Lingua   

Honest Lullaby

Joan Baez


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

If I Knew
(Joan Baez)
Where Are You Now, My Son?
(Joan Baez)
There But For Fortune
(Phil Ochs)


HonestLullaby
Early early in the game
I taught myself to sing and play
And use a little trickery
On kids who never favored me
Those were years of crinoline slips
And cotton skirts and swinging hips
And dangerously painted lips
And stars of stage and screen
Pedal pushers, ankle socks
Padded bras and campus jocks
Who hid their vernal equinox
In pairs of faded jeans
And slept at home resentfully
Coveting their dreams

And often have I wondered
How the years and I survived
I had a mother who sang to me
An honest lullaby

Yellow, brown, and black and white
Our Father bless us all tonight
I bowed my head at the football games
And closed the prayer in Jesus' name
Lusting after football heroes
tough Pachuco, little Neroes
Forfeiting my A's for zeroes
Futures unforeseen
Spending all my energy
In keeping my virginity
And living in a fantasy
In love with Jimmy Dean
If you will be my king, Jimmy, Jimmy,
I will be your queen

And often have I wondered
How the years and I survived
I had a mother who sang to me
An honest lullaby

I travelled all around the world
And knew more than the other girls
Of foreign languages and schools
Paris, Rome and Istanbul
But those things never worked for me
The town was much too small you see
And people have a way of being
Even smaller yet
But all the same though life is hard
And no one promised me a garden
Of roses, so I did okay
I took what I could get
And did the things that I might do
For those less fortunate

And often have I wondered
How the years and I survived
I had a mother who sang to me
An honest lullaby

Now look at you, you must be growing
A quarter of an inch a day
You've already lived near half the years
You'll be when you go away
With your teddy bears and alligators
Enterprise communicators
All the tiny aviators head into the sky
And while the others play with you
I hope to find a way with you
And sometimes spend a day with you
I'll catch you as you fly
Or if I'm worth a mother's salt
I'll wave as you go by

And if you should ever wonder
How the years and you'll survive
Honey, you've got a mother who sings to you
Dances on the strings for you
Opens her heart and brings to you
An honest lullaby

inviata da carles viadel - 28/1/2008 - 19:14



Lingua: Inglese

Video con traduzione in italiano:

https://www.youtube.com/watch?v=vUFT3hhRcTg
UN'ONESTA NINNA NANNA

Prima prima nel gioco
ho imparato a cantare e suonare
e utilizzare un piccolo trucco
sui bimbi che non mi favorivano mai
Erano quelli gli anni di sottovesti svelate
gonne di cotone e fianchi ondeggianti
labbra pericolosamente dipinte
stelle del palcoscenico e dello schermo
pantaloni capresi e calzini corti
reggiseni imbottiti e atleti del college
Chi nascondeva il suo equinozio di primavera
dentro un paio di jeans sbiaditi
e dormiva in casa a malincuore
bramando i propri sogni

E spesso mi sono chiesta
come siamo sopravvissuti gli anni ed io
Ho avuto una madre che mi cantava
un'onesta ninna nanna ♪

Giallo marrone bianco e nero
Padre Nostro benedici noi tutti stasera
chinai il capo di fronte alle partite di football
e terminai la preghiera nel nome di Gesù
Spasimando dopo gli eroi del calcio
per il rude Pachuco e i piccoli Neroni
abbandonando le mie A per zeri
futuri inscrutabili
spendendo ogni energia
nel conservare la mia verginità
e vivendo una fantasia d'amore
con James Dean
Se tu vorrai essere il mio re
Jimmy Jimmy
io sarò la tua regina

E spesso mi sono chiesta
come siamo sopravvissuti gli anni ed io
Ho avuto una madre che mi cantava
una ninna nanna sincera ♪

Ho viaggiato in giro per il mondo intero
e conosciuto più delle mie coetanee
lingue e scuole straniere
Parigi Roma e Istanbul
Ma queste cose non hanno mai funzionato con me
vedi la città era troppo piccola
e la gente ha un modo d'essere
più meschino ancora
ma fa lo stesso anche se la vita è dura
e nessuno mi ha promesso un giardino di rose
Così ho detto okay
e ho preso ciò che riuscivo ad ottenere
e fatto le cose che potevo fare
per quelli meno fortunati di me

E spesso mi sono chiesta
come siamo sopravvissuti gli anni ed io
Ho avuto una madre che mi cantava
una ninna nanna sincera ♪

Ora ti guardo
devi crescere un quarto di pollice al giorno
avrai già vissuto vicino a me metà dei tuoi anni
quando sarai andato via
con i tuoi orsacchiotti e gli alligatori
i comunicatori dell'Enterprise
tutti i piccoli aviatori con la testa rivolta al cielo
E mentre gli altri giocano con te
spero di trovare un modo d'incontrarti
e trascorrere qualche volta una giornata insieme
Ci vediamo quando voli
o se io valgo il sale di una madre
ti saluto con un cenno se passi di quà

E se tu dovessi mai chiederti
come gli anni e tu sopravviverete
tesoro hai una madre che canta
danzando sulle corde per te
apre il suo cuore e ti porta
un'onesta ninna nanna

inviata da Valentino Stacciarini - 15/10/2014 - 10:39



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org