Lingua   

The Gringo's Tale

Steve Earle


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

The Devil's Right Hand
(Steve Earle)
Srinivas
(Marc Ribot)
Elvis Presley: Jailhouse Rock
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


da "Revolution Starts Now" (2004)

Steve Earle.
Steve Earle.


[...]Si prosegue con “The Gringo's Tale” che dal punto di vista musicale è certamente più sobria con gli archi che ne sottolineano il lato folk. Le parole sono però ancora pungenti. Questa è forse la prima volta in cui il nostro fa un album i cui brani siano tutti delle dure invettive, di solito alternava canzoni molto politicizzate ad altre meno impegnate. Si vede che anche lui, come tutti noi del resto, è davvero preoccupato per la situazione mondiale e non vuol lasciare nulla di intentato." - da Rocklab.
Beggin’ your pardon there stranger
You look like you’re new to this town
We’re a long way away from the beach here
You won’t see many gringos around
Well I come from West Colorado
And I’ve wandered this world far and wide
I’ve lived for some years in the shadows
And my eyes are unused to this light
If you buy me a strong drink of whiskey
I will tell you the tale of my life
It’s long and it’s sad but it fits me
And it may bring a tear to your eye

All the men of my family were soldiers
The hard fightin’ straight talkin’ kind
When my turn came all that was over
But I’d already made up my mind
I was there when we blew trough Grenada
And I still have to ask myself why
Then we took down that fool Noriega
That’s where I caught the good colonel’s eye
Well he asked me if I loved my country
And before I had time to reply
He regaled me with tales of past glories
I believed every one of his lies

So I left my old life behind me
Turned my back on my family and friends
And I did everything that they asked me
And I lost some sleep now and again
And I lived like a thief and assassin
I smuggled their poisons sometimes
Until I asked the wrong question in passin’
And the colonel himself dropped the dime
So if you’re ever in West Colorado
Tell the folks in Durango goodbye
There’s a price on my head and I can’t go
So I’ll just wait around here ‘til I die

29/10/2005 - 21:44



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
15 marzo 2007
STORIA DEL GRINGO

Scusami, forestiero
sembri nuovo di questa città
qui siamo lontani dalla spiaggia
non vedrai tanti gringos qua intorno
Beh, io vengo dal West Colorado
e ho vagato per il mondo in lungo e in largo
ho vissuto qualche anno nell'ombra
e gli occhi mi si sono disavvezzi alla luce
Comprami un po' di whiskey di quello bello forte
e ti racconto la storia della mia vita
è lunga e triste, ma mi si adatta bene
e magari ti può far versare una lacrima

Tutti gli uomini nella mia famiglia erano soldati
di quelli che combattono duro e parlano chiaro
quando fu il mio turno, era tutto finito
ma ormai m'ero abituato all'idea
ero là quando abbiamo invaso Grenada
e ancora me ne devo chiedere il perché
poi abbiamo buttato giù quello scemo di Noriega
fu allora che il buon colonnello si accorse di me
Beh, mi chiese se amavo il mio paese
e prima che avessi il tempo di rispondere
si mise a deliziarmi con storie di glorie passate
e credevo a ognuna delle sue bugie

Così mi lasciai la vecchia vita alle spalle
abbandonai la mia famiglia e gli amici
e facevo ogni cosa che mi chiedevano
perdendoci un po' il sonno qua e là
vivendo come un ladro e un assassino
Ogni tanto contrabbandavo i loro veleni
finché "en passant" non feci la domanda sbagliata
e il colonnello stesso lo spiattellò alla polizia
Così, se mai andrai in West Colorado
salutami la gente di Durango
ho una taglia sul capo e non ci posso andare
così aspetterò da queste parti finché non morirò.

15/3/2007 - 17:30



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org