Lingua   

Chi fermerà la tonaca

Riccardo Scocciante
Lingua: Italiano (Laziale Romanesco)



Ora si santifica
ed al posto dell'atmosfera
un'acquasantiera.
Quante morali, anche stasera
dispensateci a piene mani
da chi poi approva gli aeroplani
che bombardano a suon di musica.
Buona primavera
a 'sto paese de bbrava ggente
così cristiana, così credente
che lincerebbe er nullatenente
per poi guardasse er Grande Fratello
e accenderebbe un ber focherello
per il Rom, in nome di Dio
e co' li santini de Padrepìo.

Chi fermerà la tonaca,
l'aria si fa ecclesiastica
l'uomo lo si addomestica
con la paura della morte
ogni domenica.
Chi fermerà la tonaca
quelli che nun se chéteno,
quelli che ce massacreno
a mazzate d'ardilà e de paradisi
mentre qui nun c'è sorisi.

Ero baricato
ner mi' letto co' la moje d'un tale
o nun te spunta un cardinale arzillo
nun se pò manco fornicà tranquillo!
La sera nun c'è verso de stà quieti
alla tivvù nun c'è che sbiri e preti
l'invìteno puro a commentà li gol.

Chi fermerà la tonaca,
l'aria si fa mefitica,
l'uomo lo si addomestica
con la paura della morte
ogni domenica.
Chi fermerà la tonaca
quelli che nun se chéteno,
quelli che ce massacreno
a mazzate d'ardilà e de paradisi
mentre qui nun c'è sorisi.

Buona primavera,
a 'sto paese da galera,
nun se respira,
mejo scappà su 'a Cordijera.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org