Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2008-4-1

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Duecento giorni a Palermo

questa canzone è stupenda...complimenti davvero
1/4/2008 - 21:14

Daniel Bellucci: CAMPAGNA PUBBLICITARIA no, non ci prendono per cerebrolesi (non riflettere, lo Stato ci pensa per te)

Daniel Bellucci
E' una specie di rap che descrive la nostra bella società in modo divertito.

danielbellucci.splinder.com
CAMPAGNA PUBBLICITARIA
(continua)
inviata da Daniel Bellucci primo aprile 2008 10.26 1/4/2008 - 10:31
Downloadable! Video!

Tammurriata nera

i marrocchini buttano l'esca....
l'anz vuol dire la lenza
annagi 1/4/2008 - 01:31
Video!

C'era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones

I loved this website!!!
I have just sent you an e-mail, but again, I want to write here that I loved it!

I am Brazilian, my name is Gabriel, io non parlo molto bene italiano ma io amo questa lingua italiana!

But I really would like to know where I can find the version " He was a kid who just like me loved The Beatles and The Rolling Stones" in MP3 song.
I really wanna listen to it in English, because I first knew it in Portuguese, my native language and I loved to listen to it in Italian, but I do feel like I HAVE TO LISTEN TO IT IN ENGLISH AND HAVE IT SAVED IN ENGLISH!

where can I find it? in MP3
Gabriel 30/3/2008 - 23:43
Downloadable! Video!

Nineteen Miles To Baghdad

"19 Miles To Baghdad" was written in 2003. It took three years to get it out into the world because the folks at the label said, "there was no place for it in the culture." This was the 4th experience of censorship that I experienced while I was a recording artist signed to a Major Label. Shortly after I pushed to release the song, I was asked to leave the label. It was a confusing and painful time for me and I am thankful to now be free.

In 2004, after I left the label, I independently released "19 Miles To Baghdad" online. I called it an Anti-Apathy Song. With the help of some dedicated "fans", I gave it away as a free download on the internet. Two years later, in 2006, Baba and I finally put out the new album, "I Pledge Allegiance To Myself" (which was one of the censored songs) on a small activist label, Appleseed Records. The album featured "19 Miles To Baghdad."
Nineteen Miles to Baghdad
(continua)
30/3/2008 - 19:38
Video!

Martin Luther King

Il 4 aprile 2008 saranno 40 anni dall'assassinio di Martin Luther King. Ho scovato questa canzone incisa nel 1988 da Harry Belafonte, scritta (parole e musica) da Jake Holmes.
As I wondered round the world so lost and angry,
(continua)
inviata da Renato Stecca 30/3/2008 - 18:27
Downloadable! Video!

Angelita di Anzio

ciao sono angelita,anche io sono orgogliosa del mio nome e mi piace tanto,a mia mamma piacque molto e sé mio fratello di sei anni piu' grande di me nasceva bimba avrebbe portato questo nome bellissimo ANGELITA
Angelita 30/3/2008 - 16:54
Downloadable! Video!

Io dico basta

Ascoltabile nella pagina MySpacedell'autore
Avete tolto la musica
(continua)
inviata da adriana 30/3/2008 - 11:14
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo

Bella Ciao e la pubblicità della Coca Cola
Alessandro Portelli

A metà anni ’60, i braccianti chicanos in sciopero in California cantavano, oltre ai corridos, una versione in spagnolo di “Bella Ciao.” Un paio d’ani fa, un gruppo di ragazzi turchi incontrati per strada a Roma ce ne cantò un’altra versione, naturalmente in turco. La sentii, negli anni ’80, in non so più che raduno di gente di sinistra in Inghilterra. Insomma: se c’è una canzone globale e alternativa insieme, è “Bella Ciao.” E, come ogni cosa davvero globale, è normale che finisca nel tritatutto globale della pubblicità. Abbiamo fatto pubblicità con Gandhi e con Cristo, non c’è da sorprendersi che una bevanda messicana prodotta dalla Coca Cola si promuova con questo allegro motivetto internazionale.
Infatti, se uno è abbastanza ignorante da non sapere che storia c’è dentro questa canzone e abbastanza sfacciato da fregarsene,... (continua)
29/3/2008 - 20:30
Downloadable! Video!

Cuore malato

DISEASED HEART
(continua)
inviata da Kiocciolina 28/3/2008 - 10:40
Downloadable! Video!

I Wish I Knew How It Would Feel To Be Free

VORREI SAPERE COSA SI PROVEREBBE AD ESSERE LIBERA
(continua)
inviata da Kiocciolina 28/3/2008 - 10:19
Downloadable! Video!

Four Women

QUATTRO DONNE
(continua)
inviata da Kiocciolina 27/3/2008 - 16:28

United Minds

Dal secondo album del gruppo, "Zingalamaduni" (1994)
United minds of America
(continua)
inviata da Alessandro 27/3/2008 - 13:50
Downloadable! Video!

Battle Hymns

INNI DI BATTAGLIA
(continua)
inviata da Kiocciolina 27/3/2008 - 05:54
Video!

Fields of Agony

CAMPI DI AGONIA
(continua)
inviata da Kiocciolina 27/3/2008 - 05:39
Video!

Something in the rain

Da "Culture Swing" (1992)

Una canzone sugli effetti devastanti sulla salute umana dei pesticidi usati in agricoltura dalle multinazionali, sia negli USA che, soprattutto, nel loro "cortile di casa", l'America Latina.
Mom and dad have worked the fields, I don't know how many years
(continua)
inviata da Alessandro 26/3/2008 - 15:32
Downloadable! Video!

Bread and Roses

Lyrics by James Oppenheim
Music by Martha Coleman or Caroline Kohlsaat (1910s)

Interpretata da Judy Collins in "Forever - The Judy Collins Anthology" (1997)

Una canzone sullo sciopero delle operaie tessili a Lawrence, Massachusetts, nel 1912.

New Year's Day, 1912, ushered in one of the most historic struggles in the history of the American working-class. On that cold January 1st, the textile workers of Lawrence, Massachusetts, began a nine-week strike which shook the very foundation of the Bay State and had national repercussions.

In its last session, the Massachusetts State Legislature, after tremendous pressure from the workers, had finally passed a law limiting the working hours of children under the age of 18 to 54 hours a week. Needless to say, the huge textile corporations had viciously opposed the law.

As an act of retaliation, the employers cut the working hours of all employees... (continua)
As we come marching, marching in the beauty of the day,
(continua)
inviata da Alessandro 26/3/2008 - 14:22

Are My Hands Clean?

Lyrics and music by Bernice Johnson Reagon, 1985
Performed by Sweet Honey in the Rock, "Live at Carnegie Hall" (1988)

Una canzone che prova a spiegare quanto costa, in termini umani, quello che ci mettiamo addosso ogni giorno, qui nel "Primo Mondo".
I wear garments touched by hands from all over the world
(continua)
inviata da Alessandro 26/3/2008 - 14:10
Downloadable! Video!

Beds are Burning

Da "Diesel and Dust" (1988)

Una canzone sugli aborigeni australiani rapinati della loro terra.
Out where the river broke
(continua)
inviata da Alessandro 26/3/2008 - 13:40

The house is burning down

Words and music by Nancy Schimmel (2003)
I had a dream the other night
(continua)
inviata da Alessandro 26/3/2008 - 13:28
Downloadable! Video!

Famine

Con l'espressione "The Great Famine" o "The Great Hunger" (in gaelico "An Gorta Mór" o "An Drochshaol", letteralmente "The Bad life") si intende la grande carestia che colpì l'Irlanda tra il 1845 e il 1852. Se la carestia fu causata da un parassita infestante che distrusse i raccolti di patata, i suoi effetti furono moltiplicati dalla soggezione politica e commerciale dell'Irlanda alla Corona inglese, tant'è che qualche storico (p.e. Francis A. Boyle) si spinge a dire che in quel periodo l'Inghilterra realizzò di fatto un genocidio per fame della popolazione irlandese.
en.wikipedia

Fatto sta che fu proprio "La Grande Fame" a dare un forte impulso alla ribellione irlandese contro la dominazione britannica (le organizzazioni repubblicane come i Young Irelanders e l'Irish Republican Brotherhood nacquero proprio durante o subito dopo la carestia)

Durante la "Great Famine", una considerevole... (continua)
OK, I want to talk about Ireland
(continua)
inviata da Alessandro 26/3/2008 - 10:05

A chi chiama rispondiamo NO

Testo ripreso da il Deposito

Autori:Michele Luciano Straniero
Fausto Amodei
A chi chiama
(continua)
inviata da adriana 25/3/2008 - 18:27
Downloadable! Video!

The Ballad Of Sacco And Vanzetti, Part One

Buona sera, avrei piacere di comunicare lo spettacolo Sacco e Vanzetti in programma al Fabbricone di Prato dal 26 al 30 marzo 2008.

La storia di Nick e Bart, ovverro Sacco e Vanzetti, dovrebbe far parte di ognuno di noi. I due anarchici italiani furono condannati a morte nonostante le prove che li scagionavano. Una storia di ordinaria ingiustizia, che divenne qualcosa di più grande e simbolico. Come lo stesso Bartolomeo Vanzetti comprese, quando rivolgendosi alla giuria che lo condannò alla pena di morte, disse: "Mai vivendo l'intera esistenza avremmo potuto sperare di fare così tanto per la tolleranza, la giustizia, la mutua comprensione fra gli uomini". Il destino dei due italiani, capri espiatori di un'ondata repressiva lanciata dal presidente W. Wilson contro la sovversione, non solo smosse la coscienza degli uomini dell'epoca, ma come un fantasma continuò ad agitare l'America per... (continua)
gianna 25/3/2008 - 17:39
Downloadable! Video!

A Pair of Brown Eyes

UN PAIO DI OCCHI CASTANI
(continua)
inviata da Kiocciolina 25/3/2008 - 17:09
Downloadable!

Capetown

CITTA' DEL CAPO
(continua)
inviata da Kiocciolina 25/3/2008 - 16:44
Downloadable! Video!

Al Dievel (La marcia del Diavolo)

vi segnalo questi link: il Comandante Diavolo che parla al raduno dei fans dei Modena City Ramblers nel 2005
matteo88 25/3/2008 - 14:34
Video!

Carcere

Da "Ghostwriters" (2008)
Stongo acussì
(continua)
inviata da Alessandro 25/3/2008 - 08:36
Video!

Kanzone su un detenuto politico

Da "K Album" (2001)
Conto l’anne ‘adinto e nun conto ll’anne ‘afore,
(continua)
inviata da Alessandro 25/3/2008 - 08:34




hosted by inventati.org