Lingua   

Migrant Jesse Sawyer

James Talley


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Are They Gonna Make Us Outlaws Again?‎
(James Talley)
The Song of Chief Joseph
(James Talley)
What Will There Be for the Children?‎
(James Talley)


‎[1977]‎
Album “Blackjack Choir”‎
Testo trovato su Mudcat Café

Blackjack ‎Choir (foto per la copertina del disco. James Talley è l’unico bianco.)‎
Blackjack ‎Choir (foto per la copertina del disco. James Talley è l’unico bianco.)‎
It was 94 degrees in Sapville, Georgia
The air hung like syrup from the trees
And on a dusty, county road
This story I was told
From the lips of Jesse Sawyer's weary soul ‎

He said, my body and my mind are so hungry
I'm hardworkin', but I know I'm a beaten man
I was born on the road
Never called no place my home
I pick the food for the people of this land ‎

I'm a migrant and I move with the seasons
Many years, many miles and many days
There's nothing that I own
Just to travel on and on
Bend my back, break my body for my wage ‎

I've got a wife, Sandy Belle, and 6 children
We just plan on the pickin' day to day
We ain't liked much anywhere
Got the law to duck and fear
We just pray, we pray the Lord will make a way ‎

Sandy Belle, Lord, she works right here beside me
Bore her children right there on that road
But when the moon is down
I know she cries without a sound
And the tears are lined upon her face ‎

Ain't no schools for me to send my little children
And I hate to see them spend their lives this way
Well, I do the best I can
But I don't understand
I don't know who made the world this way ‎

Well, it might help if I could see some way to change it
If I thought that we could make it another way
But it's my life, it's all I know
It's a sickness in my bones
And I know some day I'll die out on that road
And I know some day I'll die out on that road ‎

inviata da Dead End - 5/9/2012 - 12:58



Lingua: Italiano

Tentativo di traduzione italiana di Dead End
JESSE SAWYER IL MIGRANTE

C’erano 35° a Sapville, Georgia
L’aria colava come melassa dagli alberi‎
E sulla polverosa strada della contea
Questa è la storia che raccolsi
da quell’anima logorata di Jesse Sawyer

Mi disse, il mio corpo e la mia mente sono così ‎affamati
Sto lavorando duramente ma so di essere uno ‎sconfitto
Non ho mai potuto chiamare un posto casa mia
Ho raccolto il cibo per la gente di questa terra

Sono un [lavoratore] migrante e mi muovo con ‎le stagioni
Molti anni, miglia, giorni
Non possiedo nulla
Sono sempre e solo in viaggio

Ho avuto una sposa, Sandy Belle, e 6 bambini
Non si pensava ad altro che a trovare l’ingaggio ‎per una raccolta, giorno dopo giorno
Non ci siamo mai trovati bene in nessun posto
Perché la legge era sempre quella della ‎sottomissione e della paura
Pregavamo soltanto, pregavamo Dio che ci ‎facesse trovare il modo di andare avanti

Sandy Belle, Dio, lavora qui proprio ‎accanto a me
Ed è costretta a lasciare i bambini in strada‎
Ma prima dell’alba, quando la luna scompare
Io so che lei piange silenziosamente
E le lacrime le scorrono sul viso

Non ci sono scuole per i miei piccoli
E odio vederli trascorrere la vita in questo modo
Ho fatto tutto quello che potevo
Ma non capisco
Non so chi fa girare il mondo in questo modo

Darei una mano se riuscissi a vedere una strada ‎per cambiare questa situazione
Se pensassi che noi potremmo farcela in un altro ‎modo
ma è la mia vita, è tutto quello che so
Sono malato ormai fin nelle ossa
E so che un giorno morirò là fuori su quella ‎strada
E so che un giorno morirò là fuori su quella ‎strada

inviata da Dead End - 5/9/2012 - 13:35


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org