Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2007-1-6

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Happy Xmas (War is Over)

Matron năkundrayer syeberra gevārd nāma laul in to kălart, de sī kagŭv... [RV]
KARCŬM DĀN
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/1/2007 - 22:37

I dittatori

È stata scritta nel 1990, poco dopo la caduta di Ceauşescu, che aveva (come nessuno ricorderà, ovviamente, dato che i rumeni –neocomunitari!- sono attualmente brutti sporchi cattivi stupratori ladri zingari & assassini, e non più gli "eroi che si erano liberati valorosamente dal comunismo" del 1989) fatto scavare non so quante migliaia di chilometri di cunicoli sotterranei alla sua "Securitate". Ma tutti i dittatori, come topi di fogna, amano scavare cunicoli sotterranei. Li devono portare da palazzo a palazzo. Li devono proteggere. Non esiste dittatore senza il suo bunker sotterraneo, a partire da Hitler. Non esiste dittatore senza il suo superarmamento ben nascosto nelle viscere della terra (a dire il vero, questa è una caratteristica anche delle cosiddette "grandi democrazie", USA in testa).
"Noi che contiamo come il due di briscola" dovremmo appassionarci alle loro guerre, alle... (continua)
I dittatori scavano cunicoli
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/1/2007 - 21:57

Crepuscolo del Novecento

"Canzone vagamente melanconica per l'anno che viene", la sottotitola David Riondino (il testo è ripreso da "Rombi e Milonghe", Feltrinelli 1993, p. 31). Fu pubblicata per il capodanno del 1987 su "Tango", il famoso inserto satirico dell' "Unità" che poi sfociò in "Cuore". [RV]
Crepuscolo del Novecento serate del centro la gente che va
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/1/2007 - 19:27
Downloadable! Video!

Canción de soldados (o Dicen que la patria es)

6 gennaio 2007
CANZONE DEI SOLDATI (DICON CHE LA PATRIA SIA)
(continua)
6/1/2007 - 19:14

Noćni sonet o smislu života

Hvala lijepa i sretna nova godina i od mene!
Monia 6/1/2007 - 19:05

Un gladio [Chanson pour François Cossiga]

Da "Tango dei Miracoli", libro-disco di David Riondino pubblicato nel 1987 su iniziativa di Sergio Staino e illustrato da Milo Manara. Contiene otto canzoni scritte dal 1981 al 1985. Il testo è ripreso da: David Riondino, Rombi e Milonghe, Milano, Feltrinelli, 1993, p. 41.


"Composta prima che facesse tutto quel casino. Ma va bene anche dopo." [D.R.]
Cosa
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/1/2007 - 18:24

Pasdaràn [Charleston]

Da "Tango dei Miracoli", libro-disco di David Riondino pubblicato nel 1987 su iniziativa di Sergio Staino e illustrato da Milo Manara. Contiene otto canzoni scritte dal 1981 al 1985. Il testo è ripreso da: David Riondino, Rombi e Milonghe, Milano, Feltrinelli, 1993, p. 35.
Pasdaran [Charleston]
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/1/2007 - 18:19
Downloadable! Video!

Sólo le pido a Dios

ESPERANTO

Un ringraziamento particolare a Manuel Pancorbo Castro, esperantista di Madrid, che ha tradotto questa canzone per le CCG. (nr)

Koran dankegon al Manuel Pancorbo Castro, esperantisto de Madrido, kiu tradukis tiun ĉi kanzonon speciale por tiu ĉi ttt-ejo. (nr)
AL DIO MI PETAS
(continua)
inviata da Nicola Ruggiero 6/1/2007 - 16:22
Downloadable! Video!

Que la tortilla se vuelva

La hierba de los caminos
(continua)
inviata da adriana 6/1/2007 - 14:56
Downloadable! Video!

Stelutis Alpinis

Una bellissima canzone che cantava mio zio Luciano(friulano), morto ormai ! Mille grazie di mandarmela via Internet (in friulano, par plase!) o di dirmi dove trovarla.
Elisabeth Girard 38150 La Chapelle de Surieu (France)

Abbiamo segnalato un indirizzo dove scaricare l'mp3 nella presentazione alla canzone
girard637@laposte.net 6/1/2007 - 08:07

Non ci provate

[1972]
Parole e musica del Proletariato

Incisione: Canzoniere del Proletariato, 45 Lotta Continua LC14
Testo ripreso da La Musica dell'altra Italia

Le "elezioni politiche" del 1972, quelle della "necessità dello scontro fisico" preconizzata dal fascista repubblichino Giorgio Almirante dal balconcino della sede del MSI di Piazza Indipendenza, a Firenze. Fu da allora che tutta l'Italia fu percorsa da un grido: i fascisti non devono parlare.
E così a Almirante e a tutti i bei personaggini nominati in questa canzone fu impedito di andare a tenere i loro comizi (compreso Birindelli, ex segretario per breve tempo del MSI, che per inciso era pure un ammiraglio della marina). La canzone si ferma all'aprile. Quel che successe il 5 maggio a Pisa, quando si volle impedire di parlare al fascista Niccolai, lo si sa, purtroppo, dalle canzoni su Franco Serantini. [RV]
(Parlato: Milano, 11 marzo 1972: i proletari rompono la tregua elettorale e scendono in piazza contro un comizio dei fascisti; per ore resistono alle cariche della polizia e contrattaccano a loro volta.
(continua)
inviata da Adriana e Riccardo 6/1/2007 - 07:54

La nave

"Ho trovato questa canzone nel libro: Alfredo Bandelli, Musica e Utopia, pubblicato recentemente dal Grandevetro e curato da Evelin Bandelli, sua figlia, da Luigi Cunsolo che è testimone importante ed è stato il chitarrista peri un lungo periodo nella scena artistica di Alfredo Bandelli, Paolo Del genovese e Marcello Pantani e poi le testimonianze della moglie Meri e dell'altra figlia di Alfredo, Selene e poi Ivan Della Mea, Piero Nissim, e Giovanna Marini. Questo libro è uscito a settembre e raccoglie tante canzoni di Alfredo Bandelli, che per anni sono rimaste nel cassetto o nei nastri magnetici. Posso dire solo che tante di queste canzoni io le ho sentite cantare da Evelin che le teneva vive nella sua memoria, e poi con lei abbiamo allestito uno spettacolo, nell'attesa che il libro fosse pubblicato, dal titolo: NEL SEGNO DI BANDELLI con Evelin Bandelli, Gildo dei Fantardi e Lele Panigada, e che abbiamo proposto in varie occasioni." [Gildo dei Fantardi]
Sulla nave che si allontana
(continua)
inviata da Luciano Filippo (alias Gildo dei Fantardi) 5/1/2007 - 20:03

Gildo dei Fantardi: I Miniassegni

Testo di Gildo dei Fantardi
Musica ripresa da La Capannuccia di Riccardo Marasco

Questa canzone l'ho composta alla fine degli anni '70, però attualmente non ho nessuna annotazione del giorno e anno, ma comunque si può risalire facilmente al periodo, perchè sicuramente esistono negli archivi gli articoli dei giornali su questa vicenda. Si tratta del periodo in cui mancava la moneta spicciola e gli esercenti al posto dei soldi, davano per resto delle caramelle o cioccolatini. Ad un certo punto, dopo un lungo periodo di disagi e proteste, il governo autorizzò le banche ad emettere dei miniassegni per sopperire al disagio della popolazione. Tutto bene da quel momento. Però.........sorpresa!!! Le banche emettevano i titoli, però non accettavano poi di convertirli in moneta e dunque ancora proteste, disagi e tanta confusione.
Questa canzone la composi di getto utilizzando la melodia della... (continua)
Ora vi raccontiamo un fatto alquanto strano
(continua)
inviata da Luciano Filippi (alias Gildo dei Fantardi) 5/1/2007 - 19:35
Downloadable! Video!

Metà Africa metà Europa

Testo e musica di Rino Gaetano
Lyrics and music by Rino Gaetano
Da/from "E io ci sto" (1980)
Africa il sole le dune è Africa
(continua)
4/1/2007 - 12:23
Downloadable! Video!

Rachel And The Storm

Rachel Corrie, a 23 years old American pacifist girl, wanted to forbid, using her body as a shell, the bulldozer to knock down the Palestinian houses in Gaza. She were crushed on Janury, 16th 2003. This song is inspired by a Rachel's poetry she wrote to her mother few days before her own death.
RACHEL E LA TEMPESTA
(continua)
4/1/2007 - 11:26
Downloadable! Video!

Marriott, U.S.A.

Una canzone scritta dalla Baez nel 1982 ed inclusa nel triplo "Rare, Live & Classic" del 1993 (Baez la canta accompagnata dai Grateful Dead)
Nella canzone c'è un riferimento alla celebre "crisi degli ostaggi": alla fine del 1979, in risposta all'ospitalità offerta dagli USA allo Scià deposto, gli iraniani sequestrarono il personale dell'ambasciata USA a Tehran. Il sequestro durò fino all'inizio del 1981 e fu risolto in via diplomatica, nonostante che gli USA di Carter avessero anche tentato un blitz armato (Operation Eagle Claw) per liberare gli ostaggi, operazione il cui fallimento compromise la rielezione di Jimmy Carter alla Casa Bianca...

Il protagonista della canzone della Baez, un obiettore di coscienza che ha perso il fratello in guerra, festeggia come tutti il ritorno dei compatrioti liberati ma nel profondo si chiede "if this is how heroes are made"...
My name is Chaffey, I'm from Marriott, U.S.A.
(continua)
inviata da Alessandro 4/1/2007 - 10:59
Downloadable! Video!

Wake Me Up When September Ends

SVEGLIAMI QUANDO FINISCE SETTEMBRE
(continua)
inviata da Kiocciolina 4/1/2007 - 10:26
Downloadable! Video!

Nelson Mandela

Singolo del 1984.
Free Nelson Mandela
(continua)
inviata da Alessandro 4/1/2007 - 10:20
Downloadable! Video!

Canzone con dito medio

Dall'album "Tras os montes" (recensione di Marco Pandin)
Testo ripreso da La locomotiva.com
Mi fermerò sul ponte e chiamerò i pesci di Portogallo e di Spagna
(continua)
inviata da adriana 4/1/2007 - 09:00
Downloadable!

Nessuno chieda

Dall'album "Tras os montes" (recensione di Marco Pandin)
Testo ripreso da La locomotiva.com

"Nessuno chieda" è canzone politica fino al midollo. Lungo una tradizione che va da Joe Hill a Woody Guthrie a Ivan Della Mea: "Nessuno chieda il permesso di entrare / in una morte a vent'anni / nè sbirri né targhe o canzoni / solo quel corpo tra gas e gipponi / e quell'anima nera di noi italiani / l'impero del duceo l'impero delle televisioni". Carlo Giuliani, Genova e tutti quelli che c'erano ringraziano ancora. Pregnante. Militante. Orgogliosa. Resistente.
(Leon Ravasi, da Bielle)
Nessuno chieda il permesso di entrare
(continua)
inviata da adriana 4/1/2007 - 08:16
Percorsi: Genova - G8
Downloadable!

Over and Over

Da "High Time" (1971), terzo e ultimo album degli iconoclasti M(otor)C(ity)5...

"... Vietnam, what a sexy war
Uncle Sam's a pimp,
wants us to be whores..."
People talkin 'bout solutions, over and over
(continua)
inviata da Alessandro 3/1/2007 - 22:19
Downloadable!

Gotta Keep Movin'

Gli MC5 ebbero vita breve ma intensa...
Dal terzo e ultimo album, "High Time" del 1971:
"... Young men fightin' for democracy and sacrificed for mediocrity..."
Teachers, parents and politicians
(continua)
inviata da Alessandro 3/1/2007 - 21:36
Downloadable! Video!

Motor City is Burning

[1967]
Scritta da Albert B. “Al” Smith, bassista e produttore discografico originario di Chicago
Interpretata da John Lee Hooker nell’album intitolato “Urban Blues”
Nella prima sessione di registrazione del brano c’era Buddy Guy che lo accompagnava.
Ripresa l’anno seguente dagli MC5 che dal vivo ne fecero una furiosa versione protopunk.

Un brano che parla della tristemente celebre "Detroit Insurrection" del 1967. Il 23 luglio di quell'anno, un manipolo di poliziotti tentò una retata ad un party dove si stava festeggiando il rientro di alcuni reduci dal Vietnam... L'intervento della polizia fu così violento da incontrare la risposta altrettanto violenta degli astanti. Ne seguì una vera e propria insurrezione popolare che quel testadiminkia del presidente Lyndon B. Johnson pensò bene di sedare facendo intervenire la Guardia Nazionale. Il bilancio fu spaventoso: 43 morti, 467 feriti, oltre 7200 arrestati e più di 2000 edifici bruciati...
Oh, the motor city's burnin'
(continua)
inviata da Alessandro, Bernart Bartleby & co. 3/1/2007 - 21:27
Video!

Damn Nam (Ain't Going To Vietnam)

Il brano Damn Nam (Ain’t Going To Vietnam), un blues contro la guerra del Vietnam scritto nel 1969, compare originariamente sul disco “Spirits known and unknown” e viene in seguito ripreso nel disco dal vivo “Leon Thomas in Berlin” (1971).
You can call me crazy
(continua)
inviata da nom de plume 3/1/2007 - 21:02
Downloadable!

Latinoamericana

da "La lunga notte" (2006)
Ho visto il cielo di Santiago del Chile
(continua)
3/1/2007 - 19:40
Downloadable!

Les singes

[1961]
Paroles et Musique de Jacques Brel
Testo e musica di Jacques Brel
Avant eux avant les culs pelés
(continua)
3/1/2007 - 19:19
Downloadable! Video!

Les charognards

dal nuovo album "Sotto il pavé la spiaggia"

Trovato l'mp3 con la versione di Alessio Lega:
Tolleranza zero
(Alessandro)
TOLLERANZA ZERO
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 3/1/2007 - 19:06

Прощание Славянки

Когда надежды поют, как трубы,
(continua)
inviata da Konstantin Karasiov 3/1/2007 - 17:47
Downloadable! Video!

Piccola canzone per Victor Jara

"Piccola canzone per Victor Jara" fa parte del bellissimo album "Tutto quello che vediamo è qualcos'altro" del 2003
Quel cileno
(continua)
inviata da giovanni ferrara - nato un 11 Settembre... 3/1/2007 - 15:41
Downloadable! Video!

American War

Simone White è una giovane cantautrice americana, ha pubblicato questa canzone in una compilation della Kill Rock Stars

"Simone White's indie-folk quasi-protest song, "American War," is witty, provocative, and effective without being angry or disillusioned." --Billboard--
Do you remember the American War
(continua)
inviata da Giacomo Contin 3/1/2007 - 15:07
Downloadable! Video!

Caso archiviato

Dall'album "Da mò savàl"
Caso archiviato
(continua)
inviata da adriana 3/1/2007 - 12:56
Percorsi: Genova - G8
Downloadable!

Non ricordo più del mare

Dall'album "Piazza Carlo Giuliani ragazzo"
(Andrea Sisti)
Edizioni: Ishtar S.n.c.
[Luglio 2002]

Testo da piazzacarlogiuliani.org
Non ricordo più del mare
(continua)
inviata da adriana 3/1/2007 - 12:38
Percorsi: Genova - G8

Venticinque aprile 1975

Ha scritto un compagno, settant'anni
(continua)
inviata da adriana 3/1/2007 - 12:14
Downloadable!

Lebanese Night

It was late in a Lebanese restaurant, in the heat of a Lebanese night,
(continua)
inviata da Soheyl Vakili 3/1/2007 - 08:11
Downloadable! Video!

Last Night

Last night I was walking through the harbour
(continua)
inviata da Soheyl Vakili 3/1/2007 - 08:07
Downloadable!

The Last Time I Cried

The last time I cried, I was sitting home,
(continua)
inviata da Soheyl Vakili 3/1/2007 - 08:05
Downloadable!

Borderline

I'm standing in the station,
(continua)
inviata da Soheyl Vakili 3/1/2007 - 08:04

Gildo dei Fantardi: Vita da intruso

Questo testo che ho ritrovato tra i miei appunti che conservo da oltre trent'anni, è diventata canzone negli anni '80 ed è una considerazione e una riflessione che a volte salta all'occhio; nel senso che chi nella vita si comporta onestamente, spesso viene schiacciato e sopraffatto da chi se ne approfitta e è un riferimento ad una persona che ha avuto per questo dei problemi che sfociarono nella reclusione. Poi al ritorno nella vita normale, dopo l'infelice esperienza, si è ritrovato ad avere affetti e considerazione e rispetto.

p.s. invio questo testo più che altro per un mio sfizio. e non con la pretesa di vederlo pubblicato. se questo avverà. vorrà dire che lo ritenete un testo interessante. Altrimenti va bene ugualmente. mi basterebbe una vostra critica sincera. Gildo dei Fantardi
Non sai cosa vuol dire
(continua)
inviata da Luciano Filippi alias Gildo dei Fantardi 2/1/2007 - 18:43
Downloadable! Video!

Der Kanonen Song

Versione tedesco/italiana di Daniele Sepe, dall'album "Lavorare Stanca"
Zweisprächige Version (deu/it) von Daniele Sepe aus "Lavorare Stanca"

KANONEN SONG / CANZONE DEI CANNONI
(continua)
2/1/2007 - 16:44
Downloadable! Video!

The Luck Of The Irish

[1972]

Una canzone da "Some Time in New York City" dedicata, come "Sunday Bloody Sunday", al conflitto nord-irlandese; e anche una canzone molto particolare, cruda, senza mezzi termini. Una canzone particolare anche per il linguaggio, infarcito di espressioni arcaiche ("auld Eireland", "leprechauns"), nel quale svetta una...bestemmia. E una canzone, in ultimo, terribilmente bella. [RV]
If you had the luck of the Irish
(continua)
inviata da Alessandro 2/1/2007 - 00:19
Video!

John Sinclair

Brano incluso nell'album "Sometime in New York City" (1972) ma famoso per la performance live del dicembre 1971, quando Lennon e i suoi amici (Phil Ochs, Stevie Wonder, Jerry Rubin e Bobby Seale delle Black Panthers) organizzarono il "Free John Sinclair Concert" ad Ann Arbor, nel Michigan.
John Sinclair era un poeta di Detroit, era il manager della band iconoclasta MC5, era leader del White Panther Party e attivista pacifista. Nel 1969, Sinclair fu arrestato pretestuosamente per il possesso di in paio di spinelli e condannato a 10 anni di prigione. Tre giorni dopo il concerto di solidarietà organizzato da Lennon. la Corte suprema del Michigan invalidò la sentenza e scarcerò Sinclair.
(fonte: Wikipedia)
It ain't fair, John Sinclair
(continua)
inviata da Alessandro 2/1/2007 - 00:11
Downloadable! Video!

Algo personal

Album: "Cada loco con su tema" (1983)

Una canzone sui diplomatici della guerra fredda, il loro incomprensibile linguaggio e sui trattati per il disarmo nucleare.
Probablemente en su pueblo se les recordará
(continua)
inviata da Antonio Piccolo e Lorenzo Masetti 1/1/2007 - 18:26
Downloadable! Video!

Sólo le pido a Dios

FRANCESE / FRENCH / FRANCÉS [2]

Version française de Jérôme Brachet
Versione francese di Jérôme Brachet
Versión en francés por Jérôme Brachet
CE QUE JE DEMANDE A DIEU
(continua)
inviata da Jérôme Brachet 31/12/2006 - 19:36
Downloadable! Video!

What I've Seen

da "Yell Fire!" (2006)
Per una presentazione del disco, vedi la prima canzone Time To Go Home.


yell fireYELL FIRE! (2006)

Time To Go Home - Yell Fire! - I Know I'm not Alone - East To The West - Sweet Little Lies - Hello Bonjour - One Step Closer To You - Hey Now Now - Everybody Ona Move - See You In The Light - Light Up Ya Lighter - What I've Seen- Tolerance - Is Love Enough?

If I told you what I've seen
(continua)
31/12/2006 - 15:55
Downloadable! Video!

Sweet Little Lies

PICCOLE DOLCI BUGIE
(continua)
31/12/2006 - 15:04
Downloadable! Video!

Joan of Arc

Glazba i stihovi: Leonard Cohen
Hrvatski prepjevi: Srđan Depolo
Transkripcija Tomislav Šakić
IVANA ORLEANSKA
(continua)
inviata da Adriana 31/12/2006 - 14:48
Downloadable! Video!

Leonard Cohen: Bird On The Wire

Glazba i stihovi: Leonard Cohen
Hrvatski prepjevi: Srđan Depolo
Transkripcija Tomislav Šakić
PTICA DUGIM LETOM
(continua)
inviata da Adriana e Riccardo 31/12/2006 - 14:43
Downloadable! Video!

Tutti in pista

1995
Paranoia e potere

Forse non esplicitamente contro la guerra, ma una violenta canzone antipatriottica e antimilitarista, che non poteva certo mancare in questa raccolta (non so come non mi sia venuta in mente prima!)
Una contravvenzione da una mezza milionata
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 31/12/2006 - 11:55
Downloadable! Video!

Giorgio Gaber: I reduci

di Giorgio Gaber - Luporini
da "Libertà Obbligatoria"
1976 © Edizioni Curci Srl - Milano
E allora è venuta la voglia di rompere tutto
(continua)
inviata da Willy 31/12/2006 - 01:39
Downloadable!

Slow Decay

Am I wrong to think that your new song "Slow Decay" has political overtones — that it's about war?

It is. It's absolutely about war. More specifically, it's about a soldier coming home from war, trying to adjust. The narrative is a conversation from son to father, and father to son. It's a loosely fictitious tale, based on two friends of mine and a third person, whose story I saw on 60 Minutes — the soldier was wearing a Dashboard shirt.

Read more: Rolling Stone
Stand down son
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 31/12/2006 - 00:31




hosted by inventati.org