Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data
Video!

Il povero Cristo

L’AMOUR À LA NÉANDERTAL

Version française – L’AMOUR À LA NÉANDERTAL – Marco Valdo M.I. – 2019
Chanson anglaise – Make Neanderthal love, not Neanderthal war ! – HOTLEGS – 1970

Dialogue Maïeutique

Tu sais, Lucien l’âne mon ami, moi, personnellement, ik persoonlijk – je dis comme ça à cause du jeu de mot laid : « geen ander taal » (« pas d’autre langue »), qui est la revendication linguistique de nos amis flamands, et qui a fait découvrir au monde l’homme de « geen ander taal » – je suis un descendant direct de mes aïeux, des Mosans, sans doute originaires des Pays de la Basse Meuse ou des Bouches de Meuse et du Rhin, qui eux-mêmes par belles personnes interposées, descendaient de la femme de Néandertal, Ainsi, nous sommes des Néandertaliens par les femmes et plus que vraisemblablement aussi, nous sommes des geenandertaliens anciens, mais des « geenandertaliens » de fait – depuis comme on... (continua)
Je suis un homme de Néandertal,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 26/5/2019 - 17:33
Video!

Yes Weekend

otto anni e non sentirli...
daniela -k.d.- 26/5/2019 - 14:00
Video!

La collina, o Dormono sulla collina

Al testo di Edgar Lee Masters affiancherei una meravigliosa poesia di Oscar Vadislas de Lubicz Milosz:


TOUS LES MORTS SONT IVRES

Tous les morts sont ivres de pluie vieille et froide
Au cimetière étrange de Lofoten
L'horloge du dégel tictaque lointaine
Au coeur des cercueils pauvres de Lofoten

Et grâce aux trous creusés par le noir printemps
Les corbeaux sont gras de froide chair humaine
Et grâce au maigre vent à la voix d'enfant
Le sommeil est doux au morts de Lofoten

Je ne verrai très probablement jamais
Ni la mer ni les tombes de Lofoten
Et pourtant c'est en moi comme si j'aimais
Ce lointain coin de terre et toute sa peine

Vous disparus, vous suicidés, vous lointaines
Au cimetière étranger de Lofotene
- Le nom sonne à mon oreille étrange et doux.
Vraiment, dites-moi, dormez vous, dormez-vous ?

- Tu pourrais me conter des choses plus drôles
Beau claret dont ma coupe... (continua)
Flavio Poltronieri 26/5/2019 - 11:46
Video!

Le Orme: Amico di ieri

belle canzoni grandi bravissimi
carlo 25/5/2019 - 22:38
Video!

La cattiva coscienza

[1991]
Nella mitica compilation "Benvenuti a FIATlandia", con i gruppi torinesi Disforia Psichica, Cracsi Acidi, Fucktotum e Oppe e i Lupi.


Nei Disforia Psichica ci suonava anche un mio vicino di casa... Le loro esibizioni erano imbarazzanti, soprattutto per via del leader e cantante Giovanni Spada, poi curatore del famigerato Festival Cinema Trash, un libero pensatore – come si autodefiniva – che arrivò anche a candidarsi come consigliere circoscrizionale nell'UDC di Pierferdy Casini. Il suo slogan elettorale era "Meno cemento, più sentimento"... Un situazionista, un vero cultore del trash...

La formazione dei torinesi Disforia Psichica, a cavallo tra 80 e 90, si presentava come segue: Giovanni Spada (voce, anarco-comunista), Paolo Aceto (basso, ciellino), Matteo Aigotti (batteria, antiproibizionista), Claudio Buratti (chitarra, seminarista)...
Nella città più libera del mondo
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 25/5/2019 - 21:40
Video!

Quella sera al Leoncavallo...

Cristina "piccola" e Salvino "LiberaMente" Sagone
Ero presente e sul palco! Grandi emozioni!
Vlad Scolari 25/5/2019 - 20:48
Video!

Avance

Chanson sur Martin Luther King

Texte Raff AGOSTI
Par-delà nos cris
(continua)
inviata da Stef 25/5/2019 - 19:22

The Bonny Moorhen

anonimo
Per completezza d'informazione devo dire che in Bretagna (che come sapete è la mia terra d'elezione) Gerard Delahaye ha messo un testo originale su questa favolosa melodia scozzese. Si può ascoltare nel suo CD "La ballade du Nord Ouest" e si tratta di una triste canzone d'amore dal titolo "A Meneziou Crenn".
Flavio Poltronieri 25/5/2019 - 19:16
Downloadable! Video!

Au pied du mur

Texte Raff AGOSTI
Musique Didier BARRET
album "Et tout ça et tout"
Au pied du mur
(continua)
inviata da Stef 25/5/2019 - 19:09
Downloadable! Video!

Qui pleure pour moi

Chanson sur les migrants africain
Je suis la mère Africa
(continua)
inviata da Stef 25/5/2019 - 19:01
Downloadable! Video!

Compagnons

Texte sur la guerre civile espagnole
Oh Compagnons Oh Compagnons
(continua)
inviata da Stef 25/5/2019 - 18:36
Downloadable! Video!

The Ballad of Reading Gaol

Vinicio Capossela
Ballate per uomini e bestie (2019)

Dq82 25/5/2019 - 12:04
Downloadable! Video!

Amore non ne avremo

Nel testo originale:
"dori" -> "odori"
"ti rego" -> "ti prego"
"giù infrante" -> "alfine infrante"

Dopo "Che ritorni da me ..." c'è un tale che viene invocato ma non ho capito chi è.
[ΔR-PLU] 25/5/2019 - 11:37
Downloadable! Video!

Proclama di Camilo Torres

THE PROCLAMATION OF CAMILO TORRES
(continua)
inviata da ZugNachPankow 25/5/2019 - 11:06

Addio Ninetta

anonimo
Testo ripreso da questa pagina
Addio Ninetta
(continua)
inviata da adriana 25/5/2019 - 11:03
Downloadable!

La libertà

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel:
Vanni Landi ("Vanni Scopa")
Album / Albumi : Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae come qualcosa... (continua)
La libertà non si dice, si vive soltanto, ma
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 25/5/2019 - 06:54
Video!

Future

(2019)

Feat. Quavo

Nuovo singolo estratto dall'album di prossima pubblicazione, Madame X.
Traccia vagamente reggae con un testo generalmente pacifista, ma un buon ritmo...

Durante l'esibizione all'Eurovision Festival a Tel Aviv lo scorso 18 maggio, la canzone finisce con due ballerini che si allontanano abbracciati con sulla schiena le bandiere israeliana e palestinese.
Mambo, Huncho
(continua)
24/5/2019 - 22:04
Downloadable!

Capelli '67

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel:
Paolo Ricci - Vanni Landi ("Vanni Scopa")
Album / Albumi: Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae... (continua)
Lunghi sempre più, erano i nostri capelli
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/5/2019 - 21:53
Video!

Les enfants de l'an 2100

di Gerard Delahaye

Si trova nel CD: Ewen/Delahaye/Favennec "Kan tri men" del 2011
Je salue les enfants de l'an 2100
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 24/5/2019 - 21:28
Downloadable!

Dopoguerra

[1977]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel:
Paolo Ricci - Vanni Landi (“Vanni Scopa”)
Album / Albumi: Movimento



VANNI SCOPA: MOVIMENTO

BAZAR B 0771
Giugno 1977
Matrici: MC40-770A/MC40-770B, 31 maggio 1977
In etichetta non c'è indicazione dell'autore del testo delle versioni in italiano delle canzoni di Bob Dylan
Registrazioni effettuate nello studio 2M di Bologna
Missaggi di Annibale Modoni
Copertina di Daniele Giunchi
Sul retro di copertina i testi delle canzoni
e una nota di presentazione firmata da Adler Raffaelli
Fotografie di S. Obino

“In un mondo dove ci sono falsità e veleni, ci sono occhi e battiti vitali che anelano luce e gioia di purezza. Fuori del soffocamento, della prigione e dell'esistenza a una dimensione c'è una libertà che è libertà. È un movimento senza definizioni e senza collocazioni: una situazione che attrae... (continua)
Dopoguerra, ricostruzione, Hiroshima e Nagasaki,
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/5/2019 - 20:33
Downloadable!

An hini a garan

anonimo
Tre grandi amici:



Ewen Delahaye Favennec
Flavio Poltronieri 24/5/2019 - 20:18

Il 24 maggio l'è un giorno disgraziato

anonimo
Un “controcanto” per una memoria diversa.

Alle note retoriche della Leggenda del Piave di E.A.Mario, cantata nei teatri a fine guerra, dove il fiume “mormorava calmo e placido al passaggio / dei nostri fanti il 24 maggio...” fa da contraltare un canto inedito di soldati meridionali, mai raccolto nei canzonieri patriottici.

Dalla ricerca di Emilio Jona e Michele Straniero, compiuta nell'estate del 1962 al Sud (Calabria, Puglia, Sicilia), proviene un eccezionale documento cantato da un reduce, Domenico Scaramuzzina, manovale di Cosenza, classe 1896, che aveva combattuto sul Carso, poi vissuto la prigionia e l'incubo della fame, portando a casa la pelle e un bagaglio incredibile di memorie e di “controcanti” costruiti con singolare estro rapsodico. Così, ad apertura di microfono, senza esitazione, introduce e commenta la sua chanson de geste che ripercorre le vicende belliche da quel disgraziato... (continua)
E il 24 maggio
(continua)
24/5/2019 - 16:14
Downloadable! Video!

Georges Brassens: Les passantes

Автор перевода: Александр Аванесов.

НЕЗНАКОМКИ
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/5/2019 - 01:01
Video!

Апрель

Donatella Leoni
APRILE [1]
(continua)
inviata da Donatella Leoni 23/5/2019 - 23:20
Video!

Mahk Jchi

Che simpatico l'intervento di Chantal Batt, me l'ero perso...

"I know the history and the raison d'etre of this song, but it's not for sharing, so speculate all you want about its meaning"...

Ehi, Miss Nervy, prenditela con Robbie Robertson, se è vero che ha fregato la canzone a tua madre!

Ehi, Miss Sympathy, noi qui cosa c'entriamo?!?
B.B. 23/5/2019 - 22:22
Video!

Partigiani di Castellino

anonimo
Io sono il figlio della badante del Generale di Corpo d’Armata Renzo Cesale. Non ho alcuna parentela con questo grande uomo, ma posso dire che è stato un grandissimo onore per me poter ascoltare le sue storie e i suoi aneddoti.
Purtroppo il Generale è deceduto ormai da diversi anni, ma ciò che ha dato al nostro Paese insieme a tutti coloro che si sono sacrificati non morirà mai.
A. V. 23/5/2019 - 03:14
Video!

Satirico

La canzone non è propriamente contro la guerra, ma a che fare con la battaglia contro la degenerazione dei costumi e degli ideali. Il paragone cade così sulla Roma di Petronio e Tacito, dove non c'è più ritegno e dove soprattutto non c'è più sentimento di nazione. Tacito invidia i Germani in questo pur ritenendo che i Romani siano nettamente superiori, temendo che i Germani stessi siano gli unici a poter distruggere Roma, proprio perché seppur retrogradi conservano uno spirito ed una dedizione per lo Stato che Roma si sogna.
Le follie e le avventure del Satyricon di Petronio si fanno così satira e lasciano intuire chi sia il degno erede di questa "cultura": da Trimalcione a Berlusconi il passo è breve.
Si tramanda una strana storia
(continua)
22/5/2019 - 19:15




hosted by inventati.org