Lingua   

Achille Barilatti

Sambene
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Ruth e Augusto
(Sambene)
Nunzia, la staffetta
(Sambene)
Gino
(Mutina Golem)


2018
Sentieri Partigiani. Tra Marche e Memoria
resistenza

“Achille Barilatti” è il ritratto di un compagno partigiano catturato ed ucciso a Muccia il 23 marzo 1944 che al momento della fucilazione dopo aver detto alla fidanzata “Meglio la morte che il tradimento!”, in punto di morte ebbe la forza di pronunciare le parole “Viva l’Italia libera!”. La canzone è retta in piedi dalla voce portentosa di Roberta Sforza ed in questo contesto la viola di Gazich e la chitarra acustica di Sonaglia fungono da accompagnamento, lasciando spazio alle parole dedicate a questo valoroso partigiano.
estatica.it
L'attimo prima della morte
La vita si inchina alla sorte
Occhi aperti all'ultimo istante
Achille il valoroso comandante
Davanti al plotone che sta per sparare Davanti al destino senza tremare
Per Achille viva l'Italia
Con Achille viva l'Italia

L'attimo prima della morte
La vita batte più forte
Parole ultime grido d'amore
Grido all'oppressore
Davanti al plotone ad occhi aperti
Achille pensa a quelli rimasti
Per Achille viva l'Italia
Con Achille viva l'Italia

L'attimo prima della morte
Niente retorica e parole contorte
La vita è già memoria
Occhi aperti davanti alla storia
Il coraggio è la dignità
Per Achille per la libertà
Per Achille viva l'Italia
Con Achille viva l'Italia

inviata da Dq82 - 7/7/2018 - 10:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org