Lingua   

Carzari Vicaria

anonimo


Lingua: Siciliano


Ti può interessare anche...

Attica Blues
(Archie Shepp)
Nustalgia (Nostalgia di Ribera)
(Rosa Balistreri)
Ch’è autu lu suli
(anonimo)


Canto vicariota (proveniente, cioè, dal carcere palermitano della Vicaria, poi trasferito all'altrettanto famigerato Ucciardone). Fu raccolto dal folklorista Pietro Favara, e rielaborato dal musicista e cantante popolare Giuseppe (Peppe) Ganduscio, che lo incise nel disco Lu carzaratu ("Il carcerato"). Trovò la sua fama e la sua grande interprete in Rosa Balistreri. Il testo e la traduzione italiana sono tratti da La musica dell'altra Italia.

Rosa Balistreri.
Rosa Balistreri.
Carzari Vicaria, la Favignana,
lu casteddu di Santa Caterina!
Malidittu cu fici a Santu Vitu:
dintra e di fora è di ferru allannatu!
Cu cci havi un frati e cu cci havi un maritu,
'nni ddu misiru locu scunsulatu.
Lu carzaratu ca la notti 'un dormi
pensa a la libirtà, mori e s'addanna.

inviata da Riccardo Venturi - 24/5/2007 - 14:44



Lingua: Italiano

Traduzione italiana:
CARCERE VICARIA

Carcere Vicaria, la Favignana
il castello di Santa Caterina!
Maledetto chi ha costruito San Vito:
dentro e fuori è rivestito di lamiera:
chi vi ha un fratello e chi un marito
in quel misero luogo sconsolato.
Il carcerato che la notte non dorme
pensa alla libertà, muore e si danna.

inviata da Riccardo Venturi - 24/5/2007 - 14:45


Versione dei Milagro Acustico in "Rosa del Sud" [2015]

16/9/2015 - 13:56


anche se certi video non vanno , artri volano menomale.
beia assai

Krzysiek - 17/9/2015 - 23:40



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org