Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Lingua Spagnolo

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Marenostro

Pensando a cosa è diventato il Mediterráneo di Serrat ho provato a fare questa traduzione. Gustavo ha gentilmente messo a posto alcuni particolari.
MAR NUESTRO
(continua)
20/10/2018 - 16:00
Video!

Sacar la voz

Album: La Bala (2012)
feat. Jorge Drexler

Respirare e tirare fuori la voce per protestare, per denunciare tutte le ingiustizie. Per capire a cosa si riferisce, guardate il video!
Respirar para sacar la voz
(continua)
5/10/2018 - 21:54
Video!

Pacto de Estado

2017
Arde la kalle

feat. Pulpul de Ska-p
Como el Sol de enero
(continua)
inviata da Dq82 1/10/2018 - 18:55
Downloadable! Video!

Kara o Kruz

2013
Otra vuelta de tuerka
Mientras media humanidad está llorando de hambre,
(continua)
inviata da Dq82 1/10/2018 - 18:51
Video!

Cruz, Oro y Sangre

Album: Game Over (2018)

Canzone contro i crimini colonialisti contro i popoli nativi del continente americano che vengono celebrati il 12 ottobre nel cosiddetto Día de la Hispanidad.
Un día de otoño gris se consumó la maldición
(continua)
30/9/2018 - 23:44
Video!

Ahora soy #43 (Canción de Ayotzinapa)

«Hijo, ¿qué quieres ser de grande?»
(continua)
inviata da Dq82 19/9/2018 - 10:56
Video!

Yo soy Ayotzinapa

Barrio Mexicano
2014
SIN REVOLUCION NO HAY FIESTA
¡Somos Ayotzinapa!
(continua)
inviata da Dq82 18/9/2018 - 17:54
Downloadable! Video!

Bella Ciao

anonimo
6f. Bella ciao (Spanish version by Diego Moreno)

Esta mañana, me he levantado,
(continua)
inviata da Dq82 13/9/2018 - 18:34
Video!

Jaque al Rey

(2018)

Un nuovo episodio delle simpatiche canzoni dedicate alla casa regnante spagnola, tra cui ricordiamo Una historia real, Jo vull ser rei, Los Borbones son unos ladrones, Muerte a los borbones e naturalmente Simpático holgazán. Dal nuovissimo album del ritorno dello storico gruppo ska madrileno.
¡No me toques los borbones!
(continua)
8/9/2018 - 23:20
Downloadable! Video!

Redemption Song

Vesrione spagnola degli Attaque 77 dall'album Amén! (1995)
Viejos piratas me robaron
(continua)
inviata da Dq82 31/7/2018 - 11:47
Video!

Si Dios fuera negro

1980
Si Dios fuera negro

Una salsa ironica, frutto della collaborazione tra Roberto Anglerò e il poeta salsero Ruben Blades.
Anglerò, portoricano, porta in musica il sentimento di discriminazione e inferiorita provato prima durante la sua infanzia nel Barrio Obrero di San Juan e poi durante il servizio militare nell'esercito statunitense di stanza in Corea.
Il brano è stato interpretato anche da Los Calchakis e dall'Orchestra di Piazza Vittorio.
Si Dios fuera negro -mi compay- todo cambiaría
(continua)
inviata da Dq82 29/7/2018 - 08:47
Video!

Y en eso llegó Fidel

(1959)

L'introduzione fatta da Carlos Puebla stesso nel video:

La canción che ora vamos a cantarle cuento de como era Cuba nel pasado, de como aquì todo estaba en las manos de cuatro señores, y de como quello senores querien que se mantuviera quel sistema. Pero dice la canción, "y en eso llegó Fidel".
(ZugNachPankow)
Aquí pensaban seguir
(continua)
inviata da ZugNachPankow 22/7/2018 - 21:30
Downloadable! Video!

Y va caer

2018
Dall'album América -vs- Amerikkka.

feat. Ana Tijoux
(Ana Tijoux)
(continua)
7/7/2018 - 20:04
Video!

Cárcel, hospital o muerte

Album : La nube rosa
Date una oportunidad compañero
(continua)
inviata da adriana 7/7/2018 - 07:06
Video!

Refugee

Traducido en español por Manon & Bony de Reggaevibes
REFUGIADO
(continua)
6/7/2018 - 12:21
Downloadable! Video!

Vent d'octubre

VIENTO DE OCTUBRE
(continua)
3/7/2018 - 23:54
Video!

Estampida

[2002]
Album: Que corra la voz

Ancora un "offspring" di El pueblo unido jamás será vencido che è stato opportunamente spostato in una pagina autonoma (dall'album Que corra la voz del 2002). Interessante la "variatio" dell'universale slogan dei Quilapayún e di Sergio Ortega: qui si ha anche El pueblo vencido jamás estuve unido ("Il popolo vinto non fu mai unito"). [RV]
Agazapado entre las sombras busca el momento ideal
(continua)
inviata da DQ82 + RV 2/7/2018 - 00:07
Video!

Pueblo unido

[2008]
Album: Radio Retaliation

Si tratta di una “rielaborazione”, su una base musicale totalmente differente, che i Thievery Corporation hanno composto come dedica alle lotte del villaggio messicano di Jolnachó, nello stato di Morelos, ispirandosi in parte a El pueblo unido jamás será vencido. Jolnachó è una delle località dove l'esercito messicano (quello che non riesce minimamente a contrastare i narcotrafficanti, quando non vi è direttamente colluso) ha impiantato una base militare per contrastare le attività dell'EZLN, fin dal 2002. Con la partecipazione dell'EZLN, gli abitanti di Jolnachó sono riusciti, nel 2010, a cacciare via e a far chiudere la base; la quale, va da sé, è stata però reinstallata a San Felipe, a pochi chilometri di distanza. Il brano dei Thievery Corporation viene opportunamente spostato in una pagina autonoma; uno dei numerosi "offsprings" di El pueblo unido jamás... (continua)
Y el pueblo unido
(continua)
inviata da DQ82 + RV 1/7/2018 - 23:46
Video!

Nel pozu María Luisa [En el pozo María Luisa, o Santa Bárbara bendita]

anonimo
Versión de Gilles Servat



Una splendida versione del Gilles Servat dei “Prolétaires”, per la quale gli si perdona volentieri la sua agghiacciante pronuncia spagnola (e dire che è nato a Tarbes, quindi ben più vicino alle Asturie che alla Bretagna...). Il testo di questa versione è senz'altro ripreso da versioni militanti, particolarmente per una strofa; Gilles Servat vi inserisce un assolo al biniou, che non è fuori luogo in questo canto di origine anticamente galiziana (quindi di area celtica). [RV]
SANTA BÁRBARA BENDITA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 19/6/2018 - 02:52
Video!

La collina, o Dormono sulla collina

LA COLINA
(continua)
inviata da Alice Bellesi & Ruth Montañez De La Cruz 12/6/2018 - 20:24
Downloadable! Video!

Fosses del silenci

FOSAS DEL SILENCIO
(continua)
6/6/2018 - 22:24
Video!

Guernica

2006
Los caminantes
Inspirado en el poema homónimo de Gala Guillén
La sangre ruge sobre el mural de horror en grises 
(continua)
inviata da Dq82 17/5/2018 - 17:21
Downloadable! Video!

Mio nonno partì per l'Ortigara

Traducción al español: Cármen Valenzuelas Perrone

Buongiorno, sono una ragazza sivigliana che vive in Italia da 4 anni (a Palermo). Colpita da questa canzone, di cui non sapevo niente, ho voluto tradurla in spagnolo sperando di avere compreso bene tutto il senso. Veramente bellissima, esiste una registrazione un po' migliore?. Cármen Valenzuelas Perrone.
MI ABUELO PARTIÓ A ORTIGARA
(continua)
inviata da Cármen Valenzuelas Perrone 16/5/2018 - 14:22
Downloadable! Video!

Maria no

MARÍA NO
(continua)
inviata da José Luis Ramírez Esparza 3/5/2018 - 02:41
Video!

Tu (domani)

È una bellissima canzone per questo ho deciso tradurrla in spagnolo.
TÚ (MAÑANA)
(continua)
inviata da José Luis Ramírez Esparza 3/5/2018 - 02:05
Video!

Muerte a los borbones

(2012)

Aggiungiamo una nuova canzone alla collezione di pezzi contro la monarchia spagnola (vedi anche Una historia real o Jo vull ser rei). Per canzoni come questa il rapper catalano Pablo Hasél ha subito in Spagna numerose condanne come anche un altro rapper spagnolo Valtonyc.
Vuelvo a desmontar ese cuento para niños de que "el rey puso freno al fascismo"
(continua)
9/4/2018 - 23:15
Video!

Si chiamava Gesù

Traducción al español por Hampsicora (L.Trans.)
SE LLAMABA JESÚS
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 3/4/2018 - 07:38
Downloadable! Video!

Francesco Guccini: Van Loon

Traducción al español de José María Micó
Interpretazione di / Interpretada por Sílvia Comes



La traduzione di Van Loon in spagnolo, perfettamente cantabile ed effettivamente cantata dalla cantante catalana Sílvia Comes, proviene dal volume Multifilter – Mito e memoria del padre della canzone, a cura di Sergio Secondiano Sacchi, Edizioni squi[libri], Roma 2017. Un ringraziamento speciale va proprio a Sergio, che me ne ha spedito una copia in regalo e che ha dichiarato di seguire e di servirsi assiduamente di questo sito. La traduzione è riprodotta con il suo consenso. Il libro contiene due CD in allegato; nel secondo è presente l'interpretazione in spagnolo di Sílvia Comes. Si riproduce qui di seguito anche il breve scritto di Francesco Guccini presente nel volume (p. 187); dispiace un po' di non poter riprodurre l'illustrazione di Sergio Staino, con un topolino ruggente sopra un libro di... (continua)
VAN LOON
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 28/3/2018 - 20:23
Video!

Víctor Jara: El árbol del olvido

Testo del poeta uruguaiano FERNÁN SILVA VALDÉS, musica di ALBERTO GINASTERA

La canzone si trova in: "Canto Libre" del 1970.

In occasione della recente pubblicazione del mio ricordo di Lhasa de Sela su Blogfoolk Magazine
ho notato l'assenza di “El árbol del olvido” nella pagina dedicata a Victor Jara, che propongo di inserire.

La canzone è del 1938. Lhasa, nel 1997, a conclusione del suo primo disco “La Llorona” interpreta la medesima versione cantata da Victor Jara.
En mis pagos hay un árbol,
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 23/3/2018 - 18:38
Downloadable! Video!

A Song of Peace

UNA CANCION DE PAZ
(continua)
inviata da bibiana castro 18/3/2018 - 04:27
Video!

Ez dakit zergatik

NO SÉ POR QUÉ
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 17/3/2018 - 20:02
Video!

Muerte de Emiliano Zapata

Versi comunemente attribuiti a tal Armando Liszt Arzubide, ma credo si tratti invece di Germán List Arzubide (1898-1998), poeta "estridentista" che prese parte come combattente alla Rivoluzione messicana.

Musica di Ignacio López Tarso (1925-), attore, una delle ultime figure ancora viventi dell'epoca d'oro del cinema messicano (1936-1959).

Negli anni 60 e 70 Ignacio López Tarso realizzò alcuni dischi dedicati alla Rivoluzione messicana, tra cui "Corridos de la Revolución" del 1964, da cui è tratta questa ballata dedicata al "Caudillo del Sur"

La versione più nota di questo corrido è quella (ridotta nel numero delle strofe) interpretata da Amparo Ochoa, con il titolo de "Bola suriana de la muerte de Emiliano Zapata", per esempio nel suo disco del 1975 "El cancionero popular".
Testo trovato su Bibliotecas Virtuales de México, dove sono raccolti non meno di 150 corridos dedicati al solo Zapata...
Escuchen señores,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 17/3/2018 - 16:47
Downloadable! Video!

Stranizza d'amuri

EXTRAÑEZA DE AMOR
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 14/3/2018 - 01:18
Video!

Dios Patria y Rey

(1984)

dall'album Zona Especial Norte (split con un altro gruppo punk basco, i R.I.P.).
Originariamente doveva essere inserita in un album solo degli Eskorbuto "De interés nacional" che però non credo venne mai pubblicato
¿Os cuento un cuento?
(continua)
21/2/2018 - 23:49
Video!

Antimilitar

Album: Zona Especial Norte - 1984
split con un altro gruppo punk basco, Eskorbuto
Izquierda izquierda izquierda derecha izquierda
(continua)
21/2/2018 - 23:45
Video!

Terrorismo Policial

(1984)
Album: No Te Muevas!
Un cañón acaricia tu espalda
(continua)
21/2/2018 - 23:41
Video!

Patridiotas

(2014)

Per testi a simili a questo, il rapper maiorchino Josep Miquel Arenas conoscuto come Valtonyc è stato condannato oggi nella democraticissima Spagna a tre anni e sei mesi di carcere per "apologia del terrorismo" (per i riferimenti a ETA e GRAPO) e vilipendio della Casa Reale. Ecco le frasi per cui lo hanno condannato.
La rabia del oprimido tiene que estar al caer,
(continua)
21/2/2018 - 00:09
Video!

Ο καημός

Μετέφρασε στα ισπανικά :
ΓιώργοςMVD, Γιώργος
stixoi.info, 19-03-2007
LA PENA
(continua)
inviata da Riccardo Venturi - Ελληνικό Τμήμα των ΑΠΤ "Gian Piero Testa" 20/2/2018 - 18:53
Downloadable! Video!

La Lega (Sebben che siamo donne)

anonimo
El dia 8 de marzo
(continua)
inviata da [ΔR-PLU] 19/2/2018 - 20:57
Video!

Masacre 68

[1990]
Nell’album “¡No Estamos Conformes!”
Testo trovato qui

I Massacre 68 sono stati un gruppo punk hardcore messicano attivo tra il 1987 ed il 1991 (ma sono ancora in giro). Il nome scelto fa riferimento alla strage di Tlatelolco del 2 ottobre 1968.
No son de los nuestros, no son campesinos
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 14/2/2018 - 13:24
Video!

Ejercito nacional

[1990]
Nell’album “¡No Estamos Conformes!”
Testo trovato qui

I Massacre 68 sono stati un gruppo punk hardcore messicano attivo tra il 1987 ed il 1991 (ma sono ancora in giro). Il nome scelto fa riferimento alla strage di Tlatelolco del 2 ottobre 1968. E l’Ejercito nacional messicano fu, anche in questo caso come in tanti altri, artefice e carnefice (anche se certamente quel giorno la gran parte dei soldati era all’oscuro di ciò che stava per accadere.)
Ejercito nacional
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 14/2/2018 - 12:45
Video!

Un dia en Pekín

[1990]
Nell’album ¡No Estamos Conformes!

I Massacre 68 sono stati un gruppo punk hardcore messicano attivo tra il 1987 ed il 1991 (ma sono ancora in giro). Il nome scelto fa riferimento alla strage di Tlatelolco del 2 ottobre 1968. E i nostri non potevano esimersi dal dedicare una canzone ad una strage analoga, quella di Tien An Men del 4 giugno 1989, realizzata non da fascisti ma da comunisti…
Cientos de estudiantes
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 13/2/2018 - 17:40
Downloadable! Video!

Dove l'aria è polvere

Crónica del día en que
(continua)
inviata da Dq82 26/1/2018 - 15:41
Video!

Les effarés

Traducción al español contribuida por Christian Guernes (L.Trans.)

Nella pagina Lyricstranslate si riporta la fonte, vale a dire il blog Grandes Poetas Famosos; ma la poesia non vi appare (almeno attualmente). L'autore della traduzione potrebbe comunque essere Mauricio Bacarisse. [RV]
LOS DESPAVORIDOS
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 24/1/2018 - 08:11
Downloadable! Video!

¡Unidad!

¡UNIDAD!
(continua)
inviata da Dq82 8/1/2018 - 10:07
Video!

The Circle (Song for Layla Al-Attar and los Olvidados)

Traduzione spagnola da Youtube (sotto la versione di Marta Gomez)
¿Quién mató a esta mujer a este artista esta madre?
(continua)
7/1/2018 - 11:40
Video!

Alerta

2011
Evelyn Cornejo
Alerta, alerta
(continua)
inviata da Dq82 4/1/2018 - 15:39
Video!

Kein Kinderlied

NO ES UNA CANCIÓN DE CUNA
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 4/1/2018 - 10:28
Video!

Heimweh, wonach?

NOSTALGIA, ¿DE QUÉ?
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 4/1/2018 - 09:54
Video!

Fosa comun

2005
Gatillazo
No eran mártires ni héroes, sólo fueron a luchar 
(continua)
inviata da Dq82 16/12/2017 - 15:24
Video!

Esto va por Carlos

[2007]
Un brano dei Roycer, gruppo rap, reggae, dancehall da Madrid, dedicato a Carlos “Pollo” Palomino, uno studente madrileno di 16 anni assassinato l’11 novembre di 10 anni fa.

Quel giorno la Democracia Nacional (DN), partito di estrema destra, aveva organizzato a Madrid una manifestazione contro l’immigrazione. Molti giovani antifascisti, tra cui il sedicenne Carlos Palomino, si erano dati appuntamento per organizzare una contro-manifestazione. Saliti sulla metro alla fermata di Legazpi, Carlos e i suoi amici individuarono subito sul vagone un militante di estrema destra, molto riconoscibile dall’abbigliamento.

Costui, tal Josué Estébanez de la Hija, 23 anni, soldato professionale, aveva già estratto e nascosto un lungo coltello e quando Carlos Palomino lo affrontò, lui lo colpì immediatamente al torace. Carlos Palomino morì poco dopo. Nella successiva colluttazione con altri passeggeri... (continua)
Ojala ese cerdo ahora viviera esta miseria
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 14/12/2017 - 13:45

El tiempo está a favor de los pequeños

[1982]
Parole e musica di Silvio Rodríguez
Un brano del 1982 che l’anno seguente fu poi incluso e intitolò un disco collettivo dedicato alla lotta del popolo salvadoreño contro la dittatura militare.
Testo trovato su Cancioneros.com.

Nel brano vengono citati il poeta e rivoluzionario Roque Dalton (1935-1975) e Agustín Farabundo Martí Rodríguez (1893-1932). Il secondo, leader della rivolta contadina e comunista contro il solito regime militare golpista, fu fucilato dai suoi nemici, ma il primo fu assassinato dai suoi stessi compagni, che lo accusarono falsamente di collaborazionismo.
El tiempo está a favor de los pequeños
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 13/12/2017 - 11:42

Para irle cantando a El Salvador

[1983]
Parole e musica di Vicente Feliú
Nel disco collettivo “El tiempo está a favor de los pequeños”, dedicato alla lotta del popolo salvadoreño contro la dittatura militare.

Ho trovato questa canzone sul fondamentale Cancioneros.com. Gli amministratori del sito l’hanno proposta in prima pagina, come brano del giorno, lo scorso 11 dicembre, commemorando un episodio terribile avvenuto durante la lunga e sanguinosa guerra civile in Salvador (1979-1992), che vide opporsi il governo militare golpista (sostenuto da USA, Cile, Argentina e Israele) alla resistenza raccolta sotto la sigla del FMLN (Frente Farabundo Martí para la Liberación Nacional, sostenuto da Cuba e Nicaragua).

Il 10 dicembre del 1981 il battaglione “Atlacatl” dell’esercito salvadoregno (un’unità di élite, specificamente formata alla controinsurrezione, con ufficiali e sottoufficiali addestrati direttamente dagli USA) piombò... (continua)
Que no nos venza la muerte,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 13/12/2017 - 08:46
Video!

Somos Sur

(Dame el micrófono)
(continua)
10/12/2017 - 23:25
Downloadable! Video!

Senza perdere la tenerezza



Testo trascritto all'ascolto, sperando in un contributo di qualcuno per le parti non comprese
SIN PERDER LA TERNURA
(continua)
inviata da Dq82 6/12/2017 - 09:22
Video!

La casa de Dios

[2017]

Album : Desde la cuna hasta la muerte
Cuando era niño por tradición a la iglesia fui a parar
(continua)
inviata da adriana 3/12/2017 - 11:54
Video!

Sinfronterica

[2017]

Album : Desde la cuna hasta la muerte

Con Anliz, Futta y Mob
Si no hay fronteras, vas a ver como cambia todo,
(continua)
inviata da adriana 3/12/2017 - 11:36
Video!

Feliz falsedad

[2017]

Album : Desde la cuna hasta la muerte
Ya llega navidad, consumo extremo y sin piedad, Go to the shopping escondidxs a calmar la ansiedad, Neo esclavos con deudas falseando felicidad, Comprando toda la mierda que la publicidad nos da, SALUD!!! Gritan brindando con mucho placer, Familiares que se odian y no se quieren ni ver, caras falsas, miradas tramposas no la puedo entender, esa maldición de tradición que siguen intentando imponer, Chantaje y engaño año tras año les hacen daño, Ilusionando a lxs niñxs, negociando con su cariño, Cuanto se gasta en regalos y pirotecnia, Papá Cruel? miles lloran de tristeza cada día por culpa de él, el vaticano festeja con su tribu de tarados obedientes que ni se quejan MAS LOS ENGAÑAN MAS SE DEJAN, las noticias retransmiten la asquerosa misa de gallo, Me dan nauseas me rallo estallo es por eso ... (continua)
inviata da adriana 3/12/2017 - 11:25




hosted by inventati.org