, i medi,
(continua)
inviata da DoNQuijote82 8/5/2012 - 16:43
Video!

L'Antagonista

2004
Tommaso
Corro nella gara come un agonista,
(continua)
inviata da DoNQuijote82 8/5/2012 - 16:35
Downloadable!

Where Is My Country

[2004]
Lyrics & Music by Catherine Moon
Album: The Real Story

This song is about the lies of the Bush administration and the truth behind the war in Iraq.

"Anger at how the Bush Regime used 911 to further their own twisted right-wing political interests was the motivation for writing this song.."
Where is my country?
(continua)
inviata da giorgio 8/5/2012 - 16:20
Downloadable!

Why

[2006]
written, mixed and engineered by U.Irro; produced by BoofyNY
Why should I rap about guns and wars
(continua)
inviata da giorgio 8/5/2012 - 16:10
Downloadable!

Scottish Freedom Song

[2010]
Lyrics & Music by David Shannon

Dave Shannon's lively song about the historical imperative towards Scotland's independence.
http://a3.ec-images.myspacecdn.com/images01/57/9bab4b6a6ab03916dffc662e4b96162b/l.jpg

This song gives an overview of crucial points in Scotland’s history from the days of King Robert the Bruce's victorious exploits at the battle of Bannockburn when his "Common Army" in 1314 gained freedom and independence for the Scottish people against all odds from the yoke of English tyranny.
Almost 400 hundred years later in 1707 the Scots lost that independence to England through the greed of many Scottish nobles who sold for private profit against their country men’s wishes their liberty to create a union of parliaments based in London representing the United Kingdom.
300 years later Scotland succeeded in achieving a devolved parliament and in 2007 elections... (continua)
The tangle o' the Isles
(continua)
inviata da giorgio 8/5/2012 - 12:21
Video!

Down on Penny's Farm

‎[1929]‎

Una canzone di autore anonimo registrata per la prima volta nel 1929 a Johnson City, Tennessee, ‎dai Bently Boys, una formazione di cui nulla si sa eccetto che forse erano del North Carolina.‎
Il brano, dopo essere stato inserito nella seminale raccolta ‎‎“Anthology of American Folk ‎Music” edita nel 1952 dalla Folkways e curata dall’eccentrico etnomusicologo e regista ‎sperimentale Harry Smith, venne più volte ‎interpretata da Pete Seeger (con il titolo abbreviato di “Penny's Farm”) e fu anche fonte di ‎ispirazione per Bob Dylan per le sue "Hard Times in New York Town" e, soprattutto, Maggie’s Farm.‎
Trattandosi di un brano tradizionale, ne esistono ovviamente molte versioni variamente intitolate: ‎‎"Hard Times" "Down on Roberts' Farm" "Tanner's Farm" e altri.‎

‎Come Poor Old Dirt Farmer – e ancora più di quella – si tratta di una canzone di protesta ‎contro lo “sharecropping”,... (continua)
Come you ladies and you gentlemen and listen to my song.
(continua)
inviata da Bartleby 8/5/2012 - 11:02
Downloadable! Video!

Poor Old Dirt Farmer

‎[1966]‎
Album “Dirt Farmer” del 2007.‎
Scritta nel 1966 da Tracy Schwarz, uno dei più grandi ‎violinisti bluegrass e old time music americani, che la incise in seguito con molte formazioni, come ‎gli Strange Creek Singers (1969), Les Quatre Vieux Garçons (1984) e anche con i New Lost City ‎Ramblers di Mike Seeger.‎

‎Avrei quindi potuto e dovuto attribuire questo brano al suo autore, Tracy ‎Schwarz, ma così ho invece il pretesto per salutare un altro grande artista che ci ha lasciati da poco, ‎Mark Lavon "Levon" Helm.‎

Levon Helm. polistrumentista statunitense, è assai noto per essere stato il batterista de The ‎Band, la formazione che accompagnò Dylan nei tour del 1965, 1966 e 1974 e nella ‎registrazione di “Self Portrait”, “Planet Waves” e “The Basament Tapes”. Helm condivise entrambe ‎le stagioni di The Band, quella “dylaniana” dal 1964 al 1976 (quando il gruppo si sciolse con un ‎mitico... (continua)
Oh the poor old dirt farmer, he's lost all his corn
(continua)
inviata da Bartleby 8/5/2012 - 09:04
Downloadable! Video!

Mio nonno partì per l'Ortigara

E queste sí che le son belle notizie! :-PP
Porca vacca, questa canzone per me ha una storia pazzesca, per anni questo è stato l'unico sito col testo che la riportava, col testo che mi ricordavo (male) a memoria...
Non ci avevo pensato al sito di Támás, certo che quando mi ci metto yo soy un verdadero cojón...
Riccardo Venturi 8/5/2012 - 01:23




hosted by inventati.org