Lingua   

Negli occhi il buio

Banda Bassotti
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Diplomatenjagd
(Reinhard Mey)
Allevatori di Morte
(Livore)
La rotta degli schiavi
(Banda Bassotti)


1992
Figli della stessa rabbia

Banda-bassotti-Figli-Della-Stessa-Rabbia



Sicuramente questo e' il disco piu' famoso dell'etichetta Gridalo Forte. Figli della Stessa Rabbia è stato, e continua ad essere un inno. Tutto il disco nei concerti e' stato cantato a squarciagola da migliaia di persone. Brani come "Cararo Sindaco", "Barboni", "Giunti Tubi Palanche Ska", o la versione solo vocale della title track, sono ormai nel DNA di una generazione di giovani in Italia e in tutta Europa. La grafica e' come sempre di Cristiano Rea e rispecchia al meglio la band. Nel retro della copertina il testo di Bella Ciao, che dopo poco verra' incisa nel MLP omonimo.



Negli occhi il buio
vivere in gabbia
tutta la vita
la vita.

Non voglio uscire
sono una bestia
Mordo la grata
caldo il sangue mio
Sento il dolre
brivido freddo
Urlo la rabbia
non ho gola.

Carezze mai
non giochi ma corde
Amici mai
solo tortura
pelle che cade
Camicie bianco
che sta scavando
dentro di me
Le lame fredde
che stanno scavando
parlano di soldi
cosa sono?

Non ho gola
mi manca l'aria
come si fa
a urlare?
Dov'è mia madre
i fratelli miei, dove
la gabbia, il buio
ci voglio tornare.

Cinghie divorano
le mie zampe
Fin dove arriva L'uomo
Lasciatemi andare
vorrei sapere
cosa è un campo verde
cosa è correre

Muovo senza posa
mi sento una bestia
Camicie bianco
chi è la bestia?
Negli occhi il buio
come sarà il sole
Ehi! Mi sentite?
Chi è la bestia?
Il silenzio, il buio.

inviata da Marcia Rosati - 9/8/2007 - 13:48



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org