Lingua   

How Many Tears

Helloween


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

World of War
(Helloween)
Warrior
(Helloween)
Paint a New World
(Helloween)


Dall'album "Walls of Jericho" (1985).
A lot of things occur each day
We've got to live with on our way
There's so much misery on the screen
With commercials in between

And the Russians won't be so late
Uncle Sam don't wanna wait
No matter if you're black or white
You never ever had a right

And look up to the eternal skies
See warfare even there
What once has been a paradise
Now destruction and despair

In other worlds the children die
Lacking food ill from a fly
Oppressed by troops to tame their land
It's all the same again

If any man is free on earth
Then tormentors steal his birth
They slam gun butts in his face
And leave his woman choked in mace

So stand up for our human rights
Push back this pest of hate
Raise you voice pass on the light
Unite! it's not too late

How many tears flow away
To become a sea of fears
How many hearts are torn apart
Till another torment starts

But before the world
Turns into a sun
All cruelty and violence
On earth will be dead and gone

So stand up for our human rights
Push back this pest of hate
Raise you voice pass on the light
Unite! It's not too late

How many tears flow away
To become a sea of fears
How many hearts are torn apart
Till another torment starts

inviata da Alberto - 6/7/2008 - 02:25




Lingua: Italiano

Versione italiana di Kiocciolina
QUANTE LACRIME

Un sacco di cose avvengono ogni giorno
Dobbiamo continuare a vivere per la nostra strada
C'è così tanta miseria sullo schermo
Con gli inframezzi pubblicitari

E i Russi non saranno così in ritardo
Lo Zio Sam non vuole aspettare
Non importa che tu sia nero o bianco
Non avrai mai e poi mai ragione

E guarda in alto ai cieli eterni
Vedi, si fa la guerra persino lì
Quello che un tempo è stato un paradiso
Ora è distruzione e disperazione

In altri mondi i bambini muoiono
Per mancanza di malattia, per via di malattie trasmesse tramite insetti
Oppressi dalle truppe che dominano la loro terra
E' di nuovo tutto uguale

Se ogni uomo è libero sulla terra
Allora i tormentatori gli rubano la nascita
Gli sbattono il calcio della pistola in faccia
E lasciano la sua donna soffocata dalle lacrime

Perciò alzati per i nostri diritti umani
Respingi questa peste di odio
Alza la voce trasmetti la luce
Unisciti! Non è troppo tardi

Quante lacrime sono scorse
Per diventare un mare di paure
Quanti cuori sono stati spezzati
Finché non inizia un altro tormento

Ma prima che il mondo
Diventi un sole
Tutta la crudeltà e la violenza
Sulla terra saranno morte e andate

Perciò alzati per i nostri diritti umani
Respingi questa peste di odio
Alza la voce trasmetti la luce
Unisciti! Non è troppo tardi

Quante lacrime sono scorse
Per diventare un mare di paure
Quanti cuori sono stati spezzati
Finché non inizia un altro tormento

inviata da Kiocciolina - 18/7/2008 - 13:27




Lingua: Italiano

Versione italiana di Matteo

"How Many Tears" è il brano che chiude il primo disco degli Helloween, "Walls of Jericho", pubblicato nel 1986. Il brano è opera del chitarrista Michael Weikath.

Il brano è una denuncia contro la guerra, le ingiustizie sociali, le oppressioni e il disequilibrio economico nel mondo. Il bridge e il ritornello contengono un invito a darsi tutti da fare per un mondo migliore, perché "non è troppo tardi".
QUANTE LACRIME

Un mucchio di cose accadono ogni giorno
Dobbiamo vivere per noi stessi
C'è così tanta miseria sugli schermi
E in mezzo c'è la pubblicità

E i Russi non tarderanno
Né lo Zio Sam aspetterà
Non importa se sei nero o bianco
Non hai mai avuto diritti

E guarda su, nei cieli infiniti
C'è la guerra persino là
Ciò che un tempo era un Paradiso
Ora c'è distruzione e disperazione

In altri mondi i bambini muoiono
Non hanno cibo, si ammalano per una mosca
Oppressi da eserciti che conquistano le loro terre
E' sempre la stessa storia, ancora

Se un uomo è libero sulla terra
I tormentatori rubano la sua vita
Gli piazzano una pistola in fronte
E lasciano morire sua moglie soffocata

E allora ergiti per i diritti umani
Ricaccia via la peste dell'odio
Alza la tua voce oltre la luce
Unitevi! Non è troppo tardi!

Quante lacrime scorreranno
Per diventare un mare di paure
Quanti cuori fatti a pezzi
Finché non inizierà un nuovo tormento

Ma prima che il mondo
Diventi un sole
Ogni crudeltà e violenza in terra
Sarà morta e sepolta

E allora ergiti per i diritti umani
Ricaccia via la peste dell'odio
Alza la tua voce oltre la luce
Unitevi! Non è troppo tardi!

Quante lacrime scorreranno
Per diventare un mare di paure
Quanti cuori fatti a pezzi
Finché non inizierà un nuovo tormento

Ma prima che il mondo
Diventi un sole
Ogni crudeltà e violenza in terra
Sarà morta e sepolta

inviata da Matteo - 30/1/2015 - 12:10



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org