Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2005-9-12

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Where Have all the Flowers Gone

GIAPPONESE / JAPANESE / JAPANAIS [1]
Takashi Ota / The Rigannies [ザ・リガニーズ]


La versione giapponese standard di Takashi Ota, del 1966, così come reperita su questa pagina con l'ausilio della pagina di ja.wikipedia. In fondo ad ogni strofa, facoltativamente, si può inserire il verso inglese originale When will they even learn?. La versione fu eseguita per la prima volta dal gruppo The Rigannies (Riganizu in giapponese) nello stesso anno, ma è stata in seguito riproposta da innumerevoli artisti.

The standard Japanese version by Takashi Ota, 1966, as reproduced from this page through the help of the relevant ja.wikipedia page. At the end of each verse you may include facultatively the original English line When will they even learn? The version was first performed in the same year by the band The Rigannies (Riganizu in Japanese), but has been performed later by a large number of artists. [CCG/AWS Staff]


L'esecuzione originale dei Rigannies (1966)
The original performance by The Rigannies (1966)
花はどこへ行った 
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 12/9/2005 - 16:25
Downloadable!

Dangerous Beauty

da "A Bigger Bang" (2005)

Dallo stesso album di Sweet Neo Con, questa è dedicata alla soldatessa di Abu Ghraib Lynndie England
In your high school photo
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 12/9/2005 - 10:35
Video!

Belle

(Trad, arr par Ambrozijn)
Belle, je m'en vais en Allemagne
(continua)
inviata da laverdure 11/9/2005 - 19:48

Not In My Name

If a slice of your pie means more people must die
(continua)
inviata da laverdure 11/9/2005 - 19:17
Downloadable! Video!

The Bravest

11 settembre 2005
I PIÙ CORAGGIOSI
(continua)
11/9/2005 - 14:07

Women in black

Donne sulla striscia di Gaza
(continua)
inviata da adriana 11/9/2005 - 13:13
"Tremila poesie travestite da persone in una giornata quasi perfetta, dovrebbero essere qualcosa di più che pedine nella sacra rappresentazione di qualche stronzo. Così adesso tocca a voi e tocca a me fare in modo che non siano morte invano." (Ani Di Franco).
11 settembre 2005: continuiamo a credere che tocca a noi, e a voi, costruire un mondo senza terrorismo, senza colpi di stato militari e senza guerre.
Lorenzo Masetti 11/9/2005 - 12:05
Downloadable! Video!

O Gorizia, tu sei maledetta

anonimo
«Canto simbolo delle barbarie della guerra. Di autore anonimo è nato nelle trincee italiane durante le interminabili offensive dell’esercito italiano per la presa di Gorizia.
È stata inserita una parte in tedesco a condanna di una guerra voluta da pochi e subita da tutti.»

Testo di autore anonimo (in tedesco 'Zuf de Žur)
Musica: R: Amodei, M.Punteri ('Zuf de Žur)

È con grande piacere che inseriamo questa versione bilingue di "Oh Gorizia" inviataci direttamente da Gabriella dei 'Zuf de Žur che ringraziamo di cuore.
La vogliamo accostare idealmente a Sidùn cantata in arabo ed ebraico.(Lorenzo Masetti, 11 settembre 2005)

Gorizia fu l’unica città conquistata con le armi dall’esercito italiano. La conquista della città costò la vita, in una settimana, a 30.000 soldati, tra italiani e austroungarici. L’ 8 agosto 1916 i fanti italiani entrarono in una città ridotta in macerie, abbandonata... (continua)
GORIZIA
(continua)
11/9/2005 - 11:24

Hallalì

dall'album "Hallo Mem" 2005
"L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà di altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali"
(continua)
inviata da adriana 11/9/2005 - 10:25

The Dance

(1997)
When I was so young and hadn’t a care
(continua)
11/9/2005 - 00:48

Raise Your Glass, Raise Your Voice

(2002)
Raise your glass to the sky.
(continua)
11/9/2005 - 00:45

Marching To The Border

from "Shout Down the Wind
Songs of Peace, Protest, and Patriotism" (2004)
I’m marching to the border.
(continua)
11/9/2005 - 00:42

Frank, Dennis, And Me

(2001)
I was eighteen and change when the telephone rang,
(continua)
11/9/2005 - 00:39

Sam the Alligator

(1990)
Well there's a story I heard and I'm telling it to you,
(continua)
11/9/2005 - 00:36

Main Street

from "Shout Down the Wind
Songs of Peace, Protest, and Patriotism" (2004)
There’s a war far away from Main Street today,
(continua)
11/9/2005 - 00:31
Video!

Shout Down the Wind

from "Shout Down the Wind
Songs of Peace, Protest, and Patriotism" (2004)
I was born and raised American,
(continua)
11/9/2005 - 00:28

Raise Your Ass, Raise Your Bail (The Shadow Song)

from "Shout Down the Wind
Songs of Peace, Protest, and Patriotism" (2004)

«There is a war going on. This is a wartime album. The soul of America is at stake. This is our country, our government, and our responsibility. It is time to take a stand, raise a voice. These are hard songs for hard times, and by far the hardest album I have ever produced.»
(from the Liner notes)
Raise your ass out of my sight.
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 11/9/2005 - 00:25
Downloadable! Video!

Reunion Hill

[1997]
Lyrics and music by Richard Shindell
Testo e musica di Richard Shindell
Album: "Reunion Hill"
Also performed by / Interpretata anche da Joan Baez

"[...]That economy reveals Shindell as an artist of uncommon intuitive gifts, whose verbal brush strokes strategically conjure up more with less. In Reunion Hill, his masterful lament for Joan Baez, Shindell recalls the pain of personal loss in war not by chewing the scenery or overpainting it, but by evoking associations with unremarkable objects and actions. His Civil War widow, ten years later, remembers that ragged army that limped across these fields of mine—not through a macabre body count, but through the everyday objects that the soldiers left behind:

Even now I find their things
Glasses, Coins, and Golden Rings
And she reflects on the loss of her husband not through the particulars of her suffering or the deprivations of... (continua)
Must’ve been in late September
(continua)
11/9/2005 - 00:18

Canción pacífico-violenta

Todos los lunes, muy temprano,
(continua)
10/9/2005 - 23:21

Warklezmer

La civiltà porta all’omologazione
(continua)
inviata da adriana 10/9/2005 - 08:20
Video!

La guerra di Piero

Alcuni versi riecheggiano "Dove vola l'avvoltoio", una canzone scritta da Italo Calvino nel 1958 e non particolarmente ispirata.
laverdure 9/9/2005 - 23:58
Downloadable! Video!

Khorakhané (A forza di essere vento)

Dal NG it.fan.musica.de-andre
English Version by Jacopo "Laverdure"
From the Usenet Newsgroup it.fan.musica.de-andre
10 settembre 2005 / September 10, 2005
KHORAKHANE
(continua)
9/9/2005 - 23:05
Video!

Eldorado dos Carajás

Da www.comitatomst.it/eldorado.htm

Eldorado Dos Carajás (BRASILE) - Il giorno 17 aprile 1996, intorno alle 4 del pomeriggio, 200 poliziotti militari, al comando del colonnello Mario Colares Pantoja, compiendo un ordine emanato dal governatore dello stato Almir Gabriel, hanno dato inizio alla più grave violazione dei diritti umani dell'America Latina negli ultimi anni. Con il pretesto di liberare la strada Rodovia PA-150 hanno ucciso a freddo 19 lavoratori rurali senza terra e ne hanno feriti altri 69.
I lavoratori rurali avevano bloccato la strada per spingere il governo dello stato a mantenere la promessa di dare loro mezzi di trasporto e alimenti per andare nella capitale dello stato a negoziare con l'INCRA la sistemazione di 2000 famiglie di senza terra nella fazenda Macaxeira.
Terra di sole terra di caffè
(continua)
inviata da adriana 9/9/2005 - 16:52

Epitaffio

Mio nonno diceva
(continua)
inviata da adriana 9/9/2005 - 16:16

‘O Cavaliere

Strappatevi le vesti
(continua)
inviata da adriana 9/9/2005 - 16:03

Flowers of Saskatchewan

Da / From "Far End Of Summer" (2002)
The sun was shining on the English Channel
(continua)
8/9/2005 - 23:56

Historian har visat

English version by laverdure
HISTORY HAS SHOWN
(continua)
inviata da laverdure 8/9/2005 - 17:11

Tiden förändras

English version by laverdure
THE TIMES CHANGE
(continua)
inviata da laverdure 8/9/2005 - 17:10
Downloadable!

Il mondo che vorrei

Quante volte ci ho pensato su,
(continua)
inviata da Francesco91 8/9/2005 - 12:34
Apprendiamo adesso della morte di Sergio Endrigo, avvenuta a Roma all'età di 72 anni. Ciao Sergio, e grazie per tutto quello che ci hai dato.
Riccardo Venturi 7/9/2005 - 21:17
Downloadable! Video!

Cannoni del Sagro

(Simplified) Chinese version by Chang Tsin Lie (from the English translation), received on September 7, 2005.

(简化) 汉语版本由 谎言(从英文译文), 接 受在2005 年9月7 日。
锯枪增长
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/9/2005 - 16:25
Video!

Człowiek

[1990]
Dall'album "Wszyscy przeciwko wszystkim"

L'uomo e dintorni secondo i Dezerter, i cui testi sono regolarmente caratterizzati da una notevole stringatezza (qui accentuata dalla struttura a "Kettenlied" o canzone a catena).
Człowiek jest miłością
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 7/9/2005 - 11:14
Video!

Leyenda del águila

«Del año 64 o 65 que empiezo a componer ya rítmicamente, al año 67 que me desmovilizo, hice una buena cantidad de canciones. En los primeros años fui muy prolífico. Generalmente, estas eran canciones de amor, no crónicas sociales. Sin embargo, en esa época escribí mis primeras canciones de contenido social. La primera fue una canción contra la discriminación racial en Estados Unidos que se llama «¿Por qué?», y la segunda fue una canción contra la guerra de Vietnam, «La Leyenda del Águila». Después escribí otras contra la guerra de Vietnam.»
(Extractos de una entrevista a Silvio Rodriguez conducida por Rina Bermayor, La Habana, Cuba, Marzo 1980)
Voy a cantar
(continua)
7/9/2005 - 00:02

Bonito

(2003)
Bonito, todo me parece bonito.
(continua)
6/9/2005 - 23:53
Video!

Mostar

MOSTAR
(continua)
inviata da Monia 6/9/2005 - 22:04
Video!

Sarajevo

SARAJEVO
(continua)
inviata da Monia 6/9/2005 - 21:21

How Many

[2003]

Testo ripreso da
Lyrics available at
http://polsong.gcal.ac.uk/songs/rev1.html

"Before America declared war on Iraq in 2003, I began writing a poem about my feeling. We were still at war in Afghanistan, and it was a little over a decade ago that we have been fighting Iraq before. I felt disgusted that within the first few years of the new millennium, America would set a tone of aggression, violence, revenge, and selfishness for the 'new American century'. How dumb are we? What did we learn during the bloody 20th century? Two world wars? Atomic weapons? How could we possibly start off the next 100 years by fighting TWO wars? A war in a country that had done nothing to us? 'How many more gotta die?' I asked. How many more mothers gotta cry? It was a protest of war. Well, of course we DID go to war in Iraq. And the song changed scope, and as no longer simply about war, and became a protest song. When history begins repeating itself, one has to ask oneself, 'How Many More?'"
Chorus:
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/9/2005 - 09:59

Homeland Security

[2003]
Lyrics and Music by Dan Reich
Testo e musica di Dan Reich

Testo ripreso da
Lyrics available at
http://polsong.gcal.ac.uk/songs/reich.html

"Homeland Security was one of about a dozen songs I wrote in 2002/3, having to do with aspects of American culture I found disturbing. They became my first CD, Bigger is Better. Other songs on the disc take on corporate greed, fast food, SUVs, religious intolerance and the pharmaceutical industry." - Dan Reich
Chorus:
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/9/2005 - 09:54
Video!

Cuore di pace

Lo chiamavano cuore di pace ed era nato alto forte e bello
(continua)
inviata da Sonia 6/9/2005 - 09:18
Downloadable! Video!

La classifica

da "Unò, Dué" (2002)

"È più importante il sangue o il prezzo delle armi che vendiamo?" si chiede Silvestri in questa canzone, ritratto impietoso del nostro "stile di vita occidentale", una serie di domandine apparentemente innocenti...
Si-gnorina
(continua)
inviata da Lorenzo Masetti 5/9/2005 - 20:23




hosted by inventati.org