Lingua   

Carta a Rigoberta Menchú

Celtas Cortos


Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

Celtas Cortos: 20 de abril
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Gente distinta
(Celtas Cortos)
A estas alturas
(Celtas Cortos)


Dal disco Tranquilo Majete del 1993

Rigoberta Menchu SG
Bienvenido, esta es la tierra de los sueños
cuenta y dime que es lo quieres soñar
con mi magia seremos dos compañeros
por tus sueños, si me invitas a pasar

Quiero ver la luz del Sol natural
quiero despertar sin temer morir
quiero caminar de país en país
sin tener que odiar a quien vive allí

Quiero amanecer en un mundo en paz
quiero resistir a ser infeliz
quiero enamorar a esa chica, si
quiero colorear el día que esté gris

Quiero cultivar un bello jardín
quiero despertar en un día feliz
quiero yo cantar mis deseos, si
y quiero soñar que son realidad

Quiero amanecer
quiero resistir
quiero enamorar
y quiero soñar

inviata da Donquijote82 - 18/12/2008 - 20:39


Rigoberta Menchú Tum (Uspantàn, El Quichè, 9 gennaio 1959) è una pacifista guatemalteca, che ha ricevuto nel 1992 il Premio Nobel per la Pace, datole "in riconoscimento dei suoi sforzi per la giustizia sociale e la riconciliazione etno-culturale basata sul rispetto per i diritti delle popolazioni indigene"[1]. Il premio le è stato conferito in parte per la sua biografia del 1987, Mi chiamo Rigoberta Menchú, curata dall'antropologa Elisabeth Burgos. I suoi detrattori sostengono che il libro contiene molti fatti inventati mentre i suoi difensori sostengono che qualsiasi eventuale invenzione passa in secondo piano rispetto all'estrema importanza del suo racconto sulla soppressione guatemalteca delle popolazioni indigene.


La Menchú sostiene che iniziò a lavorare come bracciante agricola migrante all'età di 5 anni, in condizioni che causarono la morte dei suoi fratelli ed amici. Da adulta, si unì a membri della sua famiglia in azioni contro i militari per i loro abusi dei diritti umani. La violenza la costrinse all'esilio nel 1981. Nel 1991 prese parte alla stesura da parte delle Nazioni Unite di una dichiarazione dei diritti dei popoli indigeni. Dopo un po' di tempo Rigoberta Menchú è ritornata in Guatemala per lavorare al cambiamento del suo paese.


Il Premio Nobel di Rigoberta MenchúElla ha inoltre cercato, nel 1999, di far processare in un tribunale spagnolo l'ex dittatore militare Efraín Ríos Montt, per crimini commessi contro cittadini spagnoli; tali tentativi sono stati comunque senza esito. In aggiunta alla morte di cittadini spagnoli, le accuse più gravi comprendono il genocidio contro la popolazione Maya del Guatemala.

Nel 2002 Rigoberta Menchú Tum è stata insignita della cittadinanza onoraria di Caorle Venezia. Nel 2007, in occasione delle elezioni presidenziali del 9 settembre, si è candidata a capo della sinistra, ricevendo appena il 3% dei voti.

http://it.wikipedia.org/wiki/Rigoberta_Mench%C3%BA_Tum

DonQuijote82 - 1/12/2010 - 13:11


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org