Lingua   

In den Kasernen

Marlene Dietrich


Lingua: Tedesco

Guarda il video


Marlene Dietrich, In den Kasernen.


Altri video...


Ti può interessare anche...

In den Ruinen von Berlin
(Marlene Dietrich)
Where Have all the Flowers Gone
(Pete Seeger)
Lulù e Marlène
(Litfiba)


[1964]
Testo e musica: Marlene Dietrich
Lyrics and music: Marlene Dietrich
Worte und Musik: Marlene Dietrich

mardiet


Il testo della canzone è stato trascritto all'ascolto dall'amico Jacopo "Laverdure", che ne ha pubblicato il testo sul newsgroup it.cultura.linguistica, munendolo anche di una traduzione inglese da lui personalmente eseguita. Lo vogliamo ringraziare "pubblicizzando" un po' anche il suo interessantissimo sito: http://www.ordet.it (ove "ordet" è il termine danese, svedese e norvegese per "la parola"). [RV]

"Stranamente non sono riuscito a trovare in rete il testo di questa canzone di Marlene Dietrich, che ho quindi cercato di trascrivere e tradurre io.
Spero che voi possiate suggerirmi le correzioni e migliorie che sicuramente abbisognano." (Jacopo "Laverdure", dal newsgroup it.cultura.linguistica)
In den Kasernen, da warten sie.
In den Kasernen, da schult man sie.
So war es immer, und endet nie.
In den Kasernen, da warten sie.

Von schönen Mädchen, da träumen sie
Die schönen Mädchen verlassen sie
So ist es immer, und endet nie.
Von schönen Mädchen, da träumen sie.

Kommt man sie holen, dann gehen sie.
Ob sie auch wollen, das fragt man nie.
So war es immer, das wissen sie.
Kommt man sie holen, dann gehen sie.

Auf Menschen Brüder, da schießen sie.
Und Menschen Brüder befehlen sie.
So war 's schon immer, und endet nie
Auf Menschen Brüder, da schießen sie.

Kreuz unter Kreuzen, so enden sie.
Kreuz unter Kreuzen, wer denkt an sie.
So war es immer, begreift man nie.
Kreuz unter Kreuzen, so enden sie.

In den Kasernen, da warten sie.
Neue Kasernen, baut man für sie
Es ist wie immer, und endet nie.
In den Kasernen, da warten sie.

inviata da Riccardo Venturi - 16/8/2005 - 21:45




Lingua: Inglese

Versione inglese di Jacopo "Laverdure", sempre dal newsgroup it.cultura.linguistica. La versione è stata un po' "riveduta e corretta" da Riccardo Venturi il 17 agosto 2005.
IN THE BARRACKS

In the barracks they are waiting
In the barracks they are trained
The same old story that never ends
In the barracks they are waiting.

Of nice girls they are dreaming
Of nice girls leaving them one day.
The same old story that never ends
Of nice girls they are dreaming.

If they are called, so they must go
they're never asked if they want to.
The same old story that never ends
If they are called, so they must go.

At fellow men they aim and shoot,
order'd by other fellow men.
The same old story that never ends.
At fellow men they aim and shoot.

Cross amidst crosses, this is their end
cross amidst crosses, who thinks of them.
The same old story that never ends
Cross amidst crosses, this is their end.

In the barracks they are waiting
In the barracks they are trained
The same old story that never ends
In the barracks they are waiting.

inviata da Riccardo Venturi - 16/8/2005 - 21:47




Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
17 agosto 2005
NELLE CASERME

Nelle caserme, è là che aspettano.
Nelle caserme li si addestra.
Così fu sempre, non finirà mai.
Nelle caserme, è là che aspettano.

Belle ragazze, è quel che sognano.
Le belle ragazze li abbandonano.
Così fu sempre, non finirà mai.
Belle ragazze, è quel che sognano.

Se vengono a prenderli, allora vanno.
Se poi lo vogliano, mai lo si chiede.
Così fu sempre, non finirà mai.
Se vengono a prenderli, allora vanno.

Su esseri umani, su di loro sparano.
E esseri umani li comandano.
Così fu sempre, non finirà mai.
Su esseri umani, su di loro sparano.

Croce fra croci, così finiscono.
Croce fra croci, chi pensa a loro?
Così fu sempre, non finirà mai.
Croce fra croci, così finiscono.

Nelle caserme, è là che aspettano.
Per lor di nuove ne son costruite.
Così fu sempre, non finirà mai.
Nelle caserme, è là che aspettano.

17/8/2005 - 10:42




Lingua: Italiano

Il tentativo di versione che propongo non vuole sostituire la traduzione già presente nel sito, né intende fornire un testo ritenuto migliore. Per mezzo di esso, più modestamente, ho solo cercato di penetrare e chiarire, in primo luogo a me stesso, il testo tedesco, cui ho tentato, per quanto mi è stato possibile, di rimanere fedele, anche conservare l'andamento cantilenante e l'atmosfera senza tempo che esso suggerisce.

Grazie a te, Piergiorgio, per questo contributo. Ogni traduzione è sempre la benvenuta. [RV]
NELLE CASERME

Nelle caserme, lì aspettano.
Nelle caserme, lì si addestrano.
Così era sempre, e non finisce mai.
Nelle caserme, lì aspettano.

Di belle ragazze, lì sognano.
Le belle ragazze li abbandonano.
Così è sempre, e non finisce mai.
Di belle ragazze, lì sognano.

Si viene a prenderli, allora vanno.
Se poi lo vogliano, mai lo si chiede.
Così era sempre, loro lo sanno.
Si viene a prenderli, allora vanno.

Su un fratello, lì sparano.
E un fratello li comanda.
Così è sempre stato, e non finisce mai.
Su un fratello, lì sparano.

Croce fra croci, così finiscono.
Croce fra croci, chi pensa a loro?
Così era sempre, mai si comprende.
Croce fra croci, così finiscono.

Nelle caserme, lì aspettano.
Nuove caserme, per loro si costruiscono.
Così era sempre, e non finisce mai.
Nelle caserme, lì aspettano.

inviata da Piergiorgio - 18/8/2006 - 22:22



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org