Lingua   

Eve Of Destruction

Barry McGuire
Pagina della canzone con tutte le versioni


OriginaleVersione italiana di Paolo Di Mizio
EVE OF DESTRUCTION

The eastern world it is explodin', (1)
Violence flarin', bullets loadin',
You're old enough to kill but not for votin', (2)
You don't believe in war, what's that gun you're totin',
And even the Jordan river has bodies floatin', (3)
But you tell me over and over and over again my friend,
Ah, you don't believe we're on the eve of destruction.

Don't you understand, what I'm trying to say?
Can't you see the fear that I'm feeling today?
If the button is pushed, there's no running away, (4)
There'll be no one to save with the world in a grave,
Take a look around you, boy, it's bound to scare you, boy,
And you tell me over and over and over again my friend,
Ah, you don't believe we're on the eve of destruction.

Yeah, my blood's so mad, feels like coagulatin',
I'm sittin' here, just contemplatin',
I can't twist the truth, it knows no regulation,
Handful of Senators don't pass legislation,
And marches alone can't bring integration, (5)
When human respect is disintegratin',
This whole crazy world is just too frustratin',
And you tell me over and over and over again my friend,
Ah, you don't believe we're on the eve of destruction.

Think of all the hate there is in Red China! (6)
Then take a look around to Selma, Alabama!
Ah, you may leave here, for four days in space,
But when your return, it's the same old place, (7)
The poundin' of the drums, the pride and disgrace,
You can bury your dead, but don't leave a trace,
Hate your next-door-neighbour, but don't forget to say grace,
And you tell me over and over and over and over again my friend,
you don't believe we're on the eve of destruction.
you don't believe we're on the eve of destruction.
LA VIGILIA DELLA DISTRUZIONE

L’Est del mondo, quello sta esplodendo,
la violenza dilaga, i colpi sono in canna.
Sei grande abbastanza per uccidere, ma non per votare.
Non credi nella guerra – ma cos’è quell’arma che imbracci?
E perfino sul fiume Giordano ci sono corpi che galleggiano.

Ma tu mi dici,
ancora e ancora e ancora, amico mio,
ah, che tu non credi
che siamo alla vigilia
della distruzione.

Non capisci quello che sto cercando di dire?
E non senti le paure che sento io?
Se qualcuno schiaccia il bottone, non ci sarà scampo,
non si salverà nessuno, il mondo diventerà una tomba.
Guardati intorno, ragazzo, ce n’è abbastanza da farti paura, ragazzo.

E tu mi dici,
ancora e ancora e ancora, amico mio
ah, che tu non credi
che siamo alla vigilia
della distruzione.

Sì, il mio sangue impazzisce, sembra volersi coagulare,
sono seduto qui e non faccio altro che contemplare.
Non posso cambiare la verità, la verità non ha regole.
Un piccolo numero di senatori non fa passare la nuova legge
e le marce, da sole, non possono portare all’integrazione razziale.
Mentre il rispetto umano si va disintegrando,
tutto questo pazzo mondo è troppo, troppo frustrante.

E tu mi dici,
ancora e ancora e ancora, amico mio,
ah, che non credi
che siamo alla vigilia
della distruzione.

Pensa a tutto l’odio che c’è nella Cina Rossa,
poi dai un’occhiata al piccolo paese di Selma, in Alabama.
Be’, puoi andartene e viaggiare quattro giorni nello spazio,
ma quando ritorni, è lo stesso posto di sempre.
Il rullo dei tamburi, l’orgoglio e il disonore.
Puoi seppellire i tuoi morti, ma non lasciare traccia.
Odia il tuo vicino, ma non dimenticare di dire le preghiere.
E tu mi dici,
ancora e ancora e ancora, amico mio,
che non credi
che siamo alla vigilia
della distruzione.
Mm, no, no, tu non credi
che siamo alla vigilia
della distruzione.




Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org