Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2006-8-25

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Cinco siglos igual

Letra y música: León Gieco
Parole e musica: León Gieco
Lyrics and music: León Gieco
Paroles et musique: León Gieco
Vortoj kaj muziko: León Gieco
Album: Mensajes del alma


Molto nota nella versione resa da Mercedes Sosa, è stata scritta da Gieco nel 1992, 500° anniversario - come dice Eduardo Galeano - della "conquista che non scoprì l'America"...

Fa parte dell'album "Mensajes del Alma".
Soledad sobre ruinas, sangre en el trigo
(continua)
inviata da Alessandro 25/8/2006 - 23:46
Downloadable!

Electronic Warfare

So you think there's nobody else out there fighting to protect your civil liberties?
(continua)
25/8/2006 - 19:56
Downloadable! Video!

Je m'appelle Bagdad

[2005]
Album: "Un autre univers"
J'ai vécu heureuse
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/8/2006 - 19:51

Sous le signe du G8

anonimo
Da questa pagina

Sur l'air d'Hexagone de Renaud
Sull'aria di Hexagone di Renaud
Ils se rencontrent au mois d’janvier
(continua)
inviata da adriana 25/8/2006 - 18:42
Video!

Rat je završen

Nonostante qualche perplessità sui nomi "dečurlija" e "balavurdija" che ho tradotto con "bambinate" e "baraonde", vi invio la versione italiana della canzone.
(Monia)
LA GUERRA È FINITA
(continua)
inviata da monia 25/8/2006 - 18:04

Let There Be Peace On Earth

Testo ripreso dal sito ufficiale di Alexandru Andries. Canzone composta direttamente in lingua inglese.
Trascrizione di Sergiu Mitrofan (curatore del sito)
La, la, la-la-la-la
(continua)
25/8/2006 - 16:59
Downloadable! Video!

Itab Hassan Mustaphà

[1993]
Dall'album Storie d'Italia

"È stato un libro, La tana della iena, edito da Sensibili alle foglie, a farci conoscere la storia di Hassan Abu Omar. Heb Hassan è il nome di battaglia e Mustaphà, il nome che suo nonno aveva voluto per questo ragazzo nato a Chatila. La sua famiglia di Gerusalemme, viveva in un campo profughi dal 1948 quando gli israeliani li cacciarono dalla loro terra. A nove anni Hassan era pronto per entrare nella scuola militare e diventare Figlio del Leone. Nel 1982 israeliani e cristiano maroniti si resero responsabili di un'orrenda strage nei campi di Sabra e Chatila. Furono uccisi: sua madre, sua sorella e due suoi fratelli, Fadi quattordicenne e Ahmed di appena un anno e mezzo. Poco dopo, suo padre morì in un'imboscata. Nell'Europa dei grandi, Mustaphà ci arriva quindicenne per compiere un attentato ad un ufficio delle linee aeree britanniche a Roma. Subito dopo... (continua)
72 Chatila a nord di Palestina
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/8/2006 - 14:00
Downloadable! Video!

Duecento giorni a Palermo

[1993]
Dall'album Storie d'Italia

"Pio La Torre era tornato a Palermo, nella sua città, dopo una lunga militanza a Botteghe Oscure, con due obiettivi: combattere la mafia rilanciando la lotta tra la gente e liberare il Pci da accordi compromettenti con la Dc di Lima e Ciancimino.

Dai suoi duecento giorni a Palermo ne viene fuori la figura di un uomo in cui si combinarono i quattro elementi che in Sicilia equivalgono sempre alla condanna a morte: l'intransigenza morale, il ruolo di potere, la capacità di leggere le cose siciliane attraverso il filtro della conoscenza delle logiche mafiose e infine l'essere solo, amato dai compagni senza potere ma circondato negli apparati del suo partito da pochi amici, molti spettatori, da alcuni nemici come Russo e Sanfilippo. Per la ricostruzione dei duecento giorni a Palermo di Pio La Torre e delle sue 'scoperte' ci siamo valsi della rivista Avvenimenti, in particolare degli articoli di Michele Gambino."

Marino Severini
Venite voi falsari di notizie
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/8/2006 - 13:56
Percorsi: Guerre di mafia
Downloadable! Video!

Imagine

LIVORNESE / LEGHORNESE

L’IMAGINE LIVORNESE, o L’IMÈGIN DER CIVILI
di Riccardo Venturi

L’ « Imagine » livornese, come dire, è leggermente diversa dall’immortale capolavoro originale di John Lennon, sebbene non si discosti affatto dal suo spirito. Sarà forse anche perché a Livorno ci sono bimbe un po’ più belline di quel roito di Yoko Ono, sarà anche perché l’ambiente gioca la sua parte, sarà per un certo « genius loci » e quant’altro ; ma, certamente, certi puristi potrebbero scandalizzarsi. Però la pace è pace, budello d’eva. Ad ogni popolo esprimerla come più gli si addice !
NOTA per i non livornesi. Il « Bar Civili », sito in via del Vigna, è un pubblico locale con smercio di alcolici che è considerato unanimemente il tempio del celebre ponce alla livornese. Che se Gion Lènno veniva a Livorno a arroìssi da’ ponci ‘nvece d’andà a fàssi sparà da un demente in quer cazzo di Nuiorche, forze era ancora vivo, ach so.
Dé prova ‘n pò a immaginà’,
(continua)
25/8/2006 - 02:21
Downloadable!

Aguirre, Der Zorn Gottes

Aguirre, furore di dio di Werner Herzog, del 1972, è uno dei film che amo di più. La colonna sonora, Aguirre, der Zorn Gottes (Lacrime Di Re), scritta da Fricke, è totalmente strumentale, incredibile e a tratti agghiacciante (almeno quanto Klaus Kinski, che interpreta proprio l'avventuriero Don Lope de Aguirre! - Vai a questa pagina).

XVI secolo. Il conquistador Lope de Aguirre (Kinski), a caccia di fama e di oro nelle impenetrabili foreste amazzoniche, trascinerà l'intera spedizione all'annientamento. La tracotanza, l'ingordigia, la sopraffazione... tutte cose di cui le armi sono strumento e che con esse vengono lentamente, silenziosamente ma inesorabilmente inghiottite dalla Natura. Realizzato in Perù nella valle di Urubamba e su due affluenti del Rio delle Amazzoni, con la collaborazione degli indigeni della cooperativa di Lauramarca, il film è dedicato proprio a loro, come dice Herzog,... (continua)
Aguirre, der Zorn Gottes ist ein Abenteuerfilm des deutschen Regisseurs Werner Herzog aus dem Jahr 1972.
(continua)
inviata da Alessandro 24/8/2006 - 23:27
Downloadable! Video!

How Come

Acc... ma sei perfidissimo! Nemmeno un prosecchino? Due noccioline?... Vabbè, se ne riparla a quota 1000...

Vada per il prosecchino e le noccioline, vah, ma per me un dito e basta perché oggi me n'avete dato di lavoretto a tradurre Gainsbourg! Scriveva dei testi in cui fra poco manco i francesi ci capivano una sega...[RV]
Alessandro 24/8/2006 - 16:52
Downloadable! Video!

Machine Gun

Ecco qua. Il vostro "Dear Hunter" (di mp3) vi lascia con questa kikkazza, un dilaniante mitragliamento di note del grande Jimi, e se ne va in vacanza per qualche tempo (senza toccar tastiera, che c'ho il culo piatto e l'artrosi reumatoide alle mani!)... Cari Admins, tenete duro e non voletemene: io so che un giorno pagherò per la mia irresponsabilità!
Hasta pronto!
Alessandro 24/8/2006 - 15:55
Video!

Andrea

Versione francese di Riccardo Venturi
24 août / 24 agosto 2006
ANDRÉ
(continua)
24/8/2006 - 12:08
Downloadable!

Stop The War

Album: White Buffalo
1982 Rod MacDonald, Blue Flute Music (ASCAP)
Testo ripreso dal sito ufficiale.
The general said "You're young I guess you don't understand
(continua)
24/8/2006 - 11:57
Downloadable!

Libera Belfast

Io vi canto una canzone che in Irlanda sanno già
(continua)
inviata da Alessandro 24/8/2006 - 11:52
Downloadable! Video!

Non voglio crescere mai

Una formidabile reinterpretazione di Bobo Rondelli di I Don't Wanna Grow Up di Tom Waits, famosa anche nella versione dei Ramones.
A tradurla in italiano aveva già provato Enrico Ruggeri che aveva scritto per Fiorella Mannoia "Non voglio crescere più", ma la versione di Bobo è travolgente, irriverente, aggiornata, amara ma divertentissima. E, a differenza dell'originale e dell'altra traduzione, è ancora più esplicitamente contro la guerra!

(Lorenzo Masetti)
Quando i grandi fan la guerra,
(continua)
24/8/2006 - 09:33
Percorsi: Genova - G8
Downloadable! Video!

Le nombril des femmes d'agents

E' ripresa da Milàn Milàn.
EL BAMBORIN DE LA MIEE D'ON GHISA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/8/2006 - 00:05
Downloadable! Video!

La mauvaise réputation

DER SCHLECHTE RUF
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 23:04
Downloadable! Video!

La mauvaise herbe

Deutsche Fassung aus Liedern von Georges Brassens
DAS UNKRAUT
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 22:58

Meguntam már a bujdosást

anonimo
23 agosto 2006
SONO STUFO DI QUESTA VITA ERRANTE
(continua)
23/8/2006 - 19:39
Downloadable! Video!

Les deux oncles

Come raccontato nell'introduzione alla canzone, Amodei ha preferito ambientare la canzone un secolo prima e i due zii sono diventati uno garibaldino e l'altro borbonico.
Grazie a Sergej del sito Il Deposito che ci ha mandato questo testo che avevamo a lungo ricercato.
Questa versione si puo' scaricare dallo speciale su Fasto Amodei dello stesso sito.
I DUE ZII
(continua)
inviata da Sergej & Lorenzo Masetti 23/8/2006 - 12:14
Video!

Bobby Sands From Belfast

anonimo
Il testo è ripreso da Rebel Songbook.
Now Irishmen Remember well,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 11:59

A Breath Of Peace

Il testo è ripreso da questa pagina tedesca.
This song is for all the violent dead
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 11:49
Downloadable! Video!

Bloody Sunday

Non stiamo neppure a spiegare, stavolta, di cosa parli questa canzone (il cui testo, via Wikipedia, è ripreso da questa pagina).
Remember well the 30th of January,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 11:41
Downloadable!

Bogside Volunteers

anonimo
La versione italiana del Canzoniere del Proletariato sinora inserita come testo principale. Fu eseguita nel 1972 per conto di Lotta Continua. E', come detto nell'introduzione, scaricabile in formato .OGG Vorbis da Il Deposito-Canti di Lotta.
I VOLONTARI DEL BOGSIDE
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 11:23

Hughes Lives On Forever

Canzone scritta per Francis Hughes. Fu la seconda vittima dello sciopero della fame di Maze del 1981, pochi giorni dopo Bobby Sands (12 maggio).
In Derry´s hills they mourn a son
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 10:18

Roll Of Honour

Il testo è ripreso da questa pagina tedesca.
Read the Roll of Honour
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 10:15
Video!

Death Before Revenge

Canzone dedicata alle vittime dello sciopero della fame di Maze nel 1981. Il testo è ripreso da questa pagina tedesca.
O´Hara, Hughes, McCreesh and Sands, Doherty and Lynch
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 10:12

Kieran's Song

Scritta per Kieran Doherty, una delle vittime dello sciopero della fame di Maze nel 1981. Il testo è ripreso da questa pagina tedesca.
He was born in Belfast in Andersonstown
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 23/8/2006 - 10:02

Voglio la mia libertà

Un altro ricordo legato a Giovanni Marini e al processo di Vallo della Lucania. E' sempre di Franco Senia, che era là. Dal newsgroup it.fan.musica.de-andre, 9 novembre 1999. Ed è una cosa che mi fa un enorme piacere mettere in questa pagina. Perché è importante. [RV]

E' una vecchia storia, risale al 1974 e ai mei vent'anni e poco più. A vent'anni la pensavo, più o meno, come la penso ora.
Sì lo so di essere un tipo monotono.
Ma ho le mie abitudini e mi danno troppo piacere per potervi rinunciare!
Era il 1974, dicevo, e non ero certo un tipino accomodante, per usare un eufemismo. Molto meno di oggi.:-)

Ero andato a Vallo della Lucania, un paese del Cilento, dove
si doveva svolgere un processo. Il processo a Giovanni Marini.
Molti di voi sono troppo giovani per ricordarsi queste cose.
Comunque si trattava di una storia di "antifascismo".
Io ero lì diciamo per una faccenda di "Soccorso... (continua)
23/8/2006 - 09:10
Downloadable!

Sarajevo

dall'album Dead Winter Dead (1996)
In the town of Sarajevo, there's an old medieval square
(continua)
22/8/2006 - 22:54




hosted by inventati.org