Lingua   

יורים ובוכים

Si Heyman / סי היימן


Lingua: Ebraico


Ti può interessare anche...

עניין של הרגל
(Izhar Ashdot / יזהר אשדות)
Kaddish
(Ofra Haza / עפרה חזה)
Freedom for Palestine
(One World)


Yorìm ubokhìm
[1988]
Scritta da Shalom Hanoch
Written by Shalom Hanoch
Album: התקליט השני
[Hataklìt hashenì "Il secondo album" / "The 2nd Album"]

siheyman


Una canzone datata. Pensare che pure in Israele, al tempo della Prima Intifada, c'era qualcuno cui non importava chi fosse il più forte, che voleva soltanto vivere in pace e che si chiedeva quando si era imparato a seppellire viva la gente e a ammazzare “anche bambini” (anche se Sabra e Chatila c'erano già state, ma le bombe a grappolo di Gaza ancora non erano arrivate), può sembrare quasi uno scherzo, una cosa impossibile. Si Heyman, nata nel 1961 e appartenente alla stessa casa discografica (la NMC) di Shalom Hanoch, si fece da quest'ultimo scrivere questa canzone e la inserì nel suo “Secondo Album”, Hataklìt hashenì; la ha cantata, pare, pure Joan Baez. [RV]
מנקה הרחובות סיפר לי,
שבכפר שלו הכל השתנה.
החיים נראים אחרת
ובצל הזוהמה,
ובבית שלי, החלון שבור.
תל אביב מתפרצת לי פנימה,
אפילו הריח שלה השתנה.
אני חשה בסכנה.

ילדים משחקים בעופרת,
ילדות בבובות מפלדה.
החיים נראים לי אחרת,
בצל הזוהמה,
וזה לא משנה לי בכלל
מי ינצח עכשיו.
העולם שהיה לי איננו
והאור הגדול נסגר.

יורים ובוכים,
שורפים וצוחקים.
מתי בכלל למדנו
איך קוברים אנשים חיים?
יורים ובוכים,
שורפים וצוחקים.
מתי שכחנו
שגם לנו הרגו ילדים?

אצלי בעיר, הכל אחרת.
עטופה צלופן, קשורה לרציף,
אני מחכה לרכבת.
כמה זמן אחכה
לראות מה יקרה?
עד מתי נחכה
ונבכה על מה שקורה?

בשני הקצות, רוצים רק לחיות.
בפחד הזה, כבר אי אפשר לראות.
רוצים מקלט, מכל המאבק,
כל כך לא משנה לי, מי החזק.

יורים ובוכים,
שורפים וצוחקים.
מתי בכלל למדנו
איך קוברים אנשים חיים?
יורים ובוכים,
שורפים וצוחקים.
מתי שכחנו
שגם לנו הרגו ילדים?

inviata da Riccardo Venturi - 14/2/2015 - 23:08



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
14 febbraio 2015

Si Heyman.
Si Heyman.
SPARANO E PIANGONO

Uno spazzino mi ha detto
che tutto è cambiato nel suo villaggio,
che la vita sembra differente
all'ombra della spazzatura.
In casa mia la finestra è rotta
Tel Aviv mi esplode dentro,
anche il suo odore è cambiato,
avverto il pericolo.

Ragazzi che giocano col piombo,
bambine con bambole d'acciaio,
la vita mi sembra differente
all'ombra della spazzatura.
E a me non importa nulla
di chi vincerà stavolta,
il mondo che avevo non c'è più
e la grande luce si è spenta.

Sparano e piangono,
bruciano e ridono.
Quando abbiamo imparato
a seppellire viva la gente?
Sparano e piangono,
bruciano e ridono.
Quando abbiamo dimenticato
che per noi hanno ammazzato anche dei bambini?

A casa, in città, tutto è differente
avvolto nel cellophan, legato a terra
aspetto il treno
e per quanto tempo aspetterò
di vedere quel che succede?
Fino a quando aspetteremo
piangendo su quel che succede?

Da entrambe le parti la gente vuole solo vivere
e con questa grande paura è impossibile vedere alcunché
vogliamo stare al riparo dalla lotta,
e non mi importa chi sia il più forte.

Sparano e piangono,
bruciano e ridono.
Quando abbiamo imparato
a seppellire viva la gente?
Sparano e piangono,
bruciano e ridono.
Quando abbiamo dimenticato
che per noi hanno ammazzato anche dei bambini?

14/2/2015 - 23:50


Ma lei è forse la figlia di Nachum Heiman?
Fu un grande del folk isrealiano a quanto pare.

Krzysiek - 11/4/2018 - 22:27



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org