Lingua   

Luce

Fiorella Mannoia


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Giovanna d'Arco
(Fiorella Mannoia)
Non è un film
(Fiorella Mannoia)
Normandia
(Fiorella Mannoia)


Scritta da Luca Barbarossa
Interpretata da di Fiorella Mannoia nell'album "Sud" (gennaio 2012)
fiorella-mannoia-sud

“Ho maturato l'idea di questo disco dopo aver letto il libro di Pino Aprile "Terroni”. E' stato talmente scioccante constatare che quello che avevamo letto nei libri di scuola era lontano da quello che realmente era successo intorno all'unità d'Italia, che nel mio piccolo sentivo di voler fare qualcosa per contribuire a ridare al Sud un po’ della dignità che le era stata tolta”.

Con queste parole Fiorella Mannoia ha presentato il suo nuovo lavoro “Sud”, album che giunge a due anni di distanza dal disco dal vivo “Il tempo e l'armonia”, a tre dall'album di cover “Ho imparato a sognare” e quattro dall'ultimo di inediti “Il movimento del dare”.

“Sud” include dodici brani. C'è “Quando l'angelo vola”, dedicata a Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso assassinato nel 1987 per essersi opposto allo sfruttamento delle multinazionali; “Se solo mi guardassi”, primo testo scritto dalla Mannoia su musiche di Ivano Fossati e Paolo Buonvino, una canzone dedicata agli 'invisibili', agli stranieri che vivono in Italia; “Luce”, scritta da Luca Barbarossa; “Quanne vuo bene”, un omaggio a Napoli con testo scritto da Titina De Filippo.

E ancora “Non è un film”, composta e cantata con Frankie Hi NRG e la partecipazione del cantante senegalese Natty Fred ed infine “Torno al sud”, versione italiana di “Vuelvo al sur” di Astor Piazzolla.

Rockol
Non c'è figlio che non sia mio figlio
né ferita di cui non sento il dolore
non c'è terra che non sia la mia terra
non c'è vita che non meriti amore

Mi commuovono ancora i sorrisi
e le stelle nelle notti d'estate
i silenzi della gente che parte
e tutte queste strade

Fa' che non sia soltanto mia quest'illusione
fa' che non sia una follia
credere ancora nelle persone

Luce, luce dei miei occhi
dove sei finita lascia che ti guardi
dolce margherita
prendi la tua strada scegli le parole
fa' che non si perda tutto quest'amore

Non c'è voce che non sia la mia voce
né ingiustizia di cui non porti l'offesa
non c'è pace che non sia la mia pace
non c'è guerra che non abbia una scusa

Non c'è figlio che non sia mio figlio
né speranza di cui non sento il calore
non c'è rotta che non abbia una stella
non c'è amore che non invochi amore

Luce ,luce dei miei occhi
vestiti di seta
lascia che ti guardi
dolce margherita
prendi la tua strada e cerca le parole
fa' che non si perda tutto quest'amore

Luce ,luce dei miei occhi
dove sei finita lascia che ti guardi
dolce margherita
prendi la tua strada e cerca le parole
fa' che non si perda tutto quest'amore

inviata da DonQuijote82 - 28/1/2012 - 15:25



Lingua: Italiano

Nella versione di Fiorella Mannoia c'è un'intro in arabo:
Dopo le tenebre verrà la luce
la notte non può durare per sempre
verrà il momento in cui la notte
cederà il posto al giorno

inviata da DonQuijote82 - 28/1/2012 - 15:27


Ho riattribuito alla Mannoia perché mi pare che Barbarossa non l'abbia cantata prima. DonQuijote puoi controllare?

Lorenzo - 28/1/2012 - 20:09


Non lo so, so che c'è tra i testi anche sul sito ufficiale di Barbarossa. Io comunque l'avevo inserita per l'interpretazione della Mannoia.

DQ82 - 29/1/2012 - 00:32


Barbarossa l'ha incisa nel suo album Fortuna del 2003

Domenico - 21/4/2012 - 23:05



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org