Lingua   

An scathàn (Lo specchio)

Massimiliano D'Ambrosio




Ti può interessare anche...

La ballata delle donne
(Massimiliano D'Ambrosio)
Il mio paese
(Massimiliano D'Ambrosio)
Lettera dalla Palestina
(Massimiliano D'Ambrosio)


M.D’Ambrosio / K. McCharty
Il ragazzo ha un desiderio
di vedere almeno un treno,
riconosce ogni suo lamento
ma sospetta sia un inganno del tempo.
La ragazza ha un temporale,
un pugnale, un disegno e un segreto,
è un divieto vederla passare
col suo specchio che riflette tutto il male.

Éist le mo ghuth
Mise scathán na fírinne.
Éist le mo ghlór
Tá mé gaoiseach is lách
Éist le mo ghluais
Mise scathán na taithí:
ón dásacht níl toradh
ach anbhás le fáil

Il ragazzo va via soldato
si è umiliato, si è difeso ed ha ucciso,
ha sorriso sentendosi offeso
sul suo volto riflesso si è arreso.
La ragazza ha un prigioniero
che il suo orgoglio combatte e difende,
troppa gente sostiene che è vero
che il suo amore ha esaurito il veleno.

Éist le mo ghuth*
Mise scathán na fírinne.
Éist le mo ghlór
Tá mé gaoiseach is lách
Éist le mo ghluais
Mise scathán na taithí:
ón dásacht níl toradh
ach anbhás le fáil

inviata da Donquijote82 - 8/1/2009 - 13:05



Lingua: Italiano

ecco la traduzione della parte gaelica
Tratto dal sito uffiaciale http://www.massimilianodambrosio.it/
Ascolta la mia voce
Io sono lo specchio della verità
Ascolta il mio discorso
Sono saggio e gentile
Ascolta il mio ragionamento
Sono lo specchio dell’esperienza
L’unico frutto della ferocia
È la morte violenta

inviata da Donquijote82 - 8/1/2009 - 13:06



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org