Lingua   

A morte saiu à rua

José "Zeca" Afonso
Pagina della canzone con tutte le versioni


Ulteriore versione italiana ripresa da La musica dell'altra Italia
LA MORTE È USCITA PER STRADALA MORTE SCESE NELLA STRADA
  
La morte è uscita per strada un giorno qualunque,La morte scese nella strada un giorno come tanti,
in quel luogo senza nome, per qualche faccenda.In quel luogo senza nome con uno scopo.
Una goccia rossa cade sul selciato,Una goccia rossa sopra il selciato cadde
E un fiume di sangue esce da un petto aperto.E un fiume di sangue da un petto squarciato uscì.
  
Il vento che penetra nelle canne del canneto,Il vento che sibila tra le canne del canneto
E la falce d'una mietitrice portoghese,E la falce di una contadina portoghese
e il rumore d'una incudine come una squilla dal cieloE il suono di una incudine simile a un clarino del cielo
dicono in giro da ogni parte: è morto il pittore.Gridano in ogni parte: Il pittore è morto.
  
Il tuo sangue, pittore, reclama altra morte identica,Il tuo sangue, pittore, reclama altra morte uguale
Solo occhio per occhio e dente per dente serve.Solo occhio per occhio e dente per dente vale
Per la legge assassina, per la morte che ti ammazzòPer la legge assassina, per la morte che ti ammazzò
Il tuo corpo è della terra che ti abbracciò.Il tuo corpo appartiene alla terra che ti abbracciò.
  
Qui ti diciamo: dente per dente, sarà così.Qui ti giuriamo: Dente per dente, così
che un giorno riderà bene chi riderà ultimo.Che un giorno riderà meglio chi riderà per ultimo.
Alla curva della strada han scavato fosse in terra,Lungo la strada ci sono fosse aperte nel suolo,
E in tutte fioriranno le rose di una nazione.E in tutte fioriranno rose di una nazione.
  
La morte è uscita per strada in un giorno qualunque,La morte scese nella strada un giorno come tanti,
in quel luogo senza nome, per qualche faccenda.In quel luogo senza nome con uno scopo.
Una goccia rossa cade sul selciato,Una goccia rossa sopra il selciato cadde
E un fiume di sangue esce da un petto aperto.E un fiume di sangue da un petto squarciato uscì.
Il vento che penetra nelle canne del canneto,Il vento che sibila tra le canne del canneto
E la falce d'una mietitrice portoghese,E la falce di una contadina portoghese
e il rumore d'una incudine come una squilla dal cieloE il suono di una incudine simile a un clarino del cielo
dicono in giro da ogni parte: è morto il pittore.Gridano in ogni parte: Il pittore è morto.
È morto il pittoreIl pittore è morto
È morto il pittoreIl pittore è morto
È morto il pittore.Il pittore è morto.


Pagina della canzone con tutte le versioni

Pagina principale CCG


hosted by inventati.org