Lingua   

El poeta (Te dicen poeta)‎

Atahualpa Yupanqui


Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

He visto cruces de palo
(Atahualpa Yupanqui)
Luna tucumana
(Atahualpa Yupanqui)
Je ne chante pas pour passer le temps
(Jean Ferrat)


‎[1957]‎
Album “Guitarra… dímelo tú”‎

atahualpa-guitarra-URU

Un brano che mi ha ricordato Manifiesto di Víctor Jara o Yo canto a la diferencia di Violeta Parra o No em mou al crit di Raimon o Je ne chante pas pour passer le temps di Jean Ferrat o Cantar canciones della Walsh o ancora A cantiga é uma arma‎ di José Mário Branco, tutte canzoni ispirate - mi piace pensarlo - proprio a questa del vecchio maestro Atahualpa Yupanqui...
Tu piensas que eres distinto
Porque te dicen poeta,
Y tienes un mundo aparte
Mas allá de las estrellas.

De tanto mirar la luna
Ya nada sabes mirar.
Eres como un pobre ciego
Que no sabe adónde va.

Vete a mirar los mineros,
Los hombres en el trigal,
Y cántale a los que luchan
Por un pedazo de pan.

Poeta de tiernas rimas,
Vete á vivir a la selva,
Y aprenderás muchas cosas
Del hachero y sus miserias.

Vive junto con el pueblo,
No lo mires desde afuera,
Que lo primero es ser hombre,
Y lo segundo, poeta.‎

inviata da Dead End - 3/10/2012 - 16:10



Lingua: Italiano

Versione italiana di Lorenzo Masetti
IL POETA (TI CHIAMAN POETA)

Pensi di essere diverso
perché ti chiaman poeta
e hai un mondo a parte
Più in là delle stelle.

A forza di guardare la luna
Ormai non sai più guardar nulla.
Sei come un povero cieco
che non sa dove va.

Vai a vedere i minatori
gli uomini nei campi
e canta per chi lotta
per un pezzo di pane.

Poeta di tenere rime
Vai a vivere nella foresta
e imparerai molte cose
del boscaiolo e delle sue miserie.

Vivi insieme al popolo
Non guardarlo da fuori,
Che la prima cosa è essere uomo,
E la seconda, poeta.

5/10/2012 - 00:00



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org