Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2008-9-16

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Lili Marleen [Lied eines jungen Wachtpostens]

LATINO / LATIN [2] - Franciscus Kopmeier

Su Ephemeris, web magazine in lingua latina, sono stati casualmente reperiti i primi versi (la prima strofa) di una versione latina di Franciscus (Franz?) Kopmeier, in una biografia di Marlene Dietrich: Haud multi hodie cantilenam illam reminiscuntur, c. t. erat "Lili Marleen", quae altero bello mundano furente aures mulcebat militum praesertim Germanorum variis in Europae regionibus pugnantium atque eorum animos Patriae revisendae desiderio tenebat flebilissimo. En versus quidam illius cantiunculae, quos Latine vertit Franciscus Kopmeier [...] Riportiamo qui il testo della strofa: [CCG/AWS Staff]
[LILI MARLEEN]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 16/9/2008 - 20:47
Downloadable! Video!

The Queen And The Soldier

Sono cresciuta ascoltando i racconti dei miei nonni che oggi non ci sono più e che hanno vissuto due guerre mondiali: è da loro che ho imparato l'odio per la guerra e il rispetto della diversità. Per questo quando ho scoperto questo bellissimo sito l'ho subito inserito tra i miei preferiti e ho deciso di dare un piccolo contributo, traducendo alcune canzoni: conosco solo un po' d'inglese e sto scegliendo tra tutte quelle canzoni che qualsiasi principiante può tradurre senza impazzire, preferendo quelle che non parlino di una guerra in particolare: non ci sono guerre più o meno giuste, TUTTE LE GUERRE SONO IGNOBILI.
So bene che delle semplici canzoni possono fare ben poco per cambiare le assurde situazioni di odio che vediamo ovunque, ma se anch'io posso aiutare a far riflettere sono sicura che non sarà fatica sprecata, in attesa che queste sconvolgenti poesie in musica diventino solo una testimonianza di un tempo lontano

Moira, dal guestbook
LA REGINA E IL SOLDATO
(continua)
inviata da Moira Giusti 16/9/2008 - 19:25
Con dolore apprendiamo la morte di Stefano Rosso. Un omaggio con quella che forse è la sua più bella, e viva, canzone: Bologna '77.
Riccardo Venturi 16/9/2008 - 13:06

Bosko and Admira

BOSKO E ADMIRA
(continua)
inviata da Moira Giusti 15/9/2008 - 18:47
Downloadable! Video!

Don't Look Back In Anger

Il testo di questa canzone è abbastanza oscuro, ma è più che
chiaro l’omaggio a John Lennon in apertura con l’attacco di Imagine e soprattutto nel bridge retto dalla frase “I must start a revolution from my bed”, riferita ai bed-in for peace organizzati da John Lennon e Yoko Ono nel 1969. Sally però non si sa chi cavolo sia…

da (What’s the story) Morning glory (1996)
Sleep inside the eye of your mind
(continua)
inviata da Roberto Oliva 15/9/2008 - 18:16
Downloadable! Video!

Convien partir

Bellíssimo!!!
sweet_childhood@hotmail.com 15/9/2008 - 14:51

E a te, Pietro Valpreda

anonimo
Intervista a Pietro Valpreda.
Riccardo Venturi. 15/9/2008 - 14:07

Lettera a Mio Padre

vorrei avere la canzione lettera al papa' lontano
di Franco trincale grazie
maggie 15/9/2008 - 03:26

A Franco

F.F. Rossi
Chanson italienne – A Franco – F.F. Rossi
Franco Serantini. Anarchico. 1951-1972.

C'est l'histoire d'un jeune homme, orphelin, qui s'en fut manifester contre la venue à Pise d'un député fasciste, le dénommé Niccolai. Il a rencontré les “forces de l'ordre”; tabassé, il agonisa en prison deux jours, puis il mourut de ses blessures, sans soin. On voulut cacher l'horreur en l'enterrant en cachette, en cachant son corps dans la terre... Vite, vite... C'était compter sans ses camarades, sans cette solidarité des opprimés... Ils lui firent des funérailles aux poings levés. Le 9 mai 1972. Depuis, la guerre contre les pauvres, contre les libertaires continue... Il s'appelait Franco Serantini. Il était né à Cagliari, il avait vingt ans, il est mort anarchiste.

Voir aussi La Ballade de Franco Serantini
Tu avais vingt ans et tu es mort
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 15/9/2008 - 00:03
Downloadable! Video!

La ballata di Franco Serantini

Chanson italienne - La ballata di Franco Serantini – Canzoniere del Proletariato

C'est l'histoire d'un jeune homme, orphelin, qui s'en fut manifester contre la venue à Pise d'un député fasciste, le dénommé Niccolai. Il a rencontré les “forces de l'ordre”; tabassé, il agonisa en prison deux jours, puis il mourut de ses blessures, sans soin. On voulut cacher l'horreur en l'enterrant en cachette, en cachant son corps dans la terre... Vite, vite... C'était compter sans ses camarades, sans cette solidarité des opprimés... Ils lui firent des funérailles aux poings levés. Le 9 mai 1972. Depuis, la guerre contre les pauvres, contre les libertaires continue... Il s'appelait Franco Serantini. Il était né à Cagliari, il avait vingt ans, il est mort anarchiste.
LA BALLADE DE FRANCO SERANTINI
(continua)
inviata da Marco valdo M.I. 14/9/2008 - 23:41
Downloadable! Video!

La nuova Auschwitz

"Moi, je jouais du violon pendant qu'ils tuaient mes frères..."
J'ai traduit en souvenir de Fra Dolcino et de Pierre Valdo et de tous ceux qu'ils ont persécutés, torturés et brûlés sur les bûchers.
In Vino Veritas.

Chanson italienne – La nuova Auschwitz – Claudio Chieffo
LA NOUVELLE AUSCHWITZ
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 14/9/2008 - 21:53
Downloadable! Video!

Vitti na crozza

Un tempo sentii cantare questa canzone da parte di mio padre, che oggi non c'è più. ma ricordo una strofa che fa così, e perdonatemi se è scritta male in dialetto:
oh bedda madri, madri addulurata
(continua)
inviata da francesco 14/9/2008 - 21:52
Downloadable! Video!

The Day That Never Comes

[2008]

Un testo in linea con la produzione della band statunitense, da sempre eccezionalmente pessimista sulla condizione umana e sul fine ultimo dell'esistenza. Il videoclip alterna immagini del gruppo con quelle di due soldati impegnati in un servizio di pattuglia lungo una strada nel deserto.
Born to push you around
(continua)
inviata da Io non sto con Oriana / http://www.iononstoconoriana.com 14/9/2008 - 20:18
Downloadable! Video!

Imagine

VIETNAMITA / VIETNAMESE

La versione vietnamita ripresa da questa pagina cache

Vietnamese version from this cache page
HÃY TƯỞNG TƯỢNG
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 14/9/2008 - 18:52
Downloadable!

Was It Worth It?

Album: Give It Time. Reflections on Change (2005)
Was it worth it? You should start to ask
(continua)
inviata da giorgio 14/9/2008 - 15:37
Downloadable!

Iraq for Sale!

Album: Iraq Songs of Life and Death [2003]
Iraq for sale, Iraq for sale!
(continua)
inviata da giorgio 14/9/2008 - 12:42
Downloadable!

A Heart That Beats No More

Album: Other Song [2004]

There's no music, just talking
A child from my high school was sent off to Iraq.
(continua)
inviata da giorgio 14/9/2008 - 12:37
Downloadable!

Free Trade

Album: Self-titled [2003]
Free trade agreements are evil
(continua)
inviata da giorgio 14/9/2008 - 09:59
Downloadable!

I Don't Believe in this Country Anymore

Album: Self-titled [2003]
They talk about free speech
(continua)
inviata da giorgio 14/9/2008 - 09:32
Downloadable!

Iraq Has Deadly Weapons

Album: Self-titled [2003]
Iraq has deadly weapons
(continua)
inviata da giorgio 14/9/2008 - 09:25
Downloadable!

The Constant Engineers

Album: Self-titled [2003]
Take me as I come, because I'm coming as I am
(continua)
inviata da giorgio 14/9/2008 - 09:14
Downloadable! Video!

Mostra Mostar

dopo tanto tempo che siamo insieme, nn riesco ancora a capire cio che hai passato e la sofferenza che hai avuto, ma so solo che nn ci dimenticheremo mai!!!!!!!il ricordo ci sara sempre.......anzi cercheremo di sapere ogni giorno una cosa diversa......quando riguardo i filmati della guerra penso sempre che nn vorrei mai passare tutto quello...ti mando un grosso abbraccio......
alessandra 13/9/2008 - 18:32
Downloadable! Video!

Imagine

CINESE / CHINESE

Una versione cinese reperita a questa pagina.

A Chinese translation reproduced from this page.
想像
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 13/9/2008 - 16:51
Downloadable! Video!

Brancaleone alle Crociate [Pirulè]

[1970]
Age-Scarpelli-Monicelli-Rustichelli
Testo di Mario Monicelli
Interpretazione anche di Daniele Sepe (voce di Auli Kokko)
Album: Nia Maro [2004]
(Dove è unita nelle "Saltarelle" iniziali a Saltarella a cannonate)

Dal capolavoro comico del cinema italiano, che è anche, a modo suo, un capolavoro del cinema antimilitarista. I due film con protagonista Brancaleone da Norcia (interpretato da un indimenticabile Vittorio Gassman) possono e debbono essere una miniera inesauribile di spunti; non a caso Daniele Sepe se n'è accorto, inserendo questo celeberrimo brano (forse quello trainante dell'intera colonna sonora dei due film) nelle "Saltarelle" iniziali di "Nia Maro", assieme ad un brano come Saltarella a cannonate. Cosa si va a fare in Terra Santa? Ma a arricchirsi, è una cosa semplicissima! Altro che "Santo sepolcro" e altre cazzate del genere, così come le più tragiche cazzate, allora... (continua)
Branca Branca Branca
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 13/9/2008 - 15:22
Video!

Che il Mediterraneo sia

Canzone suggestiva e affascinante
13/9/2008 - 11:20
Downloadable! Video!

Ideology

[1986]
Lyrics and music by Billy Bragg
Testo e musica di Billy Bragg
Album: Talking with the Taxman About Poetry
When one voice rules the nation
(continua)
inviata da giorgio 13/9/2008 - 07:40
Downloadable! Video!

The Unwelcome Guest

Parole di Woody Guthrie (1940?)
Musica di Billy Bragg, ma ispirata a quella della tradizionale cowboy ballad “Streets of Laredo”, conosciuta anche con il titolo de “Cowboy's Lament"
In “Mermaid Avenue” del 1988, il primo di tre album realizzati da Bragg con Jeff Tweedy e i Wilco dedicati alle canzoni del menestrello dell’Oklahoma.

(Bernart Bartleby)
To the rich man's bright lodges I ride in this wind
(continua)
inviata da giorgio 13/9/2008 - 07:34

Le Président et l'éléphant

[1977]
Paroles et musique: Gilbert Laffaille
Testo e musica: Gilbert Laffaille
Album: "Dimanche après-midi"




"Il suo primo disco è del 1977, con dentro un pezzo, Le Président et l'éléphant, dove prende pesantemente in giro il presidente della repubblica francese Giscard D'Estaing, che ha il vizio della caccia grossa in Africa. Il presidente non gradisce, ma il pubblico e la critica sì. Un inizio promettente, quello di Gilbert: si parla della sua graffiante ironia come d'una nuova risorsa della canzone d'autore in un'epoca in cui essa attraversa una forte crisi". - Alessio Lega.
J'ai dit à mes enfants,
(continua)
inviata da adriana 12/9/2008 - 14:55
Downloadable! Video!

Time in Babylon

[2003]
"Stumble Into Grace"
Five-lane highway danger zone
(continua)
inviata da Alessandro 12/9/2008 - 13:46

La Guerre de Cent mille ans

Ceci n'est pas une chanson, ce serait plutôt un psaume; voilà, un psaume, un texte à psalmodier, à dire avec une cadence, en scandant bien ses mots comme un aède sur une place ou dans un parc ou sur le quai d'un port de Petite ou de Grande Grèce. Un aède aveugle, aveuglé par le soleil, faussement ou véritablement aveugle, tout entier tourné en lui-même et laissant couler les mots – peut-être avec une guitare qui marquerait le pas des paroles.
C'est le ton de la chanson de geste, de l'odyssée, des chanteurs d'histoires; de ceux-là qui passaient dans les villages et sur le parvis de l'église ou au pied de la tour, racontaient d'immenses aventures où des princesses mauresques cuirassées de toutes parts se faisaient finalement enfoncer l'épieu ou le grand braquemart au seul endroit que l'acier ne pouvait protéger.

Ceci n'est pas une chanson, c'est un chant, un romancero tragique qui dit... (continua)
On a connu, on raconte
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 12/9/2008 - 11:40

Le triangle des Bermudes

[1996]
Paroles et musique: Gilbert Laffaille
Testo e musica: Gilbert Laffaille
Album: Tout m'étonne


"Alla fine, tutto quello che importa sapere di Gilbert sta nelle sue canzoni, quelle di un uomo che sa maneggiare con commossa partecipazione, con un sorriso che lenisce senza voler consolare, la materia incandescente delle sofferenze del mondo." - Alessio Lega.
J'ai vu Singapour et Tanger
(continua)
inviata da adriana 12/9/2008 - 11:05
Downloadable! Video!

Giovanna d'Arco

Autore: Francesco De Gregori
Album: Gente Comune (1994)

Nell'inquietante "vocazione" della Pulzella di Orléans, contadina di Domrémy e soldatessa "ante litteram".
Tutto questo campo di grano
(continua)
inviata da giorgio 12/9/2008 - 08:15
Downloadable! Video!

L'Internationale

Pierre Degeyter e la musica dell'Internazionale

Pierre Degeyter, o Pieter De Geyter in grafia fiamminga, era nato a Gand/Gent, in Belgio, l'8 ottobre 1848; quasi un segno del destino essere nato proprio in quell'anno, per il compositore della musica del più famoso canto rivoluzionario del mondo. Morì povero a Saint Denis, presso Parigi, il 26 settembre 1932.

I suoi genitori erano originari dell'estremo nord della Francia, una zona dove ancora la lingua comune è il fiammingo. Si trasferirono in seguito a Gand per lavorare nelle industrie tessili. Quando Pierre aveva sette anni, la famiglia, già con cinque figli, ritornò in Francia stabilendosi a Lilla. Pierre cominciò a lavorare in una fabbrica di fili per cucito, imparando a leggere e scrivere alle scuole serali per operai. A sedici anni si iscrisse all'Accademia delle Belle Arti di Lilla frequentando classi di disegno; ciò gli permise... (continua)
Riccardo Venturi 12/9/2008 - 01:34
Video!

Il boia

Ascoltabile nella pagina MySpace dell'autore
Nero, nero, nero
(continua)
inviata da adriana 11/9/2008 - 15:27
Downloadable!

Armenians

Great song! Great band!
Shavarsh Malakyan 11/9/2008 - 14:10
Downloadable!

Somewhere in America

Album Self-titled (2003)
Somewhere in America this entire war began
(continua)
inviata da giorgio 11/9/2008 - 09:06
Downloadable!

I Don't Wanna Go to No War!

Album: Self-titled (2003).
It's the same old America the one you knew before
(continua)
inviata da giorgio 11/9/2008 - 08:43
Video!

Does Anybody Know I'm Here?

Una disperata canzone d'amore che dà il titolo alla raccolta, edita dall'americana Ace Records, "Does Anybody Know I'm Here? - Vietnam Through The Eyes Of Black America, 1962-1972"
Alone and far away from home
(continua)
inviata da Alessandro 10/9/2008 - 21:21

Daou soner Landevant

anonimo
[ca. 1914?]
Testo / Testenn / Paroles : Anonimo / Dizanv / Anonyme
Musica: "The Minstrel's Boy"
(Canzone popolare irlandese / Son folk iwerzhonat / Chanson populaire irlandaise)

La canzone fu pubblicata nel 1936 nelle “20 chansons populaires” del repertorio di Taldir, vale a dire François Jouffrenou, il “Bardo bretone” dell'inizio del XX secolo. Durante la I guerra mondiale, un padre e suo figlio, di Landévant (nel Morbihan) sono entrambi musicisti: uno suona il binioù (la cornamusa bretone) e l'altro la bombarda. Inviati in guerra nello stesso reggimento, durante un assalto rimangono entrambi uccisi dello stesso colpo di obice; vengono quindi sotterrati tutti e due coi loro strumenti.
Il bardo Taldir fornì la seguente nota storica: “Nel 1900, il 48° Reggimento di Fanteria di Guingamp, sotto il comando del col. Vermeil de Conchard e del cap. Miche de Malleray, fu dotato di sei bombarde... (continua)
En Europ eo krog ar brezel
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 10/9/2008 - 17:56
Downloadable!

Il fucile

Chanson italienne – Il fucile – Andrea Buffa
LE FUSIL
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I 10/9/2008 - 00:25
Downloadable! Video!

L'unica superstite

"Volevo soltanto venire a cercare degli accordi di questa canzone, il testo me lo sono tutto trovato ascoltandola e scrivendo...beh, già che sono qui...questa è la versione che ho sentito dal vivo...da brividi!!!! [Ferio]
L'UNICA SUPERSTITE
(continua)
inviata da Ferio 9/9/2008 - 17:16




hosted by inventati.org