Lingua   

Quanto mi sei piaciuta Firenze

Il Generale


Lingua: Italiano (Toscano Fiorentino)

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

La capannuccia
(Riccardo Marasco)
Lebbra Is The Reason
(Laghetto)
Riccardo Marasco: Vita, morte e miracoli di Luca Cava
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


09 11 02 0012.


Non è direttamente una canzone contro la guerra, ma ricorda la grandissima manifestazione per la pace del 9 novembre 2002 a Firenze al termine del Social Forum Europeo.

Prima del Social Forum fu organizzata una massiccia campagna mediatica "terrorista" (nel senso proprio del termine: seminare terrore, come ricorda Franca Rame il giorno dell'inaugurazione) volta a criminalizzare il movimento, presentandolo come una massa di violenti.

Mercoledì 6 novembre (il primo giorno di seminari ed incontri alla Fortezza da Basso) Firenze sembrava una città terrorizzata. Molti negozi, spaventati dalla campagna stampa che proseguiva da mesi, sono rimasti chiusi, poche auto per le strade, il social forum riesce dove le targhe alterne avevano fallito.
Sull'autobus si sentono discorsi del tipo "saranno anche pacifici ma hanno detto che hanno fermato uno alla frontiera con dieci tonnellate di chiodi"

Oriana Fallaci scrive un articolo delirante sul Corriere della Sera, invitando i fiorentini a chiudersi in casa e a non mandare i figli a scuola, definisce il movimento "una massa di fascisti".

La partecipazione alla manifestazione di sabato è andata al di là di ogni aspettativa. Cinquecentomila secondo la polizia, più di un milione per gli organizzatori: sono queste le cifre.
Nel corteo, colorato e pacifico, l'unica nota stonata erano i molti negozi chiusi e barricati dietro assurdi pannelli di legno o di acciaio. I negozi rimasti aperti fanno affari d'oro, e i bottegai che hanno chiuso vedono sfumare, per ignoranza, arroganza, e disinformazione, un'occasione unica. Peggio per loro. La presenza delle forze dell'ordine è discreta: non si vedono poliziotti lungo il corteo. Si vedono invece i fiorentini che si affacciano alle finestre, espongono bandiere di pace, rifocillano i manifestanti provati dalla stanchezza e dal freddo.

Alla fine il corteo è chiuso da un grande concerto, i treni speciali ripartono vuoti perché la gente vuole rimanere nel piazzale accanto allo stadio. David Riondino dal palco ringrazia i partecipanti ricordando come per mesi ci avevano detto che ci sarebbero stati disordini... ed ora che tutto si è svolto per il meglio, qualcuno dovrà scusarsi. E, soprattutto, come ci hanno ingannato parlando di pericoli inesistenti, così giornali e televisioni cercano di ingannarci su molti altri temi, primo tra tutto quello della guerra (preventiva, umanitaria, per la democrazia...)

A distanza di due anni, molte persone ricordano ancora quei giorni come un momento indimenticabile di speranza, di entusiasmo e di grandi emozioni.

Il Generale (che ringrazio per avermi inviato di persona il testo della canzone), storico protagonista del reggae fiorentino che non a caso è stato definito un moderno cantastorie, racconta quei giorni con un'ironia tutta toscana.

(Lorenzo Masetti)
Quanto mi sei piaciuta Firenze
La Firenze in cui ho vissuto
Dal 6 al 9 di novembre
Quanto mi sei piaciuta Firenze
Fossi sempre così

Senti:

All'inizio di novembre c'era un'aria pesante
Allarmismo psicosi dilagante strisciante
Faziosità Fallaci Firenze non mi piaci
Troppa apprensione, troppi cani mordaci
Come quello che, fiorentino DOC
Annunciava Laszlo Toth [1] vestito da black bloc
Come quelli che temevano per la fragilità
Della loro algidissima città: la bomboniera
la devasteranno, ce la sciuperanno
guardate non è vostra ma è di tutti tutto l'anno
certo la preferisco quando non v'ho attorno
quindi se ve n'andate no non me ne importa un corno
però a me m'è parsa una cosa schifosa
c'è chi ha usato "no global" come se fosse un'offesa
mentre l'otto sera al Parterre con le bande
mezza Europa gridava Firenze Firenze

Quanto mi sei piaciuta Firenze
La Firenze in cui ho vissuto
Dal 6 al 9 di novembre
Quanto mi sei piaciuta Firenze
Fossi sempre così

Già, l'8 di novembre a Firenze è tutto a posto
Anche se fa un po' freddo pare d'essere d'agosto
Che bella sensazione: zero traffico all'Ovonda [2]
In giro s'avverte proprio una buona onda
Il Forum non ha colpa se tu hai chiuso la bottega
E a me personalmente un me ne importa una sega
Ma vedo che chi ha aperto ora lavora a gonfie vele
E non posso esimermi da dire proprio a te che:
coglione coglione
devi ammetterlo sei stato un coglione perché
potevi fare il busco e hai tirato giù il bandone
coglione hai perso un'occasione
magari t'hai anche speso i soldi per la protezione
coglione ancora più coglione
e se t'han preso per i soderi [3] qualcuno ti ricoveri che tu sei troppo un bischero
t'aveva detto d'andar via anche il regista dì Gesù [4]
e ora spero che un tu torni più

Quanto mi sei piaciuta Firenze
La Firenze in cui ho vissuto
Dal 6 al 9 di novembre
Quanto mi sei piaciuta Firenze
Fossi sempre così

Senza i bottegai, senza quei gran figli di Oriana
Quanto è stato bello questo fine settimana
E il peggio che è successo alla bomboniera
È che al posto di Seeber sta aprendo Max Mara [5]
Quanto mi sei piaciuta Firenze
La Firenze in cui ho vissuto
Dal 6 al 9 di novembre
Quanto mi sei piaciuta Firenze
Fossi sempre così

E il 9 di novembre c'è la manifestazione
Avevan detto giusto è un'alluvione di persone
Un flusso ininterrotto non è un'esagerazione
Che emozione! qui siamo un milione
Mi commuovo pare un sogno ad occhi aperti
sul cavalcavia di piazza Alberti
Firenze quanto mi piace quando sei così
Godiamoci la festa almeno fino a lunedì
Che poi tornano i problemi torna il solito menù
Sarebbe bello non tornasse più

Quanto mi sei piaciuta Firenze
La Firenze in cui ho vissuto
Dal 6 al 9 di novembre
Quanto mi sei piaciuta Firenze
Fosse sempre così
Quanto mi sei piaciuta Firenze ?
I RIFERIMENTI DELLA CANZONE

[1] Laszlo Toth, trentatreenne geologo australiano di origine ungherese, il 21 maggio 1972 sfregiò la Pietà di Michelangelo a San Pietro prendendola a martellate.

lazlo-toth


[2] "L'Ovonda" era una rotonda provvisoria all'incrocio dei viali di circonvallazione con via dello Statuto, di forma più ovale che tonda e da qui viene il nome, che è stata protagonista del congestionatissimo traffico fiorentino per due anni durante i lavori per il sottopassaggio di viale Strozzi. Il viale così ristretto (un senso unico diventato doppio senso) era teatro ogni giorno di ingorghi infernali ("Da quando c'è l'ovonda non si gira più") ma nei giorni del social forum il traffico era quasi inesistente.
Dopo due anni i lavori sono finalmente finiti e l'ovonda è stata fortunatamente smantellata, ma la situazione del traffico, seppure un po' migliorata, rimane comunque invivibile.

Una foto dell'ovonda durante una Critical Mass.
Una foto dell'ovonda durante una Critical Mass.



[3] Paolo Soderi era all'epoca il presidente di Confcommercio Firenze che invitò i commercianti a tenere chiusi i negozi durante il Social Forum. Questa politica di terrorismo psicologico si rileverà un totale autogol per la destra fiorentina, smentita platealmente dai fatti.

[4] Il "regista di Gesù" è Franco Zeffirelli (regista del film per la televisione "Gesù di Nazareth", del 1976), come la Fallaci responsabile di parole pesantissime contro il Social Forum (suggeriva di spostarlo a Viareggio)

Francozeffirelli


[5] "al posto di Seeber sta aprendo Max Mara" si riferisce alla storica libreria Seeber di via Tornabuoni, costretta a svendere e a cedere i locali a Max Mara (successivamente Seeber ha riaperto con il nome di "Seeber Mel Bookstore" in via de' Cerretani)

MaxMaraFirenze


A proposito diceva Tiziano Terzani:

"L'indifferenza la più grande malattia del nostro tempo. Questo cinismo con cui siamo abituati a crescere. Ma non è tutta colpa nostra. Ti devi alzare alle 7, prendi il caffè di corsa, alle 8 prendi l'autobus, timbri il cartellino alle 9, poi c'è il lavoro, il figlio da riprendere a scuola, la cena da preparare. Poi ti guardi i tg che parlano di massacri in Ruanda, dei morti a Baghdad. E si diventa indifferenti. Io ho 66 anni e sono anche un po' malandato ma a volte mi alzo la mattina e penso di andare a incatenarmi davanti a Palazzo Vecchio per protestare contro qualcosa, contro quello che non mi va, che non mi piace.
Sono così pazzo che per protestate contro il degrado di Firenze e della mia ben amata via Tornabuoni dove una delle più belle librerie di Firenze, la Seeber, è stata sostituita da un negozio che vende mutande firmate e ogni volta che ci passo davanti apro la porta e urlo dentro "Vergogna!". E con questo gesto mi pare di aver fatto un gesto di libertà."
(dall'intervista a Controradio, 19 aprile 2004)

inviata da Lorenzo Masetti



Lingua: Inglese

English Version by Riccardo Venturi (2004)

«Questa versione in americanaccio vuole essere un atto di resistenza in questi giorni in cui la guerra segna, se mai ce ne fosse ulteriore bisogno, un altro punto a suo favore con la rielezione di George W. Bush. Uno stimolo a andare avanti, a non cedere mai. E noi lo facciamo direttamente nella lingua del dominatore, così non potrà mai dire che non capisca, dedicandole anche alle tante e tante persone che, negli USA, ancora non vogliono cedere. Malgrado tutto.»
(Riccardo Venturi, 3/11/2004)
HOW MUCH I LIKED YOU FLORENCE

How much I liked you Florence
the Florence I lived in
November 6 thru 9
how much I liked you Florence
if only you were always like this

Listen to me:

the first days of November, there was a bad atmosphere
alarmism, spreading, creeping psychosis
factiousness Fallaci Florence don’t like ya
too much anxiety, too many snapping dogs
just like that, who, as an authentic Florentine,
had announced Laszlo Toth disguised in black blocker
just like those, who feared for the fragility
of their most gelid city: they will destroy it
or spoil our beloved tourist box.
But it’s not yours, it belongs to the whole world
all the year long, and sure I prefer it when you ain’t there
so, if you go away I don’t give a damn for it
but I find it really sucks: there’s someone
who used the word noglobalist as an insult
while the night of Nov. 8, with the bands
half Europe shouted Florence Florence

How much I liked you Florence
the Florence I lived in
November 6 thru 9
how much I liked you Florence
if only you were always like this

Yep, everything is OK in Florence, November 8,
although it’s just a bit cold, it seems it’s mid August
how cool, no traffic at the oval safety island
there’s really a nice feeling all around
and it’s not the Forum’s fault if you’ve shut up your shop
and, if I can tell you the truth, I couldn’t care less
but I see now that open shops are going very well
and I can’t help telling you, yes, you, that
you’re a burk a twit a pillock
you must admit that you’re a burk and a twit ‘cuz
you’ve shut up your shop and renounced a good bizness
and you’ve lost an occasion, you burk and pillock
and maybe you’ve paid a lot for the window guard
oh pillock twit and burk and more
and if someone took the piss out of ya, you’re a fool ready for the asylum
even the director of Jesus movie had told you to leave
and now I hope you’ll never come back

How much I liked you Florence
the Florence I lived in
November 6 thru 9
how much I liked you Florence
if only you were always like this

Without shoopkeepers, those fuckin’ sons of Oriana
how beautiful, how nice was this weekend
and the worst thing it’s happening in this tourist box,
it’s just that Seeber bookshop’s gonna close for a new Maxmara
how much I liked you Florence
The Florence I lived in
November 6 thru 9

November 9, there’s the great manifestation
and it’s true what they said, it’s really a flood,
an unbroken stream, I’m not exaggerating,
what an emotion! We’re one million here!
I’m moved, it looks like a daydream
on Alberti square flyover
How much I like you Florence when you’re this way
Let’s enjoy this feast at least until Monday
when problems are coming back, the same old stories
It would be so cool if they’d come nevermore

How much I liked you Florence
the Florence I lived in
November 6 thru 9
how much I liked you Florence
if only you were always like this
Florence, how much did I like you?

Il sito delle Canzoni Contro la Guerra rinnova la massima solidarietà al sito www.marijuana.it (che pubblicava l'mp3 della canzone), nuovamente chiuso dai carabinieri, e al suo gestore, arrestato "per spaccio" perché ritrovato in possesso "di grammi 0,40 di sostanza stupefacente denominata ... hascick?... col c - kappa?", come canta proprio Il Generale.

Rispondiamo ancora con le parole del Generale: "Carabiniere mi presti il cappello / serve la fiamma per accender lo spinello" , oppure (una variante recente): "Gianfranco Fini dammi il simbolo missino / serve la fiamma per accendere lo spino"...

3/2/2011 - 23:16


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org