Lingua   

Senti i coscritti il canto echeggiar (I coscritti)

Gruppo corale Borgo Vittoria
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Miseria, miseria
(anonimo)
O pescecan terribile
(Gruppo corale Borgo Vittoria)


Testo di Antonio Mazzuccato, direttore del Gruppo corale Borgo Vittoria di Torino negli anni tra il 1908 e il 1922, così come eseguito nl 1973 da Angelo Giorcelli, membro originario del coro, durante un'intervista condotta da Jona e Liberovici (in Jona, Liberovici, Castelli, Lovatto - "Le ciminiere non fanno più fumo. Canti e memorie degli operai torinesi", Donzelli 2008, pp. 665-694)
Musica costituita da moduli tipici del cantare corale operaio, canti di origine militare, frammenti di arie da opere liriche (Verdi, Bellini).
Senti i coscritti il canto echeggiar
sembrano felici di andar militar
è un error, è un error

Ho lasciato la mia mamma
povera mamma, povera mamma
Ho lasciato la mia mamma
povera mamma lei piangerà
e fu lei che mi allevò

Quanti affanni, quanti affanni
quanti affanni per me provò

Ho lasciato la mia morosa
o povera sposa, o povera sposa
ho lasciato la mia morosa
o povera sposa lei piangerà

Ho lasciato la mia mamma
o povera mamma
lei piangerà
e fu lei che mi allevò
quanti affanni, quanti affanni
quanti affanni per me provò

Là vicino a una culla essa vegliò
vegliò amorosa e forte
quanti affanni per me
o mamma mia la sorte
fu triste per me
o fu triste per me

Il militar che strappa i figli
alle mamme e al lavor
va a affrontar mille perigli
alla difesa dei signor

Ma se speranza non è follia
a lottar per la redenzione
socialismo è il tuo nome
e la plebe sorgerà

No no no non è follia
a lottar per la redenzione
socialismo è il tuo nome
e la plebe e la plebe sorgerà.

inviata da Alessandro - 26/12/2008 - 09:59



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org