Lingua   

My Last Farewell

Frank & Sean O'Meara


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Long Kesh
(Guacamaya)
10 Years On
(Blaggers ITA)
The Croppy Boy
(anonimo)


Patrick Pearse


La canzone, un tenero saluto con implicito addio, scritta dal fratelli Sean e Frank O'Meara, si riferisce all'ultima lettera inviata dal grande rivoluzionario e poeta Irlandese Padraig Pearse alla madre, il giorno prima di essere fucilato per aver partecipato (e guidato) la ribellione del giorno di Pasqua del 1916 (The easter rising) che si risolse purtroppo nella cattura dello stesso Pearse e di altri numerosi rivoluzionari come James Connolly messi anche loro a morte dagli inglesi.
Dearest Mother I am writing just to say I won't be home
There's something that I have to do and I must do alone
They have took me and they've put me in this lonely prison cell
Tonight my thoughts are with you as I say my last Farewell

So say goodbye to Margaret, Mary Bridget and Michal
I have no words to tell you how much I miss you all
And though I may not show it you know I loved you well
So in my final letter I will bid my last farewell

Dearest brother won't you take good care of all the folks for me
Go home to Rathfarnam on the day they set you free
I was happy when you stood by me in all that we've been through
No one has ever had so true a brother such as you

So say goodbye to Margaret, Mary Bridget and Michal
I have no words to tell you how much I miss you all
And though I may not show it you know I loved you well
So in my final letter I will bid my last farewell

Dearest mother it's so very sad that now we have to part
To understand the reasons would trouble your poor heart
I have told you since I was a boy it was my destiny
To die a true brave soldier so that one day you'd be free

inviata da Giorgio Pinna - 1/12/2018 - 16:08




Lingua: Italiano

Versione italiana di Giorgio Pinna

Anche il fratello William, incarcerato insieme a tutti gli insorti, fu fucilato nonostante non avesse avuto nessuna posizione di rilievo nel gruppo dirigente dei rivoluzionari che dichiararono l'indipendenza dell'Irlanda.
Il sacrificio di Padraig, di suo fratello e dei tanti loro compagni non fu vano e rafforzò i sentimenti di ribellione degli Irlandesi, che portarono pochi anni dopo al laborioso conseguimento di quella indipendenza tanto sofferta e sognata.
L'interpretazione della canzone forse più suggestiva è quella del gruppo Barleycorn, con la splendida voce di Derek McCormack, uno dei cantanti irlandesi più amati degli anni '8O, purtroppo prematuramente deceduto.
IL MIO ULTIMO ADDIO

Cara madre, ti scrivo per dirti che non potrò essere a casa,
c'è qualcosa che devo fare, e la devo fare da solo.
Mi hanno preso e mi hanno chiuso in questa solitaria cella.
Questa notte i miei pensieri sono con te mentre dico il mio ultimo addio.

Così saluta Margaret, Mary, Bridget e Michal,
io non trovo le parole per dirvi quanto mi mancate
e sebbene possa non mostrarlo, sai che vi ho amato tanto,
così, in questa mia definitiva lettera, vi mando il mio ultimo addio.

Caro fratello, vuoi prenderti cura di tutti per me?
Vai a casa a Rathfarnam il giorno in cui ti libereranno,
sono stato felice quando mi sei stato vicino in tutto quello che abbiamo passato,
nessuno è mai stato un vero fratello come sei stato tu.

Così, saluta Margaret, Mary, Bridget e Michal,
io non trovo le parole per dirvi quanto mi mancate
e sebbene possa non mostrarlo, sai che vi ho amato tanto,
così, in questa mia definitiva lettera, vi mando il mio
ultimo addio.

Cara madre, è tanto triste che noi ora dobbiamo lasciarci,
per capire le ragioni che che potrebbero turbare il tuo povero cuore,
ti dissi, fin da ragazzo, che il mio destino era di morire da combattente coraggioso, così che un giorno sareste stati liberi.

Così, saluta Margaret, Mary, Bridget e Michal...

inviata da Giorgio Pinna - 2/12/2018 - 16:13




Lingua: Finlandese

Traduzione finlandese / Finnish translation / Traduction finnoise / Suomennos: Juha Rämö

Flag of Ireland with Easter Proclamation.svg
VIIMEISET JÄÄHYVÄISENI

Rakas äitini, kirjoitan vain kertoakseni, etten palaa kotiin.
On jotain, mikä minun on tehtävä, ja minun on tehtävä se yksin.
Ne saivat minut kiinni ja panivat tähän yksinäiseen vankilaselliin.
Tänä yönä ajatukseni ovat luonasi, kun jätän viimeiset jäähyväiseni.

Kerro viime terveiseni Margaretille, Mary Bridgetille ja Michalille.
Sanat eivät riitä kertomaan, kuinka kaipaan teitä kaikkia.
Ja vaikka en sitä ole osoittanut, te tiedätte, että olen teitä rakastanut.
Tällä viimeisellä kirjeelläni jätän teille jäähyväiseni.

Rakas veljeni, pidä puolestani hyvää huolta kotiväestä.
Palaa kotiin Rathfarnamiin heti, kun pääset vapaaksi.
Olin iloinen, kun seisoit rinnallani kaikessa, minkä koimme.
Kukaan ei voisi toivoa itselleen sinua uskollisempaa veljeä.

Kerro viime terveiseni Margaretille, Mary Bridgetille ja Michalille.
Sanat eivät riitä kertomaan, kuinka kaipaan teitä kaikkia.
Ja vaikka en sitä ole osoittanut, te tiedätte, että olen teitä rakastanut.
Tällä viimeisellä kirjeelläni jätän teille jäähyväiseni.

Rakas äiti, on sanomattoman surullista, että tiemme nyt eroavat.
Älä mieti syitä, sillä se tekisi sydämesi entistä raskaammaksi.
Pienestä pojasta lähtien olen sanonut sinulle, että kohtaloni on
kuolla urhoollisena sotilaana, jotta sinä voisit joskus olla vapaa.
Padraig Pearse (1879 - 1916), iiriksi Pádraig Anraí Mac Piarais, oli irlantilainen asianajaja, runoilija, kirjailija, nationalisti ja yksi Irlannin vuoden 1916 pääsiäiskapinan johtajista. Laulun teksti viittaa jäähyväiskirjeeseen, jonka Pearse lähetti äidilleen päivää ennen kuin hänet teloitettiin Kilmainhamin vankilassa.

inviata da Juha Rämö - 2/12/2018 - 11:18



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org