Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Donovan

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

The Voice of Protest

‎[1974]‎
Album “7-Tease”‎
Parole e musica di Donovan P. Leitch‎

The human race is sleeping
(continua)
inviata da Dead End 24/7/2012 - 13:56
Downloadable! Video!

Save the World

‎[1999]‎
Parole e musica di Donovan P. Leitch‎
Album “Ritual Groove” del 2010.‎



Canzone scritta intorno al 1999 ma presentata nel 2010 come omaggio a John Lennon nel ‎‎30° anniversario dal suo assassinio.‎
Save the world
(continua)
inviata da Dead End 24/7/2012 - 11:33
Downloadable!

Split Woods Not Atoms

‎[1980]‎
Parole e musica di Donovan P. Leitch
Album “Neutronica”‎



“Spaccate la legna, non gli atomi!”
Una traccia anti-nuclearista espunta dal disco originale e inserita nella riedizione del 2001.‎
If I had only three more minutes
(continua)
inviata da Dead End 24/7/2012 - 11:16
Downloadable!

No Hunger

‎[1980]‎
Parole e musica di Donovan P. Leitch‎
Album “Neutronica”‎

No hunger
(continua)
inviata da Dead End 24/7/2012 - 11:05
Downloadable!

Freedom Road

‎[1964]‎
Parole e musica di Donovan P. Leitch‎
Album “Sixty Four”‎


“E voi tutti che marciate per le strade contro le bombe ed altro, quanti di voi si rendono conto ‎di essere usati come delle marionette?”

Ho l’impressione che quell’anarco-individualista di Donovan non fosse molto simpatico al ‎movimento pacifista, o forse voleva solo marcare la sua differenza e la sua autonomia al pari di ‎quanto fecero altri artisti, basti pensare al Bob Dylan di Maggie’s Farm e di “My Back Pages”, anch’esse ‎composte proprio in queegli anni…‎
I'm gonna ride my freedom road
(continua)
inviata da Dead End 24/7/2012 - 10:55
Downloadable!

Slow Down World

‎[1976]‎
Parole e musica di Donovan P. Leitch‎
Album “Slow Down World”‎



“Rallenta, smetti di correre, non vedi come l’avidità ti consuma con i suoi continui bisogni? ‎Felice è l’uomo che riposa quando può, felice è l’uomo che ha la pace come compagna, se vuoi ‎essere libero tu potrai…”
Slow down world
(continua)
inviata da Dead End 24/7/2012 - 10:34
Downloadable!

Cryin' Shame

‎[1976]‎
Parole e musica di Donovan P. Leitch‎
Album “Slow Down World”‎



“Cibo in abbondanza, poveri e banche / Dio nel suo paradiso e i suoi sacerdoti nei carrarmati / ‎Oro in mezzo alla miseria, idee di merda / Avidità e corruzione di ogni genere…”
Food in abundance, beggars and banks
(continua)
inviata da Dead End 24/7/2012 - 10:22
Downloadable! Video!

Do You Hear Me Now?‎

‎[1965]‎
Dall’album d’esordio intitolato semplicemente “Bert Jansch”‎
Famosa anche nella cover offerta da Donovan nel 1971.‎



L’apice della “guerra fredda”, lo spettro di un imminente olocausto nucleare, l’appello all’azione ‎rivolto al movimento pacifista …‎
Una canzone ed un autore fondamentali che ancora mancavano sulle CCG/AWS.‎
Bert Jansch, folksinger scozzese tra i fondatori dei Pentangle, ha influenzato molti ‎musicisti divenuti in seguito ben più famosi di lui, come Donovan, Jimmy Page, Simon & ‎Garfunkel, Neil Young e Nick Drake.‎
E’ morto solo pochi mesi fa, il 5 ottobre 2011, ucciso da un maledetto cancro.‎
Freedom fighters
(continua)
inviata da Dead End 19/7/2012 - 14:44
Downloadable! Video!

Neutron

‎[1980]‎
Album “Neutronica”‎


‎“Le cose rimangono ma la gente scompare…”‎
Infatti nella bomba al neutrone, sviluppata a partire dal 1958 e testata dal 1962, l'emissione del ‎fascio di particelle è innescato dall'esplosione di un ordigno termonucleare di potenza relativamente ‎limitata, che impiega la maggior parte dell'energia liberata per rilasciare i neutroni, i quali, essendo ‎privi di carica elettrica, riescono ad attraversare la materia con grande facilità, non causandole danni ‎se inanimata (ad eccezione dei vulnerabili circuiti integrati dei processori), ma causando mutazioni ‎e rotture del DNA, potenzialmente o invariabilmente letali per la vita organica. (it.wikipedia)‎
I was born in the rubble of World War Two
(continua)
inviata da Bartleby 3/1/2012 - 13:49
Video!

Nero

Un altro collage: Colours di Donovan, La fòla ed la sira e La ballata della dama bianca dei Modena City Ramblers, La Corte dei miracoli dei Gang, The Colour of the Earth di Pj Harvey, Pescatore di Pierangelo Bertoli, La Badoglieide di Nuto Revelli, Siamo gli operai di Fabrizio Varchetta
Giallo è il colore dei capelli del mio vero amore al mattino,
(continua)
inviata da TjDj 16/2/2011 - 09:02
Downloadable! Video!

Riki Tiki Tavi

Songwriters: Leitch, Donovan;

Album: Troubadour [1992]


Rikki-tikki-tavi
(DonQuijote82)
Better get into what you gotta get into
(continua)
inviata da giorgio 29/11/2008 - 21:35
Downloadable! Video!

Breezes Of Patchulie

Songwriters: Leitch, Donovan;
Album: Sunshine Superman [1966].
The long gone breezes are blowing down the sky
(continua)
inviata da giorgio 19/10/2008 - 19:14
Downloadable! Video!

Un capretto [Dona, dona]

[1967]
Rielaborazione italiana di Dos kelbl (Dona, dona) di Sholom Secunda [1935]
Rielaborazione in Yiddish di una canzone popolare polacca
Testo inglese di Sheldon Secunda
Testo yiddish di Aaron Zeitlin
Musica di Sholom Secunda

Un grande grazie a Enzo che ci ha fornito questo testo.
Se volete saperne di più su Herbert Pagani, questo geniale artista multimediale troppo presto scomparso, potete visitare il sito a lui dedicato: www.megalopolis.it

Un capretto, l’immagine sacrificale per eccellenza (anche se di solito è l’agnello), che va al macello.
Lo stesso rituale si ripete per un bambino avviato verso uno dei tanti lager ancora oggi tristemente presenti nel mondo, con le stesse, atroci modalità.
Herbert Pagani, in questo testo, traccia un parallelo terribile, ma purtroppo fin troppo reale e sempre attuale, tra il macello di un cucciolo di animale e quello di un cucciolo d’uomo.
Un... (continua)
Un capretto su un carretto va al macello del giovedì
(continua)
inviata da i.fermentivivi 24/4/2007 - 09:13
Downloadable! Video!

Where Have all the Flowers Gone

CATALANO /CATALAN/CATALAN [1]
Ramon Casajoana / Grup de Folk



Versione catalana (cantabile) da questa pagina
(Singable) Catalan version, from this page
Version catalane (chantable), d'après cette page

NB: La pagina contiene anche gli accordi.
Note: The page also includes accords.
Note: La page contient aussi les accords.


Si tratta della versione “standard” in lingua catalana: risale al 1967 è opera di Ramon Casajoana, un prolifico cantautore e traduttore catalano noto per aver fatto parte attiva del Grup de Folk, gruppo aperto di formazione variabile che, durante il periodo dell' "Aperturismo" franchista, attorno al 1965/68, tentò con successo di far conoscere la grande canzone americana del periodo in lingua catalana. Del gruppo fecero parte, oltre a Ramon Casajoana (che si occupava delle traduzioni dei testi), anche Xesco Boix, Jaume Arnella, la band Falsterbo 3 (nella quale militava... (continua)
QUE' SE N'HA FET D'AQUELLES FLORS?
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 28/3/2005 - 11:35




hosted by inventati.org