Lingua   

O Piamontesi

anonimo


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Facce nere
(Gruppo Pane e Guerra)
Addio Venezia addio [El diciaòto novembre]
(Gruppo Pane e Guerra)
Rosastela
(Gruppo Pane e Guerra)


Canto di protesta contro la leva obbligatoria, racc. da R. Leydi e A. Fumagalli, 1966, Dossena, Bergamo.

Nel 1861 il Regno d'Italia adottò l'ordinamento piemontese che prevedeva una ferma di 5 anni e un servizio di riserva di altri 6. La durata della ferma fu però cambiata varie volte.

Quando il contingente di leva era superiore alle necessità dell'esercito, la chiamata alle armi avveniva per sorteggio. I coscritti "tiravano su il numero" e se questo era inferiore a una cifra prefissata dovevano partire per il servizio militare.

(Da: "La musica dell'Altraitalia")
O Piamontesi mandìmi a casa,
che io son stanco ma di fa 'l soldà
o Piamontesi mandì-mandìmi a casa
che io son stanco ma di fa 'l soldà

Ma se posso rivare a casa
di questi abiti io mi spoglierò
ma se posso rivà-rivare a casa
di questi abiti io mi spoglierò

Ma se posso rivare a casa
di capo ai piedi io mi laverò
ma se posso rivà-rivare a casa
di capo ai piedi io mi laverò

E con l'acqua e col sapone
di capo ai piedi io mi laverò
e con l'acqua e col-e col sapone
di capo ai piedi io mi laverò

E col gesso farem le pipe
e col tabacco noi si fumerà
e col gesso farem-farem le pipe
e col tabacco noi si fumerà.

inviata da Riccardo Venturi



Lingua: Italiano

La versione facente parte del repertorio del Gruppo Pane e Guerra.

"Canzone che in maniera molto semplice esprime chiaramente il concetto del rifiuto e della stanchezza di fare il soldato e della voglia di tornare alla semplicità della vita domestica. Nata nelle valli di montagna bergamasche, dopo il 1860, è nata da moduli musicali più antichi e arcaici, di cui si trova un affioramento nell’ultima strofa."

Dal sito ufficiale del Gruppo: http://freeweb.supereva.com/paneguerra/
PIAMONTESI MANDIM A CASA

Piamontesi mandim a casa
che me so’ stanco ma di fa’ ‘l soldà
Piamontesi mandim a casa
che me so’ stanco ma di fa’ ‘l soldà

Ma se posso rivare a casa
di questi abiti mi spoglierò
Ma se posso rivare a casa
di questi abiti mi spoglierò

e co’ l’acqua e col sapone
da capo a piedi io mi laverò
e co’ l’acqua e col sapone
da capo a piedi io mi laverò

e col gesso farèm le pipe
e col tabacco noi le fumerem
e col gesso farèm le pipe
e col tabacco noi le fumerem

inviata da Riccardo Venturi - 7/8/2005 - 00:53


Interpretata da Sandra Mantovani in "E Per La Strada - Sandra Mantovani Canta Storie Dell'Italia Settentrionale", pubblicata nel 1967 dalla I Dischi del Sole.

E per la strada

B.B. - 7/10/2018 - 21:17



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org