Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2011-11-19

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

Ghetto

Pe chi cresce dint' ‘e ghette,
(continua)
inviata da DoNQuijote82 19/11/2011 - 19:41
Percorsi: Ghetti
Video!

Ghetto Gospel

Uhh,
(continua)
inviata da DonQuijote82 19/11/2011 - 19:34
Percorsi: Ghetti
Downloadable! Video!

Ghetto 02

2002
da "L'altra faccia dell'impero"
Non chiudere gli occhi
(continua)
inviata da DoNQuijote82 19/11/2011 - 19:31
Percorsi: Ghetti
Video!

Ghetto

Album: Trouble - 2004
Ghetto, Ghetto, Ghetto, Ghetto we livin
(continua)
inviata da DonQuijote82 19/11/2011 - 18:23
Percorsi: Ghetti
Downloadable!

Vedo

[2007]
Album :Vedo
Vedo i vostri bimbi perfetti
(continua)
inviata da DonQuijote82 19/11/2011 - 17:52
Downloadable! Video!

Il tragico naufragio del vapore Sirio

anonimo
Questa è invece la versione che canta il Coro Bajolese di Bajo Dora, frazione di Borgofranco d'Ivrea (TO). Il coro è diretto, dalla sua fondazione, da Amerigo Vigliermo, uno dei più grandi ricercatori ed etnomusicologi del Nord Italia, che dagli anni 60 s'impegna a salvare e riproporre l'immenso repertorio popolare delle valli del Canavese (e non solo).
Il testo non è molto diverso dalla versione di Camogli; non so a livello di melodia...
IL SIRIO
(continua)
inviata da Giulia Taccagni 19/11/2011 - 01:51
Downloadable!

La fiera delle fole

tanta polemica per questa foto... a me sembra un messaggio positivo, l'amore sopra ogni diversità, una sorta di Orazi e Curiazi al contrario le religioni vanno allo scontro di civiltà e 2 loro autorevoli rapresentanti fanno la pace.
DoNQuijote82 19/11/2011 - 00:31
Downloadable! Video!

Sciuur capitan

Chanson italienne (Comasque) – Sciuur capitan – Davide Van De Sfroos – 2003
Texte et musique de Davide Bernasconi

La légende raconte qu'un jour, dans la salle d'attente d'un dentiste, Davide avait rencontré cet homme. En parlant du fait que, régulièrement, dans les « récits de guerre »de nos anciens, personne n'admet jamais d'avoir tué un ennemi, son interlocuteur lui a raconté que, oui, lui avait tué quelqu'un à la guerre. C'est l'épisode qui marqua la fin de sa présence sur le champ de bataille.
MON CAPITAINE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 18/11/2011 - 17:31
Downloadable! Video!

Holiday In Cambodia

Ciao a tutti! La traduzione la trovo ottima, ma penso che ci sia un errore nel testo di partenza: nell'ultimo verso del primo ritornello credo dica "Don't forget to pack your whites", ovvero la biancheria pulita, riferendosi agli occidentali che vanno in vacanza (o a fare scottanti e toccanti inchieste) nei posti dilaniati da guerra e condizioni di vita infime facendo bene attenzione a portarsi dietro vaccini, ddt, acqua disinfettata e portatile con internet wi-fi e non scordandosi di alloggiare in capanne con zanzariere, pagando una guida esperta con jeep annessa, in modo da poter ben comprendere le difficoltà che affliggono la popolazione locale. Anche perché pack è un po' invaligiare, e non mi suona molto bene con una moglie :)
The Dude 18/11/2011 - 15:18
Video!

Σαν πεθάνω στο καράβι

Deutsche Übersetzung von Riccardo Venturi
18. November 2011
WENN ICH AM SCHIFF STERBE
(continua)
18/11/2011 - 15:17
Video!

Supper's Ready

Che dire, ci sono parole cioè riferimenti simbolici adeguati per esternare emotivamente quanto un testo simile su una musica simile elicitano in chi li ascolta? Non mi prodigo in un tanto. Posso però dire che dopo decenni che oramai riascolto queste note continuano a non stancarmi ma al contrario, a deliziarmi. Da ragazzo, quando uscivano in negozio questi LP, cercavo di tradurmi i testi di Peter Gabriel, anche se a scuola non avevo mai studiato l'inglese: ero evidentemente moooolto lontano dallo splendido lavoro fatto da Riccardo che ringrazio sentitamente.
Bruno 18/11/2011 - 13:47
Downloadable!

Lequi of the National Guard

La guerra ispano-americana del 1898 per il possesso delle Filippine e di Cuba non fu una guerra combattuta. La vecchia e spelacchiata flotta spagnola fu catturata tutta intera, senza colpo ferire, nel golfo di Manila… A Cuba, l’unica azione militare vera e propria fu quella dei “Rough Riders” di Teddy Roosevelt nell’assalto alla collina di San Juan… E su questo episodio Roosevelt fondò le basi per la sua corsa alla Casa Bianca, anche se molti storici si sono chiesti come diavolo abbia potuto lui, miope come una talpa e con gli occhiali rotti - come si vede nelle foto - condurre un assalto… La maggior parte dei decessi fra i soldati yankee non fu dovuta al fuoco nemico ma alla carne guasta che mangiavano…

“The Spanish-American War was not a war noted for great military strategy nor great military conquests. The Spanish fleet of old, wooden, antiquated ships surrendered to Admiral Dewey in... (continua)
18/11/2011 - 01:00
Downloadable! Video!

Txoria Txori

L'oiseau est pris comme symbole de la liberté et les paroles évoquent le dilemme qui existe lorsqu'il y a une personne proche que l'on souhaite posséder : Ou vous l'attachez et la possédez comme un oiseau en cage, ou vous l'aimez telle qu'elle est, et alors, si elle souhaite partir, vous devez la laisser partir.

Le contexte politique en a involontairement fait une sorte de protest song.
Si je lui avais coupé les ailes
(continua)
17/11/2011 - 23:59
Downloadable!

Bon, la France

Chanson allemande – Bon, la France – Franz-Josef Degenhardt – 1980

Jusqu'aux années 1940, tous les 20-40 ans, les Allemands (qui sont notoirement de grands nomades depuis le temps des Völkerwanderungen) ont effectués plus que volontiers de excursions en France. Sauf qu'il s'agissait d'excursions un peu particulières, avec des régiments d'artillerie dans les bagages, de l'aviation, des chars et des divisions d'infanterie. Dans cette chanson, Franz-Josef Degenhardt reconstruit à sa manière l'histoire de ces petits tours, se servant d'une paire de Fritz qui personnifient les deux inséparables âmes de l'expansionnisme allemand : le militaire et l'affairiste : financier et banquier. Sans ces deux Fritz, Hitler n'aurait jamais pu exister. On commence au premier tour, la guerre franco-prussienne de 1870, on poursuit avec la guerre de 1914 et puis avec celle de 1940 ; et comme dit la chanson, :... (continua)
ΒΟΝ, LA FRANCE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 17/11/2011 - 23:34
Downloadable! Video!

L'Internationale

GRECO [3] / GREEK [3]



Caro Riccardo, cercando qualche testo di Kostas Vàrnalis che sia stato musicato, mi sono imbattuto in questo piccolo mistero: un'Internazionale che gli viene attribuita - e che ricalca quasi per intero la traduzione greca "classica" (non la tua, che è classica in un altro senso) di Rigas Golfis, pur discostandosene alla fine. La musica sarebbe del cantautore francese Jean-Jacques Goldman. E l'interpretazione della compianta Maria Dimitriadi. Ma nessun cenno alla data (o alle date), né al disco in cui la si possa trovare. Te la trascrivo, lasciando a te e a Yorgos - se ne avete voglia - il compito di risolvere la faccenda, essendo voi molto più bravi ichneuti di me. Io l'ho trovata in questa pagina. (gpt)
ΔΙΕΘΝΗΣ
(continua)
inviata da Gian Piero Testa 17/11/2011 - 17:20
Video!

Different Trains

‎[1988]‎
Tre movimenti per quartetto d’archi e nastro magnetico.‎



(copertina del disco in cui il brano è interpretato dal The Smith Quartet.‎)

Reich, nato nel 1936 a New York da padre di fede ebraica, quando era bambino, e mentre in Europa ‎divampavano guerre ed Olocausto, fu sballottato per diverso tempo tra New York e California a ‎causa del divorzio dei suoi genitori. Molti anni dopo, quando già era acclamato come uno dei padri ‎della musica minimale, a Reich capitò di riflettere sul fatto che i viaggi in treno coast to coast che ‎gli erano toccati nell’infanzia, per quanto frequenti e faticosi (un vero incubo nella sua memoria), ‎erano nulla al confronto delle tradotte verso i campi di concentramento e sterminio su cui furono ‎stipati tanti bambini come lui, ebrei d’Europa, durante la seconda guerra mondiale: “Different ‎Trains”.‎
Il testo è costituito da interviste che Reich fece... (continua)
America-Before the War (movement 1)

(continua)
inviata da Bartleby 17/11/2011 - 14:59
Downloadable! Video!

Plaza de mi Pueblo

anonimo
Un apunte más: la canción original fue una de las recopiladas por Federico García Lorca, y grabada en un famoso disco, al parecer, en 1931 por "La Argentinita" (Encarnación López Júlvez) con el propio Lorca al piano. Otras canciones recopildas por el gran poeta, tales como "Jaleo" o "Los cuatro muleros", como sabéis, se convirtieron en himnos revolucionarios y de batalla en la Guerra civil.
¡Salud!
Gustavo Sierra Fernández 17/11/2011 - 13:02
Downloadable! Video!

Haben Sie Gehort Das Deutsche Band?‎

‎[2001]‎
Testo e musica di Mel Brooks.‎

‎“Don't be stupid, be a smarty! Come and join the Nazi ‎Party!”‎

Dal mitico musical “The Producers”, diretto da Susan Stroman ma scritto in ogni sua parte ‎‎(sceneggiatura e canzoni, nei testi e nella musiche) dall’inossibabile Mel Brooks.‎
‎“The Producers”, basato sul plot dell’omonimo film del 1968 – altra perla di Brooks - che in Italia ‎uscì con il titolo di “Per favore, non toccate le vecchiette”, fu a sua volta portato al cinema nel 2005 ‎‎– sempre dal duo Stroman/Brooks – e da noi il titolo originario venne al solito modificato in “The ‎Producers – Una gaia commedia neonazista”.‎



Un produttore teatrale sull’orlo del fallimento viene convinto dal suo ragioniere che solo una truffa ‎in grande stile lo potrà mettere al riparo dalla completa rovina. Piuttosto che mettere su un grande ‎spettacolo sarà meglio invece organizzare un “grande fiasco”.... (continua)
Haben sie gehort das Deutsche Band
(continua)
inviata da Bartleby 17/11/2011 - 09:59
Video!

Zítra ráno v pět

Jaromír Nohavica e Alessio Lega
Milano, 13. 11. 2011

adriana 17/11/2011 - 09:04
Il 14 novembre è scomparso Franz-Josef Degenhardt, forse il più grande cantautore tedesco. Danke für alles. Du bleibst unvergessen..
Riccardo Venturi 16/11/2011 - 22:47

Xileko langileria

Traducción al castellano: Gustavo Sierra – Dr. Karlos Cid Abasolo

Una vez más agradecer a mi profesor y amigo Karlos la inestimable ayuda prestada en mi rudimentaria traducción del poema, corrigiendo y enmendando mis fallos y mis ignorancias.
LA CLASE OBRERA DE CHILE
(continua)
16/11/2011 - 22:01




hosted by inventati.org