Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2010-6-29

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Canzone del 30 giugno

anonimo
Domani è il 30 giugno, 50° anniversario della rivolta di Genova contro i fascisti del "gerarchetto" Arturo Michelini, fondatore dell'MSI, e contro la celere mandata dal presidente del Consiglio Fernando Tambroni a proteggere i missini.
I poliziotti furono malmenati, i fascisti non fecero il loro congresso e Tambroni dovette dimettersi...
Purtroppo non ci riuscì di fare altrettanto nel 2001: i poliziotti ci massacrarono, uccisero Carlo Giuliani, i potenti dela terra tennero regolarmente il loro congresso e il gerarca Berlusconi è ancora lì a fare danni.

Vorrei dedicare alla giornata di domani una versione più estesa di "E poi poi poi ci chiamavano teddy boy" dall'EP "Canti della Resistenza italiana vol.10", a cura di Cesare Bermani, edizioni I dischi del sole, 1965.
E POI POI POI CI CHIAMAVANO TEDDY BOYS
(continua)
inviata da The Lone Ranger 29/6/2010 - 23:36
Downloadable!

Calley

Album: "Those Deep Buds"

William Calley was the leader of C Company, the platoon responsible for the mass slaughter at MY Lai on the 16th March 1968.
He was the only one of a number of killers that day ever to be sentenced.
He got Life in 1971 but was released pending appeal by Nixon after 3 days and finally released in 1974 after spending 3 years as the most privileged prisoner in America.

The 1994 Dog Faced Hermans song "Calley" is written from the perspective of a journalist who travels to Calley's store in Columbus, GA to interview him. She is chased out of the store by an enraged Calley after asking about My Lai.
In my dream I went into Columbus - Columbus, Georgia, through the rain. Seemed only like I knew where I was going - to a store - Bill Calley - something - supplies - the name is hazy.
(continua)
29/6/2010 - 21:50
Downloadable!

War Song (Ain't No Soldiers)

A song dealing with the on-going Iraq and now Iran situation. A song about statistics "You can't kill a dead person", and about cowardice within the rich political class.

About the relationship between corporate capitalism and bloodshed and loss of soldiers in the middle east.
War Song (Ain't No Soldiers) © 2009 Frederick Roussel
(continua)
inviata da Frank 29/6/2010 - 21:02
Downloadable!

Fly the Flag

[1980]
Album: Nobody's heroes

The song "Fly the Flag" on Fingers' second album, "Nobody's Heroes" is a classic but the lyrics are clearly open to misinterpretation. It is actually an attack on right-wing Conservative politics in general and on Margaret Thatcher (then British prime minister) in particular. The selfish "me" politics of the eighties is conveyed in the "gimme gimme gimme" refrain…
Gimme a country that's red white and blue
(continua)
inviata da giorgio 29/6/2010 - 19:31

Figli di Nessuno

anonimo
[1921?]
Sull’aria dell'Inno dei lavoratori
Il testo di questo canto è presente negli atti del processo intentato nel 1927 a tal Natale Prina, imputato per attività antifasciste di fronte ad un tribunale speciale per la sicurezza dello Stato (quando il potere giudiziario era asservito alla dittatura, così come vorrebbe nuovamente oggi il Dvce Berlusconi).
Trovato su Umanità Nova, n.16 del 26 aprile 2009, a margine di un articolo dedicato all’organizzazione armata antifascista “I Figli di Nessuno”.

Quando nel 1921 l’anarchico romano Argo Secondari, ex tenente dei reparti d’assalto del regio esercito, fondò l’organizzazione di autodifesa degli Arditi del Popolo raccolse intorno a sé gruppi preesistenti già attivi nel corso del “biennio rosso” del 1919-1920. I nomi di questi gruppi erano eloquenti: Arditi Rossi (Trieste), Centurie Proletarie (Torino e Friuli), Gruppi Rivoluzionari d'Azione... (continua)
Primavera di bellezza
(continua)
inviata da The Lone Ranger 29/6/2010 - 09:41
Downloadable! Video!

Seek and Destroy

[1983]
Album: Kill 'em All

"Seek & Destroy" is the first song Metallica recorded in a studio and was featured on the demo "No Life 'til Leather". Described as "the first great Metallica standard", it has been frequently played in concerts over the years since its live debut in 1982 and has been the band's closing song since the Madly in Anger with the World Tour.
The song is about feeling the urge to kill. It can be inferred from the lyrics that it's not senseless killing but as revenge to someone that very much deserved it. During the Kill 'em All for One Tour, Hetfield would jokingly say that it was about hunting. It is said to be heavily influenced by the Diamond Head song "Dead Reckoning". The first three mini solos are derived from the song "Princess of the Night" by Saxon. Metallica added the final solo. Since the song's debut on Kill 'em All, Hammett has apologized for the... (continua)
Alright!
(continua)
inviata da giorgio 29/6/2010 - 08:09
Downloadable! Video!

Stelutis Alpinis

la canzone Stelutis Alpinis e' l'inno assoluto all'amore, alla vita,alla vita perduta in questo caso, il rimpianto per la dipartita ma la certezza che dopo la morte rimane questa corrispondenza di amorosi sensi come cita il poeta che "ci sofferma sul limitar di dite" questo spirito buono e ancora innamorato che protegge la sua amata circondandola di amore seppur spirituale e si identifica nella stella alpina, il sangue come nutrimento di questo splendido fiore, versato come estremo atto d'amore, inoltre e' una bellisima e commovente preghiera a suffragio per tanti giovani caduti nel fiore della vita per ideali non sempre condividibili o almeno non dal popolo che la guerra doveva farla, fra le righe leggo un invito a non sacrificare tanta gioventu' all'altare del barbaro dio della guerra, quelli che gia' abbiamo bastano ed avanzano e ci indicano la via, la pace e non la guerra l'amore e non l'odio, creare non distruggere, insegnare alle nuove generazioni il bene, la giustizia e sopra di tutto l'amore.
merlo alessio 29/6/2010 - 04:13
Downloadable!

Balance of Terror

[1983]
Album: Dirty Rotten LP
They've known all along
(continua)
inviata da giorgio 28/6/2010 - 20:36
Downloadable!

War Crimes

[1983]
Album: Dirty Rotten LP
You should have gone to Canada you could have run away
(continua)
inviata da giorgio 28/6/2010 - 19:53
Downloadable! Video!

Stupid, Stupid War

[2004]
Album: Punk Подвал
You think you look good in your new uniform
(continua)
inviata da giorgio 28/6/2010 - 08:56
Downloadable! Video!

Quaranta giorni di libertà

ragazzi e amici... credo che oggi questi valori non solo debbano essere recuperati .. ma rafforzati nella voglia interiore e nell'espressione di essi.
Salutoni e grazie
Pasquale 28/6/2010 - 00:23
Downloadable! Video!

Stato sociale

Version française – L’ÉTAT SOCIAL – Marco Valdo M.I. – 2010
Chanson italienne – Stato Sociale – Germano Bonaveri – 2010

Tu sais, Lucien l'âne mon ami, ils en inventent tous les jours. Chez les humains, quand on veut tromper les gens, on leur raconte une belle histoire ou on invente un nom séduisant pour camoufler, maquiller son mensonge – comme une vieille auto qu'on essaye de faire passer pour neuve pour mieux la vendre. Donc, pour cette fois, le beau nom, la belle lanterne (Monsieur, prend sa vessie pour une lanterne, disait Pierre Dac. Et alors, lui demandait Francis Blanche ? Et alors ? Il se brûle...) – et le monsieur, celui qu'on veut couillonner, c'est toi, c'est moi, c'est la population... Donc, le beau nom, la belle lanterne, c'est précisément le titre de la chanson : l’État Social. Il en est même qui poussent le vice jusqu'à préciser qu'il est actif. Donc, l’État Social Actif.... (continua)
L’ÉTAT SOCIAL
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 27/6/2010 - 21:53
Downloadable! Video!

Capitalismo Sangue Silenzio

[1985]
Album: Cine occhio! Storia e memoria
Una forte esplosione,
(continua)
inviata da giorgio 27/6/2010 - 17:18
Downloadable!

Pray for Peace and Kill for Christ

[1982]
Album: Jonestown Aloha!
During pogroms, innocent people died
(continua)
inviata da giorgio 27/6/2010 - 17:12
Downloadable!

Arms Race

[1982]
Album: Jonestown Aloha!
This world is ruled
(continua)
inviata da giorgio 27/6/2010 - 16:55
Downloadable!

Holiday in Lebanon

[1982]
Album: Jonestown Aloha!
People under debris and beams
(continua)
inviata da giorgio 27/6/2010 - 16:38
Downloadable!

Lo sai

[1983]
Album: Split LP
Lo sai -che ci sono realtà opprimenti
(continua)
inviata da giorgio 27/6/2010 - 16:21
Downloadable!

Get Killed

[1982]
Album: Jonestown Aloha
Comes a time that you'll get caught
(continua)
inviata da giorgio 27/6/2010 - 16:14
Video!

America the Beautiful

[1982]
Lyrics & Music by Joe Keithley
First Album: Rat Music For Rat People
"Welcome to America, Home of the brave and Land of Free..."
(continua)
inviata da giorgio 27/6/2010 - 11:11
Video!

Frontiere

[1983]
Album: Mucchio selvaggio
Ci insegnano ad odiare gente lontana
(continua)
inviata da giorgio 26/6/2010 - 18:55
Downloadable! Video!

Nessuna fiducia

[1983]
Album: Rivolta e Negazione 7''
Veleno e sfiducia versati a piene mani
(continua)
inviata da giorgio 26/6/2010 - 17:07
Downloadable! Video!

Angelita di Anzio

Mi chiamo ovviamente Angelita, questa canzone mi piace perche la storia della bambina e commovente. Perche anche la mia storia è così
26/6/2010 - 15:16
Downloadable! Video!

Arrivaru i Cammisi

Da Politicamentecorretto.com

Il libro "Terroni" di Pino Aprile dovrebbe diventare un testo di scuola. Da 150 anni ci raccontano la barzelletta del Sud liberato dai Savoia per portarvi la libertà, la giustizia, il progresso. "Terroni" descrive con una puntigliosa documentazione e ricerca delle fonti un'altra realtà. Quella di un Paese occupato, spogliato delle sue attività produttive, con centinaia di migliaia di morti tra la popolazione civile. Un Paese "senza più padri", costretti, per sopravvivere, a milioni all'emigrazione (prima quasi sconosciuta) dopo l'arrivo dei Savoia che, per prima cosa, ne depredarono le ricchezze a partire dalla Cassa del regno delle Due Sicilie. [[http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/arte_e_cultura/2010/23-aprile-2010/terroni-|-nord-inflisse-sud-quello-che-nazisti-fecero-marzabotto-1602891073639.shtml|"Terroni"]] racconta le distruzioni di... (continua)
giorgio 26/6/2010 - 12:35
Downloadable!

Disciplina di guerra

[1984]
Album: Loro decidono.. tu paghi
Devi seguire la patria,
(continua)
inviata da giorgio 26/6/2010 - 11:34
Downloadable!

Morte e distruzione

[1983]
Album: Sulla nostra pelle
Morte... e distruzione...
(continua)
inviata da giorgio 26/6/2010 - 11:09
Downloadable! Video!

Quando Fernesce 'a Guerra

Non ho mai sentito questa canzone - Non credo che la versione napoletana è quella originale della N.C.C.P. in quanto vi sono troppi errori. Riscrivo tra parentesi la dizione (Comm' s' ric' - ' allunga la consonante):
Quanno fernesce 'a guerra e vene 'o Sole
(Quann' f'rnesc' 'a 'uerr' e ven' 'o Sol')
vurria turnà a cammenà,
(vurria turnà a camm'nà)
pe chella strada a me cchiù cara
(p' chella strad' a me cchiù car')
addò 'o viento accarezza 'o mare.
(addò 'o vient' accarezz' 'o mar')
Ma nunn'è overo me l'hanno ditto ca nunn'è overo
Ma nunn'è over' m' l'hann' ritt' ca nunn'è over')
si me n'addono, vurria durmì n'ata vota
(si m' n'addon', vurria rurmì n'ata vot')
e pò nun me scetà cchiù...
(e pò nun m' sc'tà cchiù ...)
Nè chi vò, chi vò stu suonno nè chi vò?
Nè chi vò, chi vò stu suonn' nè chi vò?)
Nè chi vò, chi vò cantà nè chi vò?
(Nè chi vò , chi vò cantà nè chi vò?)
Comme... (continua)
Francesco 26/6/2010 - 01:59
Downloadable! Video!

Clandestino

Chanson italienne – Clandestino – Germano Bonaveri – 2010
(Texte: G. Bonaveri , Musique: A. D’Urso, G. Bonaveri)
CLANDESTIN
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 25/6/2010 - 21:51

Gli arditi del popolo

[1921]

Dopo Figli dell'officina, Giovinezza, Stornello antifascista livornese, Siam del popolo gli arditi, [Dei fatti ch'io vi narro ricordate], un’altra canzone riconducibile alla breve ma intensa esperienza di resistenza contro il nascente fascismo di cui furono protagonisti gli Arditi del Popolo.
Testo di Guglielmo (qui Gulielmo) Boldrini, classe 1872, sindacalista anarco-libertario già dirigente della Camera del Lavoro di Siena e perseguitato politico sotto il fascismo.
Pubblicato dalla rivista “Il Seme” del 20 luglio 1921.
Trascritto da questa pagina.
Sacrati al fuoco, nella mischia orrenda
(continua)
inviata da The Lone Ranger 25/6/2010 - 14:42
Downloadable! Video!

Can You Feel It?

Brava, kd, continua così, continuiamo a farci del male...
Ma lo sai che "l'ironia è l'arma della borghesia"? Lo diceva già Gaber nel 1972...
Ma tanto io prima o poi t'acchiappo!
L'Alieno 25/6/2010 - 11:38
Downloadable! Video!

All You Fascists

BERLUSCONI, YOU FASCIST, BOUND TO LOSE!

IL PREDONE

di Giuseppe D'Avanzo, da La Repubblica del 25 giugno 2010

PENSIAMO ogni volta di aver conosciuto di Berlusconi il volto peggiore, l'intenzione più maligna, la mossa più fraudolenta. Bisogna convincersene, quell'uomo sarà sempre in grado di mostrare un'intenzione ancora più maligna, una mossa ancora più fraudolenta, un volto ancora peggiore. Sappiamo che cosa è e rappresenta la cosa pubblica per il signore di Arcore, non dobbiamo scoprirlo oggi. È l'opportunità di ignorare e distruggere le inchieste giudiziarie che hanno ricostruito con quali metodi e complici e violenze Silvio Berlusconi ha messo insieme il suo impero. Non scopriamo adesso che il signore di Arcore si è fatto Cesare per evitare la galera (lo ha detto in pubblico senza vergogna il suo amico Fedele Confalonieri). E tuttavia, pur consapevoli che il potere berlusconiano sia... (continua)
The Lone Ranger 25/6/2010 - 11:27
Downloadable! Video!

Rachel And The Storm

come in poche parole
delineare un'emozione
in chi non sapeva.

più che un discorso
più che un fiume di parole
f 25/6/2010 - 11:00
Downloadable! Video!

No Fuckin' War

[1984]
Album: Peace? (EP)
Well here we go again
(continua)
inviata da giorgio 25/6/2010 - 08:24
Downloadable! Video!

The Door

Una canzone sulla guerra di Corea scritta nel 1974 da Billy Sherrill (1936-, produttore ed arrangiatore) e Norro Wilson (1938-, country singer) ed interpretata da George Jones.

(Bernart)
I've heard the sound of my dear old mama crying
(continua)
inviata da Traci Hilderbrand 25/6/2010 - 03:15
Downloadable!

Right Wing / White Ring

[1983]
Album: Kill From The Heart
Hey, mothers cryin' in the street
(continua)
inviata da giorgio 24/6/2010 - 08:34
Downloadable!

Mai arrendersi

[1984]
Album: Finirà mai? (EP)
Mai arrendersi mai finire
(continua)
inviata da giorgio 24/6/2010 - 08:20
Downloadable!

Inutile trionfo

[1983]
Album: Mucchio selvaggio
T'hanno detto di tacere e non fidarti di nessuno
(continua)
inviata da giorgio 24/6/2010 - 08:13
Downloadable!

I Hope You Get Drafted

[1984]
Album: Peace? (EP)

"I Hope You Get Drafted" was written in a restaurant shortly after the U.S. military takeover of the tiny Caribbean island of Grenada. It was then that I overheard a few ehigh school kids sitting at a table next to our own, upholding the imperialist move as a "neat" thing. Their bragging and laughter, so filled with that “new patriotism” which continues to fester in so many Americans, spoke casually of foxholes, guns,and how much "fun" it would be to fight and "win". As they spoke, my thoughts
turned to the television images of dying soldiers and bloodied children of the various worldwide conflicts. While nuclear bombs have continued to mount their mighty forces and as the world approaches its breaking point, to hear those who sit in the belly of the beast laugh and cheer a victory made from blood, made me wish that they alone be forced to die in the horror and... (continua)
You don't care about nuclear war -or how many people die
(continua)
inviata da giorgio 23/6/2010 - 20:25
Downloadable!

Nuclear Man

Nuclear Man was an anti-Bush anthem which commented on the situation reflecting the Iraq war, and the war on terror itself. The song is from the perspective of a politician who is having a crisis of conscience and is trying to come to terms with making what he feels is the right choice. Unfortunately, he is not stopping himself from his own hypocrisy and greed.

"Nuclear Man" © 2009 Frederick Roussel
Whatever I say to you..you don't wanna hear
(continua)
inviata da Frank Vertz 23/6/2010 - 13:57
Downloadable! Video!

Auferstanden aus Ruinen

Forse nell'introduzione bisognerebbe aggiungere che i "capoccioni" comunisti della RDT (uno su tutti: Erich Honecker) nel 1970 vietarono l'esecuzione del testo di Becher... Ma quale pace, ma quale unità!
Dell''inno rimase soltanto la musica...
The Lone Ranger 23/6/2010 - 13:56
Downloadable! Video!

(Words Flew) Right Around the World

[2007]
Album “The Boy Bands Have Won…”

Ispirata alla poesia/canzone di Brecht/Eisler An Meinen Kleinen Radioapparat.
Featuring the Charlie Cake Marching Band.
The song was written especially for a performance at the annual Brecht Festival in Bertolt Brecht's birthplace, Augsburg.
The line "Bert told Brecht. Brecht told Bert" was taken from a poem by Leeds poet Ronald Arthur Dewhirst.
Bert told Brecht
(continua)
inviata da The Lone Ranger 23/6/2010 - 13:32
Downloadable! Video!

Death Is a Star

[1980]
Album: Combat Rock [1982]
And I was gripped.. by that deadly phantom, I followed him through hard jungles, as he stalked through the back lots, strangling through the night shades..
(continua)
inviata da giorgio 23/6/2010 - 08:37




hosted by inventati.org