Lingua   

Capitano (fangu, rifardu e Ganu senza onuri)

Cesare Basile
Lingua: Siciliano (Catanese)

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Hellequin Song
(Cesare Basile)
Mariuzza Izzu
(Salvo Ruolo)
Maliritta carni
(Cesare Basile)


(2018)

Capitano (fangu, rifardu e Ganu senza onuri)


Questa non è una canzone, è un'invettiva alla catanese, schitta e amara, senza mezzi termini, perché con quelli che si vogliono prendere il Paese i mezzi termini non servono a niente.


Grazie a Riccardo Gullotta per la trascrizione e le note linguistiche

«Fango, rifardo e gano senza onore. Te lo voglio dire in modo schietto». Non usa allusioni né tanto meno giri di parole il cantautore catanese Cesare Basile che ha scritto una canzone dedicata al ministro degli Interni Matteo Salvini e che da ieri è possibile trovare su Youtube.

Le parole, la musica e anche la faccia dell'attrice nel video sono cariche di pathos e di serietà, sì, perché non c'è più niente da ridere adesso, è arrivato il momento di schierarsi: con o contro Salvini. E lo fa senza mezzi termini Basile.

"Capitano" si intitola, già perché il popolo dei seguaci del leader del carroccio lo chiama così sui social.

«Schitta e amara la voglio dire anche alle guardie che ti fanno da fercolo e anche alla folla che crede a tutto, una parola la vorei dire», recita un'altra strofa della canzone. Il video è stato girato al Teatro Coppola di Catania e l'attrice che usa il linguaggio LIS nel video è Viviana Aprile.

Nelle strofe di "Capitano" cantate tutte in dialetto catanese come a volere dare più forza e a rimarcare la rabbia per le scelte del ministro.

Basile aggiunge: «Questo capitano cerca sempre di litigare, fa lo scaltro con i poveretti e si vanta dell'odio che semina». E alla fine lo mette in guardia «L'odio Capitano è bestia strana non è una bestia che si alliscia, l'odio schiaccia la testa alla serpe mentre striscia».

La canzone arriva nei giorni a ridosso dello sbarco dopo i cinque giorni di blocco al porto di Catania per i 147 migranti della nave Diciotti, più i militari della guarda costiera a bordo: Salvini li ha tenuti in ostaggio per imporre la sua volontà in Europa e per questo si è anche beccato una denuncia da parte della procura di Agrigento.

Amara e senza mezzi termini: la canzone di Cesare Basile contro i soprusi di Salvini
Fangu, rifardu [1]
e Ganu senza onuri
ju ti la vogghiu diri schitta [2] e amara
e schitta e amara ci la vogghiu diri
puru a ddi …… ca ti fannu vara [3]
puru a sa fudda di muccalapuna [4]
Ju na palora [5] ci la vogghiu diri
e a chiddu ca sentenzia:
"sempri je bene starisi muti [6] e vidiri chi veni [7]",
chiddu ca veni lu sacciu [8] bonu
e nun è la prima vota ca si vidi
di cuannu ‘n cuannu pigghia e arriva [9] unu
che s'apprisenta c’a bacchetta ‘n manu,
cu la bacchetta movi all’urbina [10],
sbatti sentenzi unni pigghia pigghia
sciuscia [11], fa tricchi tracche e s'arrimina [12]
si vumitia [13] cu dio, patria e famigghia.
Vili, cu sta bacchetta sa cca fari?
fattilla caricari 'nta carina [14],
cuantu [15] ti sbintuliamu pi bannera
a stinnardu di la pura razza ariana.
Stu capitano cerca sempre scierra [16],
tira la petra e s'ammuccia la manu,
pare c’avissi a rumpiri la terra
e nveci s'arrizzetta [17] u cantaranu.
Ci piaci fare u spertu [18] cu i puvireddi
chiddi ca prejanu di...... la curuna,
chiddi ca l'hanno fracita [19] la peddi
e si vanta di l'odiu ca simina.
Ma l’odiu, Capitanu, è bestia strana,
nun è na testulidda che s'alliscia [20]
e l’odiu acchiana [21] rapidu e ‘n tutt'una
e scaccia a testa a’ serpi mentre striscia,
e l’odiu acchiana rapidu e ‘n tutt'una
e scaccia a testa a’ serpi mentre striscia.
[1] Arrifardiari = Mettere le distanze, non rispettare un impegno. Rifardu = falso (Sicilia orientale)
[2] Letteralmente: Schietta. Di norma in siciliano schittu= celibe, schitta= nubile. In questo caso l’autore ha spostato il significato mutuandolo dall’italiano.
[3] Vara, letteralmente bara, per indicare il fercolo portato in processione nelle festività solenni (sulla religiosità siciliana forse un giorno qualcuno spiegherà meglio che si tratta di paganesimo doc)
[4] Ammuccalapuna / Muccalapuna termine composto , letteralmente mettersi in bocca calabroni (“i lapuna”) per indicare un boccalone, un credulone. Usato soltanto a Catania.
[5] Palora = parola. Ma anche “parola” è entrata nell’uso corrente da tempo
[6] Stari mutu = stare zitto, restare in silenzio
[7] Veniri = venire ha qui il significato di succedere
[8] Sacciu = so, dallo spagnolo “sacho”
[9] succede all’improvviso , dal francese “arriver”
[10] alla cieca
[11] sciusciari = soffiare
[12] Arriminari = mescolare. Nella forma transitiva arriminarsi sta per dimenarsi, c’è nella radice un senso di movimento , dal francese medievale remüer (per cui non tradurrei “stare in attesa”)
[13] Vomitare in siciliano è scuncettari, vummicari, lanzari, più raramente vumitari. In questo caso la terza persona singolare è “vumita”. In “Vumitia” il morfema “ia” è un alterato verbale che esprime la ripetitività frequente dell’azione.
[14] Carina = schiena. Sino a qualche decennio orsono ‘nta carina era la metonimia per indicare il di dietro nelle espressioni di insofferenza e ribellione. Superfluo aggiungere che la metonimia oggi è infrequente.
[15] in questo caso cuantu = cosicché
[16] Sciarra = lite. A Catania “scierra”
[17] Arrizittari, arrisittari = rassettare, dal latino “residere”
[18] Spertu = Furbo
[19] Fracita = fradicia
[20] Allisciare = accarezzare
[21] Acchianare = salire

2/10/2018 - 23:02



Lingua: Italiano

Traduzione italiana
CAPITANO (FANGO, FALSO E GANO SENZA ONORE)

Fango,falso
e Gano senza onore
io te la voglio dire così com'è
e così com’è voglio dirla
pure alle guardie che ti fanno da fercolo
e anche a quella folla che crede a tutto
gliela voglio dire una parola
e a quello che dice
“ è sempre bene stare in silenzio e vedere che viene”
perché io quello che viene lo so perfettamente
E non è la prima volta che succede
di quando in quando arriva uno
che si presenta con la bacchetta in mano
con la bacchetta si muove alla cieca
elargisce sentenze dove capita
soffia, fa tricche tracche e sta in attesa
vomita di Dio,patria e famiglia
Vile,con questa bacchetta sai cosa devi fare?
fattela caricare nella schiena
così ti sventolano come una bandiera
stendardo di pura razza ariana
Questo capitano cerca sempre la lite
Ttira la pietra e nasconde la mano
sembra che debba rompere la Terra
e invece mette ordine nei suoi cassetti
gli piace fare l’eroe con i poveracci
quelli che pregano la corona del sollievo
quelli che hanno la pelle fradicia
e si vanta dell’odio che semina
ma l’odio, Capitano è bestia strana
non è una testolina che si accarezza
e l’odio monta rapido e all’improvviso
schiaccia la testa alla serpe mentre striscia
e l’odio monta rapido e all’improvviso
schiaccia la testa alla serpe mentre striscia

2/10/2018 - 23:03


Abbiamo provato a rimettere un po' a posto il testo siciliano con l'aiuto del wikizziunariu ma ci sono ancora molti punti oscuri.

CCG Staff - 3/10/2018 - 12:13


Un enorme ringraziamento a Riccardo Gullotta che ha dedicato del tempo a trascrivere il testo e a redigere le interessanti note linguistiche. Mancano ancora due termini che neanche un siciliano è riuscito ad afferrare. Come sottolinea Riccardo, si tratta del dialetto con espressioni tipiche di Catania; per di più alcuni termini ed espressioni non sono diffusi, oggi anche un catanese giovane avrebbe qualche difficoltà.

CCG Staff - 20/4/2019 - 23:23



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org