Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2009-4-16

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Quaranta giorni di libertà

Se il sig euro marchesi mi fa avere o pubblica la sua e-mail o il suo indirizzo, vedrò di mandargli copia del film. Saluti. (ciao47@ibero.it)
Invito fra l'altro a visitare il sito "pqlascintilla".
Giorgio Quaglia 16/4/2009 - 23:30
Downloadable! Video!

Liberare tutti

16 avril 2009
LIBÉRER TOUT LE MONDE
(continua)
16/4/2009 - 20:17
Downloadable! Video!

Άσμα ασμάτων

Rileggendo e riascoltando la Cantata di Mauthausen, ad alcuni potrebbe tornare in mente che pochi anni fa a Mikis Theodorakis fu tesa una colossale trappola, con la quale si cercò di farlo passare per ... antisemita. Non gli si perdonava di desiderare un futuro degno e vivibile per entrambi i contendenti del conflitto israeliano-palestinese; e gli venne applicata l'equazione per la quale, se non si è acriticamente fautori della politica del governo israeliano in carica, necessariamente si è antisemiti. Conversando, a casa sua, con alcuni giornalisti, Theodorakis aveva fatto una riflessione sui due popoli, il greco e l'ebraico, entrambi così antichi, così decisivi per ciò che dai loro spiriti magni ha tratto l'Occidente, e - se pure un paragone sia possibile - così maltrattati dalla storia, al punto da essere stati per secoli costretti a sognare e, finalmente, a conseguire ciascuno il proprio... (continua)
Gian Piero Testa 16/4/2009 - 19:50
Downloadable! Video!

Who's Next?

¿QUIÉN SIGUE?
(continua)
inviata da Alessandro + CCG/AWS Staff 16/4/2009 - 17:44
Downloadable!

Fascisti in doppiopetto

[1996]
Album: Conflitto

Scritta da Pol G, LaT.LaO., Militant A e Brutopop.

"È un po’ di tempo che penso di proporre qui il testo di alcune canzoni interessanti, che per una serie di motivi (vedere la presentazione del sito) non hanno spazio nel sito. Si tratta di canzoni di rap «militante», in genere degli anni ‘90. Inizio con una canzone che ho ri-ascoltato oggi per caso e mi ha fatto subito pensare ai pestaggi della polizia oggi a Roma, all’università. La canzone è Fascisti in doppio petto, dall’album Conflitto, del 1996, degli Assalti Frontali." - Sergej, dal Blog del "Deposito", 18 marzo 2009. Sergej Durzu è il curatore del nostro "sito gemello", Il Deposito - Canti di Lotta. [CCG/AWS Staff]
I fascisti alla porta
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 16/4/2009 - 17:36
Downloadable! Video!

So Long, Mom (A Song For World War III)

Chau Mama - La versione spagnola di Nacha Guevara (1971) dall'album Este es el año que es (a sua volta traduzione semiletterale di That Was The Year That Was.
CHAU MAMA
(continua)
inviata da Alessandro 16/4/2009 - 16:50
Downloadable! Video!

The Folk Song Army

[1969]
Album "Nacha Guevara Mezzo Soprano"
EL EJÉRCITO DE LA NUEVA CANCIÓN
(continua)
16/4/2009 - 16:35

El portaviones

[1971]
Album "Este es el año que es"
Y, en lo que va del año, ya nuestro gobierno ha hecho muchas compras, si ... ha comprado dos destructores clase Fisher a Estados Unidos de Norteamérica y dos submarinos a Alemania occidental y ya están las tratativas bastante avanzadas para la compra de un nuevo portaviones. Esta vez se trata de una nave equipada con veinte unidades aéreas que tiene a su bordo mil oficiales y subalternos, que mide doscientos diez metros de eslora, que tiene veinticuatro metros de ancho y un hangar de ciento treinta y cinco metros......A ver, ¿por qué llegan tan tarde?.....bueno, ¿dónde estábamos?...¿en la eslora?.....bueno, y tiene treinta y cinco metros de ancho. Bueno, parece que fue construido en Inglaterra en el año mil nueve cuarenta y cuatro, si, quien lo vendió a Holanda en el año mil nueve cuarenta y o... (continua)
inviata da Alessandro 16/4/2009 - 16:12
Downloadable! Video!

La java des bombes atomiques

Versione spagnola di Nacha Guevara da "Nacha Guevara Mezzo Soprano" (1969)
LA JAVA DE LAS BOMBAS ATÓMICAS
(continua)
inviata da Alessandro 16/4/2009 - 16:03
Video!

Canción del odio

[1984]
Album "Los patitos feos"
Parole e musica di Steven Vinaver e Mary Rodgers
Guerra, sangre, odio en derredor
(continua)
inviata da Alessandro 16/4/2009 - 16:00
Downloadable! Video!

Paloma de la paz

Ma non fu scritta da Chicho Sánchez Ferlosio e registrata nel suo unico disco, "A contratiempo" del 1978?
Alessandro 16/4/2009 - 11:50

Sto benissimo - Je vais très bien

Sto benissimo - Je vais très bien
Canzone léviane – Sto benissimo – Je vais très bien – Marco Valdo M.I. - 2005

On connaît tous de ces gens, de ces athlètes du travail, de ces marathoniens de l'effort, de ces acharnés de l'activité, de ces malades atteints d'un cancer du lucre, de ces accros de la calculette, du téléphone et de l'ordinateur, de ces stakhanovistes du capital, de ces fétichistes de l'action et des bourses, de ces obsédés du rendement et de ces tueurs de coûts... qui s'agitent tellement qu'ils suent le « burnout » (Je rappelle cette élégante expression coloniale : « faire suer le burnous » qui exprimait finement qu'il fallait faire crever de travail les Maghrébins, qu'il convenait d'exploiter au maximum le personnel indigène...).
Bien évidemment, ces messieurs s'appliquent à eux-mêmes ces tourments jusqu'à s'y brûler les ailes et le reste. Précisément, en angliche, « Burn... (continua)
Benissimo ! Benissimo !
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 15/4/2009 - 23:37
Downloadable! Video!

Jeřabiny

à partir de la version italienne de Martina Mezírková
d'une chanson tchèque de Karel Kryl, intitulée Jerabiny.

Il s'agit, ainsi que le précise dans les commentaires en italien Martina Mezírková, d'une chanson qui allude à l'invasion de la Tchécoslovaquie par les forces amies qui venaient la sauver d'elle-même. La question que se posaient les Tchèques et on connaît à présent la réponse était essentiellement : quand et comment ces « visiteurs d'août », ces étranges touristes aux tenues si coquettes et si décontractées, équipés de si jolies autos (un peu lourdes, certes) et de si étonnants instruments, allaient s'en retourner d'où ils étaient venus.
Cette invasion touristique fait songer aux sauterelles plus qu'aux pipistrelles, lesquelles figurent ici l'aviation amie qui tenait un meeting aérien permanent au-dessus de la capitale juste pour ébaudir le bon peuple et les touristes eux-mêmes.... (continua)
UNTER DEN EBERESCHEN – SOUS LES SORBIERS
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 15/4/2009 - 22:22
Downloadable! Video!

Figli del vento

[2009]
Album: Onda libera

Una canzone dedicata al popolo Rom, legato ad un unica bandiera, quella chiamata libertà. Senza esercito né patria, ma eternamente costretto a recitare il ruolo di “chi fa paura”.
Noi, ladri e tagliagole, straccioni senzadio
(continua)
inviata da DonQuijote82 15/4/2009 - 21:00
Downloadable! Video!

Little Big Horn

[1991]
Album: "Blazon Stone"

Un brano sulla sconfitta del capitano Custer.
Hey Mr. Custer,
(continua)
inviata da Io non sto con Oriana 15/4/2009 - 19:32
Downloadable! Video!

Eternal Life

ETERNAL LIFE (ROAD VERSION)
(continua)
15/4/2009 - 19:09
Video!

Ballade des pendus [Épitaphe Villon]

Fratelli umani, che siete ancora vivi
(continua)
inviata da Cardoni Arianna 15/4/2009 - 15:51

Une Warteck et un Cardinal

[1993]
Album "SarcloSolo"
On avait déjà le Cenovis
(continua)
inviata da Alessandro 15/4/2009 - 15:47

Comment faire une belle carrière à l'armée

[1998]
Album "On leur doit des enfants si doux"
Chais pas vous, mais moi mes copains
(continua)
inviata da Alessandro 15/4/2009 - 15:41
Video!

Petit Pasqua Noël

Malik Oussekine, di origini algerine, era uno studente francese dell'École supérieure des professions immobilières (ESPI) di Parigi.
Il 6 dicembre 1986, mentre usciva da un jazz club, fu inseguito da due "voltigeurs" della polizia, le pattuglie di motociclisti (uno alla guida, l'altro seduto dietro e armato di un grosso manganello) che erano incaricate di ripulire le strade dai "casseurs" alla fine delle manifestazioni. Quel giorno c'era stato uno sgombero, piuttosto incruento, della Sorbona occupata, ma qualche studente aveva abbozzato una barricata... così furono mandati i "volteggiatori" (ma meglio sarebbe chiamarli "avvoltoi") a fare piazza pulita.
Una moto si scagliò sul Malik che, giustamente, scappò. Un uomo gli offrì aiuto nella fuga, consentendogli di rifugiarsi nell'androne del palazzo dove abitava... ma gli avvoltoi seguirono la loro povera preda e massacrarono Malik, indifeso,... (continua)
Alessandro 15/4/2009 - 14:38
Downloadable! Video!

12 Septembre

[2006]
Album "Gibraltar"

Un giovane africano, musulmano, immigrato in Europa, il giorno dopo l'11 settembre 2001...
J'avais déjà un flow de tarés lorsque les tours jumelles se sont effondrées,
(continua)
inviata da Alessandro 15/4/2009 - 11:11
Downloadable! Video!

Soldat de plomb

[2006]
Album "Gibraltar"
Tout maigre dans ma grosse veste qui me servait d’armure,
(continua)
inviata da Alessandro 15/4/2009 - 11:02

Dieu a-t-il les oreilles décollées et le front national? (La chair à saucisse)

[1997]
Album "Michel et Denis jouent à Paris"
Dieu a fait l'homme à son image
(continua)
inviata da Alessandro 15/4/2009 - 09:40

Bénarès

Bénarès
Canzone léviane française et italienne – Bénarès – Benares – Marco Valdo M.I. – 2005

Il fut un temps où les peuples du monde, ceux qui avaient été mis en colonie, en esclavage, en sujétion aux délires de la civilisation; un temps où la partie civilisée du monde venait de s'entredétruire (12.000.000 de morts la première fois, 40.000.000 la seconde) et se préparait pour une troisième fois (est-ce bien fini ?), un temps où deux camps s'affrontaient et où ces peuples vinrent au jour et parmi les plus grands d'entre eux, on trouvait l'Inde.

C'était au temps de Nehru où les peuples tentèrent une autre voie : celle du tiers-Monde (comme il y eut un Tiers État), celle des pays non-alignés - ça fait toujours plaisir de savoir qu'il y a des gens et des peuples qui ne veulent pas s'aligner.

Nehru rassembla à Delhi tous les écrivains de l'Asie (poètes, aèdes, romanciers, nouvellistes,... (continua)
Benares, cuore dell’India
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 15/4/2009 - 09:21
Downloadable! Video!

Riccardo Marasco: Vita, morte e miracoli di Luca Cava

[1974]
Testo e musica di Riccardo Marasco
Album: "L'Ammucchiata"


"Re, imperatore, papa, filosofo, poeta, operaio, contadino: l'uomo nelle sue funzioni. Non ridete: pensate a voi stessi".

Così recita una curiosa epigrafe, dettata dall'uomo di spettacolo senese Silvio Gigli, che sovrasta un'ancor più curiosa statuetta sita nell'antico borgo chiantigiano di San Gusmè. E' la statuetta di Luca Cava, uno degli autentici eroi leggendari toscani, ed ancor più perché incarna due capisaldi della cultura popolare toscana: l'uguaglianza e la merda. La strada che ha portato all'Inno del corpo sciolto di Benigni è lunga di secoli: sul vaso siamo tutti uguali.

Ma qual è la storia della statuetta? La riprendiamo da L'Informatore, la pagina online per i soci della Coop.

“A San Gusmè si è inventata una festa, nata a sua volta da un episodio che ha del leggendario, di cui è difficile trovare l'uguale... (continua)
Questa è la storia del famoso Cava
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 15/4/2009 - 00:19

Nuit de Rome – Notte romana

[2009]
Paroles et musique par Marco Valdo M.I.
Canzone léviane

Nuit de Rome est une canzone léviane, une canzone tout droit venue de « L'Orologio », ce roman de Carlo Levi où il relate la liquidation de l'espoir que représentait Ferruccio Parrì et son gouvernement venu tout droit de la Résistance. Cette liquidation, voulue par les Alliés, a facilité l'installation au pouvoir de la restauration conservatrice (essentiellement, catholique) en même temps que l'amnistie accordée aux fascistes, à défaut de le faire directement au fascisme.

On a vu où pareille pantalonnade a mené l'actuelle Italie et pire encore, où cela peut ramener demain l'Europe entière. Bert Brecht avait raison... Le ventre est encore fécond...

La canzone rappelle comme dans un écho une chanson française contant Les Loups dans Paris.

Elle évoque aussi l'histoire du Loup de Rome et du Petit Chaperon rouge.

C'est... (continua)
A Rome, la nuit,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 14/4/2009 - 22:28

La fille de Janus

La Fille de Janus
Chanson française – La Fille de Janus – Marco Valdo M.I. – 2009

Il est bien étrange que les partis et les sectes qui parlent au nom de la liberté, qui la mettent dans leur nom, qui la chambrent dans une maison (una Casa della Libertà) entretiennent avec elle la relation d'un mac avec sa protégée.
Ils la sortent toute parée dans le monde, elle leur sert de décoration, mais elle n'a strictement aucun droit à l'autonomie. Ils l'ont tout simplement kidnappée et la tienne serrée sous leur drapeau.
Alors, mes amis, quand on vous parle de la liberté, n'oubliez jamais qu'elle est fille de Janus et qu'elle a deux visages :

un « par devant » - celui que l'on aime, celui de la liberté libre qui parle en face et de sa propre voix;

un « par derrière » - celui de la liberté, violée et prostituée, soumise aux intérêts d'un mac et de son parti, sans voix, il parle pour elle.... (continua)
Amis, prenez-y bien garde
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 14/4/2009 - 21:30
Downloadable! Video!

Ελληνική Αστυνομία

il giorno 11 aprile 2009, nella città di Limassol, a Cipro, si è svolta una manifestazione contro la violenza della polizia, organizzata dal Movimento Cittadino di Limassol e appoggiata dal "Movimento Cittadino alert".

qui il manifesto della manifestazione

lo slogan riportato sul manifesto è:

"TUTTE LE ETA', TUTTI I CITTADINI UNITI IN UN'OPPOSIZIONE COSTRUTTIVA

Ci opponiamo alla cultura della violenza della polizia e alla violenza psicologica delle istituzioni che ci hanno voltato le spalle."
la dilillo 14/4/2009 - 16:19
Downloadable!

Ninna nanna del fabbricante d'armi

Armi contro la crisi - L’Italia segna +220%
Boom del settore, nel 2008 autorizzate vendite per 4,3 miliardi

di Raphael Zanotti
da La Stampa del 14 aprile 2009

L’Italia ripudia la guerra, è scritto nella Costituzione. Eppure, di armi italiane, è pieno il mondo. L’Italia vende un po’ a tutti. Paesi belligeranti compresi. Un comparto che non conosce crisi, flessioni. Nel 2008 il volume d’affari è cresciuto del 222% rispetto all’anno precedente, con le transazioni bancarie schizzate da 1.329.810.000 a 4.285.010.000. Scrive la Presidenza del Consiglio nel suo ultimo rapporto sulle esportazioni, importazioni e transito dei materiali d’armamento: «Tale comparto rappresenta un patrimonio tecnologico, produttivo e occupazionale non trascurabile per l’economia del Paese». L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, è anche scritto nella Costituzione. Il maggior acquirente di armi... (continua)
Alessandro 14/4/2009 - 15:21
Downloadable! Video!

Desarmate

[1994]
Album "Trance Zomba"
Explosión, en mi barrio,
(continua)
inviata da Alessandro 14/4/2009 - 14:44
Downloadable!

Nascondino

[2008]
Testo di Paolo Donadoni
Musica di Graziano Nardini
Lyrics by Paolo Donadoni
Music by Graziano Nardini
Album: "Fino alla fine"

e quella faccia da schiaffi
che ride con occhi tristi?
prima era un prato
ora un campo minato



“Tutti giù per terra” è un gruppo di musicisti di Santa Margherita Ligure e dintorni che si sono riuniti per l’occasione attorno a Paolo Donadoni, autore di tutti i testi e fautore, nonché produttore, di questo libro e cd “Fino alla fine” dove il tema unico e filo conduttore è la guerra.
I testi sono vere e proprie poesie che si muovono dentro la musica di Graziano Nardini e di questa piccola orchestra, sempre efficaci a descrivere l’atroce realtà della guerra che pervade ogni angolo ed ogni voce senza lasciare alcuno spazio se non quello, sporadico e sofferto, ad un anelito a qualcosa di più alto nella spietata lotta per sopravvivere tra il sangue, il... (continua)
Ho immaginato un gioco
(continua)
inviata da i.fermentivivi 14/4/2009 - 14:25

L'albero

[2008]
Album: "Fino alla fine"



“Tutti giù per terra” è un gruppo di musicisti di Santa Margherita Ligure e dintorni che si sono riuniti per l’occasione attorno a Paolo Donadoni, autore di tutti i testi e fautore, nonché produttore, di questo libro e cd “Fino alla fine” dove il tema unico e filo conduttore è la guerra.
I testi sono vere e proprie poesie che si muovono dentro la musica di Graziano Nardini e di questa piccola orchestra, sempre efficaci a descrivere l’atroce realtà della guerra che pervade ogni angolo ed ogni voce senza lasciare alcuno spazio se non quello, sporadico e sofferto, ad un anelito a qualcosa di più alto nella spietata lotta per sopravvivere tra il sangue, il dolore e la morte.
Le parole di Donadoni non descrivono una guerra in particolare, ma la guerra nel suo totale. La guerra fuori dal tempo e fuori dalla storia. Proprio perché la guerra ha accompagnato da... (continua)
Ero un albero
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 14/4/2009 - 13:32

Chissà dove va

[2008]
Album: "Fino alla fine"



“Tutti giù per terra” è un gruppo di musicisti di Santa Margherita Ligure e dintorni che si sono riuniti per l’occasione attorno a Paolo Donadoni, autore di tutti i testi e fautore, nonché produttore, di questo libro e cd “Fino alla fine” dove il tema unico e filo conduttore è la guerra.
I testi sono vere e proprie poesie che si muovono dentro la musica di Graziano Nardini e di questa piccola orchestra, sempre efficaci a descrivere l’atroce realtà della guerra che pervade ogni angolo ed ogni voce senza lasciare alcuno spazio se non quello, sporadico e sofferto, ad un anelito a qualcosa di più alto nella spietata lotta per sopravvivere tra il sangue, il dolore e la morte.
Le parole di Donadoni non descrivono una guerra in particolare, ma la guerra nel suo totale. La guerra fuori dal tempo e fuori dalla storia. Proprio perché la guerra ha accompagnato da... (continua)
Questa guerra
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 14/4/2009 - 13:26

Cholo peruán

[1970]
Album "Galicia Canta",

Xulio Formoso è un cantautore galiziano trapiantato in Venezuela. L'album "Galicia Canta" fu pubblicato nel 1970 a Caracas. I testi delle canzoni interpretate da Formoso furono scritti da Farruco Sesto Novás (poi politico di primo piano con Chavez) Celso Emilio Ferreiro e J.J. Sesto Novás, tutti di origine galiziana.

Testo trovato qui
Negro nacín no fosco sul,
(continua)
inviata da Alessandro 14/4/2009 - 11:51

Un vento ven

[1970]
Album "Galicia Canta",

Xulio Formoso è un cantautore galiziano trapiantato in Venezuela. L'album "Galicia Canta" fu pubblicato nel 1970 a Caracas. I testi delle canzoni interpretate da Formoso furono scritti da Farruco Sesto Novás (poi politico di primo piano con Chavez) Celso Emilio Ferreiro e J.J. Sesto Novás, tutti di origine galiziana.

Testo trovato qui
Ven, ven, ven, un vento ven,
(continua)
inviata da Alessandro 14/4/2009 - 11:50

A história do meu povo

[1970]
Album "Galicia Canta",

Xulio Formoso è un cantautore galiziano trapiantato in Venezuela. L'album "Galicia Canta" fu pubblicato nel 1970 a Caracas. I testi delle canzoni interpretate da Formoso furono scritti da Farruco Sesto Novás (poi politico di primo piano con Chavez) Celso Emilio Ferreiro e J.J. Sesto Novás, tutti di origine galiziana.

Testo trovato qui
Vouvos contar a história do meu povo
(continua)
inviata da Alessandro 14/4/2009 - 11:47
Downloadable!

La lettera

[2008]
Testo di Paolo Donadoni
Musica di Graziano Nardini
Lyrics by Paolo Donadoni
Music by Graziano Nardini
Album: "Fino alla fine"

i ricordi sono come stelle
fanno luce solo di notte...



“Tutti giù per terra” è un gruppo di musicisti di Santa Margherita Ligure e dintorni che si sono riuniti per l’occasione attorno a Paolo Donadoni, autore di tutti i testi e fautore, nonché produttore, di questo libro e cd “Fino alla fine” dove il tema unico e filo conduttore è la guerra.
I testi sono vere e proprie poesie che si muovono dentro la musica di Graziano Nardini e di questa piccola orchestra, sempre efficaci a descrivere l’atroce realtà della guerra che pervade ogni angolo ed ogni voce senza lasciare alcuno spazio se non quello, sporadico e sofferto, ad un anelito a qualcosa di più alto nella spietata lotta per sopravvivere tra il sangue, il dolore e la morte.
Le parole di Donadoni... (continua)
è una notte che fa schifo
(continua)
inviata da i.fermentivivi 14/4/2009 - 11:06
Downloadable! Video!

Todos los caballos blancos

[1976]
Album "Porsuigieco"

Scritta da Gieco per l'unico lavoro del gruppo "Porsuigieco", composto da alcune delle più importanti figure del rock argentino: con Gieco, Charly García, Raúl Porchetto, Nito Mestre e María Rosa Yorio.

Una mattina di sole, un istante di pace... per un attimo posso dimenticarmi degli aguzzini che ci danno la caccia per toglierci tutto, per ucciderci...
Voy andando y siento el sol
(continua)
inviata da Alessandro 14/4/2009 - 10:11
Downloadable!

Mirta, de regreso

[1982]
Album "Tiempos dificiles"
Autore: Adrián Abonizio

C'era ancora la dittatura. C'era la guerra delle Malvinas. E Baglietto e Albonizio avevano il coraggio di proporre questa canzone, di un prigioniero (forse di una prigione clandestina) che riesce a tornare miracolosamente dall'inferno, ma senza trovare più la vita di prima: "tutti sembrano soldati, mi sembra di essere in mezzo a un cimitero, mi hanno accolto il freddo e un nuovo governo... Mirta, non ricordo nemmeno più il tuo corpo..."
De regreso, Mirta
(continua)
inviata da Alessandro 14/4/2009 - 09:43
Downloadable! Video!

Piero Ciampi: Disse: Non Dio, decido io

Chanson au thème on ne peut plus clair... Elle raconte tout simplement un suicide. La seule chose qu'il faut espérer dans ce cas de figure, c'est de ne pas se rater, c'est que l'automobile, ou le train, ou le camion, ou le métro ou le tram ne vous rate pas lui non plus.

Aragon chantait « Est-ce ainsi que les hommes vivent...? »; Ciampi répond « Est-ce ainsi que les hommes meurent...? »

Certains, au bout d'une extrême lassitude, englués dans un interminable ennui, poussés à bout par les vicissitudes d'une vie hasardeuse, écrasés par l'indifférence ou la méchanceté du monde, minés par la misère ou par la solitude ou par un songe qui ronge leur esprit ou un amour qui tourne mal, pour mille raisons indiscernables ou indicibles finissent pas sauter le pas.
Je n'ai d'ailleurs jamais vraiment compris ce qui gênait dans un suicide, dans l'acte de liberté ultime qu'il représente... Et je me... (continua)
JE DÉCIDE, PAS DIEU
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 13/4/2009 - 21:44
Downloadable! Video!

Aux armes citoyennes

[2001]
Album "La Zizanie"
A ceux qui pensent
(continua)
inviata da Alessandro 13/4/2009 - 19:19




hosted by inventati.org