Lingua   

Corrido del comunismo mexicano

Eugenia León


Lingua: Spagnolo



Canto anonimo, raccolto negli anni ’30 nelle campagne dello stato di Veracruz, in Messico. Pubblicato da Armando de María y Campos (1897-1967) nel suo lavoro su La revolución mexicana a través de los corridos populares (México, 1962). Il testo integrale è di 22 strofe; la versione cantata da Eugenia León e musicata da Eugenia León e Roberto Casanueva, che qui si trascrive, ne comprende 5. Registrazione su 45 giri per i 60 anni del Partito comunista messicano (1979).
[Testo e informazioni dal video su YouTube]

Tina Modotti, Uomo che legge El Machete (1927)
Tina Modotti, Uomo che legge El Machete (1927)
Nube blanca por el valle,
nube de manta que va
mascando palabras de hambre
junto al oro del trigal.

Indio color de tu tierra,
el viento lo ha dicho ya:
media luna en tu cintura,
el machete ha de brillar.
Llorará sangre la aurora
si la quieres degollar.

Si el amo quiere maracas
suénaselas de verdad.
Que vaya a ver cómo truena
cuando arde el cañaveral.

El monte se hizo pedazos
y se metió en la ciudad.
Huellas de yunque en las manos
que hacen el mundo girar.
Mi machete y tu martillo
en la noche brillarán.

El aullido de los perros
pronto se desatará.
Ladrarán también los amos
cuando empecemos a andar.

inviata da Leonardo Licheri - 6/6/2015 - 10:25



Lingua: Italiano

Versione italiana di L.L.

Avendo questa volta tentato una versione cantabile, mi sono preso alcune libertà...
CORRIDO DEL COMUNISMO MESSICANO

Nuvola bianca alla valle,
nube di scialle che va,
sputa parole di fame
sopra l’oro dei granai.

Indio color della terra,
il vento l’ha detto già:
sul cinto la mezzaluna,
il machete brillerà.
Piangerà sangue l’aurora
se il collo le vuoi taglia’.

Se vuol maraca il padrone,
suonare gliele si fa.
Vada a veder come tuona
quando il campo brucerà.

Il monte cadde in frantumi
e cadde sulla città.
Segni d’incudine in mani
che il mondo fanno girar.
Il tuo martello e il machete
nella notte brillerà.

L’ululo svelto dei cani
svelto si scatenerà.
Abbaieranno i padroni
se iniziamo a cammina’.

inviata da Leonardo Licheri - 6/6/2015 - 10:45


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org