Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2005-1-22

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Mourir pour des idées

MORIR POR LAS IDEAS
(continua)
22/1/2005 - 17:37
Downloadable! Video!

Les patriotes

LOS PATRIOTAS
(continua)
22/1/2005 - 17:34
Downloadable! Video!

La guerre de '14-'18

LA GUERRA DEL 14-18
(continua)
22/1/2005 - 17:26
Video!

Ballade des gens qui sont nés quelque part

LA BALADA DE LA GENTE QUE HA NACIDO EN ALGÚN SITIO
(continua)
22/1/2005 - 17:24
Downloadable! Video!

Hécatombe

Traducción de Graciela y Horacio Salas. En "Homenaje a Georges Brassens" y "Georges Brassens en Castellano"
HECATOMBE
(continua)
22/1/2005 - 17:18
Downloadable! Video!

Mourir pour des idées

2000 Dr. Ted Neather

This translation aims to convey meaning and not attempt poetry or song.
From This page.
DIE FOR IDEAS
(continua)
22/1/2005 - 17:02
Downloadable! Video!

MCMXCIV perché i vivi non ricordano

Consigliamo di seguire i link nel testo: questa è probabilmente la CCG che in assoluto più ne rimanda ad altre. Ad altri nomi, ad altre storie, ad altre lotte.
Non canto per i vivi, non canto per loro
(continua)
22/1/2005 - 16:52
Primo estratto della trasmissione dedicata alle canzoni contro la guerra su Controradio. Abbiamo la presentazione di Fagioli 'olle 'otenne fatta in quell'occasione da Riccardo.
Purtroppo nella registrazione digitale non c'è la versione in livornese di Born in the U.S.A. che cercheremo di recuperare da audiocassetta.
Lorenzo Masetti 20/1/2005 - 22:15
Downloadable!

A la source

Des tonnes de gazole
(continua)
18/1/2005 - 11:13

Forgiveness & Love

"I wrote this song following September 11th, 2001 and thought it might be appropriate to release now given the present worldwide mobilization for peace. In writing it, I thought a lot about the radical love and forgiveness taught by Jesus and the early Christian tradition as well as the principles of peace and justice that are at the roots of Islam; I thought about the frequent uses and misuses of religion, including the invocations that imply that God would somehow choose sides in a war"
Forgiveness and Love
(continua)
18/1/2005 - 00:30
Video!

Sergente, no!

(1973)
No! Mamma no!

Un inno dei gay contrari al servizio militare
Sergente, no!
(continua)
16/1/2005 - 21:49
Percorsi: Disertori
Downloadable! Video!

Salvador

(Gisberto Cortesi)

[1990]
Album: Solo Nomadi
Salvador era un uomo, vissuto da uomo
(continua)
16/1/2005 - 19:38
Downloadable! Video!

Where Have all the Flowers Gone

POLACCO / POLISH / POLONAIS
Wanda Romana Sieradzka De Ruig / Sława Przybylska




Artmar segnala che la versione è di Wanda Sieradzka de Ruig e che è stata interpretata per la prima volta dalla cantante Sława Przybylska negli anni '60.

Artmar informed us that the Polish version is by Wanda Sieradzka de Ruig and that it was performed for the first time by the singer Sława Przybylska in the 60's.

Artmar nous signale que l'auteur de la version polonaise est Wanda Sieradzka de Ruig, et qu'elle a été interprétée par la chanteuse Sława Przybylska dans les années '60.

L’autrice della traduzione, Wanda Sieradzka de Ruig (nata a Łódź il 29 settembre 1923 in una famiglia di religione ebraica), è stata una celebre scrittrice, giornalista, poetessa e traduttrice. Wanda Sieradzka si era laureata presso l’Institut d’Études Françaises di Tolosa e allo scoppio della II Guerra mondiale lavorò come addetta... (continua)
GDZIE SĄ KWIATY Z TAMTYCH LAT?
(continua)
13/1/2005 - 22:53
Downloadable! Video!

L'unica superstite

Questa è la nostra storia, teniamo vivo il ricordo. Noi che siamo nati e cresciuti a ridosso della "Linea Gotica". Noi che al posto delle favole le nostre nonne ci han raccontato di bombardamenti e rastrellamenti, di occupazioni, furti, soprusi e abusi che hanno vissuto sulla loro pelle e che a distanza di tanti anni disturbano ancora il loro sonno.
Non dimentichiamoci la nostra storia, non dimentichiamo cos'ha vissuto chi ci ha dato la vita.
Kira 13/1/2005 - 20:37
Video!

Non è amore

[2003]
Testo e musica di Edoardo Bennato
da “L’uomo occidentale”
Non è amore
(continua)
inviata da Sergio Santoni 13/1/2005 - 17:50
Downloadable! Video!

A cosa serve la guerra

[2003]
dall'album "L'uomo occidentale"

Testo di Eugenio Bennato
Musica di Edoardo Bennato

Cantata insieme dai due fratelli.

Al testo pubblicato sul sito ufficiale sono state apportate alcune necessarie modifiche.
A cosa serve la guerra diciamo la verità
(continua)
inviata da Sergio Santoni 13/1/2005 - 17:28
Video!

American Jesus

da http://www.badreligion.it

alcune correzioni con la traduzione presente in "Note Americane" di Alessandro Portelli
GESÙ AMERICANO
(continua)
12/1/2005 - 19:59
Downloadable! Video!

Like Toy Soldiers

Testo e musica di Marshall Mathers
Lyrics and Music by Marshall Mathers
Step by step, heart to heart, left right left
(continua)
inviata da Daniele 12/1/2005 - 15:49
Video!

Soweto

interpretata con Ligabue

Album: La forza dell'amore
Data di uscita: 1990
Io non sopporto la tortura
(continua)
inviata da Daniele 12/1/2005 - 15:41
Downloadable! Video!

Disastro aereo sul canale di Sicilia

PRECISAZIONE DI GABRIELE: NON SI RIFERISCE AD USTICA!

Verrebbe da chiedersi come ha fatto De Gregori a scrivere una canzone su Ustica, "incidente" del 27 giugno 1980, già nel 1976! (anno di pubblicazione di Bufalo Bill, da cui è tratta questa canzone...) Cos'è, un veggente? No, la canzone non c'entra niente con Ustica, ma racconta un altro incidente aereo avvenuto in terra siciliana.
Gabriele 10/1/2005 - 17:24
Downloadable! Video!

Universal Soldier

La versione è di Herbert Pagani.

SOLDATO UNIVERSALE
(continua)
9/1/2005 - 22:23
Downloadable! Video!

Vietnam

(1969)
dal disco "Jimmy Cliff" poi riedito col titolo "Wonderful World, Beautiful People"

Cliff delivered this anti-war song in the form of a letter the narrator has received from a friend fighting in Vietnam. He told Mojo magazine July 2012 that it was inspired by the experiences of a friend of his: "I felt I could make a change through music," Cliff said, "maybe that stems back to church and Sam Cooke, but I was socially conscious and sensitive to things going in that war. A friend I went to school with, he was a great artist, he went to live with his family in America, he got drafted, went to Vietnam, and it blew his mind. He came back, he didn't recognise me, it was as if he was dead."

Bob Dylan once lauded this as "the best protest song ever written."

Somg Facts
Hey
(continua)
9/1/2005 - 15:41
Downloadable! Video!

Soldier's Last Letter

Recorded by Ernest Tubb
Written by Sgt. Henry Stewart and Ernest Tubb
When the postman delivered a letter
(continua)
9/1/2005 - 15:25
Downloadable! Video!

Ranger's Command

Come all of you cowboys all over this land
(continua)
9/1/2005 - 15:20
Downloadable! Video!

We Shall Overcome

Artisti vari, da: Where Have All The Flowers Gone - The Songs of Pete Seeger.
WE SHALL OVERCOME
(continua)
inviata da Eva Sgro 9/1/2005 - 15:19
Video!

Ultimo volo America

Il pezzo più sperimentale del disco "Sorella sconfitta", caratterizzato da una forte impronta elettronica e dalla voce della soprano Marina Parente
Miserere dall'aire
(continua)
7/1/2005 - 21:58
Video!

Andrea

English version by Ada Scotti

Dalla mailing list "Fabrizio", 1999; alcune correzioni sono state apportate alla traduzione originaria. (RV)
ANDY
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 6/1/2005 - 22:14
Downloadable! Video!

Washington

Testo di Lucio Dalla
Musica di Tullio Ferro
dall'album "Viaggi organizzati" (1984)
Sto andando a Washington,
(continua)
5/1/2005 - 22:52
Downloadable! Video!

Libri di sangue

English Version by Marco Solaroli
(italianrap.com)
BOOKS OF BLOOD
(continua)
5/1/2005 - 19:01
Video!

American Idiot

IDIOTA AMERICANO
(continua)
5/1/2005 - 15:30
Video!

La rana

da "Il Miele Dei Pianeti le Isole le Api" (1974)

Un piccolo, grande esempio di canzone della prima metà degli anni settanta, quando l’utopia pacifista e non violenta di una intera generazione di giovani era ancora viva anche se ormai già incredibilmente lontana anni luce dalla nuova realtà che andava sfociando nella lotta armata e nel terrorismo.
Claudio Rocchi stava celebrando probabilmente le ultime canzoni di pace dell’epoca.
Più che un mestiere nella vita io voglio fare l'uomo
(continua)
inviata da i.fermentivivi 5/1/2005 - 13:12
Downloadable! Video!

Enola Gay

bellissimo pezzo enola gay, la musica aiuta a cambiare i nostri sentimenti, è proprio vero...

pace in terra a tutti gli uomini di buona volontà per un futuro più producente.
mookas 5/1/2005 - 10:44
Downloadable! Video!

Johnny I Hardly Knew Ye

anonimo
[Tradizionale, primi anni del XIX secolo]
Irish Traditional Folksong, early 19th century.

Spesso cantata da gruppi folk come Clancy Brothers & Tommy Makem.
Often performed by Irish folk groups such as the Clancy Brothers & Tommy Makem. Più recentemente incisa anche dai Dropkick Murphys in una versione irlandese ma più rock.

La versione originale si riferisce a soldati provenienti da Athy, nella Contea di Kildare, che combatterono nel "Sulloon" (Ceylon - attualmente Sri Lanka) per la Compagnia delle Indie Orientali Britannica all'inizio del XIX secolo.

When Johnny Comes Marching Home è una canzone americana dei tempi della guerra civile che riprende la melodia di questa canzone stravolgendone però il testo.

È probabilmente dalla versione americana che derivano due altre canzoni contro la guerra che, stravolgendone a loro volta il testo, paradossalmente si riavvicinano allo spirito... (continua)
While goin' the road to sweet Athy, hurroo, hurroo
(continua)
4/1/2005 - 18:23
Video!

A rosa de Hiroshima

Testo: Vinícius de Moraes
Musica: João Ricardo
Canta: Ney Matogrosso & "Secos e Molhados”
Pensem nas crianças
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 14:44

Ronda do soldadinho

[1968]
Parole e musica di José Mário Branco
Letra e música de José Mário Branco

Canzone del 1968, quando già la ribellione nelle truppe portoghesi impegnate nelle assurde guerre coloniali africane (che in definitva porteranno alla caduta del regime fascista il 25 aprile 1974) serpeggiava. Il grande José Mário Branco se ne fece interprete perfetto.
Um e dois e três
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 13:04
Downloadable! Video!

Receita para se fazer um herói

Testo: Reinaldo Ferreira (1922-1959)
Musica: “Ira!”

Un complesso brasiliano (Ira!) ha inciso la “Ricetta” nel 1988 con le parole un po’ modificate.

Riportiamo prima la versione modificata cantata dal gruppo rock brasiliano.

*

O Ira! gravou "Receita para fazer um herói" com a letra levemente modificada e rebatizada de "Receita para se fazer um herói". O guitarrista da banda, Edgard Scandurra, estava servindo o Exército quando um colega (o soldade Esteves) mostrou-lhe o poema, dizendo que tinha sido escrito por ele. A banda não suspeitou de nada e gravou a música no disco "Psicoacústica", em 1988 (ainda inédito em CD). Após o lançamento do disco descobriu-se que, na verdade, tratava-se de um poema de Reinaldo Ferreira. Daí o fato de Ferreira não ter sido creditado como autor da música...

(Gli Ira hanno registrato "Receita para fazer um herói" con le parole leggermente modificate e... (continua)
Toma-se um homem
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 12:03
Percorsi: Eroi
Downloadable!

Canção com lágrimas

Testo: Manuel Alegre
Canta: Adriano Correia de Oliveira



"Canção com lágrimas", para além de dar voz ao desassossego de uma nação, traduz uma experiência pessoal do poeta Manuel Alegre, que perdera um amigo na Guerra Colonial. Adriano Correia de Oliveira escolheu este poema em nome da mágoa causada pela morte, na Guerra de Angola, do seu amigo e companheiro José Manuel Pais, rás da república Rás-Te-Parta. Um irmão que nunca esqueceu. Em sua homenagem deu a seu filho o nome de José Manuel."
adriano.esenviseu.net

"Canção com lágrimas", oltre a dare voce all'angoscia di una nazione intera, testimonia un'esperienza personale del poeta Manuel Alegre, che aveva perso un amico nella Guerra Coloniale. Adriano Correia de Oliveira scelse questa poesia per il dolore causatogli dalla morte, nella guerra in Angola, del suo amico e compagno José Manuel Pais. Un "fratello" che non dimenticò mai. In suo omaggio diede a suo figlio il nome di José Manuel.
Eu canto para ti o mês das giestas
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 11:44
Downloadable! Video!

Ronda dos paisanos

[1964]
Testo e musica: José Afonso
Letra e música: José Afonso
Lyrics and music: José Afonso
Album: Baladas e Canções
Ofir - AMS 301 | 1964 | LP-33 rpm | Edição Discoteca Santo António, Porto | Texto: Adriano Peixoto | Capa: António Pimentel
Reeditado em:
1983 - Ofir SAM 808
1996 - EMI 7243 8 36617 2 5

“Ronda dei contadini” si chiama questa canzone, e bisogna tornare al Portogallo del 1964. Un paese poverissimo, sotto una dittatura lunghissima che, da un lato, addormenta le coscienze e, dall'altro, si dissangua in inutili e costosissime guerre coloniali per mantenere un “impero” che serve solo ai cartelloni propagandistici del regime affissi nelle città portoghesi. Chi ne paga le conseguenze? In primis le masse contadine, perché il Portogallo del 1964 è ancora un paese rurale (oltre che un paese di fortissima emigrazione). La “sentinella” di questa canzone, che dobbiamo immaginarci... (continua)
Ao cair da madrugada
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 11:41

Luta p'la vida

Sull’aria di The Times They Are A-Changin' (Bob Dylan)

"O Cancioneiro do Niassa é uma colectânea de fados e canções centrados na vida dos militares portugueses colocados na região do Niassa, Moçambique durante a Guerra Colonial nos finais da década de 60. Constituem maioritariamente adaptações das letras de melodias em voga na altura e retratam uma visão humorística e sarcástica da própria guerra. As letras foram elaboradas essencialmente pelos próprios militares tendo sido efectuadas algumas gravações privadas que foram circulando rápida e clandestinamente entre os militares de outras zonas da guerra."
pt.wikipedia

Il "Cancioneiro do Niassa" è una raccolta di fados e canzoni incentrare sulla vita dei militari portoghesi di stanza nella regione del Niassa, in Mozambico, durante la guerra coloniale alla fine degli anni '60. In maggior parte si tratta di adattamenti dei testi di canzoni... (continua)
Venham velhos doutores e os que contam histórias
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 11:39

A erva lá na picada

Musica: sull’aria di La yerba de los caminos (o "Qué culpa tiene el tomate") [canzone della guerra civile spagnola]

"O Cancioneiro do Niassa é uma colectânea de fados e canções centrados na vida dos militares portugueses colocados na região do Niassa, Moçambique durante a Guerra Colonial nos finais da década de 60. Constituem maioritariamente adaptações das letras de melodias em voga na altura e retratam uma visão humorística e sarcástica da própria guerra. As letras foram elaboradas essencialmente pelos próprios militares tendo sido efectuadas algumas gravações privadas que foram circulando rápida e clandestinamente entre os militares de outras zonas da guerra."
pt.wikipedia

Il "Cancioneiro do Niassa" è una raccolta di fados e canzoni incentrare sulla vita dei militari portoghesi di stanza nella regione del Niassa, in Mozambico, durante la guerra coloniale alla fine degli anni '60. In... (continua)
A erva lá na picada *
(continua)
4/1/2005 - 11:36

Taberna do diabo

"O Cancioneiro do Niassa é uma colectânea de fados e canções centrados na vida dos militares portugueses colocados na região do Niassa, Moçambique durante a Guerra Colonial nos finais da década de 60. Constituem maioritariamente adaptações das letras de melodias em voga na altura e retratam uma visão humorística e sarcástica da própria guerra. As letras foram elaboradas essencialmente pelos próprios militares tendo sido efectuadas algumas gravações privadas que foram circulando rápida e clandestinamente entre os militares de outras zonas da guerra."
pt.wikipedia

Il "Cancioneiro do Niassa" è una raccolta di fados e canzoni incentrare sulla vita dei militari portoghesi di stanza nella regione del Niassa, in Mozambico, durante la guerra coloniale alla fine degli anni '60. In maggior parte si tratta di adattamenti dei testi di canzoni in voga all'epoca, che ritraggono una visione umoristica... (continua)
Um dia fui dar com Deus
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 11:32

Ventos de guerra

Questa canzone veniva cantata sull'aria di Blowin' in the Wind di Bob Dylan. L'autore è con tutta probabilità il tenente Fernando Maia Salgueiro, che sarà poi uno dei protagonisti della Rivoluzione dei Garofani.

"O Cancioneiro do Niassa é uma colectânea de fados e canções centrados na vida dos militares portugueses colocados na região do Niassa, Moçambique durante a Guerra Colonial nos finais da década de 60. Constituem maioritariamente adaptações das letras de melodias em voga na altura e retratam uma visão humorística e sarcástica da própria guerra. As letras foram elaboradas essencialmente pelos próprios militares tendo sido efectuadas algumas gravações privadas que foram circulando rápida e clandestinamente entre os militares de outras zonas da guerra."
pt.wikipedia

Il "Cancioneiro do Niassa" è una raccolta di fados e canzoni incentrare sulla vita dei militari portoghesi di stanza... (continua)
De quantos sacrifícios senhores que em mim mandam
(continua)
inviata da José Colaço Barreiros 4/1/2005 - 11:29
Downloadable! Video!

4 marzo 1943 [Gesù bambino]

questa canzone è bellissima perchè è bellissima
ciccia 3/1/2005 - 19:29
Downloadable! Video!

Mosh

Spero che Eminem con questa canzone faccia riflettere molte persone! Penso che con il tono con cui la canta fa capire quanto la guerra sia una cosa ingiusta ma soprattutto inutile! no war!
tipi 3/1/2005 - 13:50
Downloadable! Video!

Le Déserteur

SARDO / SARDINIAN / SARDE [2] - Francesco Frau

Versione sarda di Francesco Frau
Sardinian version by Francesco Frau
Version en langue sarde par Francesco Frau


Dopo aver letto con piacere tutte le varie versioni de Le Déserteur di Boris Vian, artista geniale e poliedrico, del quale ho voluto studiare alcune opere per la mia tesi di laurea, ho pensato fosse cosa gradita inviare anche una versione nella mia lingua, il sardo. La versione è completamente cantabile. Mio fratello, Francesco che ha scritto la canzone, ha cercato di attenersi il più possibile al testo, anche se chiaramente le rime chiedevano qualche variazione.
Vi ringrazio per averci dato il modo di far sentire il nostro no contro la guerra anche in limba sarda
Distinti saluti Mariassunta Frau
stellamaria18@libero.it
SU DISERTORE
(continua)
inviata da Francesco e Mariassunta Frau 2/1/2005 - 22:26
Video!

Zombie

BRIANZOLO / BRIANZA DIALECT

Versione in brianzolo di Gabriele di Casatenovo (LC)
Versión brianzöla de Lele de Casanöv (Lècch)
A rendering of the song into the Brianza dialect -Lombardy, Italy- by Lele de Casanöv - Casatenuovo Brianza, Lecco
ZOMBIE
(continua)
inviata da Lele de Casanöv 1/1/2005 - 21:32
Video!

A Salvador Allende en su combate por la vida

Album: "La vida no vale nada"
Qué soledad tan sola te inundaba
(continua)
inviata da Antonio Piccolo 1/1/2005 - 18:08
Video!

Happy Xmas (War is Over)

Sappiamo tutti che è la canzone più significativa di Natale. È capace di far sentire il natale una cosa di te che ti accomuna a tutti e a far questo È proprio la semplicità del testo che coincide con la semplicità di Gesù.
Giacomo 31/12/2004 - 16:14
Downloadable!

Stand and Defend

Jim's Note: This song was partly sparked by several scenes in the Michael Moore documentary, Fahrenheit 9/11. In one particularly telling sequence, Michael Moore and a US soldier who had fought during Gulf War II were standing in front of the US Congress building trying to get congressmen to enlist their children in the armed forces so they could go and fight in Iraq as well. Needless to say, everyone he approached thought he was completely crazy - hence the sentiments expressed in the second verse.
We hate what you've done to this country,
(continua)
inviata da Jim Lesses 27/12/2004 - 12:29
Downloadable! Video!

License To Kill

Versione polacca di Jerzy Menel
ZABIJAĆ TEN ŚWIAT
(continua)
26/12/2004 - 17:06




hosted by inventati.org