Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2008-5-17

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Casta Diva

bellissima..un soffio di poesia, silvia bellini
b.silvia@infinito.it 17/5/2008 - 22:55
Video!

Good Christian Soldier

[1971]
Lyrics and music by Bobby Bare and Billy Joe Shaver
Album: The Silver Tongued Devil and I
Not so long ago in Oklahoma
(continua)
inviata da Renato Stecca 17/5/2008 - 18:45
Video!

Borghesia

Per parafrasare: Ti ricordi monsieur Lolli?
Ti ricordi "Bologna che caldo che fumo,odore di braci"
Io ero alle medie e qui c'è odore di strage da 34 anni ma non importa a nessuno, adesso abbiamo pure la destra al comune e questo mi fa più male che averla al governo,xchè dopo le loro stragi hanno vinto per gli imbecilli che da poveri lottano tra loro.
Cinziada Brescia ( NON SIAMO PADANIA) è pazzia 17/5/2008 - 04:31
Video!

L'antisociale

Quello che mi da veramente fastidio sono le stars ed affini che si riempiono la bocca di giustizia sociale ad uso degli imbecilli senza cervello con il distinguo alla loro persona, ovvero ricchezza per me perche' sono marxista.
Banda di ipocriti ed arricchiti.
Volete fare veramente i marxisti? non arrichitevi alle spalle della massa.
Robert 16/5/2008 - 20:14
Downloadable! Video!

Dolce Signora

[2007]

Album :Senza meta
Addormentato tra i gerani e tra i cipressi
(continua)
inviata da adriana 16/5/2008 - 17:48
Downloadable! Video!

1968

Segnalo l'esistenza di un interessante video (in francese) in 5 parti sul maggio 1968:

Alessandro 16/5/2008 - 13:30
Downloadable! Video!

Sabbiature

CCG/AWS Staff 15/5/2008 - 14:28
Video!

Le beatitudini

onore a te RINO!
Fiorivi, sfiorivano le viole.....
giacomo 15/5/2008 - 11:02
Video!

Grazie (al cazzo!)

Dal disco "MalaGang" (2007)
in collaborazione con i Gang
Grazie, per l'aria che respiro
(continua)
inviata da Alessandro 15/5/2008 - 09:13
Downloadable! Video!

Socialdemocrazia

[1991]
Album: Le radici e le ali

Beh, mi è venuto in mente di postare questa canzone assistendo in questi giorni all'inciucio che si va velocemente delineando tra "governo nero" e "governo ombra"... la Socialdemocrazia avanza! Che tenebre!!!
Benvenuti a terra
(continua)
inviata da Alessandro 15/5/2008 - 08:50
Downloadable! Video!

I cento passi

Guarda che il testo della canzone è sbagliato. Nella parte parlata.
(enrico)

E' il testo che abbiamo reperito. Le sarebbe possibile fornire quello esatto, per favore, se ne è a conoscenza? Grazie di cuore! [CCG/AWS Staff]
14/5/2008 - 11:50
Downloadable! Video!

Warszawianka 1905 roku [La Varsovienne; Варшавянка; ¡A las barricadas!]

2o. Greek version*


Στα οδοφράγματα (A Las Barricadas) ήταν ένα από τα πιο δημοφιλή τραγούδια των αναρχικών της Ισπανίας κατά την διάρκεια του Ισπανικού εμφυλίου πολέμου. To "A Las Barricadas" είναι βασισμένο στη μελωδία του Warszawianka 1831 roku. Οι στοίχοι γράφτηκαν το 1936 απο τον Valeriano Orobón Fernández.

«Η συνομοσπονδία» που αναφέρετε στο τέλος του τραγουδιού αυτού, ήταν η CNT (Confederación Nacional del Trabajo - «εθνική συνομοσπονδία της εργασίας»), που ήταν τότε το μεγαλύτερο εργατικό συνδικάτο και η κύρια οργάνωση των αναρχικών στην Ισπανία και μια σημαντική δύναμη που αντιτάχθηκε στο στρατιωτικό χτύπημα του Φρανθίσκο Φράνκο ενάντια στην ισπανική Δημοκρατία από το 1936-1939.
ΣΤΑ ΟΔΟΦΡΆΓΜΑΤΑ
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 13/5/2008 - 22:19
Video!

Pablo

Versione inglese di Riccardo Venturi, 13 maggio 2008
PABLO
(continua)
13/5/2008 - 19:59
Downloadable! Video!

Ciuri di campo

FIORE DI CAMPO
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 13/5/2008 - 00:08
Video!

Heroes

Io, io posso ricordare (mi ricordo)
In piedi accanto al Muro (accanto al Muro)
E i fucili spararono sopra le nostre teste
(sopra le nostre teste)
E ci baciammo,
come se niente potesse accadere
(niente potesse accadere)
E la vergogna era dall'altra parte
Oh possiamo batterli, ancora e per sempre
Allora potremmo essere Eroi,
anche solo per un giorno

Non si può dire che siano versi filo-comunisti. Allora, sebbene in declino ma largamente estesi, gli ideali sociali-politici avevano o dovevano avere ancora valore (anche con l'imposizione giusta o sbagliata) ed il confronto, alla lunga, era inevitabile.

Nota personale: Forse per chi ha vissuto la propria adolescenza dagli anni '90 può essere difficile comprendere nella sua completezza il significato dell'opera attraverso la critica mossa dall'autore che oggi si potrebbe ben trasporre nei confronti della società consumistica. Qui il medesimo confronto esisterebbe, tra chi può apparire e chi no, dai chi può consumare e chi no.

il L'Ale
12/5/2008 - 17:38
Video!

Done With Bonaparte

Non ho capito perché nessuno ha notato che il "little corporal" della canzone è una chiara allusione a Hitler... Non va dimenticato che il padre di Mark Knopfler fu costretto a lasciare l'Ungheria poco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale perché era ebreo e comunista...
Matteo 12/5/2008 - 12:45
Downloadable! Video!

Il diario di Anna Frank

Da Repubblica.it del 12 maggo 2008.

Dagli archivi nazisti emerge il testo che racconta la detenzione dell'autrice del Diario. A cui le SS scrissero la parola fine

"L'ultima pagina di Anna Frank. Ecco il documento sulla prigionia"

dal nostro inviato Marco Ansaldo

BAD AROLSEN - "Frank, Annelies Marie Sara. Nata il 12 giugno 1929 a Francoforte. Residente ad Amsterdam, in Piazza Mervede 37, II piano. Nubile. Genitori: Frank, Otto Heinrich Isra, 12.5.1889. Hollaender, Edith Sara, 16.1.1900. Sorella: Frank, Margot Betti Sara, 16.2.1926". Due segni di morte, incisi a penna in cima e in fondo al foglio, stilizzati come croci uncinate, bollano in maniera inequivocabile la provenienza del documento. Così, infatti, le SS erano solite marcare le schede dei prigionieri defunti.

Precisione ad efficienza. È grazie alla disciplina inflessibile di tanti scrivani del Terzo Reich che i frammenti che continuano... (continua)
Alessandro 12/5/2008 - 10:06
Video!

La cantata rossa

Dal ForumPalestina, una poesia di Giulio Stocchi dedicata alle esternazioni del neo(fascista) Presidente della Camera Gianfranco Fini a proposito di bandiere bruciate e vite spezzate...

"Le bandiere di Fini"
una poesia di Giulio Stocchi

La testa sfondata
dai calci
del ragazzo
sull´asfalto

vale dunque
meno
di una bandiera
bruciata

Ciò è giusto
è ragionevole

Nell´alto
dei cieli l´aereo
con la stella di davide
infatti

vale di più
della casa
che tra poco
esploderà
Alessandro 12/5/2008 - 09:36
Video!

Condannato a morte

«La presa di posizione contro la pena di morte è chiara, ma qui si tratta anche di altro. “È una canzone sull’intolleranza, sull’intolleranza religiosa, ma anche sulla paura di morire e queste due cose si mischiano insieme”, dice De Gregori in concerto. Come sempre si è giocato a dare un nome al protagonista, da Cristo a Salman Rushdie, l’autore dei “Versetti satanici” condannato a morte dal regime iraniano».

(da "Francesco De Gregori. Quello che non so, lo so cantare" di Enrico Deregibus, Giunti, 2003)
Antonio Piccolo 11/5/2008 - 12:02

Liberiamo Marini

[1974]
Scritta da Antonio Giordano

Il testo e il commento sono ripresi da "Voci fuori dal coro" di Pollice Verde, da Voce Libertaria, periodico degli anarchici del Canton Ticino, n. 5 del maggio 2008. L'articolo contiene alcuni errori ed imprecisioni storiche che sono state opportunamente e gentilmente corrette da Franco Senia. [CCG/AWS Staff]

Per questo numero di "Voci fuori dal coro", proponiamo la canzone "Liberiamo Marini" scritta da Antonio Giordano nel 1974.
La canzone nasce nell'ambito della mobilitazione di solidarietà per il caso Marini.
Vediamo dapprima di ricordare brevemente la storia di questo compagno per permettere di meglio comprendere la canzone.
Giovanni Marini era un anarchico salentino il cui caso fece scalpore a partire dal 1972 e durante tutti gli anni settanta. Tutto ha inizio nel '69 con i fatti di Piazza Fontana e la morte di cinque giovani anarchici di Reggio... (continua)
Te ne andavi coi tuoi compagni
(continua)
inviata da CCG/AWS Staff 11/5/2008 - 11:06
Video!

Cranes over Hiroshima

questa canzone si ispira al bellissimo romanzo di Karl Brukner intitolato "Il gran sole di Hiroshima", o mi sbaglio?
Andrea 10/5/2008 - 13:10
Video!

We Shall Not Be Moved

anonimo
Piacenza, 9 maggio 2008
NON CI SMUOVERANNO
(continua)
9/5/2008 - 20:57
Video!

Supper's Ready

Avevo circa quindici anni (1974) e un amico coetaneo che aveva fratelli più grandi mi consigliò l'acquisto del disco, insieme a Nursery Crime. L'ho ascoltato per tanti anni e per motivi vari negli ultimi dieci quindici anni l'avevo abbandonato. Mi è capitato di riascoltare Supper's Ready recentemente e non riesco ad ascoltare altro. Ho comprato abbastanza musica nella mia vita ma l'acquisto fatto a quindici anni forse è stato il migliore.
Poli 9/5/2008 - 16:57
Downloadable! Video!

La stella d'oro

Bellissima!
Vince
www.mrheartbeat.splinder.com 9/5/2008 - 16:40
Video!

We Shall Not Be Moved

anonimo
The version of the hymn as performed by the Wildwood Boys at the Tangen, Palo Alto, February 23rd 1963. It still keeps the appearance of a religious hymn, though in the context of the Civil Rights Movement. Lyrics are reproduced from this page
WE SHALL NOT BE MOVED
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/5/2008 - 11:59
Video!

The Battle Of Evermore

oggi la ho postata e vi ho citato
lalla 8/5/2008 - 11:52
Downloadable! Video!

Kill For Peace

8 maggio 2008
AMMAZZA PER LA PACE
(continua)
8/5/2008 - 00:50
Downloadable! Video!

99 Luftballons

molto bella 99 Luftballons è fantastica
7/5/2008 - 23:11
Downloadable! Video!

We Are The World

questa canzone è bellissima
Appena l'ho sentita mi è venuto da piangere!!!!
alessandra 7/5/2008 - 21:56
Downloadable! Video!

Il minatore di Frontale

DAVIDE NON SI E' MAI SCHIERATO E MAI SI SCHIERERA'...
NON SO CHI TI HA DATO IL PERMESSO DI PENSARE CHE QUESTA E' UNA CANZONE CONTRO LA GUERRA...SE ASCOLTI BENE FORSE CAPIRESTI LA VERA NATURA DELLA CANZONE...
PERCHE' METTETE DELLA CAVOLATE SUL WEB...DOPO LA GENTE CI CREDE....!!!
TI PREGO PENSACI BENE PRIMA DI FARE UN'ALTRA CAZZATA...
DESFROSS...FOR EVER
(PINCO PAZZO)

Vedi, caro "Pinco Pazzo" (che fa un'ovvia rima con testa di cazzo, cioè quello che sei), se tu ti fossi premurato, prima di pigliare la tastiera e scrivere idiozie in tutte maiuscole da buon analfabeta che non sa manco scrivere correttamente il nome del suo "beniamino", di guardare in quale "percorso" o categoria è inserita in questa canzone, ti saresti accorto che tale percorso si chiama "L'emigrazione e la guerra del lavoro". Perché è una canzone che parla, toh, di lavoro e di un lavoratore. Perché in questo sito abbiamo... (continua)
7/5/2008 - 18:23
Downloadable! Video!

I Come and Stand at Every Door


Ecco le foto segrete di Hiroshima
Chi le scattò resta senza nome
di VITTORIO ZUCCONI
da Repubblica on line

In quel film dell'orrore senza fine che porta il nome di Hiroshima, altri spettri escono dalla grotta dove furono rinchiusi 63 anni or sono, e vengono a chiederci di essere ricordati. Non i corpi, caduti nell'istante del sole artificiale, ma le loro immagini, dieci scatti inediti impressi su un rullino fotografico, probabilmente da qualcuno di loro, prima di raggiungerli nel mucchio di cadaveri.

Sono dieci immagini mai viste finora eppure viste 250 mila volte, quanti furono, migliaio più migliaio meno perché nessuno conoscerà mai il totale, le vittime di "Little Boy", della prima bomba a fissione nucleare esplosa alle 8 e 15 del mattino del 6 agosto 1945. Fotografie che un soldato americano, Samuel Capp, trovò per caso frugando tra i morti e ispezionando una caverna dopo l'occupazione,... (continua)
7/5/2008 - 09:04
Video!

Sottosopra [Inno darmico del cavatore]

[2005]

Testo e musica di Davide Giromini
Voce e Fisarmonica: Davide Giromini
Voce maschile: Massimiliano Larocca
Voci Femminili: Tania Sabinos, Sabine Bordigoni
Violino: Michele Menconi
Chitarra: Luca Rapisarda
Chitarra in parte finale: Fabio Ghelli


Un disco che non c'era. E che mancava.
di Francesco Senia

La prima volta che ho sentito una canzone scritta e cantata da Davide Giromini ero ad uno spettacolo teatrale, in un parco a Scandicci. "Sottosopra". Uno spettacolo creato da Virginia Martini a partire da "Il figlio di Bakunin" di Sergio Atzeni. E proprio "Sottosopra" si chiamava la canzone che faceva da tema e filo conduttore per tutto lo spettacolo. L'avevo già visto all'opera, Davide, più volte, con la sua fisarmonica, e la sua grinta a fare da contrappunto alle sue sembianze; ma era la prima volta, dopo molto anni, che sentivo una canzone "nuova" vibrare di sapore antico... (continua)
Ora che danno fervidi l’anima ai malfattori
(continua)
inviata da daniela -k.d.- 7/5/2008 - 00:33




hosted by inventati.org