Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2012-4-18

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Il giorno di San Patrizio

Una tra le più belle canzoni sulla questione Irlandese. Sicuramente Bobby Sands l'avrebbe apprezzata. Altre canzoni degli Antica trattano l'Irlanda e nei loro testi non trovo espressioni razziste o schieramenti prettamente politici.
Francesco 18/4/2012 - 23:29
Downloadable! Video!

Liberare tutti

Dezuccherare tutto: La versione per diabetici
di Riccardo Venturi in crisi di golosità

Ci sono tanti dolci
di cui siamo privati
perché i pasticcieri
li fanno zuccherati

E sono fianco a fianco
sopra sugli scaffali,
torte e sfogliatelle
t'occhieggiano carnali

Ma noi abbiam deciso:
il saccarosio fuori
dalle pasticcerie,
da meringhe e pandori!

Per questo abbiam bisogno
di stevia a profusione,
forza a darci da fare
con la coltivazione

Dezuccherare tutto
vuol dir mangiare ancora
caterve di dolciumi
ad ogni ora!

Sennò si piscia dolce
e poi la nostra urina
si mette nel caffè
che si beve in tazzina

E tutto il saccarosio
lo butteremo via,
sennò vanno a dumila
glicata e glicemia!

Porco glucosio,
c'hai mandati a gallina,
ci tocca farci pere
con l'insulina!

Facciam vedere
che ne facciamo a meno,
con fonti alternative
di torte faremo il pieno!

Ci avrei una voglia cane
di... (continua)
Riccardo Venturi 18/4/2012 - 21:36
Video!

Rise Of Evil

L'ASCESA DEL MALE
(continua)
inviata da Andrea - andrea_aslan86@hotmail.it 18/4/2012 - 19:44
Video!

The Final Solution

LA SOLUZIONE FINALE
(continua)
inviata da Andrea - andrea_aslan86@hotmail.it 18/4/2012 - 19:41
Video!

Antirăzboinică

[1979]
Poesia di Adrian Păunescu (1976)
Musica di Valeriu Sterian
Album: Antirăzboinică

A poem by Adrian Păunescu (1976)
Music by Valeriu Sterian
Album: Antirăzboinică

Poezie a lui Adrian Păunescu (1976)
Muzică: Valeriu Sterian
Album: Antirăzboinică



Letta e ascoltata la canzone precedente di Valeriu Sterian? Bene, ora ci si calerà davvero nella "Romania profonda", per tramite di uno dei suoi maggiori e più amati (o detestati) poeti contemporanei: Adrian Păunescu. È, del resto, colui che con questa sua poesia messa in musica dà il titolo all'intero album di Sterian.

Si parlava di compromessi eccetera; Adrian Păunescu li riassume tutti quanti, in salsa rumena. A leggere certe sue biografie post-mortem (come questa, in italiano, di Valentino Pettinari), Păunescu sembra essere stato un poeta di grande valore mezzo censurato e perseguitato dal regime, e impegnato comunque a sinistra... (continua)
Puţine lucruri au rămas civile
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 18/4/2012 - 16:18
Video!

Troppo Sole

(1995)
(David Riondino)

Capitanato da David Riondino, questo gruppo composto da personaggi famosi del mondo della televisione e della politica, ha accompagnato Sabina Guzzanti nell'esecuzione del brano Troppo sole, classificatosi in diciottesima posizione al Festival di Sanremo del 1995.

Il gruppo vedeva la presenza di personaggi quali Sandro Curzi (col nome Sioux di "Grande Capo Vento Nei Capelli"), Nichi Vendola (con il nome di "Alce e Martello"), Mario Capanna, Remo Remotti, Bruno Voglino, Daria Bignardi, Antonio Ricci, Ermete Realacci e Milo Manara.
Cosa vedi amico mio, solo la solita vecchi pentola
(continua)
inviata da QUES 18/4/2012 - 10:37

Never Enough Time

[2006]
Lyrics & Music by Brandon Tyler Margison
Album: Never Enough Time [2007]

Anti-war, anti-government, political song about the unfortunate people that die when bombed, especially the innocent ones.

"Being somewhat of a hippie and member of the Green Party, and listening to how corrupt our government is becoming, I decided to write a song describing how sad it must be to be those children and those people that did nothing to America, and yet have to suffer the consequences that people decide to make their lives a living Hell.."
Rockets flying higher into the sun
(continua)
inviata da giorgio 18/4/2012 - 08:30
Video!

Unbreakable

[2008]
Lyrics & Music by Joakim Brodén and Pär Sundström
Album: The Art of War

The Chapter 5 in The Art of War, Energy/Directing (兵勢,兵势), explains the use of creativity and timing in building an army's momentum..
It's under crimson skies Hell's horizon
(continua)
inviata da giorgio 18/4/2012 - 08:20
Video!

Wooden Ships

UPS dovrebbe essere "Uninterruptible Power Supply", ossia "gruppo di continuità".

Non avendola mai sentita, resta il dubbio se "only" sia effettivamente riferito al legno o, trasposto a capo, alle "libere felici folli persone..." (nel qual caso dopo "legno" andrebbe una virgola).
(gruppo di continuità) TERRA, luglio 1975
(continua)
inviata da Enrico 17/4/2012 - 23:57
Video!

Work For Nero



La Brigata Cretinetti presenta

WORK FOR NERO

(o work in nero...)


Il secondo editoriale canoro degli alter ego sindacalisti degli Oblivion
To be continued..





Trovare lavoro è un impresa
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 17/4/2012 - 22:36
Video!

Lo boièr

anonimo
April 17, 2012

“The text of this Cathar hymn contains an encoded message, Joana being the medieval cathar church, which has been weakened and finally eliminated in Southern France (Occitanie) through the horrible Albigensian crusade. The spiritual essence of the cathars is still vibrating in caves and waters.”
THE COWHERD
(continua)
17/4/2012 - 17:57
Video!

Imagine

ROMENO / ROMANIAN - Călin Hentea

Versione rumena da questo articolo di historia.ro. L'autore dell'articolo, Călin Hentea, è presumibilmente anche l'autore della traduzione.

Romanian version from this historia.ro article. The author of the article, Călin Hentea, is probably also author of the translation.

„Imagine“ este cel de-al doilea album solo al lui John Lennon apărut în 1971, album pe care revista „Rolling Stone“ l-a clasificat în 2003 pe poziţia 76 în topul celor mai bune albume pop. Bucurându-se de un imens succes încă de la lansare, cântecul „Imagine“ exprimă poate cel mai bine gândurile şi perspectiva lui John Lennon asupra lumii aşa cum şi-ar fi dorit-o el, un luptător visător pentru pace. Trecând peste religii, politici, interese şi sisteme, Lennon i-a ofensat pe unii dogmatici, dar majoritatea tinerilor din anii ’70 şi-a recunoscut astfel idealurile.
IMAGINEAZĂ-ŢI
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/4/2012 - 14:37
Forse qualcuno si sarà accorto che le CCG/AWS hanno raggiunto i 5000 autori presenti. Praticamente una cittadina, o perlomeno un grosso paesotto. Con abitanti che hanno tutti scritto e cantato la storia dell'umanità, delle sue tragedie, delle sue speranze e delle sue rabbie per qualcosa di migliore e di diverso. E siamo fieri di aver messo a loro disposizione un luogo dove stare tutti assieme.
Riccardo Venturi 17/4/2012 - 14:13
Video!

Last Page Of “Mein Kampf”‎

Chanson étazunienne - Last Page Of « Mein Kampf‎ » – Jim Robertson – 1945
Écrite par Jack B. Johnstone et Will Livermash

Dans la première strophe Hitler est nommé "Schicklgruber", le nom de famille original de son père Alois, douanier autrichien, qui en 1876 , se le fit changer en Hiedler, le nom de famille de son père. biologique présumé, puis mal transcrit dans les registres en Hitler.
LA DERNIÈRE PAGE DE « MEIN KAMPF »
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 17/4/2012 - 09:24
Downloadable!

Requiem for a Lost Cause (Unknown Soldier's Song)

[2006]
Lyrics by Peter G.J. Layman and David J. Potter
Music by David J. Potter
Album: Requiem for a Lost Cause (E.P.)

"..As for the song - it's 9 minutes long approx. When David first played the melody of "A Soldier's Lament" it reminded Peter of his own father being caught up in the War and inspired the lyrics for "Unknown Soldier's Song".
These two songs seemed to naturally merge into one piece of work which we have named "Requiem for a Lost Cause".

Hope you enjoy. Many thanks." (David J. Potter and P.J. Layman)
This is the Unknown Soldier's Song
(continua)
inviata da giorgio 17/4/2012 - 08:57
Video!

The Art of War

[2008]
Lyrics & Music by Joakim Brodén and Pär Sundström
Album: The Art of War


The Art of War is an ancient Chinese military treatise that is attributed to Sun Tzu (also referred to as "Sunzi" and "Sun Wu"), a high ranking military general and strategist during the late Spring and Autumn period (some scholars believe that the Art of War was not completed until the subsequent Warring States period).

Composed of 13 chapters, each of which is devoted to one aspect of warfare. It is said to be the definitive work on military strategies and tactics of its time, and is still read for its military insight.
The Art of War is one of the oldest and most successful books on military strategy in the world. It has been the most famous and influential of China's Seven Military Classics: "for the last two thousand years it remained the most important military treatise in Asia, where even the... (continua)
I stand alone - and gaze upon the battlefield
(continua)
inviata da giorgio 17/4/2012 - 08:39
Video!

Enea

[2011]
Testo e musica: Davide Giromini
Arrangiamenti: Redelnoir
Voce recitante di Matteo Procuranti
Basso di Nicola Bogazzi
Album: Ballate postmoderne
Presente anche nell'album collettivo "Addosso! L'Italia non si taglia" (Artisti vari)



"L'ispirazione di questo lavoro arriva dalla lettura del testo di Jean-François Lyotard del 1979 La condizione postmoderna. Caratteristica della società postmoderna è il venir meno delle grandi narrazioni metafisiche (illuminismo, idealismo, marxismo) che hanno giustificato ideologicamente la coesione sociale e ispirato le utopie rivoluzionarie. Negli anni '80, in Italia, queste cosiddette grandi narrazioni cominciano a diventare un fenomeno di mercato, gettando le basi della società attuale. Gli anni '80 sono il decennio cruciale in cui la mia generazione ha vissuto la sua formazione culturale, ed è proprio su questo che le Ballate postmoderne... (continua)
Eravamo una generazione di sconvolti,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/4/2012 - 01:43
Video!

Talking Vietnam Blues

Più la ascolto e più penso che "Talkin' Milano" di Guccini...sia lei, insomma! Guccini e Phil Ochs...chiudo gli occhi...

Riccardo Venturi 17/4/2012 - 00:48
Video!

The Iron Lady

Finalmente su YouTube è ricomparso un video con la registrazione originale di Phil Ochs. Speriamo che duri...
Riccardo Venturi 17/4/2012 - 00:19
Downloadable! Video!

Chant des Partisans

EL CANTO DE LOS PARTISANOS
(continua)
17/4/2012 - 00:09
Downloadable! Video!

Complainte du partisan

LAMENTO DEL PARTISANO
(continua)
17/4/2012 - 00:06
Video!

Il canto dei cremati

[2009]
Featuring Gianny Symbolo, ovvero Fabio Ghelli
Testo e musica di Davide Giromini
Album: Giromini Redelnoir, Ballate di fine comunismo




Giromini Redelnoir: Ballate di fine comunismo (o di comunismo fine)
Recensione di Giorgio Maimone dalla "Brigata Lolli"
Giromini Redelnoir MySpace


"Questo lavoro nasce dalla mia vita notturna e dal bisogno di trovare un canale comunicativo per alcuni sfoghi personali. Nei miei lavori precedenti non ho mai messo in campo il mio 'io narrante', ma sempre mediata la mia visione del mondo attraverso altri personaggi usati allo scopo.
Riguardo alla fine del comunismo, che dire? Come mi fa notare la mia compagna, molto più giovane e rivoluzionaria di me, il nome 'fine' associato al comunismo può essere anche inteso come l'aggettivo di 'finezza'... E allora... un po' di finezza non guasta.
Finezza morale che ci dovrebbe distinguere dal tanto vituperato... (continua)
Naviga sulle fallaci nuvole bianche del tuo cielo,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 16/4/2012 - 23:57
Downloadable! Video!

The Senecas (As Long As The Grass Shall Grow)

Cornplanter era el nombre en inglés del jefe Séneca Garyan Wahgan, aunque también era conocido como John O’Bail, pues su padre era un comerciante inglés. Me he permitido la licencia de traducir su nombre al castellano, como se suele hacer con los de otros jefes como Caballo Loco o Nube Roja.
LOS SENECAS (MIENTRAS LA HIERBA CREZCA)
(continua)
16/4/2012 - 23:52
Video!

Now That The Buffalo's Gone

Ahora que el búfalo ha desaparecido
(continua)
16/4/2012 - 23:48
Video!

Fuoco rivoluzionario

[2009]
Featuring Gianny Symbolo, ovvero Fabio Ghelli
Testo e musica di Davide Giromini
Album: Giromini Redelnoir, Ballate di fine comunismo




Giromini Redelnoir: Ballate di fine comunismo (o di comunismo fine)
Recensione di Giorgio Maimone dalla "Brigata Lolli"
Giromini Redelnoir MySpace


"Questo lavoro nasce dalla mia vita notturna e dal bisogno di trovare un canale comunicativo per alcuni sfoghi personali. Nei miei lavori precedenti non ho mai messo in campo il mio 'io narrante', ma sempre mediata la mia visione del mondo attraverso altri personaggi usati allo scopo.
Riguardo alla fine del comunismo, che dire? Come mi fa notare la mia compagna, molto più giovane e rivoluzionaria di me, il nome 'fine' associato al comunismo può essere anche inteso come l'aggettivo di 'finezza'... E allora... un po' di finezza non guasta.
Finezza morale che ci dovrebbe distinguere dal tanto vituperato... (continua)
Guarda come il fuoco rivoluzionario accende ancora
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 16/4/2012 - 23:20
Downloadable! Video!

Luka

LUKA
(continua)
inviata da Federica 16/4/2012 - 20:44
Video!

Peaceful Valley Boulevard

Il testo in inglese riporta qualche piccola imprecisione.
E' una canzone contro la guerra alla Natura, che stigmatizza i soliti mancati accordi internazionali per salvaguardarla o, perlomeno, limitare i danni. Peaceful Valley è una località dell'Alaska, per cui tradurrei il titolo con "Viale Peaceful Valley". Come spesso riesce a fare N. Young, con qualche breve accenno fa pensare anche allo sterminio dei nativi (che rispettavano la Natura), all'ipocrisia che ci circonda, all'inquinamento dei ghiacci del Polo Nord con relativa abnorme quantità di veleni assorbiti dagli orsi polari e ai cambiamenti climatici.
VIALE PEACEFUL VALLEY
(continua)
inviata da Enrico 16/4/2012 - 16:14
Video!

1980...il buio

[2011]
Testo e musica: Davide Giromini
Arrangiamenti: Redelnoir
Voce lirica di Flavia Pierini
Basso di Leonardo Palmierini
Violini di Fabio Ussi
Album: Ballate postmoderne
Presente anche nell'album collettivo "Addosso! L'Italia non si taglia" (Artisti vari)



"L'ispirazione di questo lavoro arriva dalla lettura del testo di Jean-François Lyotard del 1979 La condizione postmoderna. Caratteristica della società postmoderna è il venir meno delle grandi narrazioni metafisiche (illuminismo, idealismo, marxismo) che hanno giustificato ideologicamente la coesione sociale e ispirato le utopie rivoluzionarie. Negli anni '80, in Italia, queste cosiddette grandi narrazioni cominciano a diventare un fenomeno di mercato, gettando le basi della società attuale. Gli anni '80 sono il decennio cruciale in cui la mia generazione ha vissuto la sua formazione culturale, ed è proprio su questo che le... (continua)
1980: il buio penetra le luci (*) artificiali delle nostre coscienze infantili
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 16/4/2012 - 16:08
Downloadable!

Una canción (Pueblo de España ponte a cantar)

La versione dei Vincanto si può ascoltare qui live al teatro degli industri di Grosseto il 19 gennaio 2011. Era un concerto nell'ambito di un convegno organizzato dall'istituto storico della resitenza ed età contemporanea di grosseto sui volontari italiano che combatterono in Spagna.
Grazie, Ilaria
Ilaria 16/4/2012 - 14:18
Video!

En España las flores

anonimo
La versione dei Vincanto si può ascoltare qui live al teatro degli industri di Grosseto il 19 gennaio 2011. Era un concerto nell'ambito di un convegno organizzato dall'istituto storico della resitenza ed età contemporanea di grosseto sui volontari italiano che combatterono in Spagna.
Grazie
Ilaria 16/4/2012 - 14:14
Downloadable! Video!

Si bruci la luna (Porrajmos)



.... "Ho perciò scritto una ballata nella quale torna la “luna” di Garcia Lorca, le parole di Fabrizio De André quando diceva che se gli zingari rubano, quanto meno non lo fanno tramite banca, e soprattutto torna la coscienza nera del popolo italiano, che troppo spesso si considera solo il complice, il “palo” dell’alleato nazista.

Lui vero colpevole e noi “brava gente”. Per questo ho evocato invece il nome dell’italianissima Risiera di San Sabba e dell’orrido giornale di Telesio Interlandi “la difesa della razza”, come pure “il manifesto degli scienziati razzisti” (non sto scherzando… si definivano proprio così!). Ma soprattutto l’idea che noi non possiamo distogliere la memoria dal Porrajmos, perché ne portiamo addosso una macchia che si rinnova ogni volta che il nome del popolo Rom viene pubblicamente infamato."
Da Rivista anarchica - aprile 2012
Che fastidio questa luna… da mille anni sulla terra
(continua)
inviata da adriana 16/4/2012 - 14:05




hosted by inventati.org