Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2006-7-23

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

I partigiani Santi e Salvatore

From the album "Sessant'anni di Resistenza" ("Sixty years of Resistance")
Santi Piperni and Salvatore Vecchioni were partisans in the same group. Having heard about the threat of fire and violence on their houses by the side of the German army and of the fascists, they decided to go back to their town, Partina (Comune di Bibbiena). The morning of the 13th, at dawn, the Germans located Salvatore's house and, catched his mother and his brother as hostage, they shot and set fire to his house where he was barred. Santi went to help his friend, throwing an hand grenade, shooting on the Germans, calling attention to himself, giving Santi the time to break through the roof, jump out and run away in the countries, bloody and hurted.
Santi ran away as well, but he was struck down and killed. With his help, however, he determined the safety of his fellow Salvatore, who lives in Soci today and who continues in telling this history.The 13th of April 29 peoplewere killed; the 12th of April 7 youths were killed by gun in Moscaio.
THE PARTISANS SANTI AND SALVATORE
(continua)
inviata da kiocciolina 23/7/2006 - 04:59
Downloadable! Video!

La legge giusta

THE RIGHT LAW
(continua)
inviata da kiocciolina 23/7/2006 - 04:09
Video!

Fila la lana

esiste una versione in ebraico... l'ho scoperta (anzi ci sono 2 versioni) in "the early years" di chava alberstein, la attribuisce correttamente a j douai ed e' tradotta in ebraico da d. almagor... non riesco a trovare altre info al momento + i cd li ho comprati su internet e sono tutti in ebraico a parte i titoli translitterati. il titolo della canzone e' "tvi et hatzemer"... se qualcuno capisce l'ebraico e vuole tradurla posso provare a spedirla come mp3... tcavagna@fastwebnet.it
tommaso 21/7/2006 - 19:26
Downloadable!

Stop The War Now

[1970]

Una hit minore dallo stesso album della famosissima "War". Anch'essa interpretata assieme ai Temptations (e poi anche da questi ultimi, da soli).
All right, yeah
(continua)
21/7/2006 - 11:53
Video!

Talking Vietnam Potluck Blues

[1968]
Lyrics and music by Tom Paxton
Testo e musica di Tom Paxton

Esistono le canzoni geniali? Ne sono convinto. Questa di Tom Paxton ne è un esempio. Non so se parli di un episodio realmente avvenuto durante la guerra in Vietnam, anche se mi piace pensarlo e, comunque, la cosa è altamente realistica. Ho visto coi miei occhi, in un'altra guerra, dei "nemici" scambiarsi sigarette e saluti dieci minuti prima di spararsi addosso; ci può ben stare la storia di questo "picnic alla buona" nel Vietnam. [RV]
When I landed in Vietnam,
(continua)
inviata da Ranger Jack 21/7/2006 - 03:03

Saigon Racetrack

anonimo
There are many different versions and more verses, but this is the version and the verses that I recall from my time in Vietnam ('68).
The Saigon bargirls sing this song
(continua)
inviata da Ranger Jack 21/7/2006 - 01:57
È il quinto anniversario del G8 di Genova, e dell'assassinio di Carlo Giuliani. Vogliamo ricordarlo con una giullarata (senza lieto fine) di Giulio Cavalli e con una Litania per Genova
Lorenzo Masetti 20/7/2006 - 15:06
Video!

(Re) Carlo (non) torna dalla battaglia di Poitiers

20 Luglio 2006: Per ricordare questo triste quinto anniversario dei fatti del G8 a Genova e dell'assassinio di Carlo Giuliani, abbiamo scelto questa "giullarata", che non è propriamente una canzone, anche se contiene diverse canzoni.

Giullarata musicale
Su Genova 500 ani prima
Senza lieto fine.

Di Giulio Cavalli
Musiche in scena di Guido Baldoni
Produzione: Bottega dei mestieri teatrali



Lo spettacolo è stato scelto da Giuliano e Haidi Giuliani per l'iniziativa "per non dimentiCARLO" il 20 Luglio in Piazza Alimonda a Genova in occasione del 5 anniversario della morte di Carlo Giuliani.

Nell'ottica di un dovere d'informazione e per propria vicinanza ai temi la compagnia Bottega dei Mestieri Teatrali ha deciso di rendere lo spettacolo disponibile a eventi sul tema a costo zero.
Cara amica, caro amico,
(continua)
20/7/2006 - 14:54
Percorsi: Genova - G8
Downloadable! Video!

Butcher of Beirut

Dedicata a Sharon e al suo degno erede Olmert, ieri come oggi macellai del popolo palestinese e libanese.

La canzone spiegata dal suo autore:
"The Butcher of Beirut developed importance in life, I wrote that before Sharon was le grand chef and before he and Bush started their campaign. I wrote that about Charron as military leader because I have a major issue with any non -secular state, as non-secular as Israel is technically. I had issues with the whole religious debate. The threat for me is that I don’t want to be stuck in a position where somebody says, you have to be anti-Palestinian, anti-Zionist. ... I don’t support any religious state and I don’t like religious zealots and extremists. I don’t want to give any of them power. I don’t want a state led by Muslim values, Christian values or by Jewish values. I don’t want any religion in the government. That song is about an overpowering... (continua)
when you coming back? i ain’t complete
(continua)
inviata da Alessandro 20/7/2006 - 11:29
Downloadable! Video!

Carretera Austral

CARRETERA AUSTRAL
(continua)
inviata da kiocciolina 20/7/2006 - 04:41
Downloadable! Video!

Carne da cannone

CANNON FODDER
(continua)
inviata da kiocciolina 20/7/2006 - 03:46
Downloadable!

Bim Bum Bush!

Foddis ha aperto anche il concerto dei Modena City Ramblers a Bologna del 25 Aprile...a me è piaciuto, è bravo e divertente. Ascoltate anche "Piccola No Global"...e se vi va "Una Striscia per Miccichè"!
kiocciolina 20/7/2006 - 03:09
Downloadable! Video!

A las barricadas

TO THE BARRICADES
(continua)
inviata da kiocciolina 20/7/2006 - 03:03
Downloadable! Video!

Pane e Coraggio

Dall'album "Lampo Viaggiatore" del 2003.

Non è proprio una canzone contro la guerra... anzi, sì: una guerra che miete centinaia di morti ogni anno, gente in cerca di futuro che annega lungo le coste della fortezza-Europa... la guerra dei ricchi colonialisti che prima hanno depredato ed affamato ed ora vorrebbero buttare a mare o rinchiudere i depredati e gli affamati...
Proprio sul filo della frontiera
(continua)
inviata da Alessandro 19/7/2006 - 12:06
Downloadable! Video!

GUILLAUME SEZNEC: [6] La Délivrance

cari, fratelli italiani
Seznec non e nato ne anche morta a morlaix, ma a plomodiern
perso.orange.fr@guillaume.seznec
bacci

Cher frère, merci pour ton intervention. Nous savons bien que Guillaume Seznec était né à Plomodiern -et nous l'avons specifié très clairement dans sa biographie! [RV]
Gilles 18/7/2006 - 20:52
Downloadable!

Rosso, Arancio, Giallo…

Album: Mi Sa Che Stanotte...

Il testo è evidentemente costruito intorno a Bandiera Bianca di Franco Battiato.
Rosso, arancio, giallo, verde, azzurro, indaco, violetto, sul ponte sventola bandiera
(continua)
inviata da adriana 17/7/2006 - 12:22
Video!

To Kill The Child

(2004)
Pubblicata insieme a Leaving Beirut, un'altra canzone in risposta all'invasione dell'Iraq.
The child lay
(continua)
17/7/2006 - 10:45

A migliaia ogni mattino muoiono

Non avranno le luci ed i cori
(continua)
inviata da adriana 17/7/2006 - 08:59
Video!

Profughi

Dai monti caldi discendon leggeri
(continua)
inviata da adriana 17/7/2006 - 08:55

Il branco

Son venuti nella notte, per punire e violentare,
(continua)
inviata da adriana 17/7/2006 - 08:50
Percorsi: Genova - G8
Downloadable!

E io sono qui

Tratto da una lettera di un carabiniere a Liberazione
Dall'album "Piazza Carlo Giuliani ragazzo"
Ho caldo la strada è assolata
(continua)
inviata da adriana 17/7/2006 - 08:45
Percorsi: Genova - G8
Downloadable! Video!

One For The Vine

[1976]
Scritta da Tony Banks
Written by Tony Banks
Album: Wind & Wuthering
Fifty thousand men were sent to do the will of one.
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 16/7/2006 - 23:04
È guerra in Medio Oriente. È guerra e va chiamata con il suo nome. Con il suo maledetto nome. E chi la paga sono sempre e solo i civili. Cosa possiamo fare? Una canzone? Un'altra? Non lo sappiamo. Ma fermiamola, in qualche modo.
Riccardo Venturi 14/7/2006 - 23:36
Video!

Blowin' in the Wind

ITALIANO / ITALIAN [3 - Mogol / Jonathan & Michelle]




L'ennesima versione di Blowin' in the Wind, questa volta dal duo italo francese Jonathan & Michelle (1967) accompagnati gruppo beat Mat 65,con il testo di Mogol stranamente mancante dell'ultima strofa, forse troppo "rivoluzionaria" per il target del duo. Le voci non sono male, l'armonica modello "spaghetti weastern" è di dubbio gusto.

Se volete ascoltarla la trovate a a questo indirizzo.
LA RISPOSTA (Dylan-Mogol)
(continua)
inviata da Marcello 14/7/2006 - 15:37
Video!

If Everybody Had A Gun

Sedie a dondolo cullano amanti che intrattengono
(continua)
inviata da Michele 14/7/2006 - 14:56
Downloadable!

La ballata di Sarajevo

Ho visto un volto tra la neve
(continua)
inviata da adriana 14/7/2006 - 14:05
Video!

L'uomo della verità

Da: Peppino Impastato.com

Per Peppino Impastato vedi anche Radio Aut e I cento passi
Questa è la storia
(continua)
inviata da adriana 14/7/2006 - 12:28
Downloadable! Video!

Perfect Sense

Qui potete scaricare il concerto di Lucca del 12 luglio 2006... dedicato a Syd Barrett (January 6, 1946 – July 7, 2006): http://www.bigozine3.com/rarities/
Alessandro 14/7/2006 - 12:27
Video!

A rosa de Hiroshima

Appena ho conosciuto il sito ho pensato alla canzone brasiliana "Rosa de Hiroshima" e mi sono messo a tradurla in italiano senza imaginare che questa era già lì tradotta.
Mi piaciono troppo questi brani. Nato nel '68 li sentivo da piccolo.
Dal poema originale di Vinícius de Moraes intendo le donne come appunto "rotte alterate" cioè scombussolate e percui ho deciso di inviare lo stesso la mia traduzione.
Questo poema è diventato una canzone nel 1973 interpretata dai Secos e Molhados.
Il disco in cui si trova questa canzone ha venduto più di trecentomila copie in pochi mesi. Un record per il mercato all'epoca.
Saluti e complimenti per il bellisimo sito.
Walter Raffo walterraffo@hotmail.com
LA ROSA DI HIROSHIMA
(continua)
inviata da Walter Raffo 14/7/2006 - 05:58
Downloadable! Video!

Brothers In Arms

grandi dire straits

w la pace tra i popoli anche se sarà introvabile
babo90 13/7/2006 - 20:05
Downloadable! Video!

Smallpox Champion

Album: In on the Kill Taker (1993)

In questa canzone si denuncia l'orribile pratica utilizzata dai Padri Fondatori degli Stati Uniti per sterminare i nativi americani: le coperte infette con il virus del vaiolo.

A damning critique of early North American expansionism. The title of the song and the lines referring to "blankets, warm like the grave" are relating to when the founding fathers donated blankets deliberately infected with small-pox to thin the population of Native Americans. The line "This is the pattern cut from the cloth" is most likely a reference to the concept of America's foundations being frayed by early ignoble actions, leading to a tradition of corruption and deceit.
(Wikipedia)
Smallpox champion u s of a
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 13/7/2006 - 18:38




hosted by inventati.org