Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2011-6-9

Rimuovi tutti i filtri
Video!

We Shall Not Be Moved

anonimo
Que chantent les « indignés » espagnols ?

Chaque mouvement social a son hymne. Rarement décidée d'en haut, c'est une chanson qui s'impose au fil des manifestations comme le signe de reconnaissance des participants. Et bizarrement, ce mouvement de la jeunesse espagnole a remis au gout du jour la musique d'une série télé mythique de la télé espagnole datant de... 1981 !
Si "Verano Azul" est passé inaperçu en France (on signale tout de même une diffusion en 1984 sur FR3, sous le titre "le bel été"), elle est devenue mythique en Espagne et en Amérique Latine. Rediffusée à outrance, elle a même fait de Nerja, le village du tournage, un véritable lieu de pèlerinage.
Tous les Espagnols connaissent donc par cœur la chanson "No Nos Moveran", dont les paroles faisaient écho au siège de la Puerta del Sol.
Verano Azul - No Nos Moveran
Marco Valdo M.I. e Lorenzo 9/6/2011 - 21:24
Downloadable! Video!

Partigiano

Chanson italienne – Partigiano – Alberto Cesa – 2005

Tu vois, dit Lucien l'âne en se balançant d'un côté et de l'autre en frappant doucement le sol de ses petits sabots, on dirait une chanson de mémoire, une de ces chansons qui racontent l'histoire de ces partisans des montagnes qui surent faire face aux pires armées – les Valdèses et les Dolciniens qui firent face aux troupes de la papauté, les Garibaldiens et ceux de Justice et Liberté qui s'opposèrent aux Noirs de d'Adolf et de Benito.

C'est en effet exactement cela, une ode à la résistance. Mais ce n'est pas que cela... Oui, le partisan a vieilli, oui, le temps a passé, plus d'un demi-siècle depuis qu'ils ont chassé Kesselring et ses insectes noirs. Le partisan a fini de prendre l'âge, sa voix et ses souvenances ont pris leur envol dans les vallées et repassent sur les crêtes en chantant comme siffle le vent. Mais comme tu le sais,... (continua)
PARTISAN
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 9/6/2011 - 21:15
Video!

Stop that train

Esiste una versione di questa canzone 'O treno incisa nel disco Live Leoncavallo 1992 con Bisca e Almamegretta (regsitrato nel 1992 ma pubblicato nel 2000) con un testo molto meno impegnato, che parla di viaggi "alla portoghese" sul treno
DonQuijote82 9/6/2011 - 15:34
Downloadable! Video!

Little Emperor

I'll Never Get Out Of This World Alive 2011

This is Earle’s final kiss-off to the Bush era
Hey Little Emperor
(continua)
inviata da DonQuijote82 9/6/2011 - 15:19
Video!

Mineros

[1975]
Album “Pietre della mia gente”, ristampato l’anno seguente per I Dischi dello Zodiaco.
Testo trovato su La Musica de L’Altra Italia
Pietre della mia gente
(continua)
inviata da Bartleby 9/6/2011 - 13:29
Video!

Valigie di cartone

[1975]
Album “Pietre della mia gente”, ristampato l’anno seguente per I Dischi dello Zodiaco.
Testo trovato su Il Deposito
Prendi le valigie di cartone
(continua)
inviata da Bartleby 9/6/2011 - 13:22
Video!

Avrei voluto conoscervi

[1996]
Album: "Cerco Tiempo"
Avrei voluto conoscervi
(continua)
inviata da DonQuijote82 9/6/2011 - 09:28
Downloadable! Video!

La mia morosa cara

anonimo
Nel disco di Svampa “Milanese. Antologia della canzone lombarda n. 2 - Il Risorgimento, i mestieri e l'officina” del 1970.
Testo trovato su La musica de L’Altra Italia
LA MIA MOROSA CARA
(continua)
inviata da Bartleby 9/6/2011 - 09:10

I lament di tosann tutt disperaa perché gh'è i giuven che va a soldaa

[1868?]
Autore: Giuseppe Alfieri
Nel disco di Svampa “Milanese. Antologia della canzone lombarda n. 2 - Il Risorgimento, i mestieri e l'officina” del 1970.
Testo trovato su La musica de L’Altra Italia

Questo “Lamento delle ragazze disperate perché i giovani vanno soldati” è una “bosinata” composta da tal Giuseppe Alfieri, “bosinatore” piuttosto prolifico nella seconda metà dell’800. Probabilmente si riferisce alla terza guerra di indipendenza italiana.

“[…]Bosino a Milano [ma anche in Piemonte, nel novarese e nell’alessandrino, ndr] era il paesano (soprattutto, ma non soltanto, del territorio a nord della città), ignorante e grossolano. Esattamente come il burino (etimologia comune?) a Roma.
Le bosinate erano quindi componimenti poetici in lingua bosina che s'immaginavano esser usciti dalla bocca appunto di un bosino, quindi ridicole.
Le bosinate a Milano, erano lette per strada da... (continua)
O pover tosann che secol sii rivàa
(continua)
inviata da Bartleby 9/6/2011 - 09:03
Video!

Un giorno di fuoco

Trascritta direttamente dal video
Passano gli anni ma la storia noi non la scordiamo
(continua)
inviata da DonQuijote82 9/6/2011 - 08:54
Video!

I Teddy Boys

[1965]
Album “Il cabaret dei Gufi”
Scritta da Nanni Svampa

Che sia ispirata alla o ispiratrice della E poi poi poi ci chiamavano teddy boys sul 30 giugno 1960 a Genova?
Solo che in quella mi pare che per Teddy Boys si intendano i giovani ribelli che le suonarono a Tambroni, ai fascisti e alla loro polizia, mentre qui – al contrario, e più propriamente – per Teddy Boys s’intendono i picchiatori del potere di turno. Non bisogna infatti dimenticare che i Teddy Boys inglesi (Londra fu infatti l’epicentro di quella subcultura giovanile negli anni 50) furono molto vicini alle organizzazioni razziste e neonaziste, vedi per esempio il gran casino di Notting Hill nel 1958 quando fascisti e teddy boys, con la compiacenza della polizia, attaccarono per un’intera settimana i quartieri abitati da residenti di origine indiana…
I teddy boys, signori, non è una novità
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 14:37
Video!

Allergia Nucleare

Reggae contro il nucleare
No nuclear energy
(continua)
inviata da cristiano 8/6/2011 - 14:09
Downloadable! Video!

Gabriella

[1964]
Prima nell’album “Ma bene, ma bravo!” dei Peos, dimenticata formazione milanese pre-Gufi, poi ne “Il cabaret dei Gufi” dell’anno seguente.
Scritta da Giampiero “Peo” Borella, Nuccio Ambrosino e Nanni Svampa.

Con il solito stile ironico e cinico che li contraddistingueva, ecco l’ennesima strigliata al buoncostume ad opera dei Gufi, con annessa adesione alle tesi favorevoli alle pratiche anticoncezionali e a quelle abortiste (“…Quel dottore disgraziatamente
riceveva solo nottetempo … La questione è grave… o si cambia il sistema di educare o si sposta l'orario dei dottor”
) che sarebbero prevalse solo molto anni dopo… Credo che possa tranquillamente trattarsi della prima canzone italiana ad affrontare questo tema ancora oggi (e figuriamoci allora!) scottante.
La la la la la la la la la la la la la la…
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 13:46
Downloadable!

La logica del potere

[1983]
Album: In nome del loro potere tutto è STATO fatto [EP]
http://www.7inchpunk.com/wp-content/wr...
È la logica del potere !
(continua)
inviata da giorgio 8/6/2011 - 13:15
Downloadable! Video!

Ferriera

[1966]
Album “Il teatrino dei Gufi n°. 2”
Scritta da Bixio Cherubini e Cesare Andrea Bixio.

Una terribile canzone di denuncia delle morti bianche mascherata dal consueto stile intriso di ironia e cinismo dei grandi Gufi. Straniante. E ascoltandola non si può non pensare al dramma della ThyssenKrupp.
Scende silente l'oscurità
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 12:12
Video!

È la domenica il giorno del signore

[1967]
Album “Non so, non ho visto, se c'ero dormivo”
Parole di Luigi Lunari
Musica di Lino Patruno
La la la la la la la la la la
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 11:44
Video!

Sfiorisci bel fiore

...Meravigliosa.....
8/6/2011 - 10:06
Downloadable!

Scimpanzè

[1974]
Scritta e cantata da Enzo Del Re
Da “Il banditore”
Testo trovato su Il Deposito
Scimpanzè
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 08:37

Povera gente

[1969]
Parole di Dario Fo
Musica di Enzo Del Re e Antonio Infantino.
Poi nello spettacolo “Qui tutto bene… e così spero di te (Emigrazione e Imperialismo)” realizzato nel 1971 della compagnia Nuova Scena diretta da Vittorio Franceschi (dopo l’uscita di Dario Fo e Franca Rame)
Testo trovato su Il Deposito
Povera gente...
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 08:35
Downloadable!

La fretta

[1974]
Scritta e cantata da Enzo Del Re
Da “Il banditore”
Testo trovato su Il Deposito

Canzone che fa davvero il paio con la sua famosa Lavorare con lentezza.
Se il mondo non avesse tanta fretta
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 08:09
Downloadable! Video!

Il superuomo

[1974]
Scritta e cantata da Enzo Del Re
Da “Il banditore”
Testo trovato su Il Deposito
C'è troppa gente in giro
(continua)
inviata da Bartleby 8/6/2011 - 08:04
Downloadable!

Ti obbligano ad Obbedire

[1983]
Album: In nome del loro potere tutto è STATO fatto [EP]
I partiti sono una farsa
(continua)
inviata da giorgio 8/6/2011 - 08:03
Downloadable! Video!

Non posso sopportare

[1983]
Album: In nome del loro potere tutto è STATO fatto [EP]
Per te non c'è lavoro se non ti sottometti
(continua)
inviata da giorgio 8/6/2011 - 08:00
Video!

Se acabó

Testo: Nicolás Guillén
Musica: Marta Contreras

La canzone fa parte dell'album "Marta Contreras canta Nicolás Guillén" pubblicato in Italia nel 1977.
La poesia è tratta dalla raccolta "Tengo" del 1964
I versi tra parentesi quadre non compaiono nella canzone.

"Guillén lo escribió al oír el histórico discurso de Fidel Castro en la clausura del Congreso Latinoamericano de Juventudes, realizada en el estadio del Cerro, en la noche del 6 de agosto de 1960. Fidel perdió la voz mientras leía el decreto de nacionalización de las empresas estadounidenses. Raúl Castro prosiguió la lectura hasta que el líder recobró la voz. Se publicó el 7 de agosto."
Da: La Jiribilla : revista de cultura cubana, mayo 2007

"Guillén lo scrisse dopo aver ascoltato lo storico discorso di Fidel Castro alla chiusura del Congresso Latinoamericano della Gioventù, la sera del 6 agosto 1960. A Fidel andò via la voce... (continua)
Te lo prometió Martí
(continua)
inviata da Maria Cistina Costantini 8/6/2011 - 00:03
E' morto Enzo Del Re. Ha lavorato con lentezza. Questo sito lo saluta con una sua canzone autenticamente rivoluzionaria. Ciao Enzo, buon riposo.
Riccardo Venturi 7/6/2011 - 23:46
Video!

Tengo na voglia e fa niente

[1974]
Scritta e cantata da Enzo Del Re
Da Il Banditore


Ha lavorato con lentezza

Se n'è andato oggi, 7 giugno 2011, Enzo Del Re; e questo non è, e non vuole essere, né un "coccodrillo" e né una biografia. Vuole essere una cosa lenta, lentissima, che accompagna questa sua canzone assolutamente e profondamente rivoluzionaria. Sì; proviamoci a immaginare di fare come dicono le parole di questa canzone, e la rivoluzione, quella vera, sarà fatta sul serio: Vaffanculo alla fatica e a chi la vuole. Con queste otto parole, Enzo Del Re, cantastorie di Mola di Bari, ha detto più che un intero trattato del Gruppo Krisis. Ha scardinato più dei Situazionisti. Nel nulla dove Enzo si trova da oggi, non si lavora. Non ci sono padroni né schiavi. La voglia e fa niente è garantita e certificata; ed è questo, credo, il miglior saluto che gli si possa fare. Magari continuando ad agire in tutti i modi possibili... (continua)
Tengo na voglia
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/6/2011 - 23:10
Downloadable! Video!

L'uomo è una macchina che va a calci in culo

[2009]
Album “Scrotomanzia”

Lo ammetto, lo ammetto, questa non è certo una CCG doc, ma secondo me ci sta, ci sta, eccome se ci sta, per cui la propongo lo stesso... A voi, o perfidi Admins, l'ardua sentenza (e ringraziate che non sono garantista e non invoco i soliti tre gradi di giudizio!)

E i perfidi admins approvano calorosamente! E senza neanche passare dagli Extra. [RV]
L’uomo è una macchina che va a calci in culo
(continua)
inviata da Bartleby 7/6/2011 - 23:04
Downloadable! Video!

Lavorare con lentezza

E' morto oggi per un infarto, nella sua abitazione di Mola di Bari, Enzo Del Re, l'ultimo cantastorie di Puglia. Era nato nel 1944 ed era ammalato da tempo. Musicista autodidatta, Del Re si e' definito un ''corpofonista'' per le sue esecuzioni con voce sola e percussioni, in cui utilizzava oggetti estemporanei come la valigia di cartone o una sedia di legno. Ha lavorato, tra gli altri, con Dario Fo ed Enzo Jannacci
(ANSA)
CCG/AWS Staff 7/6/2011 - 21:51
Video!

Amigo

Testo: Nicolás Guillén
Musica: Marta Contreras

Il titolo della poesia è "Canción"
Amigo ¿querrás decirme
(continua)
inviata da Maria Cristina Costantini 7/6/2011 - 21:30
Video!

Tutti in pista

Una della canzoni della mia infanzia (l'ascoltai e l'amai la prima volta quando avevo si e no 11 anni)
Andrea Redskin 7/6/2011 - 20:57
Downloadable! Video!

Stella Assassina

Fuoco e inferno in terra santa, gente che soffre e che muore
(continua)
inviata da Andrea Redskin 7/6/2011 - 20:34
Downloadable!

The Second Rape

Every 45 seconds a woman is raped
(continua)
inviata da Andrea Redskin 7/6/2011 - 20:32
Downloadable! Video!

LLorona del estudiante

anonimo
Tra le tante versioni della Llorona "tradizionale", volevo segnalarvi quella di Chavela Vargas, e questo corto di animazione, "Hasta los Huesos", in cui a cantare è nientemeno che "La Catrina"...
Maria Cristina 7/6/2011 - 18:20
Downloadable! Video!

Kebab

Chanson italienne – Kebab – Sine Frontera
Texte : Antonio Resta

Une histoire d'immigration.
KEBAB
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 7/6/2011 - 16:59
Downloadable! Video!

Evolution (and Flashback)

[1970]
Da “A New Black Poet - Small Talk at 125th and Lenox”, album di debutto di Gil Scott-Heron.

Una canzone per nulla rassicurante, anzi, un invito in puro stile Black Panther alla resistenza dei neri - dei darkies, degli slaves, dei niggers - contro i vecchi carnefici bianchi, con ogni mezzo necessario…
In 1600 I was a darkie
(continua)
inviata da Bartleby 7/6/2011 - 15:40
Video!

The Revolution Will Not Be Televised

LA RÉVOLUTION NE SERA PAS TÉLÉVISÉ
(continua)
inviata da Bartleby 7/6/2011 - 15:27
Downloadable! Video!

Redemption Song

Scrive questa canzone poco prima di morire, a mio parere qui parla anche della sua vita quasi alla fine, con "have no fear for atomic energy 'cause none of them can stop the time" invita a liberarsi dalle paure terrene, anche della paura della nostra stessa morte, perchè è niente rispetto all'eternità (the time). La nostra vita è solo una parte del tutto "it's just a part of it", dobbiamo terminare il libro. Bob Marley tra poco se ne andrà per sempre ma muore sereno, e non gli resta altro da fare che redimersi, se ne va libero, "songs of freedom".
La doppia lettura si riferisce alla dramma degli schiavi neri
Andrea Maffei 7/6/2011 - 15:12

Point of No Return

[2011]
Lyrics & Music by Johnito
Album: Total Collapse: Earth 1.9
In this world gone crazy
(continua)
inviata da giorgio 7/6/2011 - 15:12
Video!

Deliverance Will Come

[1978]
Album “Visions of Dennis Brown”
Emancipation they say will never come, oh, will never come..
(continua)
inviata da Bartleby 7/6/2011 - 11:09
Video!

Revolution

[1992]
Scritta per la colonna sonora del film di Spike Lee “Malcolm X”, dove il grande leader nero è interpretato da Denzel Washington.
(Revolution) (revolution)
(continua)
inviata da Bartleby 7/6/2011 - 10:51
Downloadable! Video!

Self Destruction

[1989]
Una canzone contro la violenza dilagante nelle comunità afroamericane, scritta dal rapper KRS-One (uno dei nomi d’arte di Lawrence Krisna Parker) all’indomani degli assassinii di Scott "La Rock" Sterling, fondatore con KRS del gruppo Boogie Down Productions, e di un giovane fan durante un concerto dei BDP con i Public Enemy.
Self-Destruction, ya headed for Self-Destruction
(continua)
inviata da Bartleby 7/6/2011 - 10:20
Downloadable! Video!

Czechoslovakia

[1969]
Album “Streetnoise” inciso da “Julie Driscoll, Brian Auger and the Trinity”.
Testo piuttosto incerto trovato qui e risistemato all’ascolto, come ne sono stato capace (vedi i punti interrogativi).
Many people I know with no where to go,
(continua)
inviata da Bartleby 7/6/2011 - 09:37
Downloadable! Video!

Terre de feu

Piacenza, 6 giugno 2011
TERRA DI FUOCO
(continua)
6/6/2011 - 21:11
Downloadable! Video!

O è Natale tutti i giorni

1992
Sulla musica di "More than Words", immarcescibile ballatona pop degli Extreme

La storia di questa canzone risale al 1992, Luca ed io stavamo facendo le prove del nostro mitico tour insieme, eravamo a Bologna. Giravamo in macchina di notte e alla radio si sentiva sempre quel pezzo degli Extreme che andava forte. Luca mi disse facciamo una cover al volo così abbiamo una canzone natalizia per i palasport che avremmo girato a dicembre. Il giorno dopo a casa sua dopo un caffè scrivemmo il testo a velocità supersonica e lo mandammo agli editori degli Extreme per l'approvazione che arrivò in un paio di giorni. Registrammo il pezzo nello studio di Mauro Malavasi, e mi sa che quella è stata la prima volta in vita mia che mi cimentavo con una canzone molto melodica e così essenziale, fatta solo con una chitarra e due voci. Credo che nella registrazione originale questo sia evidente, ma sapete... (continua)
E' quasi Natale
(continua)
inviata da DonQuijote82 6/6/2011 - 12:23
Video!

Rappresaglia

da "Curre curre guagliò" (1993)
Rappresaglia siamo tutti vittime di rappresaglia
(continua)
inviata da DonQuijote82 6/6/2011 - 11:49
Downloadable! Video!

Omaggio a Massimo

Da Guai a chi ci tocca 1995

Disco del supergruppo nato dalla fusione (temporanea) dei Bisca con i 99 Posse

Massimo Troisi sul mondo del lavoro
...si questo pure è un'altro problema molto sentito quello della disoccupazione,
(continua)
inviata da DonQuijote82 6/6/2011 - 10:18




hosted by inventati.org