Lingua   

I conscrits del Lengadòc

Lou Dalfin


Lingua: Occitano


Ti può interessare anche...

Bandits
(Lou Dalfin)
D'un sirventes far en est son que m 'agenssa
(Guilhem Figueira)
La vacha malha
(Lou Dalfin)


Dall'album "l'oste del diau".

Si tratta della versione occitana de Le conscrit du Languedô (Fanfan) (la cui versione originaria era in francese). Manteniamo in questo caso la divisione in due canzoni distinte. Per la traduzione italiana si veda anche il canto originale francese.(RV)
Ieu sio un paure conscrit
de l'an mila ueit-cent dez
cal daissar lo Lengadòc
lo Lengadòc lo Lengadòc
oh, cal daissar lo Lengadòc
per s'en anar a la mòrt
Leunh d'aicì i a un pais
de neu blanca, de ciel gris
nos i cal anar morir
oh, nos i cal anar morir
per l'emperaire
e per son filh
Lo retor e lo regent
nos an parlat plan longtemp
partissetz forca contents
forca contents, forca
contnts
ah, partissetz forca contents
Sarets sus lo monument
adieu Paire, adieu Maire,
adie sòrre, ieu m'en vau
cal daissar lo Lengadòc
per s'en anar a mòrt.

inviata da Virginia - 29/11/2005 - 20:31



Lingua: Italiano

Versione italiana:
I COSCRITTI DEL LANGUEDOC

Sono un povero coscritto
dell'anno 1810
bisogna lasciare il Languedoc,
il Languedoc, il Languedoc,
oh, bisogna lasciare il Languedoc
per andare alla morte
Lontano da qui c'è un paese
di neve bianca, dal cielo grigio,
noi dobbiam andar a morire,
andar a morire oh, dobbiamo andarci a morire
per l'imperatore e per suo figlio
Il direttore ed il maestro
ci hanno parlato a lungo,
partite ben contenti
ben contenti, ben contenti
ah, partite ben contenti
sarete sul monumento
Addio Padre, addio Madre
addio sorella, me ne vado
bisogna lasciare il Languedoc
per andare alla morte.

inviata da Virginia - 29/11/2005 - 20:34


grazie virginia

12/7/2017 - 12:47


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org