Lingua   

Ora et Labora

Crifiu
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Cecilia
(anonimo)
Ricordo di guerra
(Crifiu)
Totò: Preghiera del clown
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


2015
A un passo da te
A un passo da te
Ora et labora
Io prego ogni giorno il ritorno nei campi
Ora et labora
Forse l’unico modo per andare avanti
E non vedo l’ora
Che finiscano i tempi di questi tormenti
“Se vuoi è così, sennò via da lì
C’è gente ogni giorno che passa da qui”.

Ora et labora
Io prego ogni sera il colpo di scena
Ché al mio paese a fine mese
Altro che lieto fine felici e contenti.
Come cambiano i tempi
Ieri era ora et labora, prega e lavora
Ora, prego il lavoro, ora che un vero lavoro non ho.

Ora non lavora
Ha perduto il lavoro nel pieno degli anni.
Ora non lavora
E’ a casa da un anno lo chiamano nonno.
Ora non lavora
Dopo anni di affanni, di studio e di pianti
Resta l’amaro tra i denti,
Una cinghia che stringe sui fianchi e la vita davanti.

Ora et labora
Io prego ogni giorno il ritorno nei campi
Ora et labora
Forse l’unico modo per andare avanti
E non vedo l’ora
Che finiscano i tempi di questi tormenti
“Se vuoi è così, sennò via da lì
C’è gente ogni giorno che passa da qui”.

Uno la vita che consumo come signor Nessuno
tra l’altoforno e il fumo
Due come le mani mie che a sera
sono i segni di una fatica dura
Tre la storia che vorrei un giorno io con te
ma ora lo sai non c’è che
Quattro sempre mi faccio in quattro
per restare al passo del fisco
Cinque che solo chi delinque gode come lince
batte il cinque e vince
Sei perché non sai chi sei se tutto ciò che vuoi
non è più ciò che puoi
Sette giornate senza sosta eppure un giorno a casa
è cosa buona e giusta
Otto i mesi senza paga e guarda
adesso dormo in strada.

Ora et labora
Io prego ogni giorno il ritorno nei campi
Ora et labora
Forse l’unico modo per andare avanti
E non vedo l’ora
Che finiscano i tempi di questi tormenti
“Se vuoi è così, sennò via da lì
C’è gente ogni giorno che passa da qui”.

Qui il piacere cos’è?
Stare insieme io e te
Allora non c’è
Non ancora perché
Con un piede sul fosso il passo non posso.
Come cambiano i tempi
Chi non lavora non fa l’amore
E ore su ore senza lavoro
Senza lavoro l’amore non c’è.

Ora et labora
Io prego ogni giorno il ritorno nei campi.
Ora et labora
Forse l’unico modo per andare avanti.
Ora non lavora
Dopo anni di affanni, di studio e di pianti
Resta l’amaro tra i denti,
Una cinghia che stringe sui fianchi e la vita davanti.
Resta la vita tra i denti,
Di lotte e di stenti e un amore da portare avanti.

inviata da dq82 - 25/3/2016 - 15:42


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org