Lingua   

Gaetano Bresci

Futta
Lingua: Italiano

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Gaetano Bresci
(Del Sangre)
Alla stazion di Monza
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
L'hanno ammazzato Umberto Primo
(anonimo)


[2013]
Album: Collane e coltelli

Non ha più lume questa gente dispersa
Non ha più nulla in comune difende la sua dispensa
Ognuno ha il proprio costume la stessa faccia di merda
Non son la gente comune, io son la gente diversa
Io non partecipo né tantomeno ai miti
Non lotto per nessun quorum ma do il veleno ai tuoi miti
Come ci siamo finiti, cimiteri di computer
In saecula saeculorum, noi anime incompiute, mute
Voglio cambiare 'sto sistema da dentro
Voglio trovare il sistema per entrare in parlamento
Ma la mia gente si schiera, ma noi siamo un movimento
Portiamo dietro la schiena le idee una bomba a tempo
Mi sento alternativo, questo mondo m'ha reso cattivo
Vendicativo fino in fondo con un obiettivo
Poco obiettivo quando miro con il mio obiettivo
I mostri presi nel direttivo residentivo
Giro in missione questo mondo per le città
E tu che riesci guarda la mia faccia
In nome della libertà che viene uccisa
Sarò Gaetano Bresci su 'sta traccia
Darò la caccia a voi padroni e sarete carta straccia
Preda di lampi e tuoni,
Io distruggo preti e religioni e le prigioni
Capi di stato e dittatori
A calpestare i nostri cuori
Non ci sono abituato in questi tempi di consumismo
Dove pure i sentimenti sono un marchio registrato del capitalismo
Tutto un mercato e puoi trovare tutto in centro
E tutto questo consumare ormai ci ha consumato dentro
E sono tempi tristi di blackout di nuovi fascisti
Ne ho visti travestirsi da boy scout ma sono i qualunquisti
E tu li vedi nascondere le vesti da razzisti
Nelle sedi di Casapound
E sanno solo darci calci
Costruire carceri e guardarci dormire tra i calcinacci
Negarci il pane e giudicarci con la pena
Se poi con la pancia piena torniamo solo da Tangeri
E io combatto per amore 'sta guerra interiore
Senza colbacco né terre né caricatore
Questo è il canto di un agitatore
E questo è un pianto, il pacco compatto di un detonatore
Giro in missione questo mondo per le città
E tu che riesci guarda la mia faccia
In nome della libertà che viene uccisa
Sarò Gaetano Bresci su 'sta traccia
Darò la caccia a voi padroni e sarete carta straccia
Preda di lampi e tuoni,
Io distruggo preti e religioni e le prigioni
Capi di stato e dittatori
A calpestare i nostri cuori
In questo stato di paradossi e intrallazzi
Dove vieni ascoltato se fai così, o t'ammazzi
Dove vieni schiacciato come si fa ai pappataci
Stato di paparazzi con a capo un papa nazi
Stato di paradossi e intrallazzi
Dove vieni ascoltato se fai così, o t'ammazzi
Dove vieni schiacciato come si fa ai pappataci
Stato di paparazzi con a capo un papa nazi
Giro in missione questo mondo per le città
E tu che riesci guarda la mia faccia
In nome della libertà che viene uccisa
Sarò Gaetano Bresci su 'sta traccia
Darò la caccia ai padroni e sarete carta straccia
Preda di lampi e tuoni,
Io distruggo preti e religioni e le prigioni
Capi di stato e dittatori
A calpestare i nostri cuori
Giro in missione questo mondo per le città
In nome della libertà che viene uccisa
Sarò Gaetano Bresci su 'sta traccia
Giro in missione questo mondo per le città
In nome della libertà che viene uccisa
Sarò Gaetano Bresci su 'sta traccia.

inviata da L'Anonimo Toscano del XXI Secolo - 29/6/2017 - 00:32


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org