Lingua   

Inghjustizia

L'Arcusgi
Pagina della canzone con tutte le versioni


Traduzione italiana di Riccardo Venturi
INGHJUSTIZIAINGIUSTIZIA
  
A l’alba, un nucente da li soi hè sradicatuAll'alba un innocente dai suoi è strappato
Senz’un’ affollu è nisun’difesa.Senza un appoggio e nessuna difesa.
Torna una volta, l’onore hè sprizzatuUna volta tornato, l'onore è disprezzato
E d’un populu sanu si sente l’offesa.E d'un popolo intero si sente l'offesa.
  
C’hè tanti feriti e tant’inghjuliatiCi son tanti feriti e tanti umiliati
Ch’in lu mondu sanu si sò pisatiChe nel mondo intero sono calpestati
I diritti di l’omi a caternu lampatiI diritti dell'uomo al diavolo gettati
Omi di gran’valore, sò stat’imprigiunati.Uomini di gran valore son stati imprigionati.
  
Soffia in lu mondu u ventu d’inghjustiziaSoffia nel mondo il vento d'ingiustizia
Corre ‘ssu velenu, si sparghje pianu pianuScorre questo veleno, si sparge piano piano
Invad’e nazione, scacci’a demucraziaInvade la nazione, scaccia la democrazia
Calpighja u dirittu, avillisce l’umanu.Calpesta il diritto, avvilisce l'essere umano.
  
Stati arganti li vostri malfattiStati arroganti, le vostre malefatte,
Li vostr’assassinii seranu svilatiI vostri assassinii saranno rivelati
Truverette sempre di pettu à un’armataTroverete sempre di fronte un'armata,
Un pugnu pisatu per stangavvi a stradaUn pugno chiuso a sbarrarvi la strada
  
Di populu l’idea ùn si po’ inchjustràDi popolo l'idea non si può incarcerare
Un s’azzitt’una voce chi mughja libertàNon si zittisce una voce che urla libertà
Più cresce a ripressione, più lotta piglia forzaPiù cresce la repressione, più la lotta prende forza
Un si sguass’una storia, ùn si schis’una lingua.Non si cancella una storia, non si evita una lingua.
  
Soffia in lu mondu u ventu d’inghjustiziaSoffia nel mondo il vento d'ingiustizia
Corre ‘ssu velenu si sparghje pianu pianuScorre questo veleno, si sparge piano piano
Invad’e nazione, scacci’a demucraziaInvade la nazione, scaccia la democrazia
Calpighja u dirittu, avillisce l’umanu.Calpesta il diritto, avvilisce l'essere umano.
  
I muri di u putere dumane cascheranuI muri del potere domani crolleranno
Di li populi cechi l’ochji s’apreranuDei popoli ciechi gli occhi s'apriranno
Smariscerà lu bughju è u lume sbuceràSvanirà il buio e la luce apparirà
U soffiu di’a rivolta tandu sventulerà.Il soffio della rivolta allora sventolerà.
  
Soffia in lu mondu u ventu d’inghjustiziaSoffia nel mondo il vento d'ingiustizia
Corre ‘ssu velenu, si sparghje pianu pianuScorre questo veleno, si sparge piano piano
Invad’e nazione, scacci’a demucraziaInvade la nazione, scaccia la democrazia
Calpighja u dirittu, avillisce l’umanuCalpesta il diritto, avvilisce l'essere umano.
  
Soffia in lu mondu u ventu d’inghjustiziaSoffia nel mondo il vento d'ingiustizia
Corre ‘ssu velenu, si sparghje pianu pianuScorre questo veleno, si sparge piano piano
Ma leva la sumenta e fiurisce la viaMa reca il seme e fiorisce la via
Chi ci porta si sà, versu’a demucrazia.Che porta, si sa, alla democrazia.


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org