Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2011-11-26

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

The Woe

(1973)

STEVE LACY soprano saxophone
STEVE POTTS alto saxophone
IRENE AEBI cello, voice
KENT CARTER double bass
OLIVER JOHNSON drums & cymbals

9.1 - THE WOE - THE WAX - 1:22
9.2 - THE WOE - THE WAGE - 16:52
10 - THE WOE - THE WANE - 9:48
11 - THE WOE - THE WAKE - 2:23

Analogue studio recording
1973 JANUARY 26 - Zurich

THE WOE is another story. Conceived in the horrors of the Vietnam War, it is a melodrama in four parts for quintet, two cassettes of war noises (air & ground) and voice. (The cassettes were played in the studio.)

This piece was the principal music we performed during the last two years of the U,S,A.'s involvement in Vietnam. This was the last time we played it. Thanks to Heinz Wehrle and the Zurich Radio, it was recorded (the night before the peace treaty was signed) in its entirety, and broadcast in Switzerland.

emanem disc
(instrumental)
26/11/2011 - 23:51
Downloadable! Video!

Doesn't Make It Alright

Album: Specials (1979)
Interpretata anche dagli Stiff Little Fingers
Just because you're nobody
(continua)
inviata da Budylele 26/11/2011 - 20:31
Downloadable! Video!

L'eretico

[2009]
Album singolo: L'eretico
Austeri uomini di fede,
(continua)
inviata da adriana 26/11/2011 - 19:09
Downloadable! Video!

Oltre il mare

Добрый вечер!!! Я слушаю Вашу зачаровывающую музыку и нахожусь в трансе. Огромное спасибо за ваши песни и музыку. Я в большом восторге от них. Они дают мне силы противостоять одиночеству, грусти и унынию. Я очень БЛАГОДАРНА ВАМ.
26/11/2011 - 18:37
Downloadable!

Living In America

VIVERE IN AMERICA
(continua)
26/11/2011 - 18:31
Downloadable!

Lettera di un soldato

Impressionante! Sta canzone ha proprio la cadenza di un funerale. Un mortorio. Da i brividi.
Cesare 26/11/2011 - 17:57
Downloadable! Video!

Vuelvo

[1978]
Patricio Manns - Horacio Salinas
Album: Canción para matar una culebra (Inti Illimani)

Patricio Manns en Chile (Patricio Manns)
América novia mía (Patricio Manns)

Testo e note da Cancioneros


Può essere che, prima o poi, questo sito istituirà un percorso sull'Esilio, visto il numero di canzoni che ne parlano. Del resto, il legame tra la guerra, la tirannia e l'esilio è talmente stretto da rendere le tre cose una il corollario dell'altra, in una sorta di viluppo inestricabile. La lingua castigliana, per "esilio", ha una parola bellissima che sembra quasi coprire l'orrore di ciò che esprime: destierro. Il "disterro", lo sradicamento dalla propria terra e, quindi, da tutta la propria vita. Patricio Manns è stato a lungo esiliato, come tutti coloro che riuscirono a sfuggire alla dittatura di Pinochet; e il destierro, lo sradicamento delle radici, è una costante nelle sue canzoni... (continua)
Con cenizas, con desgarros,
(continua)
inviata da Maria Cristina Costantini 26/11/2011 - 17:43
Downloadable! Video!

Fiume Sand Creek

LOMBARDO DELLA BASSA PADANA / PO LOWLAND LOMBARD - Aurelio Difetti/Diego Ronzio (Barabàn)
Da Canti Randagi 2
Si vedano le note al testo

Adattamento testo in dialetto della bassa padana e arrangiamento musicale di Aurelio Difetti e Diego Ronzio - (Barabàn)



BARABAN (Lombardia)
Il gruppo, fondato nel 1982 è fra i più rappresentativi della scena folk italiana. Apprezzato in Europa e America, Barabàn ha rivisitato la tradizione musicale del nord Italia, appassio-nandosi al valore culturale delle lingue locali, soprattutto lombarda. Sanno dare alle loro interpretazioni energia e attualità con testi anche molto attenti al sociale e alla tradizione popolare di impegno civile. Nel brano riadat-tato sono state inserite, accanto al dialetto. anche intarsi in esperanto, albanese ed arabo.

VINCENZO CAGLIOTI Organetto diatonico
AURELIO CITELLI Voce solista, tastiere
GIULIANO GRASSO Violino, cori
DIEGO RONZIO Darabouka, percussioni, ocarina
PAOLO RONZIO Chitarra acustica, ocarina
MADDALENA SOLER Violino, cori
FIUME SAND CREEK
(continua)
inviata da DoNQuijote82 26/11/2011 - 17:38
Downloadable! Video!

Llegó Volando

Testo e note da Cancioneros
Llegó volando el cuervo sobre mi suelo
(continua)
inviata da Maria Cristina Costantini 26/11/2011 - 17:37
Downloadable! Video!

El equipaje del destierro

[1980]
Testo di Patricio Manns
Musica di Horacio Salinas e Patricio Manns

Letra de Patricio Manns
Música de Horacio Salinas y Patricio Manns

Lyrics by Patricio Manns
Music by Horacio Salinas and Patricio Manns


Testo e note da Cancioneros


Album:

1. Con la razón y la fuerza [1982]



"Con la razón y la fuerza fue un álbum de los músicos chilenos Patricio Manns e Inti-Illimani, grabado en Roma, Italia, y lanzado en 1982 por el sello madrileño Movieplay, actualmente Fonomusic, mientras se encontraban exiliados en Europa producto del Régimen Militar de su país. En 1992, el álbum es reeditado por el sello chileno Alerce, la otra música bajo el nombre La araucana, sin la segunda canción «El pacto roto», y atribuyendo su autoría exclusivamente a Patricio Manns." - es:wikipedia

"Con la razón y la fuerza (1982) è il primo disco -il cui nome è mutuato dal titolo del film del 1971 del... (continua)
Tú me preguntas cómo fue el acoso aquel que obtuve.
(continua)
inviata da Maria Cristina Costantini 26/11/2011 - 17:24
Downloadable! Video!

Sinàn Capudàn Pascià

Arrangiamento musicale di Mimmo Maglionico e Pietrarsa


Pietrarsa & Mimmo Maglionico
[Campania]

PIETRARSA è il nome che Mimmo Maglionico.diplornato in flauto al Conservatorio di musica "San Pietro a Majella" di Napoli ha deciso di dare nel 2004 al suo gruppo napoletano di world music ispirandosi ad un entroterra campano ricchissimo di arcaica musica etnica dove tra i ritmi delle tammorre contadine e quelli della moderna civiltà industriale, scaturisce un intenso percorso nel folklore postmoderno con un occhio rivolto alla tradizione e l'altro alla sperimentazione.

Feat.
Marzouk Mejri

Marzouk, musicista tunisino, deve al padre maestro di
percussioni, il percorso che lo ha portato a instradare il suo naturale talento fino a conseguire il diploma al conservatorio di Tunisi.

MIMMO MAGLIONICO Voce, quena, flauto traverso
MARZUK MEJRI Voce, darbuka
CARMINE D'ANIELLO Voce
SARA TRAMMA Voce
GINO EVANGELISTA Chitarra semiacusfica
PIERO DE ASMUNDIS Tastiere
ANTONIO RUBINO Basso
ARCANGELO NOCERINO Batteria
SINAN CAPUDAN PASCIA'
(continua)
inviata da DonQuijote82 26/11/2011 - 17:02
Downloadable! Video!

Manifiesto Esencial

[1980]
Testo trovato su Cancioneros.

Con la razón y la fuerza (1982) è il primo disco-il cui nome è mutuato dal titolo del film del 1971 del regista Rossellini su Salvador Allende, con il titolo Fuerza y Razon-realizzato dal cantautore cileno Patricio Manns insieme al gruppo cileno degli Inti Illimani. Gli Inti-Illimani partecipano alla stesura di alcuni dei brani, contribuiscono agli arrangiamenti del disco ed eseguono gran parte delle parti strumentali e dei cori. Questo disco inizialmente viene pubblicato con il titolo Con la razón y la fuerza e l'attribuzione a "Patricio Manns + Inti-Illimani", nel 1992 verrà ripubblicato con il titolo modificato in La araucana ed attribuito al solo Manns. Questo disco non è mai stato pubblicato o distribuito in Italia.
Fonte Wikipedia

(adriana)
Medio y medio entre dos grietas
(continua)
inviata da Maria Cristina Costantini 26/11/2011 - 17:00
Video!

Andrea

Da Canti randagi 2

GRAZIANO ACCINNI & ETHNOS Trio
[Basilicata]
Il Gruppo Ethnos nasce da un'idea di Graziano Accinni chitarrista, compositore, arrangiatore, nato a Moliterno in provincia di Potenza. Dopo lunghi anni trascorsi negli ambienti del Pop italiano decide di avventurarsi sulle strade della ricerca etnica. Fonda insieme agli Ethnos. L'Associazione Culturale Multietnica uropea che si occupa appunto di ricercare e divulgare le Antiche Melodie della Lucania.

GRAZIANO ACCINNI Chitarre
SILVIO DE FILIPPO Chitarra classica
GIUSEPPE FORASTIERO Voce
PEPPE DE MICHELE Basso e Loop's
ÀNDREÀ
(continua)
inviata da DonQuijote82 26/11/2011 - 16:37
Video!

La ballata dell'eroe

Dal libretto Canti Randagi 2

Fondato nel 1982, questo gruppo è stato uno dei protagonisti del rinnovamento dello spirito della musica tradizionale del Friuli, regione dove le differenti minoranze etniche vivono insieme da molti secoli. rivelandosi una delle esperienze ai massimi livelli di espressività di ispirazione tradizionale non solo in Friuli ma anche all'estero. Hanno saputo raccordare i loro repertori con le sonorità e i riferimenti ad est della nostra cultura europea, qualificandosi anche per l'uso di strumenti originali e per le prestigiose collaborazioni internazionali.

EMMA MONTANARI Voce solista
DARIO MARUSIC Violino
GIULIO VENIER Viola
ANDREA DEL FAVERO Organetto
MICHELE PUCCI Chitarra acustica
LUCIANO MARANGONE Basso elettrico
MARISA SCUNTARO Voce

remix e mastering di Bruno Cimentil
"La Sedon Salvadie" appare per gentile concessione di Folkest Dischi.
LA BALADE DA L'EROI
(continua)
inviata da DonQuijote82 26/11/2011 - 16:25
Downloadable! Video!

Fermi con le mani

inedito dall'album Atlantico live, dedicata a Stefano Cucchi
Mi sveglio un mattino, Mi sveglio un mattino,
(continua)
inviata da DoNQuijote82 26/11/2011 - 16:00
Downloadable! Video!

Schegge vaganti

[2009]

Album: "Nostra Signora Della Dinamite"
Uno due tre quattro gatti in croce
(continua)
inviata da DoNQuijote82 26/11/2011 - 15:11
Video!

Nessun presente

Che fine ha fatto Lazlotòz (1998)
E quando si predicava “nessun futuro nessun futuro” ti ho visto incrociare le dita dietro la schiena
(continua)
inviata da DoNQuijote82 26/11/2011 - 15:04
Downloadable!

Capitano uomini a mare

[2008]
Capitano, uomini a mare
(continua)
inviata da giorgio 26/11/2011 - 14:47
Downloadable! Video!

Padroni e bestie ('O Ciuccio)

[2011]

Album : Tutto cambia

musica e testo di Teresa De Sio
Coccodrillo Edizioni Musicali

A sorpresa emerge un cotè politico anche dalla canzone più strana: "Padroni e bestie" (O ciuccio) che è stata ispirata da un racconto di Matteo Salvatore che risale alla tournée comune per Craj. La canzone racconta una storia semplice: è morto il ciuccio e il lavoratore che doveva occuparsene rischia di perdere il lavoro. Qual è l'unico modo per evitarlo? "O padrone nun l'ha da sapè". Ma quasi favola esopiana, l'obiettivo si allarga e il singolo caso del ciuccio morto diventa una metafora attuale di chi resta senza lavoro e così facendo perde anche la sua identità. Non è solo un problema di mangiare ("Chi more more/ chi campa campa / nu piatto e maccaruni / maccaruni cu la carne") è cosa fare nella vita quando manca la fonte primaria di reddito. Cinque minuti di ritmo incalzante, chitarra elettrica inviperita, il violino di Her che strapazza le corde e una ritmica ipnotica e potente. Non si può restare fermi.
Da bielle.org
Mamma mamma
(continua)
inviata da DoNQuijote82 26/11/2011 - 14:41
Downloadable! Video!

L'Internationale

BASCO (EUSKARA) [2] / BASQUE (EUSKARA) [2]

La seguente versione pare essere quella autenticamente opera di Gabriel Aresti (da questa pagina). Ringraziamo Arisztíd per il contributo.

The following version seems to be that authentically written by Gabriel Aresti (from this page). Thanks to Arisztíd for his contribution. [CCG/AWS Staff]

Gabriel Aresti Segurola (October 14, 1933 – June 5, 1975) was one of the most important writers and poets in Basque language in the 20th century. He grew up in Bilbao, which was a Spanish speaking environment. Although his father talked to his parents in Basque language, the child Gabriel did not have Basque as mother language. He was a self-taught student of the language, at the age of 21 he collaborated in some magazines. His literary career began with a work influenced by the symbolism, Maldan Behera (Downhill). His most important works are, however, Harri... (continua)
INTERNAZIONALA
(continua)
inviata da Arisztid 26/11/2011 - 12:35
Downloadable! Video!

Ghost Town

CITTÀ FANTASMA
(continua)
inviata da Budylele 26/11/2011 - 11:39
Downloadable! Video!

Ferramonti

[2010]

Album:Scantu

Testo di Maria Ylenia Trozzolo e Raffaele Cardone
Musica di Maria Ylenia Trozzolo


Fonte Comune di Tarsia

La costruzione, del Campo di concentramento di Ferramonti di Tarsia, ha avuto inizio nel maggio 1940 ed è stata eseguita dalla ditta Parrini di Roma; alla stessa è stata affidata successivamente la manutenzione di tutto il Campo.
Il Campo, a differenza degli altri Campi di Concentramento italiani fu costruito ad hoc, e, nell'aspetto esteriore ricordava chiaramente un lager nazista, fatto com'era da lunghi capannoni e posto nell'immediata vicinanza della linea ferroviaria Sibari-Cosenza.
È stato il più grande ed importante Campo di Concentramento fascista Italiano, con una presenza media di oltre 2000 persone ed una punta massima, raggiunta nell'estate 1943, di 2.700 persone.

Era costituito da 92 baracche su un territorio di circa mq. 160.000 circondato... (continua)
Ju nun sacciu pecchì si ccà
(continua)
inviata da adriana 26/11/2011 - 10:34
Downloadable!

Invisibile

[2001]

Album: Invisibile
Ho ascoltato la voce del mare raccontare di terre diverse,
(continua)
inviata da adriana 26/11/2011 - 10:20
Downloadable! Video!

Brigantessa si mora

Album:Scantu

Testo e Musica di Maria Trozzolo
Nun sacciu ‘cchiù si ‘e a staggiuna ‘o viernu
(continua)
inviata da adriana 26/11/2011 - 10:00
Downloadable! Video!

Anti-Orgasm

Album: "The Eternal" (2009)

To hear you say that makes me think of that song "Anti-Orgasm" and the line, "Anti-war is anti-orgasm." Did you write that lyric?

Yes. I got that line from a German film called Eight Miles High. The German title is The Wild Life, and it's a biopic about this woman Uschi Obermaier. She was a young fashion model in Germany in the '60s, and she sort of ran away to a commune in Berlin that was called Kommune 1, where all these radical hippie commune dwellers walk around nude. It was a big sensation among young people in Germany at that time about this woman coming out of the fashion world and joining forces with this anti-authoritarian, anti-consumerist faction.

And one of the scenes of the movie is her in bed with her hippie lover and one of the other radicals is in bed with another woman—everybody sort of sleeps together—and he's not able to get it up. Her boyfriend... (continua)
mission control to brain police
(continua)
25/11/2011 - 22:46

Zarafina

(Testo e musica di G. VICO)

Per saperne di più su "Zarafina": Serafina CIMINELLI su brigantaggio.net

I Cantacunti, in concerto, presentano con queste parole la storia della brigantessa:

"Sulla montagna scura ho seguito l'uomo mio.
Ci chiamavano Briganti, assassini, senza Dio!
In una guerra che non aveva bandiera ho seguito un sogno, un'illusione, una chimera.
Non chiedo perdono e di nulla mi pento.
La mia storia e il mio nome se li porti via il vento!
...ma al vento li ha rubati il cantastorie insieme ai ricordi e alle memorie di una brigante ragazzina chiamata Ciminelli Zarafina"
Prete, a te la raccomando,
(continua)
inviata da Cabiria 25/11/2011 - 21:37
Downloadable! Video!

Adivina, adivinanza

Lorenzo me pidió un comentario para el 20N para esta canción y se me pasó, pero lo prometido es deuda.
En realidad poco más hay que añadir, ya que todo está perfecto, y está muy bien visto lo del concepto de "hispanidad" desde el punto de vista fascista. Fue un concepto que empezó a alimentarse a finales de los años 20 por el esteta y pionero del fascismo español Ernesto Giménez Caballero (algo así como "vuestros" D'Annunzio o Marinetti), que reunió toda aquella mitología tergiversada del sobrevalorado "Imperio española" (ss. XVI-XVII), y que continuaron poetas, escritores y ensayistas reaccionarios como el pseudo-místico José María Pemán (al que ya nombráis acertadamente) o Ramiro de Maeztu.
Pocas cosas os faltan, básicamente estas tres:

"Santa Teresa iba dando/ su brazo incorrupto a Don/ Pelayo...": el brazo incorrupto de Santa Teresa de Jesús (poetisa excelente) es una reliquia (actualmente... (continua)
Gustavo Sierra Fernández 25/11/2011 - 12:06
Downloadable! Video!

El cant dels ocells

CAROL OF THE BIRDS
(continua)
24/11/2011 - 23:44
Downloadable! Video!

Companys, no és això

Versione polacca di Zespół Reprezentacyjny
Przyjaciele nie o to nam szło,
(continua)
24/11/2011 - 22:28
Video!

L'intimità

Version française – L'INTIMITÉ – Marco Valdo M.I. – 2011
Chanson italienne – L'intimità - Marco Rovelli

Texte de Erri De Luca et Marco Rovelli
Musique de Marco Rovelli

L'intimité est le résultat de la réécriture d'un texte qu'Erri De Luca avait écrit pour moi il y a quelques années pour être mis en musique ; la chanson s'intitulait « Il maggio di Belgrado » (Le Mai de Belgrade) et racontait la communauté des Belgradois sous les bombardements de l'OTAN en 1999.
« Quand s'accroît le péril, croît aussi ce qui sauve » chante la ritournelle, qui est un vers d'Hölderlin, traduit par Erri. Je me suis demandé quel avait été mon moment de risque maximum et de fuite.. Et je me suis répondu : Gênes 2001, les jours de juillet.
Comme il était naturel de le faire, pour Erri aussi, il a écrit longuement.
L'intimité, ou les corps dans la rue, exposés au risque et à la fuite.
L'INTIMITÉ
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 24/11/2011 - 19:17
Downloadable! Video!

Chinder im Chrieg

Testo e musica: Sebastian Bürgin (Baschi)
Lyrics and music: Sebastian Bürgin (Baschi)
Album: Neui Wält
Ich chas eifach nit verstoh wie chame uf die jüngschte los
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/11/2011 - 16:33
Downloadable! Video!

Suddd

[1998]
Album :Animamigrante
Sud ind’a stu core staje sÌ comm’e ‘o sanghe ind’e vvene meje
(continua)
inviata da DonQuijote82 24/11/2011 - 15:57
Downloadable!

Py'aguasu

A quanto ne so, almeno in Paraguay si è verificato un fenomeno linguistico assai curioso e unico al mondo. I nativi guaraní sono infatti totalmente scomparsi, ma hanno lasciato la loro lingua ai colonizzatori (quella in cui è scritta questa canzone). In Paraguay il guaraní è la vera lingua nazionale, è parlato da tutti sia nelle città che nelle campagne (tra l'altro, il nome della capitale, Asunción in castigliano, in guaraní è "Paragwai", come la nazione stessa) e da qualche anno è finalmente diventato anche lingua ufficiale dello stato accanto al castigliano (che è lingua madre unica solo del 4% della popolazione). Usualmente la lingua dei colonizzati scompare in favore di quella dei colonizzatori; in Paraguay è successo l'esatto contrario e il guaraní è stato assimilato anche dagli immigrati europei (italiani, tedeschi, scozzesi...). Comunque sia mi sembra una cosa davvero notevole. Ulteriore... (continua)
Riccardo Venturi 24/11/2011 - 11:15
Downloadable!

Libertà

Anche per le canzoni in lombardo dei Luf (che però ne hanno in italiano standard un numero assai maggiore che DVDS) si sta provvedendo a uniformare sotto la dicitura "Lombardo camuno". Da dire che non si vede come mai la codifica ISO 639-2 abbia riconosciuto come lingue il napoletano e il siciliano (giustamente, ripeto) e non il lombardo e il genovese; ma così è, e in assenza di un codice ci dobbiamo accontentare di inserire sotto l'italiano con una specificazione. Usualmente io adotto una ripartizione "macro" (ad esempio "lombardo") seguita da una sottoripartizione ("laghèe", "camuno"...).
Riccardo Venturi 24/11/2011 - 11:02




hosted by inventati.org