Lingua   

Oh! Breathe Not His Name

Thomas Moore
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Raised by Wolves
(U2)
Ten brave men
(Frank Mitchell)
Hang Me, Oh Hang Me
(Dave Van Ronk)


Testo di Thomas Moore
“Irish Melodies”, la raccolta di canzoni arrangiate da John S. Stevenson per pianoforte, pubblicate in dieci volumi tra il 1807 e il 1834.
irish

Poi rimusicata anche da Herbert Hughes (A purse of Gold, 2007) e da Eleanor McEvoy (The Thomas Moore Project, 2017)
Gold
mcevoy



Dedicata a Robert Emmet, stato un patriota irlandese. Membro dell'associazione United Irishmen, incontrò Napoleone e Talleyrand a Parigi nel 1802, dai quali seppe dell'ipotesi di invasione dell'Inghilterra. Rientrato a Dublino, organizzò un'insurrezione armata, che scoppiò il 23 luglio 1803, con l'uccisione del viceré Arthur Wolfe Kilwarden e del nipote. La rivolta fallì ed Emmet fu arrestato, processato e impiccato.
Oh! breathe not his name, let it sleep in the shade, 
Where cold and unhonour'd his relics are laid: 
Sad, silent, and dark, be the tears that we shed, 
As the night-dew that falls on the grass o'er his head. 

But the night-dew that falls, though in silence it weeps, 
Shall brighten with verdure the grave where he sleeps; 
And the tear that we shed, though in secret it rolls, 
Shall long keep his memory green in our souls.

inviata da Dq82 - 24/11/2017 - 13:02


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org