Lingua   

Saltarella a cannonate

Daniele Sepe
Lingua: Italiano (Abruzzese)


Ti può interessare anche...

Lu suldate che va a la guerre
(anonimo)
Chanson d'amour
(Daniele Sepe)
Fòrte e gendìle
(Lara Molino)


(D. Sepe, var. su trad.)
Dall'album "Nia Maro", 2004; il titolo significa "Il nostro mare", o meglio "Mare nostrum" in esperanto.
Nell'album è unita nelle "Saltarelle" iniziali a Brancaleone alle Crociate [Pirulè]
Lu surdate che va a la guerra
Magne bene e dorme 'n terra
Nghé na botta de cannone
È finito lu battaglione
Bim bum bam
Gli è finito lu battaglione

Tricche tricche tricche tricche
Sempre povere e mai ricchi
E la guerra 'n te dà niente
Te fa solo jì a murì
Jé jé jé
Te fa solo jì a murì

Se te scoppia 'na granare
'Na granare a lo vicine
Nun t'accide, o porco boia,
E la morte è lenta a venì.
Bim bum bam
E la morte trada a venì.

inviata da laverdure - 2/9/2005 - 10:33



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org