Lingua   

Four Green Fields

Tommy Makem


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

The Blackbird of Sweet Avondale
(anonimo)
Forever In My Mind
(Christy Moore)


Erroneamente attribuita sinora ad anonimo, questa canzone è in realtà stata scritta da Tommy Makem, uno dei più grandi songwriters irlandesi di ogni tempo.

I fratelli Makem. Tommy con la fisarmonica, Jack al centro e Johnny Pickering col violino.
I fratelli Makem. Tommy con la fisarmonica, Jack al centro e Johnny Pickering col violino.


A song written by Tommy Makem about the occupation of Ulster. In this song, the "old woman" represents Mother Ireland, and the "Four Green Fields" represent the four provinces of Ireland (Leinster, Munster, Ulster, and Connaught). The "strangers" represent any occupying force that came, but most notably the English. The "children" obviosly are the native Irish, and the song references to the famine, as the children "starved." A very popular song, sung by many but most famously by Tommy himself with the Clancy Brothers.
From: Bogside Rogues Lyrics
"What did I have?" this proud old woman did say.
"I had four green fields, each one was a jewel.
'Till strangers came, and tried to take them from me.
I had fine, strong sons.
They fought to save my jewels.
They fought and they died,
and that is my grief" said she

"Long time ago" said the fine old woman,
"Long time ago" this proud old woman did say.
"There was war and death, plundering and pillage.
My children starved, from mountain, valley and sea.
And their wailing cries, they reached the highest heavens.
And my four green fields
ran red with their blood." said she

"What have I now?" said the fine old woman
"What have I now?" this proud old woman did say.
"I have four green fields, one of them's in bondage.
In stranger's hands, who tried to take it from me.
But my sons have sons, as brave as were their fathers.
And my fourth green field will bloom once again" said she.



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi

NB. Fino ad oggi questa versione aveva arbitrariamente aggiunto un campo, facendoli diventare "cinque". Grazie a Luca per la segnalazione dell'errore! [RV]
QUATTRO VERDI CAMPI

"Che cosa avevo?", disse fiera quella vecchia.
"Avevo quattro verdi campi, e ognuno era un gioiello.
Finché non vennero gli stranieri e tentarono di prendermeli.
Avevo dei figli belli e forti.
Combatterono per salvare i miei gioielli.
Hanno combattuto e sono morti,
e questa è la mia pena", disse.

"Tanto tempo fa", disse gentile quella vecchia,
"c'erano guerra e morte, razzia e distruzione.
I miei figli, dei monti, delle valli e del mare, morirono di fame.
E le loro grida strazianti raggiunsero l'alto dei cielo.
E i miei quattro verdi campi
si fecero rossi del loro sangue", disse.

"Che cosa ho adesso?", disse gentile quella vecchia
"Che cosa ho adesso?", disse fiera quella vecchia.
"Ho quattro verdi campi, uno è in servitù
nelle mani di stranieri che hanno tentato di prendermelo.
Ma i miei figli hanno figli coraggiosi come i loro padri.
E il mio quarto verde campo tornerà a fiorire", disse.



Lingua: Francese

Versione francese di Licorne da Chants pour une Irlande libre
Version française d'après Chants pour une Irlande Libre
QUATRE CHAMPS VERTS

Qu'avais-je, dit la bonne vieille femme
Qu'avais-je, cette fière vieille femme disait
J'avais quatre champs verts, chacun était un joyau
Mais des étrangers sont venus et ont tenté de me les prendre
J'avais quatre bons fils, qui se sont battus pour sauver mes joyaux
Ils se sont battus et sont morts, et c'est ma douleur dit-elle

Jadis, dit la bonne vieille femme
Jadis, cette fière vieille femme disait
Il y avait la guerre et la mort, saccage et pillage
Mes enfants avaient faim, par les montagnes, les vallées et la mer
Et leurs gémissements, ils troublaient le paradis
Mes quatre champs verts ont été rouges de leur sang, dit-elle

Qu'avais-je, dit la bonne vieille femme
Qu'avais-je, cette fière vieille femme disait
J'ai quatre champs verts, l'un d'eux est en esclavage
Aux mains des étrangers, qui ont tenté de me le prendre
Mais mes fils ont des fils, aussi braves que leurs pères
Mes quatre champs verts fleuriront de nouveau dit-elle

inviata da Riccardo Venturi - 21/8/2006 - 21:01


Ma perché nella traduzione italiana i campi diventano 5?!?
(Luca)

La risposta è semplicissima, Luca: per una disattenzione del traduttore; il quale, nella fattispecie, è il sottoscritto. Per fortuna ci sono sempre i collaboratori esterni e i lettori del sito che si accorgono delle cazzate dei gestori :-P Grazie davvero per la segnalazione e provvedo immediatamente a correggere! [RV]

8/5/2007 - 17:46


Questa è una canzone molto popolare negli ambienti nazionalisti irlandesi, quei "figli coraggiosi come i loro padri" che si faranno carico di restituire alla Repubblica il campo che manca (cioè l'Ulster) sono chiaramente i ribelli ed i miliziani repubblicani di oggi. Si può condividere o meno, ma questa non è una canzone pacifista.

Stef - 26/4/2011 - 13:26


Se non avessi letto "Il pescatore della neve", non avrei mai conosciuto questa canzone. Grazie a Carla Lastoria per averla citata.

Antonietta - 17/8/2011 - 17:16




Lingua: Italiano

Versione presente nel numero speciale di Dylan Dog "Finché morte non ci separi" scritto proprio da Tiziano Sclavi.

Nell'albo l'autore, attraverso il protagonista, condanna aspramente sia gli Inglesi che l'Ira, reputando che nessuna causa è degna di morte e/o di omicidio. Tuttavia ciò traspare solamente in parte in questa versione che infatti è cantata da un musicista irlandese e non dal protagonista.
Avevo quattro verdi campi,
quattro gioielli, la vita mia,
ma son venuti gli stranieri
e me li han portati via.

Avevo figli belli e forti,
han combattuto per la terra
han combattuto e sono morti,
e son rimasti dolore e guerra

Per monti e valli e per il mare
risuona il canto della riscossa
e piange il cielo che sta a guardare
la verde Irlanda di sangue rossa


Adesso ho quattro verdi campi,
tre hanno avuto la libertà
e, col coraggio dei miei figli,
anche il quarto rifiorirà

inviata da Leonardo Saponara - 2/8/2018 - 21:17



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org