Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Autore Rosa León

Rimuovi tutti i filtri

Elegía a un poeta que no tuvo su muerte. Federico García Lorca

‎[1936]‎
Versi del poeta Rafael Alberti, dalla raccolta ‎intitolata “De un momento a otro (Poesía e historia)” pubblicata nel 1937.‎
Musica di Rosa León e Alberto Estébanez.‎
Nel disco di Rosa León intitolato “Paloma desesperada”‎

Una poesia in cui Rafael Alberti esprime il suo profondo dolore per la morte, la sua profonda rabbia ‎per l’assassinio dell’amico Federico ‎García Lorca, con il quale, nel 1927, aveva organizzato nell’Università di Siviglia il tributo al ‎poeta barocco Luis de Góngora y ‎Argote in occasione del terzo centenario dalla morte. ‎
E’ come se Alberti rivendichi qui a sé la morte toccata all’amico e negli ultimi versi gli promette ‎che cercherà di vivere una vita lunga, intensa e degna anche per lui, per restituirgli quella che i ‎fascisti gli strapparono a soli 38 anni…‎
No tuviste tu muerte, la que a tí te tocaba.‎
(continua)
inviata da Bernart 15/10/2013 - 10:18

Porque no estamos conformes

‎[1976]‎
Scritta dal poeta e liricista basco ‎‎Jesús Munárriz
Musica di Rosa León ‎
Nell’album intitolato “Oído por ahí”.‎

Un album emblematico del periodo della transizione dalla dittatura alla “democrazia”, quando gli ex ‎falangisti preparavano il proprio riciclaggio nelle nuove istituzioni e nel frattempo la polizia e le ‎organizzazioni paramilitari fasciste ammazzavano per le strade operai e militanti di sinistra…‎
Porque no estamos conformes
(continua)
inviata da Bernart 3/10/2013 - 12:54

Cómo canta la paloma

‎[1976]‎
Scritta per Rosa León da Chicho Sánchez Ferlosio
Nell’album della León intitolato “Oído por ahí” pubblicato nel 1976.‎

Un album emblematico del periodo della transizione dalla dittatura alla “democrazia”, quando gli ex ‎falangisti preparavano il proprio riciclaggio nelle nuove istituzioni e nel frattempo la polizia e le ‎organizzazioni paramilitari fasciste ammazzavano per le strade operai e militanti di sinistra…‎
‎¡Cómo canta la paloma!.
(continua)
inviata da Bernart 3/10/2013 - 12:53
Video!

Campo de amor

‎[1964]‎
Versi del poeta Blas de Otero, dalla ‎raccolta “Que trata de España” edita nel 1964 e stracensurata dal regime..‎
Musica di Rosa León
Nell’album intitolato “Oído por ahí” pubblicato nel 1976.‎



Un album emblematico del periodo della transizione dalla dittatura alla “democrazia”, quando gli ex ‎falangisti preparavano il proprio riciclaggio nelle nuove istituzioni e nel frattempo la polizia e le ‎organizzazioni paramilitari fasciste ammazzavano per le strade operai e militanti di sinistra…‎
Si me muero, que sepan que he vivido
(continua)
inviata da Bernart 3/10/2013 - 12:48
Video!

A por el mar

‎[1976]‎
Scritta da Luis Eduardo Aute, che la incise personalmente nel 1978 nel suo album intitolato ‎‎“Albanta”.‎
Nell’album della León intitolato “Oído por ahí” pubblicato nel 1976.‎

Un album emblematico del periodo della transizione dalla dittatura alla “democrazia”, quando gli ex ‎falangisti preparavano il proprio riciclaggio nelle nuove istituzioni e nel frattempo la polizia e le ‎organizzazioni paramilitari fasciste ammazzavano per le strade operai e militanti di sinistra…‎
El mar, que fue una palabra
(continua)
inviata da Bernart 3/10/2013 - 10:58

Los clandestinos

‎[1976]‎
Scritta da Rosa León con il poeta e liricista basco ‎‎Jesús Munárriz
Nell’album “Oído por ahí”‎

Un album emblematico del periodo della transizione dalla dittatura alla “democrazia”, quando gli ex ‎falangisti preparavano il proprio riciclaggio nelle nuove istituzioni e nel frattempo la polizia e le ‎organizzazioni paramilitari fasciste ammazzavano per le strade operai e militanti di sinistra…‎
Pocos saben sus nombres, sus apellidos;
(continua)
inviata da Bernart 3/10/2013 - 10:56
Downloadable!

Las canciones que ahora nacen

‎[1976]‎
Scritta da Rosa León con il marito José Luis García Sánchez, regista cinematografico
Nell’album “Oído por ahí”‎

Un album emblematico del periodo della transizione dalla dittatura alla “democrazia”, quando gli ex ‎falangisti preparavano il proprio riciclaggio nelle nuove istituzioni e nel frattempo la polizia e le ‎organizzazioni paramilitari fasciste ammazzavano per le strade operai e militanti di sinistra…‎
Las canciones que ahora nacen
(continua)
inviata da Bernart 3/10/2013 - 10:55
Downloadable! Video!

Punto y raya

‎[1972]‎
Versi di Aníbal Nazoa (1928-2001), poeta venezuelano.‎
Musica di Juan Carlos Núñez.‎
Nel disco "Soledad Bravo Vol. 4"‎
Interpretata anche da Rosa León nel disco Al alba del 1975.‎


Entre tu pueblo y mi pueblo hay un punto y una raya.
(continua)
inviata da Bernart 3/6/2013 - 10:50
Downloadable! Video!

Ese general

‎[1962]‎
Versi del grande poeta spagnolo Rafael Alberti ‎‎(1902-1999), dalla raccolta “Poemas escénicos”, ma anche in “El matador” del 1965.‎
Accompagnamento musicale di Rosa León.‎
Nel disco “Paloma desesperada” del 1989, interamente dedicato alle poesie di Rafael Alberti.‎
Aquí está el general.
(continua)
inviata da Bernart 31/5/2013 - 15:38
Video!

Miedo

‎[1978]‎
Parole di Basilio Martín Patino ‎‎(1930-), regista cinematografico spagnolo, celebre per i suoi documentari antifranchisti realizzati ‎nel pieno della dittatura.‎
Musica di Teddy Bautista (1943-), musicista, poi ‎per molti anni direttore della SIAE spagnola (nel 2011 è stato costretto alle dimissioni, travolto da ‎uno scandalo di malversazioni e cattiva gestione)‎
Nell’album di Rosa León intitolato “Tiempo al tiempo”‎
Testo trovato su Cantemos como quien respira, il bellissimo ‎blog di Fernando Gonzalez Lucini.‎



‎El miedo è la condizione costante in cui fu costretta a vivere la maggioranza degli spagnoli dagli ‎anni della Guerra civile fino alla morte del caudillo Francisco Franco. A parte la poesia di Galeano ‎appena citata ed alcune canzoni di Raimon, mi pare che non ce ne siano altre che descrivano così ‎bene come questa quello stato alterato della coscienza…‎

Basilio... (continua)
Porque nací con el miedo
(continua)
inviata da Bernart 8/5/2013 - 11:44
Downloadable!

Canción puertorriqueña

‎[1958]‎
Versi del poeta cubano Nicolás ‎Guillén, dalla raccolta poetica “La paloma de vuelo popular”.‎



Dall’album della Belén intitolato anch’esso “La paloma de vuelo popular”, del 1976.‎
Musica di Rosa León.‎
Testo trovato su Cancioneros.com



Puerto Rico, insieme alle Islas Marianas del Norte che stanno dalle parti delle Filippine, è l’unico ‎territorio che fa parte del Commonwealth USA. “Stato Libero Associato”, lo chiamano loro. Più ‎associato che libero, tant’è che è dalla guerra di Corea che i portoricani vengono mandati a ‎combattere le guerre del padrone…‎

‎¿Cómo estás, Puerto Rico,
(continua)
inviata da Bartleby 6/12/2011 - 14:34




hosted by inventati.org