Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2006-7-14

Rimuovi tutti i filtri
È guerra in Medio Oriente. È guerra e va chiamata con il suo nome. Con il suo maledetto nome. E chi la paga sono sempre e solo i civili. Cosa possiamo fare? Una canzone? Un'altra? Non lo sappiamo. Ma fermiamola, in qualche modo.
Riccardo Venturi 14/7/2006 - 23:36
Video!

Blowin' in the Wind

ITALIANO / ITALIAN [3 - Mogol / Jonathan & Michelle]




L'ennesima versione di Blowin' in the Wind, questa volta dal duo italo francese Jonathan & Michelle (1967) accompagnati gruppo beat Mat 65,con il testo di Mogol stranamente mancante dell'ultima strofa, forse troppo "rivoluzionaria" per il target del duo. Le voci non sono male, l'armonica modello "spaghetti weastern" è di dubbio gusto.

Se volete ascoltarla la trovate a a questo indirizzo.
LA RISPOSTA (Dylan-Mogol)
(continua)
inviata da Marcello 14/7/2006 - 15:37
Video!

If Everybody Had A Gun

Sedie a dondolo cullano amanti che intrattengono
(continua)
inviata da Michele 14/7/2006 - 14:56
Downloadable!

La ballata di Sarajevo

Ho visto un volto tra la neve
(continua)
inviata da adriana 14/7/2006 - 14:05
Video!

L'uomo della verità

Da: Peppino Impastato.com

Per Peppino Impastato vedi anche Radio Aut e I cento passi
Questa è la storia
(continua)
inviata da adriana 14/7/2006 - 12:28
Downloadable! Video!

Perfect Sense

Qui potete scaricare il concerto di Lucca del 12 luglio 2006... dedicato a Syd Barrett (January 6, 1946 – July 7, 2006): http://www.bigozine3.com/rarities/
Alessandro 14/7/2006 - 12:27
Downloadable! Video!

I cento passi

da "Viva la vida, muera la muerte"

La lotta di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia perché aveva il dono di essere coraggioso, onesto e coerente prima di tutto con se stesso per essere generoso con gli altri (con un frammento del dialogo dal film I cento passi di Marco Tullio Giordana).

Vedi anche Radio Aut

"Sei andato a scuola, sai contare?" "si so contare"
(continua)
14/7/2006 - 11:38
Video!

A rosa de Hiroshima

Appena ho conosciuto il sito ho pensato alla canzone brasiliana "Rosa de Hiroshima" e mi sono messo a tradurla in italiano senza imaginare che questa era già lì tradotta.
Mi piaciono troppo questi brani. Nato nel '68 li sentivo da piccolo.
Dal poema originale di Vinícius de Moraes intendo le donne come appunto "rotte alterate" cioè scombussolate e percui ho deciso di inviare lo stesso la mia traduzione.
Questo poema è diventato una canzone nel 1973 interpretata dai Secos e Molhados.
Il disco in cui si trova questa canzone ha venduto più di trecentomila copie in pochi mesi. Un record per il mercato all'epoca.
Saluti e complimenti per il bellisimo sito.
Walter Raffo walterraffo@hotmail.com
LA ROSA DI HIROSHIMA
(continua)
inviata da Walter Raffo 14/7/2006 - 05:58
Downloadable! Video!

Brothers In Arms

grandi dire straits

w la pace tra i popoli anche se sarà introvabile
babo90 13/7/2006 - 20:05
Downloadable! Video!

Smallpox Champion

Album: In on the Kill Taker (1993)

In questa canzone si denuncia l'orribile pratica utilizzata dai Padri Fondatori degli Stati Uniti per sterminare i nativi americani: le coperte infette con il virus del vaiolo.

A damning critique of early North American expansionism. The title of the song and the lines referring to "blankets, warm like the grave" are relating to when the founding fathers donated blankets deliberately infected with small-pox to thin the population of Native Americans. The line "This is the pattern cut from the cloth" is most likely a reference to the concept of America's foundations being frayed by early ignoble actions, leading to a tradition of corruption and deceit.
(Wikipedia)
Smallpox champion u s of a
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 13/7/2006 - 18:38
Video!

Tiziano Terzani: Lettera da Firenze - Lettera dall'Himalaya

L'IMMAGINE DEDICATA ALLA CCG N. 4000

Si tratta, naturalmente, di un'elaborazione di una famosa opera di Pablo Picasso (La paloma de la paz).
13/7/2006 - 09:28
Downloadable! Video!

Stranizza d'amuri

Semplicemente...STUPENDA! L'amore che supera il dolore e la paura, lo strazio e la distruzione apportati dalla guerra...L'AMORE!
Grazie Francuzzo!!!
Francesca 12/7/2006 - 18:02

Severino

Ho letto Scarpe rotte.
Conoscevo una persona che il libro me la descrive..
Ho letto chi era Severino.
E'tutto un insieme di cose positive. Un messaggio per certi ragazzi di oggi. Oggi quei ragazzi, così vuoti così di destra, dovrebbero essere indotti a leggere SCARPE ROTTE.
La bellezza del libretto (appena 140 pagine, credo)sta nel fatto che fu scritto dal "Biondo" al momento. Lì per lì. Mentre nell'aria c'era ansia continua, freddo e speranza.
Mirco 12/7/2006 - 17:04

Addio Firenze

anonimo
Canzone popolare toscana
[circa 1830]
Interpretata da Riccardo Marasco in "Chi cerca trova" [1976]
Testo trascritto a memoria.

La classica canzone popolare del giovane marinaio che va a imbarcarsi al porto militare di Livorno sulle navi della marina di quello che ancora era il Granducato di Toscana; ricordiamo che, secondo i documenti dell'epoca, la ferma di mare durava sei anni.
Addio Firenze,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 12/7/2006 - 14:24
Video!

Dove l'aria è polvere

Laura è la mia cantante preferita... quindi mi piacciono tutte le sue canzoni... ma questa è una canzone davvero intelligente!!!!!

Ciao Giorgia e grazie per il tuo commento! Scusaci però se ti abbiamo tolto le "abbreviazioni da messaggino SMS", nel nostro sito si scrive ancora in lingua italiana standard. Saluti! [RV]
Giorgia 12/7/2006 - 14:09
Giugno 1969. La rivolta dei pastori e dei contadini di Orgosolo contro l'installazione di un poligono di tiro e la militarizzazione dei loro pascoli: Pratobello.
Riccardo Venturi 12/7/2006 - 14:06
Video!

Wacatroia Wacatanka

Molto bella, ma la canzone in questione si chiama "Hoka Hey" e fa parte dell' album "Laiv" sempre del grande Van De Sfroos.
(Alessandro Bonfanti)

Quella è una canzone diversa, però, che abbiamo subito inserito. Grazie della segnalazione! (Lorenzo)
12/7/2006 - 14:02

Karavīra atgriešanās

"Il ritorno del guerriero"; si tratta di una canzone satirica. Il testo è ripreso dal Latviešu dziesmu serveris ("Server delle canzoni lettoni").
Sveika, māmiņ, beidzot mājās ir tavs karavīrs,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 11/7/2006 - 23:24

Kareivis

anonimo
Canzone popolare lettone; il titolo significa "Il soldato". Il testo è ripreso dal Latviešu dziesmu serveris ("Server delle canzoni lettoni"), dove sono riportati anche gli accordi per chitarra (con notazione musicale nordeuropea).
Tās, tās tālās debesīs
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 11/7/2006 - 23:14
Downloadable! Video!

La tradotta che parte da Novara

anonimo
anno 1973 ds 523/25.
Il testo rispetto al testo normalmente conosciuto ha una strofa in più. Se qualcuno sa a cosa possa riferirsi lo pregherei di segnalare la sua interpretazione
al mio indirizzo: marcello4@alice.it
LA TRADOTTA CHE PARTE DA NOVARA
(continua)
inviata da Marcello 11/7/2006 - 22:59
Downloadable! Video!

Pratobello

11/12 luglio 2006

Non conosco purtroppo a sufficienza il sardo per tentare una traduzione completa e ben fatta; e lo dico con rimpianto. Ciononostante, ho ritenuto doveroso tentare una traduzione di massima, con molte lacune che sono state fortunatamente e celermente colmate da Giovannino, del newsgroup it.fan.musica.de-andre; ed è bello che la cosa provenga proprio dal newsgroup di Fabrizio. È una cosa assolutamente dovuta a questa canzone e agli straordinari fatti di Pratobello. [RV]

Giusto una correzione: sos sirbones sono i cinghiali, non i cervi [Mirko]

Grazie a Mirko per la precisazione, che abbiamo accolto modificando le traduzioni italiana e inglese [RV]
PRATOBELLO
(continua)
11/7/2006 - 21:36
Video!

Storia di un cane

(pour le forum it.cultura.linguistica.francese)
11 juillet 2006

C'est une chanson d'Ivan Della Mea, tirée d'un "concept album" qui s'appelle "Sudadio Giudabestia" (je renonce à traduire ce titre). On pourrait définir cet album comme l'histoire collective d'une rue de la banlieue milanaise, rue Montemartini, à la fin d'un siècle ou bien d'un millénaire (l'album est de 1996). Ivan Della Mea, né à Lucques en 1940 mais milanais d'adoption, écrit volontiers des chansons sur les animaux, et ce sont souvent des chansons belles et terribles. Comme celle qui suit. L'histoire d'un chien de banlieue, et de sa mort. J'ai essayé de la traduire en français en respectant le martèlement de ses vers et son rythme en crescendo. [RV]
HISTOIRE D'UN CHIEN
(continua)
11/7/2006 - 12:17
Video!

Miers

Breve canzone, il cui titolo significa "pace", il cui testo è ripreso dal Latviešu dziesmu serveris, il "Server delle canzoni lettoni" che sarebbe oltremodo benemerito, ma che è anche interamente in lettone. Tenteremo comunque una traduzione della canzone.Il testo della canzone è di Kristaps Plaums. Proviene dall'album Dienasgrāmata.[RV]
Redzi kā putns paceļas
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 11/7/2006 - 01:09

Karš

anonimo
Canzone popolare lettone della II guerra mondiale (il titolo stesso significa "Guerra").
Latvian folksong of II World War period (the title itself means "War").

Testo ripreso da Latviešu dziesmu serveris ("Il server delle canzoni lettoni")
Lyrics available at Latviešu dziesmu serveris ("Latvian Songs Server")
Tumša nakts iz mežiem māj,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 11/7/2006 - 00:53
Con la versione italiana di Je m'en fous de la France di Maxime Le Forestier anche le versioni/commenti raggiungono quota 4000. Il caso ha voluto che ciò avvenisse in concomitanza con la finale del campionato mondiale di calcio. Nous nous en foutons de la France, de l'Italie et de toutes les "patries".
Riccardo Venturi 11/7/2006 - 00:24
Downloadable! Video!

Kill The President

Da "The Offspring" debut album uscito su vinile nel 1989, rieditato su cd nel 1995 e poi di nuovo nel giugno 2001... ma il brano in questione è stato espunto dall'ultima edizione, certamente per ragioni di "opportunità politica" (anche se non c'è nessuna relazione con l'11 settembre)...

Però dovrebbero spiegarci gli Offspring perchè uccidere il presidente andava bene con Bush Senior e non più con Bush Junior...Forse la fama e i soldi nel frattempo accumulati hanno ridotto 'sti alternatives a più miti consigli?!?)

Wikipedia
In a world without leaders
(continua)
inviata da Alessandro 10/7/2006 - 22:23
Downloadable! Video!

Out On Patrol

Dal debut album della band, intitolato semplicemente "The Offspring", uscito nel 1989.
Wikipedia
Look at you soldier boy now
(continua)
inviata da Alessandro 10/7/2006 - 22:08
Video!

Out On An Island

Dall'album di esordio "Shock Troops" del 1982.
Everybody's got a number tattooed on their soul
(continua)
inviata da Alessandro 10/7/2006 - 21:56
Downloadable!

Idzie żołnierz borem lasem

anonimo
10 juillet 2006
LE SOLDAT MARCHE PAR LA FORÊT
(continua)
10/7/2006 - 19:16
Downloadable! Video!

Canto do Desertor

Parabéns pela evocação do Luis Cília.
Leonardo Verde - agcolos.drealentejo.pt 10/7/2006 - 12:55
Downloadable! Video!

Stelutis Alpinis

Tentando una traduzione che cerca di rispettare la semplicità dell'orignale e specialmente mantenere il ritmo metrico che permetta di "cantarla" in italiano.
Da S Paolo del Brasile il 9 luglio del 2006
dies niveo signanda lapillo
L'Italia é Campione del Mondo per la quarta volta.
Viva l'azzurra.

Emilio M. Boria
S.Paolo del Brasile 9 luglio 2006
STELLE ALPINE
(continua)
inviata da Emilio Maria Boria 10/7/2006 - 02:01
Downloadable! Video!

Monster Hospital

Dall'album "Live It Out" del 2005.

Si tratta di un omaggio in chiave antimilitarista a Bobby Fuller, l'autore di "I Fought The Law", canzone resa poi celebre dai Clash. Fuller morì nel 1966 in circostanze mai del tutto chiarite, quasi certamente assassinato.

A proposito della versione dei Metric ("I fought the war but the war won"), si legga l'intervento di GinaMarz su Songmeanings:
Monster hospital, can you please release me?
(continua)
inviata da Alessandro 9/7/2006 - 15:49
Downloadable! Video!

Po partyzancie dziewczyna płacze

anonimo
9 juillet 2006
LA JEUNE FILLE PLEURE LE PARTISAN
(continua)
9/7/2006 - 15:19

Middle Eastern Holiday

E' il brano che apre l'album "In Operation", uscito nel maggio 2006.
I've got to go, but what a prize to give
(continua)
inviata da Alessandro 9/7/2006 - 15:01

Lies In The House Of Shame

Dal debut album "Rebirth Of The Temple", uscito nel maggio 2006.
Death in mass production, war crimes
(continua)
inviata da Alessandro 9/7/2006 - 14:48
Video!

Death Doesn't Care

Dall'album "Don't Miss the Train", uscito nel 1991 e rieditato nel 2001.
So many people try to do things for themselves
(continua)
inviata da Alessandro 9/7/2006 - 14:36

Killing Time

Dall'album "Keep Them Confused" del 2005.
Not Knowing what he had got into, only following the sheep
(continua)
inviata da Alessandro 9/7/2006 - 14:23
Downloadable! Video!

Georges Brassens: Les oiseaux de passage

La poesia completa Les oiseaux de passage di Jean Richepin, dalla raccolta La chanson des gueux.

Nel mettere in musica Les oiseaux de passage, Georges Brassens ha operato una riduzione eliminando molte strofe dal lunghissimo originale di Richepin. Una riduzione che, ne siamo convinti, ha giovato non poco al testo. Presentiamo qui, comunque, il testo completo della poesia.[RV]
LES OISEAUX DE PASSAGE
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 9/7/2006 - 00:43
Le Déserteur ha da oggi la sua versione araba.
Riccardo Venturi 9/7/2006 - 00:17
Downloadable! Video!

Le Déserteur

ARABO / ARABIC / ARABE [1]

La traduzione è ripresa da questa pagina turess.com.
Translation reproduced from this turess.com page
Traduction tirée de cette page turess.com

* بوريس فيان (Boris Vian)
نصوص وأغان، منشورات كريستيان
بورجوا (Christian Bourgeois)
باريس 1975
من هو بوريس فيان
* بوريس فيان (Boris Vian) (1920 1959) متخرج في المدرسة العليا المركزية للفنون والصناعات (LصEcole Centrale des Arts et Manufactures) وهو الى ذلك مغرم بالموسيقى نفخا في المزمار وولعا بالموسيقى الجاز (Jazz) حتى اصبح وجها شهيرا في ليالي باريس بحي Saint-germani des Près بعد الحرب العالمية الثانية. وهو شاعر وروائي، فاجأ الجمهور بروايتين اصدرهما سنة 1947: رغوة الايام (LصEcume des jours)
الخريف في مدينة بيكين (LصAutomne à Pékin)
كما اشتهر بروايات «سوداء» على الطريقة الامريكية منها سأزور قبوركم لاتفل عليها (J'irai cracher sur vos tombes) الصادرة سنة .
ولقد دل استفتاء لدى الشباب الفرنسي ان 95 منهم معجبون بالكاتب بوريس... (continua)
بوريس فيان
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 8/7/2006 - 23:04
Video!

Ballad om censuren

8 luglio 2006
BALLATA SULLA CENSURA
(continua)
8/7/2006 - 22:15
Downloadable! Video!

Where Have all the Flowers Gone

ITALIANO/ITALIAN [3]
Jonathan & Michelle - Patty Pravo / Daniele Pace


Cercando tra i miei vecchi LP ho trovato questa versione in italiano cantata dal duo Jonathan & Michelle con il titolo "Dove andranno i nostri fiori" di Daniele Pace e Seeger. Il duo italo -francese era accompagnato dal gruppo beat "Mat 65".Il Lp reca la data maggio 1967 edito dalla casa discografica Rifi Record Company. RIFI-RFS LP 14514 La potete ascoltare scaricandola da questa pagina [Marcello]

La versione fu poi ripresa, nel 1976, da Patty Pravo, che la interpretò e incise nell'album Tanto.





Grazie, Marcello, per questo contribuito veramente eccezionale. Lo faccio a nome di tutto lo staff delle CCG certo di interpretare il pensiero di tutti. [RV]
DOVE ANDRANNO I NOSTRI FIORI
(continua)
inviata da Marcello 8/7/2006 - 19:02
Video!

I Am Mine

non saprei se è propio il testo dedicato alla pace si è vero è segnato dall' undici settembre ma hai me il messaggio è io sono mio per carita la spiritualità tipo il cristianesimo non si butta via anzi ma dobbiamo renderci conto che i pearl jam cono un gruppo concreto niente da dire sulla visione loro di dio cioè il tutto che ci circonda l' uomo se è ispirato da qualcosa di divino alla fine è ispirato da qualcosa che è dentro di lui chiamalo pure dio ci sta benissimo come definizione quindi penso che per essere chiari i pearl jam ci vorrano ancora altri anni il mondo deve ancora maturare pure io mi metto nel mondo faccio pure io parte con tutto il mondo quindi il testo è chiaro
gian carlo 8/7/2006 - 18:05




hosted by inventati.org